Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Il vaccino antinfluenzale

Posted by fidest press agency su domenica, 6 settembre 2009

Ha destato grande preoccupazione a livello mondiale la notizia secondo cui una piccola compagnia farmaceutica cinese avrebbe licenziato un vaccino contro la nuova influenza A/H1N1. E’ altamente improbabile che tale azienda possa avere superato per tempistica i grandi colossi multinazionali del farmaco che hanno investito miliardi di dollari in tecnologia. E’ possibile che la piccola azienda cinese non abbia rispettato appieno i protocolli di sicurezza del vaccino. E’ noto altresì che in Cina l’Autorità nazionale per gli alimenti ed i farmaci di Pechino non ha lo stesso rigore della Food and Drug Administration degli Stati Uniti d’America e dell’analogia Autorità europea ( EMEA). E’ possibile quindi che il vaccino immesso sul mercato cinese possa provocare effetti collaterali, anche seri, a breve o media distanza.  In tal caso la comunità internazionale difficilmente ne verrebbe a conoscenza per la mancanza di trasparenza da parte delle Autorità cinese nei confronti di qualsiasi notizia di rilevanza internazionale. Vale a questo riguardo ricordare come la Cina nascose per molti mesi i dati relativi all’epidemia di SARS nel 2003 con gravi conseguenze a livello internazionale. Hanno destato altrettanta, se non maggiore, preoccupazione le troppo tempestive e precoci congratulazioni alla Cina da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, tenuto conto conto che il Direttore Generale dell’OMS é la cinese Margaret Chan. Poichè l’OMS gestisce il denaro erogato dagli Stati per la salute pubblica mondiale, non é escluso che l’OMS possa comperare dalla compagnia cinese il vaccino contro la nuova influenza A/H1N1 per distribuirlo nei paesi africani o comunque a basso reddito mettendo a rischio la salute di quelle popolazioni se effettivamente quel vaccino non dovesse aver i requisiti di sicurezza.  La comunità mondiale deve risolvere nei tempi più brevi possibili l’assurdità che a capo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità vi sia una rappresentante del governo di Pechino, paese che non rispetta i diritti civili ed umani, specie delle donne, non rispetta l’ambiente, nasconde le epidemie, sostituendola con un rappresentante di un paese democratico. (Dr Walter Pasini Direttore Centro Global Health)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: