Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

I cosmetici per la cura dei bambini

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2009

La pelle dei bambini è apparentemente perfetta: molto morbida, liscia ed elastica. E’, però, altrettanto delicata, sottile e indifesa, per questo necessita di cure e attenzioni specifiche, in particolare quella dei neonati, che ha sviluppato solo parzialmente il cosiddetto “film idrolipidico”, la barriera protettiva invisibile formata da acqua e particelle di grasso, destinata a rafforzarsi man mano che il bambino cresce. Per le sue caratteristiche la pelle dei più piccoli è facilmente soggetta ad arrossamenti e irritazioni e la detersione, oltre che frequente e accurata, deve essere effettuata con prodotti specifici che non ne alterino il naturale equilibrio: saponi o detergenti aggressivi, o peggio profumi e acqua di colonia sono causa di arrossamenti e screpolature. I bio-ecocosmetici, naturali e delicati, sono in perfetta sintonia con le esigenze dei bambini e non contengono petrolati, parabeni, sodium lauryl e laureth sulphate. I bio-ecocosmetici sono realizzati con prodotti da agricoltura biologica, senza quindi l’impiego di Ogm (organismi geneticamente modificati) e altre sostanze chimiche di sintesi e di derivati di origine petrolifera. E in più rispettano l’ambiente.  Sono ormai 2.774 i prodotti di bellezza certificati da Icea, 818 in più rispetto ad un anno fa (+42%). La parte del leone la fanno le creme viso (397), creme corpo (301), prodotti per i capelli (210), bagnodoccia (172) e saponi (179). Molte sono anche le materie prime (838) e poi latte/tonico viso (113), oli corpo (123), scrub/maschere (100), per uomo (31), solari (42), make up (74), igiene orale (39), deodoranti e profumi (35). “I bio-ecocosmetici offrono un’opportunità in più al crescente numero di consumatori interessati ai prodotti bio-ecologici – prosegue Spadoni – Questi prodotti di bellezza fanno bene a chi li usa e all’ambiente perché vengono realizzati con processi il più possibile ecologici”. L’elenco completo delle aziende e dei cosmetici certificati, con relative composizioni, è consultabile sul sito Icea, http://www.icea.info seguente link: http://www.icea.info/Default.aspx?tabid=208
La certificazione Icea è basata su un sistema di criteri (standard), elaborato da un gruppo di produttori e di centri universitari di ricerca con il coordinamento di Icea. Dal 2007 Icea, primo nel mondo, per uno standard volontario sui cosmetici, ha ottenuto da IOAS l’accreditamento internazionale ISO/IEC 65:1996.  I criteri utilizzati escludono, ad esempio, sulla base dei più recenti studi di tossicità, ben 4.500 sostanze comprese tra le oltre 8.000 che la legge consente di usare nella preparazione dei cosmetici convenzionali. Il rispetto dello standard è basato su ispezioni periodiche delle aziende certificate e su analisi di laboratorio dei prodotti. Questi controlli, in accordo con IOAS (International Organic Accreditation Service) sono più frequenti di quelli cui sono sottoposti i cosmetici convenzionali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: