Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

I processi bancari

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 agosto 2009

Il timore di alcuni esperti del settore è che il sistema bancario italiano, nel suo complesso, abbia una scarsa percezione degli effetti pratici sulle aree che vengono toccate da Basilea 2. Pensiamo al cambiamento delle modalità di gestione del credito da recuperare, al sistema incentivante e sulle regole di remunerazione del personale. Ed ancora sui sistemi informativi, del front-end (dei gestori in filiale), ai sistemi legaci che gestiscono il core business ed ai sistemi di reporting, di recovery e la sicurezza. Da qui l’idea di taluni che le banche italiane prima ancora di proseguire nella politica degli insediamenti di spazi con l’apertura di nuove agenzie e filiali pur non avendo, a volte la “caratura” per farlo essendo la propria struttura legata principalmente ad aree geograficamente più ridotte, debbano pensare agli “sportelli virtuali” ovvero a quelli dove la tecnologia possa avere il sopravvento: ovvero permettere al cliente di regolare i propri affari attraverso un collegamento diretto con la propria banca via internet dalla sede dell’impresa alla propria abitazione, ma anche di poterlo fare in un apposito locale della banca dove la disponibilità è solo elettronica per le operazioni afferenti versamenti, prelievi, bonifici, investimenti e di riversare il resto ad aree di consulenza “mobili” in grado di interagire su spazi temporali e geografici più ampi degli attuali. Pensiamo, ad esempio, alla realizzazione di soluzioni tipicamente di datawarehousing che garantiscano flessibilità di evoluzione salvaguardando nel contempo il patrimonio It esistente; a soluzioni specifiche di credit risk management, come i motori per il calcolo dei parametri previsti e strumenti di supporto per il credit risk mitigation e portaolio management. In buona sostanza vanno coniugati gli aspetti evolutivi dei processi bancari con una delle peculiari aspettative del nostro tempo: ridurre al massimo le procedure ed i tempi morti degli accertamenti, dei controlli, delle verifiche per rispondere meglio alle esigenze della clientela che è sempre meno tollerante per i tempi lunghi di attesa ma senza peccare di pressappochismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: