Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 2 settembre 2009

Nona edizione dell’Accademia Internazionale di Musica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Quartetto ModiglianiCagliari fino al 9, l’iniziativa didattica organizzata dall’associazione Sardegna in Musica con la collaborazione del Conservatorio “G.P. da Palestrina” celebra la sua nona edizione grazie anche al contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato alla Pubblica Istruzione e Assessorato al Turismo), del Comune di Cagliari (Assessorato alla Cultura e Assessorato al Turismo) e della Provincia di Cagliari (Assessorato alla Cultura). L’alto numero di iscritti conferma la positiva tendenza degli ultimi anni: sono 130 gli allievi in arrivo nel capoluogo sardo da dodici paesi diversi. La maggioranza, ancora una volta, è giapponese, con ben 62 iscritti. Vengono poi i francesi (14) e i sud coreani (10) davanti a tedeschi, spagnoli, svizzeri, russi, nigeriani, americani, inglesi e greci, mentre fra gli allievi italiani prevalgono, ovviamente, i sardi (20). Sono tutti giovani talenti che nei corsi cagliaritani trovano l’opportunità di perfezionarsi sotto la guida di un corpo insegnante che anche per questa edizione conferma nomi di caratura internazionale: i pianisti Jean-Marc Luisada, Patrick Zygmanowski e Fabio Bidini, i flautisti Shigenori Kudo e Jean Ferrandis, il violinista Tomasz Tomaszewski, il quartetto d’archi Modigliani per il corso di musica da camera, e il chitarrista Cristian Marcia, che dell’Accademia è il direttore artistico nonché cofondatore con il fratello Gianluca (che ne è invece il presidente). Novità di questa edizione, la classe di tecnica e interpretazione vocale vede accanto al soprano americano Peggy Bouveret il famoso contralto cagliaritano Bernadette Manca di Nissa. Altri volti nuovi nel corpo docente, il violinista Roland Daugareil, il violoncellista Philippe Muller e il pianista Jacques Rouvier. Al termine delle nove giornate verranno rilasciati come sempre diplomi e attestati. L’Ecole Normale Supérieure de Musique “Alfred Cortot” di Parigi conferma ancora una volta la sua collaborazione offrendo tre borse di studio per frequentare i suoi corsi nel prossimo anno accademico. Due sono riservate a studenti del Conservatorio di Cagliari: un importante sussidio che ha già permesso negli anni scorsi a giovani talenti isolani di perfezionarsi nella capitale francese.  Si rinnova poi il consueto appuntamento con il saggio finale: scelti dai rispettivi docenti, i migliori allievi di ogni classe saliranno sul palco dell’Auditorium del Conservatorio per esibirsi davanti al pubblico nel corso di tre serate (lunedì 7, martedì 8 e mercoledì 9) ad ingresso gratuito.  Scesi dalla cattedra e indossate le vesti di concertisti, anche i docenti sono attesi da un trittico di serate di recital solistici e musica da camera: da giovedì (3 settembre) a sabato, al Teatro Lirico di Cagliari (ore 21) ritornano “Le Notti Musicali”, con pagine di grandi autori come di Haydn, Beethoven, Chopin, Mendelssohn, Schubert, Schumann, Arnold e Chausson.(quartetto modigliani)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Liberalizzazioni commerciali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

New Delhi  3 settembre alle 10.30 ora locale all’angolo tra Ferozshah Road e la Mandi House at 10.30 per la marcia dei movimenti verso il palazzo del Parlamento e a Ginevra a novembre, per celebrare i 10 anni da Seattle con una nuova sconfitta della Wto. Il 3 e 4 settembre a New Delhi circa 20 ministri al commercio dei più potenti Paesi membri della Wto, si incontreranno per sbloccare i negoziati di liberalizzazioni commerciali che dopo il fallimento del vertice di Seattle, avvenuto esattamente 10 anni fa, non sono mai arrivati in porto. Per l’occasione  125 organizzazioni contadine, Ong, sindacati e movimenti sociali di 50 Paesi, tra i quali per l’Italia Fair, inviano una lettera ai propri ministri al commercio e negoziatori alla WTO per chiedere loro di “rigettare ogni tentativo di spingere affrettatamente verso la conclusione del ciclo di negoziati lanciato a Doha nel 2001, perché le proposte in discussione inaspriranno, più che risolvere, quella crisi che sta colpendo la produzione agricola, i poveri e gli affamati di tutto il mondo”. La lettera, sottoscritta dai principali network e organizzazioni dei diversi continenti, chiede ai ministri di “rispettare gli interessi dei contadini, dei lavoratori, dei consumatori, delle donne e dell’ambiente, respingendo ogni ulteriore liberalizzazione del commercio agricolo e di prodotti alimentari, e al contrario propone politiche che garantiscono la sicurezza alimentare, lo sviluppo rurale e salvaguardi I contadini e i piccoli produttori attraverso la sovranità alimentare La crisi globale è una lezione che i leader del mondo non vogliono imparare: il numero dei poveri, degli affamati e degli esclusi che è cresciuto negli ultimi anni come mai nel secolo scorso è la prova concreta deregolare i mercati e accelerare gli scambi, come abbiamo fatto con la finanza, rischia di negare per sempre a molte più persone la sovranità alimentare, il diritto al lavoro, all’istruzione, all’acqua e a molti altri beni comuni. L’incontro di Delhi, e il vertice ministeriale previsto a Ginevra dal 30 novembre al 2 dicembre prossimi, saranno determinanti per fermare ancora questa corsa al massacro.  Fair, organizzazione di economia solidale, nell’ambito della rete internazionale Our World is not for Sale (OWINFS), seguirà gli eventi fornendo aggiornamenti in tempo reale sulle mobilitazioni in corso sul suo sito blog fairwatch.splinder.com e sulla sua pagina Faceboock e mettendo a disposizione tutti i documenti prodotti dalla società civile. Questo, secondo i movimenti, si otterrebbe attraverso: – Una forte protezione e supporto alla produzione di cibo per il consumo interno a livello nazionale che devono essere consentiti all’interno del sistema  commerciale globale. – Una governante globale del commercio che disciplini i comportamenti delle grandi imprese e ponga fine al dumping – Una nuova regolazione dei mercati, che comprenda regole chiare contro la speculazione sulle materie prime agricole e alimentari, e un sistema globale di governo della domanda e dell’offerta per quei prodotti agricoli che vengono scambiati globalmente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SkyEurope sospende i suoi servizi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

La compagnia aerea low-cost slovacca SkyEurope a partire da oggi ha sospeso tutti i suoi servizi. Sono pertanto centinaia i consumatori rimasti a terra, tra cui molti gli italiani. Il Centro Europeo Consumatori (CEC) Italia fornisce alcuni chiarimenti a tutti i passeggeri coinvolti. A causa di una perdurante crisi finanziaria dal giugno 2009 la compagnia aerea slovacca SkyEurope era stata sottoposta ad una procedura di ristrutturazione, continuando comunque la propria attività di vettore aereo e garantendo quindi i propri voli (pur se con qualche disagio per i passeggeri). Nella giornata di ieri SkyEurope ha annunciato sul proprio sito internet che, a partire da oggi, “sospende i suoi servizi”. Il responsabile della procedura di ristrutturazione ha depositato presso il Tribunale slovacco competente domanda di ammissione al fallimento. Pertanto, i passeggeri che hanno acquistato un volo, non incluso in un pacchetto turistico, per ottenere i rimborsi dovranno seguire le procedure di legge previste dalle norme di diritto slovacco sui fallimenti delle aziende ed insinuarsi al passivo, senza essere neanche creditori privilegiati. Ad oggi non è quindi possibile dire se e in quali limiti gli sfortunati passeggeri saranno risarciti. Con riferimento ai rimborsi per pagamenti effettuati con carta di credito, non esiste una norma specifica che obbliga le banche ad effettuarli; consigliamo tuttavia a chi abbia acquistato un biglietto di SkyEurope, pagandolo con carta di credito, di rivolgersi al proprio istituto di credito e chiedere informazioni, in quanto la giurisprudenza in questo ambito è favorevole al consumatore.   Soltanto chi ha acquistato un pacchetto turistico con inclusi voli SkyEurope potrà richiedere il danno materiale e da vacanza rovinata all’agenzia di viaggio ed al tour operator che hanno proposto e venduto il pacchetto e che, ognuno per le proprie competenze, dovranno risarcire i danni subiti dai consumatori, nel caso non abbiano provveduto a fornire un’alternativa adeguata.   L’unica cosa certa in questo momento è che tutti i voli di SkyEurope sono stati cancellati, causando disagi ed ulteriori spese ai consumatori-viaggiatori. Agli sfortunati passeggeri non rimane quindi altro da fare che cercare un volo alternativo e conservare scrupolosamente tutta la documentazione in attesa di ulteriori sviluppi. Tutti gli aggiornamenti relativi alla situazione del vettore SkyEurope saranno pubblicati sul sito del CEC http://www.ecc-netitalia.it.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutti matti per Colorno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

teatro necessarioColorno (Parma) 4-5 settembre Festa internazionale di circo e teatro di strada: Un vecchio un motto paesano recitava: ‘I dventén tut mat par gnir a Colorni’, ed a questo detto si ispira il festival che ospiterà un’invasione folle e sbalorditiva di personaggi e figure stravaganti che si esibiranno e conquisteranno tutto il paese. La follia in tutte le sue declinazioni sarà il filo conduttore di un fine settimana, dove anche la più fervida immaginazione verrà messa a dura prova e le tonalità saranno quelle dell’audacia, dell’estro, della provocazione e dell’umorismo.  Ecco allora che l’Associazione Culturale Teatro Necessario presenta “Tutti matti per Colorno”, la festa internazionale di circo e teatro di strada.  La 2ª edizione si tiene a Colorno il 5 settembre dalle ore 18:30 alle ore 00:30. Venerdì 4 settembre, alle ore 22:00 l’anteprima del festival con “Nuova Barberia Carloni” della compagnia Teatro Necessario. Si alza nuovamente il sipario sulle strade e piazze di Colorno che anche quest’anno faranno da palcoscenico agli artisti invitati alla seconda edizione della festa internazionale di circo e teatro di strada, ideata dall’associazione culturale Teatro Necessario. Nella splendida cornice del centro storico di Colorno e della maestosa Reggia ed i suoi giardini, saranno presenti 12 compagnie provenienti da Italia, Francia, Spagna, Germania, Cile, per un totale di circa 40 artisti coinvolti che si esibiranno in un incessante susseguirsi di musica, performance e spettacoli fino a notte fonda.  Oltre al cartellone ufficiale, segnaliamo lo spazio dedicato ai ‘fuori programma’: una serie di jam session, interviste, salotti artistici, ed anche spazi ristoro all’aperto come la Barbotaberna, dal nome rustico ma dallo chef sopraffino. A corollario dell’iniziativa saranno presenti le mostra ‘Sai che…’ a cura dei progetti Economia solidale – Semi di Futuro e Kuminda, in collaborazione con Forum Solidarietà e gli Illustratori dell’associazione Tapirulan. Tutti matti per Colorno: festa internazionale di circo e teatro di strada – 2° edizione – Colorno (Parma) – 4 e 5 settembre 2009  – ore 18.30- 00.30. Info: Associazione Teatro Necessario – tel.328.3926956 La manifestazione, gratuita, si terrà anche in caso di pioggia (teatro necessario)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana Motoristica Bresciana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Museo Nicolis1Museo NicolisBrescia 4 – 5 – 6 settembre 2009  con partenza dal Museo Mille Miglia di Brescia sede del Musical Watch Veteran Car Club Tre giorni all’insegna dei motori d’epoca a Brescia, per  la Settimana motoristica Bresciana, rievocazione storica di auto e moto, costruite entro il 1918 con  la coreografia di motoscafi ed aerei d’epoca.  L’ASI, Automotoclub Storico Italiano,  ha demandato al  club bresciano Musical Watch Veteran Car Club, presieduto da Domenico Paterlini, la direzione e l’organizzazione della manifestazione per rievocare alcune importanti appuntamenti  del passato: “110° Anniversario del circuito stradale automobilistico Verona – Brescia – Verona del 1899”, il “110° Anniversario del circuito stradale Criterium moto   Brescia – Orzinuovi del 1899”, il “105° Anniversario della Settimana Automobilistica Bresciana del 1904” ed il “100° Anniversario del primo volo internazionale da Montichiari (BS) 1909”.  L’evento  gode del patrocinio del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca della Regione Lombardia, della Provincia di Brescia, del Comune di Brescia, Provincia di Verona, Comune di Verona.  Il Veteran Car Club si avvale dell’ausilio dei club federati ASI, E. Bernardi di Villafranca, e Benaco Autoclassiche di Bardolino.  Scrive Angelo Seneci: ”La lunga storia motoristica di Brescia, dice qualcuno, non è mai stata messa abbastanza in risalto. Mai conosciuta come meriterebbe”.  Le rievocazioni della Mille Miglia portano in tutto il mondo il nome  di Brescia, ma c’è un gruppo che con entusiasmo e preparazione  cerca di mantenere viva la tradizione ancora più antica. Il Musical Watch Veteran Car Club, guidato dall’appassionato consigliere A.S.I. Domenico Paterlini, da oltre un decennio mette in pista tutta la propria esperienza per riportare  indietro le lancette del tempo di  oltre un secolo. Quella che viene offerta alla gente  è una  particolare pagina turistica/culturale, una sorta di “lezione di storia”  proposta con dei veri e propri  musei viaggianti  che solcheranno le strade di un tempo per ricordare i pionieri e coloro che hanno contribuito allo sviluppo, alla bellezza, alla produttività dell’artigianato e dell’industria motoristica italiana ed in particolare quella bresciana”. (museo nicolis,1)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alessandro Graziani espone a Madrid

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

grazianiMadrid dal 10 settembre al 2 di ottobre 2009 presso l’Istituto di Italiano di Cultura. Evento inserito all’interno della “Noche en Blanco” che quest’anno sarà celebrata dal comune di Madrid dal 19 settembre. Graziani si rivela un grande “manipolatore” attirando a sé come una calamita tutte le esperienze artistiche che hanno fatto della contemporaneità un laboratorio di ricerca, analisi e approfondimento delle nuove forme e dei nuovi elementi che ci attraversano e sovente non riusciamo a catturare nella loro pienezza. Dicono che la pittura gli sia entrata nel sangue per via del nonno anch’egli pittore. Sta di fatto che il suo eclettismo lo porta a generare un’arte che anticipa i tempi e s’impone per la sua trasgressione, la sua passione, il suo stare dentro l’opera che crea. E così diventa il tutto e il contrario di tutto ed è capace di coinvolgere nella stessa misura il pubblico e che sente di poterlo ammirare. (graziani)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

José Ortega. Realismo e identità mediterranea

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Segadora y burro,Chieti Via C. de Lollis, 10, Museo d’arte Costantino Barbella Paglione. A seguito del successo di pubblico gli organizzatori hanno deciso di prorogare fino al 4 ottobre la rassegna José Ortega. Realismo e identità mediterranea a cura di Gianfranco Bruno e Alfredo Paglione. Molti sono stati i visitatori che hanno affollato le sale del Museo d’Arte Costantino Barbella di Chieti per ammirare le atmosfere mediterranee dell’artista spagnolo. Uno straordinario percorso espositivo composto da 113 opere provenienti da musei e collezioni private abruzzesi, tra cui le dieci xilografie del ciclo El Terror, esposte per la prima volta in Italia meditate e realizzate da Ortega all’inizio degli anni Cinquanta durante la sua detenzione nelle carceri spagnole a seguito di una condanna a dieci anni per attività contro il regime franchista. L’arte di Ortega compare sulla scena spagnola negli anni della guerra civile ed ha il suo massimo sviluppo durante il periodo della dittatura franchista con una connotazione decisamente “politica”. La sua è un’arte di impegno che, anche senza indulgere ad aspetti propagandistici ed illustrativi, mette in primo piano problemi della vita sociale, come la condizione contadina, la sopraffazione del potere, lo snaturamento dell’identità individuale in un paese oppresso.  Tutti i lavori di Ortega: la pittura, la ceramica, il mosaico, l’affresco e, soprattutto, l’incisione, nascono da un’emozione potente e duratura, dall’ossessione per i volti travagliati dalla miseria, dalla sofferenza di uomini alienati dal duro lavoro. Artista dotato di eccezionale sensibilità  famoso per i suoi mietitori, per le raccoglitrici di olive, per i pescatori trasforma i contenuti in fatti e simboli. (Segadora y burro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antica-mente, tutto il bello dell’antiquariato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Fontanellato (Parma) 20 settembre – Statuine stile vecchia Parigi, pezzi unici Limoges, ceramiche di fine Ottocento e pezzi Belle Epoque del primo Novecento, stampe da collezione… il mercatino dell’antiquariato di Fontanellato, a ingresso libero, ogni terza domenica del mese si qualifica con oggettistica di spessore storico e d’arte, proponendo una varietà merceologica che, se da un lato lo colloca tra rigatteria e vintage, dall’altro rende molto affidabile agli esperti del settore: l’appuntamento con il fascino dell’antico negli anni è diventato a Fontanellato punto di riferimento tradizionale per collezionisti e appassionati.  Il rapporto fra uomo e arte, fra concetto di “bello” e pensiero umano è al centro del convegno “Cervello e Arte: un connubio che da millenni assiste all’evoluzione dell’uomo”, cui interverranno medici, neurologi, psicologi, critici d’arte e studiosi del costume coordinati da Gian Franco Marchesi, neurologo, psichiatria e fisiatria, responsabile dell’unità operativa di neuroriabilitazione dell’ospedale di Guastalla (Reggio Emilia). (antica-mente)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ugo Cossu “Le origini del futuro”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

invito Cossu,Roma dal 19 settembre al 15 ottobre Museo Crocetti, Via Cassia 492,  a cura Gabriele Simongini Immaginare il futuro andando a ritroso nel passato. Ecco la via maestra seguita da uno scultore appartato e rigoroso come Ugo Cossu, sardo di nascita e romano d’adozione. Questo volume, pubblicato in occasione della mostra a lui dedicata dal Museo Crocetti di Roma, documenta i suoi lavori più importanti, fra sculture e dipinti. In queste opere la memoria pressante dell’arte egizia, cicladica, azteca, africana, nuragica, romanica  dialoga con le inquiete sperimentazioni novecentesche di Brancusi, Boccioni, Archipenko, Julio Gonzàlez, Picasso, Giacometti, Moore, Marini, Nivola. Ma, come nota Gabriele Simongini nel saggio che analizza la ricerca plastica e pittorica di Cossu, questa appassionata marcia verso il passato è poi diventata una discesa alla ricerca di valori archetipi e sacrali che hanno una validità universale, non legata ad una scansione cronologica del tempo. Ed avviene sotto il segno dell’essenzialità e della potenza espressiva. Cossu ha saputo ricondurre quelle infinite suggestioni all’interno di una vocazione mediterranea volta all’equilibrio fra uomo e natura, tanto che dalle sue sculture promanano pure la forza e il mistero delle straordinarie rocce dilavate dal vento, nella sua natia Sardegna. E nelle sue opere si alternano oppure, spesso, convivono diversi impulsi: un’esigenza di narrazione intimamente popolare e legata a memorie familiari; una potente ieraticità totemica; una tensione interna delle forme che si fa dinamismo propulsivo. Le sue figure metamorfiche sembrano collocarsi in egual modo nel passato e nel futuro, perché in sé recano tracce di epoche immemorabili ma anche di esseri mutanti ed iper-tecnologici che fanno venire alla mente perfino alcuni Cult movies di fantascienza, da “Robocop” a “Transformers”. Insomma, un artista degno di interesse e in linea con la grande tradizione della scultura italiana che ha saputo mantenere un primato plurisecolare. (invito cossu)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quanto costerà il nucleare italiano?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Impossibile dirlo ora, neppure si sa quanto costera’ il modello finalndese attualmente in costuzione. In origine, Olkiluoto 3 (in sigla OL3), doveva essere pronta per quest’anno. E doveva essere il simbolo del rinascimento nucleare. OL3 è un reattore ad acqua in pressione di nuovo tipo, con una potenza prevista di 1.600MW, sarà il reattore nucleare più potente al mondo (insieme al gemello in costruzione a Flamanville in Francia).  Ed è il modello che Enel ed EDF intendono costruire in quattro esemplari in Italia. Al di là del primato tecnologico, il progetto Olkiluoto 3 ha attirato molte attenzioni per il metodo di finanziamento. Il modello societario in effetti bypassa il mercato attraverso una partnership tra produttori e grandi consumatori che si sono impegnati a ritirare la futura produzione di corrente a prezzi ancorati ai costi dichiarati. Questo perché il costo di costruzione di una centrale nucleare è enorme e poiche’ molte sono le incertezze risulta molto costoso trovare i finanziamenti necessari. Il modello consortile finlandese ha consentito di ottenere interessi molto bassi, pari al 5%. L’opera ha sinora maturato tre anni di ritardo ed ora si spera di concluderla entro la fine del 2012. Ma non sara’ facile perche’ nel frattempo la societa’ costruttrice Areva (consorziata con Siemens) e’ ai ferri corti col committente finlandese (TVO). Il contratto iniziale prevedeva infatti un costo fisso per l’opera, gli sforamenti sarebbero stati a carico del costruttore. Areva ovviamente oggi non gradisce la cosa e sostiene che i ritardi e i conseguenti aumenti di spesa sono stati causati da ritardi nei processi autorizzativi da parte di TVO. Inutile raccontare le vicende degli ultimi due anni di un cantiere in cui lavorano giorno e notte 4.000 persone. Le ultime notizie sono quelle comunicate ieri da Anne Lauvergeon, CEO di Areva che nel presentare i conti della società ha annunciato che i profitti sono scesi del 79% anche a causa dell’impianto finlandese per cui sono stati accantonati 650 milioni di euro (si stima una perdita finale di 2,3 miliardi di euro!).  Lauvergeon ha annunciato che il costo dell’impianto ha raggiunto la cifra di 5,3 miliardi di euro (in origine se ne stimavano 3 di miliardi) ammettendo che non è possibile determinare il costo finale dell’impianto finlandese (vedi Financial Times 1 settembre 2009).  Difficile dire quando sara’ realmente pronto il reattore, perche l’amministratore delegato di Areva ha aggiunto che la sua societa’ intende rifiutarsi di lavorare in alcune parti del cantiere sino a che TVO non avra’ accettato un nuovo contratto che stabilisca nuove modalita’ di lavoro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In risalita le ipoteche legali sugli immobili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Il numero delle ipoteche legali sugli immobili – quelle connesse al recupero di crediti in sofferenza e non alla sottoscrizione di mutui – ha fatto registrare una vistosa risalita nella prima parte del 2009. Lo afferma Experian, di riferimento nel mondo dei servizi informativi per il business.  A livello nazionale, nei primi cinque mesi del 2009, le ipoteche legali sono risultate pari a 83.025, a fronte delle 46.764 iscritte nello stesso periodo del 2008, in aumento del 78% e per un valore medio di circa 90.000 Euro. Il dato è spiegato da Experian in termini di un deterioramento della situazione finanziaria degli italiani, unito al maggiore ricorso a strumenti di esecuzione immobiliare da parte delle Concessionarie della Riscossione, ai fini del recupero coattivo dei crediti tributari. C’è comunque attesa per i dati relativi alla seconda parte dell’anno per verificare la consistenza di questo trend negativo. In ogni caso va ricordato come il 2008 (143.647 iscrizioni nei 12 mesi) aveva visto un crollo generalizzato delle iscrizioni sugli immobili a causa dell’innalzamento a 8.000 euro della soglia di credito minima da tutelare con l’ipoteca legale. Nel 2007 infatti erano state ben 295.889, delle quali ben 166.786 nei primi cinque mesi dell’anno. Se la risalita delle ipoteche legali nel corso dei primi mesi del 2009 è un dato di fatto, gli andamenti regionali sono contrastanti. In alcune regioni si ha infatti un rimbalzo netto del numero di iscrizioni, che ritornano così vicine ai livelli del 2007, mentre in altre si ha una prosecuzione del calo. A far segnare gli incrementi più decisi sono il Lazio, dove le ipoteche nei primi cinque mesi dell’anno sono aumentate di sei volte rispetto all’anno precedente (+575%), la Sicilia (+134%) e il Veneto (+93%), mentre crescite consistenti ma meno marcate si hanno in Campania (+42%), Lombardia (+39%), Friuli-Venezia Giulia e Piemonte (per entrambi +37%), Puglia (+36%) e Trentino Alto-Adige (+35%). La situazione è invece relativamente stabile rispetto ai primi cinque mesi dello scorso anno in Emilia-Romagna (+20%), nelle Marche (+10%) e in Calabria (+3%), mentre migliora sensibilmente in Basilicata (-83%), Molise (-66%), Umbria (-37%), Liguria (-27%), Valle d’Aosta (-18%), Sardegna (-17%) e Toscana (-16%). (fonte esperian)
Experian (Experian Plc) è leader mondiale nei servizi informativi per la prevenzione dei rischi di credito e di frode, il marketing  e la protezione dei dati di aziende e consumatori. E’ quotata alla Borsa di Londra (EXPN), ove concorre all’indice FTSE-100, espresso dai 100 titoli azionari più importanti.  Ha sede a Dublino (Irlanda) e le principali direzioni operative sono  a Costa Mesa (California, USA) e Nottingham (GB). Conta circa 15.000 addetti in 40 paesi per una clientela estesa a più di 65 paesi, con un fatturato annuo che supera i 3,9 miliardi di dollari. In Italia, opera dal 1995; ha sede a Roma, e filiali a Milano e Pontedera (PI).

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia e costi disservizi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

“Un disservizio – afferma Paolo Landi Segretario generale Adiconsum – o una cattiva gestione amministrativa dell’azienda di fornitura non può gravare sui consumatori.” La rateizzazione è un diritto sancito dall’autorità per l’energia elettrica e non un atto di clemenza nei confronti del cittadino. Quest’ultimo, infatti, si vede comunque penalizzato dall’applicazione degli interessi. Il periodo di rateizzazione, che va richiesto prima della scadenza del pagamento della bolletta, deve essere pari al periodo di mancata fatturazione. Adiconsum chiede che qualora venga richiesta la rateizzazione, a causa di un disservizio, non siano applicati gli interessi sulle rate. È inoltre necessario l’unificazione e la semplificazione della fatturazione tra i diversi operatori del mercato e soprattutto tra il mercato di maggior tutela e il mercato libero. La necessità di saper leggere e comprendere la propria bolletta è fondamentale per una presa di coscienza dei propri consumi e una sensibilizzazione al risparmio energetico. Energia: addio alle vecchie lampadine “Dal 1 settembre inizieremo a dire addio alle vecchie lampadine ad incandescenza per passare definitivamente a quelle a basso consumo, come stabilito dalla Commissione Ue nel marzo scorso”. E’ quanto ricorda Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.  “L’obiettivo -spiega Dona- è quello di rimpiazzare completamente le lampadine tradizionali entro il 2012 sostituendole con lampadine di ultima generazione, le quali, rispetto a quelle ad incandescenza, ripagano il loro maggiore costo grazie al risparmio energetico. Inoltre, queste nuove lampade durano di più e aiutano l’ambiente con minori emissioni nocive nell’atmosfera”.  “Per ottenere un maggiore e reale risparmio -conclude Dona- è consigliabile privilegiare le lampadine compatte fluorescenti rispetto alle alogene di nuova generazione. Le alogene infatti, pur essendo migliorate, garantiscono una riduzione dei consumi solo fino al 50% perché richiedono un trasformatore aggiuntivo che necessita di ulteriore energia”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Una piccola matita”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Roma Giovedì  3 settembre 2009  alle ore 11.30 in Sala Marconi – Radio Vaticana – Piazza Pia, 3  conferenza stampa di presentazione dell’audiolibro  “Una piccola matita” su testi di Madre Teresa Terzo volume del Progetto Culturale ed Educativo “PhonoStorie” dedicato a grandi Personaggi del XX secolo  Interverranno: Stefano De Martis, condirettore  di “Sat2000”(moderatore) S.E.Mons.Giuseppe Merisi, Sergio Zavoli, Folco Terzani, Mite Balduzzi e Roberto Tietto Saranno presenti alcuni degli artisti coinvolti nel progetto “Una piccola matita” non è un saggio, né una biografia, ma uno strumento per mettersi in ascolto delle profondità dell’animo di Madre Teresa, ripercorrendone la vicenda umana, attraverso alcune pagine di spiritualità più famose scritte da Madre Teresa. La Prefazione dell’Opera è affidata a personalità che, per cultura e per una personale, appassionata e profonda ricerca, hanno scritto e testimoniato di lei con toccante sensibilità e limpidezza: Sergio Zavoli e Folco Terzani.  Di alto profilo gli artisti che hanno dato la voce agli scritti di Madre Teresa: Paolo Bonacelli, Sonia Bergamasco, Fabrizio Gifuni, Rita Di Lernia, Eleonora Mazzoni, Fabrizio Bucci. Musiche del compositore Mite Balduzzi. Da segnalare la partecipazione della cantautrice Chiara Grillo, con il brano “Una goccia d’acqua” in versione acustica, accompagnata al pianoforte dal maestro Emanuele Chirco. In postfazione l’audiolibro contiene anche brevi testimonianze di personalità provenienti da diversi ambiti: Giuseppe Merisi – Presidente Caritas Italiana, Sara Simeoni – campionessa olimpica, Giulio Andreotti – senatore, Liliana Cosi – ballerina étoile, Laura Biagiotti – stilista. L’Arcobaleno Editore, Centro Europeo Risorse Umane in collaborazione con Caritas Italiana  Durata Cd: 54’ ca. Prezzo di copertina: €. 24,50 (libro+cd)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rifugiati afghani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Roma. Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) partecipa al progetto coordinato dall’Alto Commissariato per i Rifugiati (UNHCR) e dal governo afghano per assistere i rifugiati che, dall’Iran, stanno rientrando in patria, nella regione del Nord dell’Afgahnistan presso Mazar-e-Sharif.. Il WFP, attraverso la base di pronto intervento umanitario che gestisce a Dubai (parte di un network che include anche la Base di Brindisi) ha fornito assistenza al volo, organizzato dal  governo italiano, che ha inviato in Afghanistan un carico di aiuti umanitari per assistere i rifugiati in un rientro  che si annuncia problematico, anche a causa delle cattive condizioni climatiche. “La rapida risposta internazionale a questa difficile situazione rappresenta un modello per la cooperazione internazionale”, ha detto Stefano Porretti, direttore del WFP in  Afghanistan. “Si tratta di un impegno dei paesi donatori e di diverse agenzie ONU portato avanti insieme ai membri  delle comunità colpite per rispondere ai problemi immediati e urgenti dei rifugiati che rientrano”. Il WFP ha anche  prestato assistenza logistica per trasportare all’interno dell’Afghanistan i generi umanitari non alimentari giunti nel paese con il volo finanziato dall’Italia.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World of Health IT Conference & Exhibition

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Barcellona 15-18 Marzo 2010,  La manifestazione World of Health IT Conference & Exhibition è la piattaforma di riferimento per l’e-health in Europa, che riunisce i principali attori della comunità che si occupa di IT all’interno della Sanità che si riuniranno a Barcellona per condividere le loro esperienze ed essere aggiornati sulle ultime novità, trend, sfide e soluzioni nel loro mercato di riferimento.  Giunta alla quarta edizione, quest’anno per la prima volta la manifestazione si svolgerà in concomitanza con la Conferenza e-Health della Comunità Europea. Oltre 2.500 partecipanti e 60 espositori sono attesi alla manifestazione, organizzata dalla Presidenza EU spagnola, dalla Comunità Europea, da HIMSS Europe, dal Governo Regionale Catalano e dalla Fondazione TicSalut. http://www.worldofhealthit.org

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vendite al dettaglio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

I dati statistici sul calo delle vendite al dettaglio rilevate dall’Istat colgono solo in parte gli effetti deflagranti di un calo generalizzato dei consumi che attraversa il nostro Paese e che spinge sempre di più nelle fasce di povertà, migliaia di famiglie italiane. Il calo dei consumi – dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – è la cartina di tornasole anche di un mutamento profondo delle abitudini al consumo degli italiani. Lo scontrino medio del carrello della spesa degli italiani si ridimensiona di mese in mese. La GDO regge il mercato perché ha un enorme potere contrattuale con le centrali di acquisto e con i produttori e riesce ad ottenere prezzi dei prodotti prima della distribuzione enormemente convenienti che gli permette di operare promozioni con sconti alla vendita fino al 50% e monopolizzare un mercato che progressivamente ridimensiona fino al possibile smantellamento della vendita al dettaglio, con le conseguenze reddituali e occupazionali negative più che evidenti. Lo stesso incremento delle vendite degli hard discount, unito agli incrementi del commercio ambulante fatto di mercatini, ai quali accedono sempre più, non solo le famiglie a basso reddito, ma anche le famiglie più agiate dimostra una crescente responsabilità ed un mutamento della “cultura del consumo” degli italiani che si focalizza sempre di più su prodotti, sia alimentari che tradizionali, con un buon rapporto qualità-prezzo. Gli stessi capi firmati – continua Giordano – vengono acquistati sempre di più negli outlet, con sconti che vanno dal 20 al 50%, al contempo i negozi non specializzati non alimentari, con costi fortemente competitivi, riescono ad avere un incremento delle vendite generalizzato. La ricerca – sia su di un portale internet, sulle bancarelle di un mercatino rionale o all’interno di un discount – di prodotti competitivi sul piano dei prezzi, ma che al contempo lo sono anche sul piano della qualità, è diventata ormai una ricerca che taglia trasversalmente tutti i ceti sociali, benestanti e non, segno evidente di una crisi ancora presente e di un cambiamento profondo delle abitudini al consumo degli italiani, che rifiutano il consumismo acefalo dei decenni passati. Adiconsum, chiede al Ministro per lo Sviluppo Economico e a Mister Prezzi, un tavolo di concertazione tra Associazioni dei Consumatori, associazioni dei produttori e Associazioni della distribuzione organizzata e non (Confcommercio, Federdistribuzione, mondo Cooperativo, Confesercenti), al fine di evitare rincorse sui prezzi di prodotti essenziali determinate da competitività tra mondo produttivo e distributivo, con ricadute pesanti sul reddito dei consumatori. È finito il tempo dello sciopero della spesa – continua Giordano – è giunto il momento di ripensare ad un modello distributivo che sia in sinergia e non in contrasto, con le centrali d’acquisto e con il mondo produttivo e che ripensi alle strategie di sviluppo della distribuzione organizzata e della vendita al dettaglio, in maniera tale da dare prodotti qualitativamente buoni a prezzi competitivi e a sviluppare strategie pubblicitarie sulla qualità e sulla competitività dei prodotti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bonus bancari: comanda sempre la finanza?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Il presidente francese Nicolas Sarkozy, puntando il dito contro le ultime acrobazie delle banche, ha scosso il mondo politico ed economico troppo intorpidito dai continui rapporti lusinghieri relativi ad una presunta imminente soluzione della crisi globale. Ha annunciato che a settembre, al summit del G-20 di Pittsburgh, chiederà con decisione di dare soluzione ai problemi della governance della finanza e dell’economia, della completa eliminazione dei paradisi fiscali e delle regole per i cosiddetti bonus bancari.   Annunciando sanzioni contro le banche che non rispettano le regole, ha ricordato che non si può “accettare che quanti ci hanno fatto precipitare nella crisi più grave dagli anni ’30 siano autorizzati a ricominciare”. La cancelliera Angela Merkel lo ha sostenuto ribadendo che “urta sapere che certe banche continuano ad operare come prima della crisi”.   La questione dei bonus bancari milionari non è solamente un’indicente provocazione contro la ragione e la giustizia sociale. E’ anche questione etica, ma è anzitutto una questione di potere.  Infatti sulla vicenda bonus si vede e si decide chi effettivamente comanda l’economia: gli stati che vogliono un’economia sociale di mercato o le banche e le finanziare notoriamente legate alla esclusiva ideologia della speculazione.  Ciò riguarda anche l’Italia, dove, nonostante il dettato della Costituzione in materia di risparmio e credito, i grandi gruppi bancari continuano a “farla da padroni”. Nonostante abbiano usufruito dei Tremonti-bond, essi mantengono stretti i cordoni della borsa verso le imprese e le famiglie, mentre i bonus restano elevati.  Soprattutto negli USA e in Gran Bretagnia, mentre andavano a sollecitare salvataggi governativi per centinaia di miliardi di dollari, le banche sin dal primo momento  ingaggiavano con i governi un braccio di ferro sull’indirizzo e sulla gestione della riforma del sistema finanziario.   Già a gennaio era scoppiato il primo scandalo dei 18,4 miliardi di dollari di bonus che le banche americane avevano allocato per i grassi pagamenti a quegli stessi dirigenti che si erano resi responsabili di aver abusato del rischio, di aver mal amministrato gli affari e di aver portato l’intero sistema sul baratro del fallimento.   Il presidente Obama, irritato, giustamente aveva alzato la sua voce. Ma fu lasciato solo! Nel 1933, invece, Roosevelt fece chiudere per alcuni giorni tutte le banche e impose la sua riorganizzazione che metteva al centro la ripresa dell’economia reale.  Oggi nulla sembra essere veramente cambiato.  Da qualche settimana il pubblico ministero di New York, Andrew Cuomo, ha reso pubblica un’indagine condotta sulla politica dei bonus praticata dalle maggiori banche americane. Il rapporto spiega che, nonostante i disastri commessi nel 2008, i 4.793 dirigenti e operatori finanziari di 9 banche hanno ricevuto bonus per ben 33 miliardi di dollari!  Alcune di queste banche hanno addirittura distribuito bonus per un ammontare superiore ai guadagni iscritti nei loro bilanci.
Incredibile quanto sconcertante è il fatto che le suddette banche agiscano così, nonostante esse abbiano ricevuto lo scorso ottobre 125 miliardi di dollari di sostegno statale, come previsto dal famoso programma di salvataggio TARP (Troubled Asset Relief Program).   La Goldman Sachs ha incassato 10 miliardi di fondi TARP e pagato bonus per 4,8 miliardi; la Morgan Stanley, a fronte di 10 miliardi di sostegno statale, ha dato 4,475 miliardi di bonus; la JP Morgan, la banca numero uno in derivati finanziari, ha incassato 25 miliardi di aiuti e dato 8,69 miliardi di bonus.  Come si evince dai dati citati il problema riguarda l’intero sistema delle grandi banche.   Non si tratta soltanto di cattive abitudini di Wall Street. Anche la City di Londra “vanta” di aver distribuito quest’anno 16 miliardi di sterline in bonus bancari. E la BNP Paribas, la banca francese numero uno, aiutata con 5 miliardi di euro dallo Stato, ha pianificato di distribuire bonus per 1 miliardo.  E’ chiaro quindi che siamo di fronte ad una prova di forza. Da mesi la City e il governo inglese, sempre più apertamente e ad alta voce, sfidano chi parla di regolare il mondo della finanza e i bonus, ripetono che “al G20 non ci sarà alcun accordo”.  Ciò sarebbe un disastro per l’economia reale e per quegli istituti di credito non speculativi ad essa legati.   L’Europa dovrebbe perciò andare a Pittsburgh con una strategia unitaria e un programma di riforma concordato. Dovrebbe cercare alleanze con i paesi del BRIC e altre nazioni emergenti che riconoscono la necessità di una riforma  finanziaria, bancaria e monetaria profonda.   Mentre in Germania la cancelliera Angela Merkel ha dato piena adesione alla proposta del Presidente Francese, nel nostro Paese, purtroppo, in merito c’è silenzio.  In passato il ministro dell’economia Tremonti si era espresso in questa direzione. Ma ora tace e sembra aspettare di sapere chi sarà il vincitore dello scontro in atto.  L’opposizione per altro verso appare troppo lontana da queste problematiche che comunque influenzeranno la nostra economia e la nostra vita. (Mario Lettieri, sottosegretario all’Economia nel governo Prodi Paolo Raimondi, economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo smantellamento della rete consolare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

“Il governo ha annunciato – come ci informa la Federazione della Sinistra d’Alternativa in un comunicato – l’ulteriore smantellamento della rete consolare italiana, con in particolare in Europa con la chiusura di sedi consolari in Belgio, Francia, Germania, Regno Unito e Svizzera. Lasciando senza un servizio appena decente ed effettivamente fruibile decine di migliaia di connazionali residenti in città come Bruxelles, Lilla, Amburgo, Norimberga, Manchester, Losanna e molte altre. Tutto questo, si farebbe per “razionalizzare” e per “risparmiare”… cioè, ancora più “risparmi” sulla pelle degli emigrati, dopo che già nella finanziaria di quest’anno hanno tagliato gli stanziamenti del 60%, e dopo che, per l’eliminazione di diversi consolati, molti concittadini non sono neanche potuti andare a votare per le elezioni europee! Dove sarebbe la “razionalità” in tutto questo, che non sia semplicemente l’abbandono e il disprezzo da parte di questo governo contro chi si guadagna da vivere all’estero, spesso perché in Italia non è possibile? E sul “risparmiare”, troppo facili sarebbero i commenti e le battute che si potrebbero fare sui soldi che si tolgono agli emigrati ma che si buttano senza problemi nelle spese militari e nelle missioni di guerra, o in “grandi opere” che distruggono l’ambiente, o addirittura in feste e festicciole di lorsignori e relative accompagnanti…” La Federazione della Sinistra d’Alternativa che ha dalla sua  le compagne e i compagni in Europa dei Partiti della Rifondazione Comunista, dei Comunisti Italiani e gli altri ha indetto una serie di mobilitazioni di protesta per appoggiare i Comitati di lotta che stanno sorgendo un po’ dappertutto. “Si stanno, inoltre, preparando – è detto nel comunicato – per le prossime settimane delle iniziative ancora più forti e significative per far sentire come si deve la protesta delle comunità italiane ancora una volta duramente colpite, e per richiedere una vera riorganizzazione e razionalizzazione della rete consolare italiana: non secondo la logica dell’abbandono e del tagliare, ma per prestare dei servizi veramente utili ed efficaci ai concittadini all’estero che ne abbiano bisogno, eliminando gli sprechi e le arbitrarietà e sfruttando come si deve le possibilità che offrono le reti informatiche, i mezzi mobili, le competenze professionali in loco, etc.”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turisti, fatevi rispettare!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

“La colpa è sua che non ha controllato”. E’ questa la risposta che, un esterrefatto viaggiatore, si è sentito dare da una addetta ad una agenzia di viaggi, alla quale era tornato per contestare un biglietto sbagliato. Della serie: se chiedi un etto di prosciutto al salumiere e ti vende 90 grammi, facendoli passare per 100, la colpa e’ tua, che non hai controllato e non del negoziante. La differenza tra diritto e dovere evidentemente non era chiara alla hostess, anche se l’educazione civica fa parte dei programmi scolastici. Vogliamo ricordare ai turisti che tornano inferociti, per i disservizi, dalle località di vacanza, che quanto è stato pagato è reciprocamente dovuto (concetto ostico a moltissimi gestori) e che i disservizi hanno un costo, che in genere paga solo l’utente. A fronte delle carenze non bastano le scuse, occorre non lasciarsi prendere dal buonismo, essere rigorosi ma calmi. Per i pacchetti turistici si può chiedere un rimborso, per quanto pagato in più, o un risarcimento per i danni subiti. Si veda a tal proposito la nostra Scheda Pratica: http://www.aduc .it/dyn/sosonline/schedapratica/sche_mostra.php?Scheda=40738 (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il numero verde di cardiologia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

Attivo da meno di sei mesi, il Numero verde del cuore ha già ricevuto oltre 1300 chiamate. La scommessa della Fondazione Anna Maria Sechi per il cuore, un punto di ascolto gratuito per pazienti e familiari, si è rivelata vincente. E oggi l’Europa guarda al caso italiano, presentato in occasione del Congresso Europeo di Cardiologia (ESC) in corso a Barcellona, come ad un pilota esportabile in altre nazioni. I punti di forza? La sinergia fra associazione e comunità scientifica e l’attenzione alla prevenzione. Un mix unico, reso possibile dalla figura di Roberto Ferrari, presidente della Fondazione Anna Maria Sechi per il cuore e dell’ESC, che celebra in questi giorni a Barcellona il suo congresso annuale. “Questo numero verde colma un bisogno tuttora inevaso, e i numeri lo dimostrano – afferma il prof. Ferrari – . Molti pazienti infatti sono anziani e non hanno la possibilità o le competenze per accedere ad internet. Trovare risposte esaustive, da parte di operatori competenti e a titolo gratuito, è una soluzione concreta. Uno strumento su cui investire: è paradossale che ad un infartuato venga offerta oggi la più sofisticata tecnica, ma non si sia in grado di attuare una politica utile per smettere di fumare e ridurre il colesterolo. Ho fortemente voluto il numero verde perché lo ritengo uno strumento indispensabile di questa strategia integrata di promozione della prevenzione”. Reso possibile grazie ad un educational grant di Medtronic Italia, è attivo tutti i giorni feriali dalle 15 alle 17, offre un servizio di ascolto e counselling. Chiamano soprattutto le donne nella fascia di età compresa tra i cinquanta e i sessanta anni: il loro rischio cardiovascolare infatti, aumenta negli anni successivi alla menopausa. Le principali richieste d’informazioni riguardano la prevenzione: che dieta seguire, quando e come praticare attività fisica, come smettere di fumare o combattere lo stress quotidiano.  Molti chiedono di conoscere il recapito del reparto di cardiologia più vicino, segno della scarsa conoscenza, da parte dei cittadini, delle strutture mediche pubbliche che sembra più evidente nelle chiamate provenienti dalle regioni meridionali e insulari (circa il 40 % del totale). Crescono inoltre le richieste di chiarimenti e informazioni sui possibili rischi legati all’utilizzo di dispositivi elettronici come il pacemaker.Il Numero Verde della Cardiologia rientra nel ben più ampio progetto di educazione, della Fondazione Anna Maria Secchi per il Cuore, che ha tra i fondatori personalità provenienti dal mondo della medicina e del giornalismo, è impegnata da diversi anni nella promozione e gestione di attività di istruzione e formazione nel campo delle malattie cardiovascolari. Nell’ultimo anno, oltre alla grande novità rappresentata dal primo e unico numero verde italiano interamente dedicato alla cardiologia, la FASC ha realizzato altri progetti sempre nell’abito della prevenzione delle patologie legate al cuore. Particolarmente importante e la collaborazione tra la fondazione e l’Università degli Studi di Ferrara, nel grande progetto “Ferrara città della Prevenzione” e l’attivazione del progetto “Il cuore al Centro” e del portale http://www.cuorealcentro.it . Un percorso integrato che prevede un utilizzo combinato di strumenti di informazione tradizionali (opuscoli, pubblicazioni, brochure) e di altri più innovativi.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »