Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Energia e costi disservizi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2009

“Un disservizio – afferma Paolo Landi Segretario generale Adiconsum – o una cattiva gestione amministrativa dell’azienda di fornitura non può gravare sui consumatori.” La rateizzazione è un diritto sancito dall’autorità per l’energia elettrica e non un atto di clemenza nei confronti del cittadino. Quest’ultimo, infatti, si vede comunque penalizzato dall’applicazione degli interessi. Il periodo di rateizzazione, che va richiesto prima della scadenza del pagamento della bolletta, deve essere pari al periodo di mancata fatturazione. Adiconsum chiede che qualora venga richiesta la rateizzazione, a causa di un disservizio, non siano applicati gli interessi sulle rate. È inoltre necessario l’unificazione e la semplificazione della fatturazione tra i diversi operatori del mercato e soprattutto tra il mercato di maggior tutela e il mercato libero. La necessità di saper leggere e comprendere la propria bolletta è fondamentale per una presa di coscienza dei propri consumi e una sensibilizzazione al risparmio energetico. Energia: addio alle vecchie lampadine “Dal 1 settembre inizieremo a dire addio alle vecchie lampadine ad incandescenza per passare definitivamente a quelle a basso consumo, come stabilito dalla Commissione Ue nel marzo scorso”. E’ quanto ricorda Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.  “L’obiettivo -spiega Dona- è quello di rimpiazzare completamente le lampadine tradizionali entro il 2012 sostituendole con lampadine di ultima generazione, le quali, rispetto a quelle ad incandescenza, ripagano il loro maggiore costo grazie al risparmio energetico. Inoltre, queste nuove lampade durano di più e aiutano l’ambiente con minori emissioni nocive nell’atmosfera”.  “Per ottenere un maggiore e reale risparmio -conclude Dona- è consigliabile privilegiare le lampadine compatte fluorescenti rispetto alle alogene di nuova generazione. Le alogene infatti, pur essendo migliorate, garantiscono una riduzione dei consumi solo fino al 50% perché richiedono un trasformatore aggiuntivo che necessita di ulteriore energia”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: