Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 9 settembre 2009

Studere, studere, post quam valere?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Editoriale fidest. E’ il ritornello che almeno una generazione si è sentita di ripetere con insistenza nel corso dei propri studi. Lo dicevano i ragazzi delle medie alle prese con il latino ed il greco antico e persino con le lingue moderne condannati come erano a perdere intere giornate alla traduzione di versioni dove i programmi vi riservano tutte le possibili insidie grammaticali e sintattiche. E se oggi i programmi hanno cercato di prendere una fisionomia più rispondente alle attese della società dal mondo del lavoro a quello della ricerca universitaria, non vuol dire che l’interrogativo finisca con l’essere riposto nel cassetto della propria memoria come una situazione d’altri tempi e non più riconducibile all’attualità. La didattica continua ad essere carente per lo studio delle lingue parlate sia per le ore riservate al loro studio sia per la forma di impatto che si assegna ad esse e che continua a far annotare, nei vari curricoli professionali alla voce: conoscenza della lingua straniera, la parola “scolastica” ed il che vuol dire non saper parlare la lingua straniera. E tutto questo avendo spesso alle spalle ben otto anni di studi specifici. Ed oggi la diffusione dei master sono un’altra dimostrazione che la laurea è solo un primo passo per la conoscenza. E’ un titolo che sta perdendo del tutto la sua valenza professionale per diventare un semplice “tramite” per altri accessi di conformità. Ed intanto premono alle spalle necessità di vario genere e, soprattutto, di natura economica se consideriamo che almeno l’80% dei giovani proviene da famiglie titolari di modesti redditi. Dobbiamo, quindi, concludere che la società deve farsi carico di questo aspetto della formazione culturale e professionale dei giovani offrendo ad essi soluzioni più adeguate alle loro e nostre aspettative da genitori o datori di lavoro che siano e di farlo in tempi più rapidi e con programmi confacenti per le rispettive necessità e possibili sbocchi operativi. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I disturbi di linguaggio nel bambino

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

A cura dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR e del progetto di Virginia Volterra. L’Unità di Ricerca “Neuropsicologia del Linguaggio e Sordità” che ha sede in Via Nomentana a Roma si occupa da diversi anni di ricerche sull’acquisizione del linguaggio in bambini con sviluppo tipico e atipico. Particolare interesse è rivolto al ruolo del gesto nell’emergere del linguaggio e allo studio della lingua dei segni creata e tramandata dai sordi in Italia. In quest’ottica è stato realizzato dal 2000 una importante collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Parma sui rapporti tra azione, gesto e linguaggio nello sviluppo. L’età tra i 2 anni e i 3 anni e mezzo è la migliore per identificare i bambini con problemi di sviluppo linguistico-comunicativo. Purtroppo attualmente la consapevolezza del problema giunge nella maggior parte dei casi quando è già conclamato, verso i 5 anni o addirittura nella scuola elementare, e le risposte sono lunghi trattamenti sanitari e la segnalazione di handicap ai fini del sostegno scolastico. Questo accade per una serie di fattori. In particolare relativi a:1. Prendere coscienza delle differenze individuali dei bambini all’interno di uno sviluppo definibile come “normale” e definire indicatori di rischio per la comunicazione e il linguaggio nelle fasi precoci; 2. Conoscere la “diversità”, intesa sia come fattore socio-culturale (specificità linguistica e culturale in cui alcuni bambini crescono), sia come fattore biologico (specificità di sviluppo in alcuni quadri patologici ad es. bambini con sindrome di Down o sindrome di Williams), bambini sordi o ad alto rischio per lo sviluppo del linguaggio, (ad es. bambini nati pretermine); 3. Promuovere e affinare le abilità osservative degli educatori del nido e di tutto il personale che opera nelle strutture. Tra il 1999 e il 2002 il Gruppo ha condotto una ricerca molto importante in questo ambito in collaborazione con il Comune di Roma e alcune ASL romane (C e E )  che ha coinvolto 36 nidi e oltre 500 bambini tra i 2 e i 3 anni. (Caselli & Capirci “Indici di Rischio” Franco Angeli Ed 2001) Per quanto riguarda i bambini con ritardo cognitivo è attualmente in corso un progetto del Ministero della Salute per la Regione Sardegna  “Un nuovo modello di assistenza e intervento per pazienti con sindrome di Williams” in collaborazione con l’Associazione Italiana Sindrome di Williams. Con questo accordo con l’Università e l’Ufficio Famiglia della Diocesi di Parma si vuole tradurre i risultati delle ricerche in azioni concrete in collaborazione con gli enti locali, le strutture educative, le Associazioni  e le strutture sanitarie del territorio di Parma.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libertà di informazione. Manifestazione del 19 settembre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Libertà di espressione, pluralismo, democrazia: l’Uisp aderisce alla manifestazione indetta dalla FNSI del 19 settembre per difendere il diritto ad informare ed essere informati. “Senza libertà di informazione non c’è democrazia, non c’è libertà di associazione e si spezzano i legami sociali che caratterizzano ogni comunità – dice Filippo Fossati, presidente nazionale Uisp –  Anche nello sport e nell’informazione sportiva spesso prevale una cappa di conformismo che tende a farne soltanto un ambito di intrattenimento e di canalizzazione del consenso. E non, invece, una lente per leggere la società. La comunicazione sociale non fa notizia, tutto ciò che non è business o interesse politico-commerciale di chi comanda, rimane relegato nel cono d’ombra dell’anonimato, come lo sono il volontariato, l’associazionismo sportivo di base, il terzo settore,  le ‘buone notizie’ che vengono dall’attivismo e dall’organizzazione sociale dei cittadini. Difendere i diritti della libera stampa, l’idea di servizio pubblico radio-televisivo, la possibilità dei piccoli editori e delle cooperative dei giornalisti a continuare a vivere, significa difendere pluralismo e  democrazia. E cioè lo spirito fondante che anima l’autorganizzazione dei cittadini”.
L’Uisp è  la più grande associazione di sport sociale e per tutti del nostro Paese: un milione duecentocinquantamila iscritti, 17.500 società sportive affiliate, 167 comitati regionali e territoriali in tutta Italia, 27 Leghe e Aree nazionali di attività.

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostegno alla scuola pubblica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

“Compito della buona politica è oggi difendere il lavoro in ogni sua forma e nel campo scolastico in particolare porsi a sostegno della scuola pubblica” lo dichiara l’on Americo Porfidia che aggiunge “A seguito del decreto Gelmini si è venuta a creare una situazione drammatica che riguarda l’assetto generale delle nostre istituzioni scolastiche e in particolare per la sorte di migliaia di precari della scuola, che con l’avvio del nuovo anno hanno perso il loro impiego. I tagli previsti dal governo si stanno traducendo di fatto in una serie di conseguenze che non lasciano ben sperare per il futuro della nostra scuola e che preoccupa molto per la sorte dei precari di Napoli e Caserta. La riduzione del numero delle sedi scolastiche – continua il deputato campano – accompagnata all’aumento dei numeri massimi di alunni per classe produrrà classi sempre più numerose a discapito della didattica. La riduzione oraria del funzionamento delle scuole, in molti casi al solo orario del mattino, con la parallela cancellazione dei modelli didattici di qualità, come tempi pieni e moduli e l’eliminazione di moltissime figure professionali ATA che oggi garantiscono il funzionamento amministrativo e tecnico delle scuole nonché servizi di vigilanza, assistenza e supporto alla didattica vede migliaia di posti di lavoro cancellati. Quello che lascia sgomenti e indignati  – specifica l’on. Porfidia – è che questi provvedimenti, come altri a loro affini sono spacciati dal governo come utili alla riqualificazione della scuola pubblica, tesi solo a combattere sprechi e malfunzionamenti in vista di una gestione razionale e ottimizzata delle risorse complessive, mentre ci troviamo di fronte ad un vero e proprio attacco alla scuola pubblica in qualità di asse centrale di uno Stato che si fregi ancora di questo nome. Il vero obiettivo dell’attuale governo è il suo smantellamento, o comunque una sua progressiva dequalificazione. Non è difficile comprendere come andando avanti su questo indirizzo l’istruzione diverrà sempre più un lusso e non un bene pubblico garantito a tutti, ricchi e poveri, e pian piano ci ritroveremo con un insegnamento universitario appannaggio dei soli benestanti. Ed ecco che accanto alla lotta per difendere il lavoro dei precari della scuola ci troviamo a combattere anche per un modello di società diverso da quello che ci vuole imporre questo governo. Noi vogliamo invece una società che nella sua declinazione scolastica sia aperta a tutti, che sia in grado di valorizzare le intelligenze di tutti, che dia possibilità di crescita e sviluppo intellettuale ai nostri giovani, anche a quelli che provengono da famiglie meno abbienti, che non sarebbero in grado di garantire un futuro di studio ai propri figli. Noi vogliamo un governo che ridia dignità all’insegnamento, che riponga nella scuola le sue energie migliori per garantire agli insegnanti il giusto rispetto e agli allievi il giusto livello d’istruzione, degno di una società moderna e avanzata com’è quella in cui viviamo. Difendere la scuola pubblica – conclude l’on. Porfidia – di fronte all’attacco indiscriminato dei valori dell’economia liberista è una battaglia di civiltà nella quale siamo chiamati ad impegnarci per il bene di tutto il paese” (On. Americo Porfidia)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il dialogo tra chi legge e chi scrive

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Editoriale fidest. A volte si ha l’impressione che esiste una barriera, sebbene non dichiarata e non voluta, tra chi legge e chi scrive. Parliamo di un certo tipo di giornalismo che fa dell’informazione uno strumento per esprimere una propria opinione e con la presunzione d’essere nel giusto e quindi condivisa dal lettore. E’, alla fine, un peccato di presunzione che spesso non ripaga. Il buon giornalismo s’identifica in un modo diverso. Il fatto sia esso di cronaca nera o bianca, resta quello che è. Sta, semmai, al buon cronista, non trascurare i particolari significativi che possono orientare il lettore ma non influenzarlo in favore di una tesi in luogo di un’altra. A questo punto si possono anche esprimere delle opinioni personali, ma sempre e in ogni circostanza ben bilanciate e capaci di stimolare riflessioni e suscitare interesse da parte del lettore. Questa ricerca di una misura equilibrata può diventare importante per chi, ad esempio, scrive sui periodici e deve mettere in conto il fatto che si scrive un certo giorno e la lettura è, a sua volta, differita nel tempo. Nel mezzo vi possono essere altri momenti, altri avvenimenti che rendono la notizia meglio definita e, a volte, di segno contrario all’idea iniziali che ci siamo fatta. Ricordiamo, ad esempio, un fatto di cronaca oggi non più recente in cui un professore di religione ebreo denunciò l’aggressione di un gruppo di estremisti. Ci vollero ben 15 giorni agli inquirenti per scoprire che si trattò di una mera invenzione. Nel frattempo furono risvegliati i fantasmi del passato nazi-fascista, le sue violenze e l’antisemitismo. Quando tutto finì in una bolla di sapone talune persone finirono con il pensare il contrario anche per quanto riguarda i lager nazisti e si chiesero: non è che anche in quel caso si è trattata di una esagerazione degli ebrei? Per noi la lezione resta. La cronaca deve limitarsi ai fatti e non essere l’occasione per un clamore che vada oltre il fatto in se stesso. Lo stesso discorso vale per gli affari di politica. Quante volte ci chiediamo se sia mancata agli elettori la necessaria “memoria lunga” per ricordare e ricordarci l’affidabilità di questo o quel politico messo alla prova, durante il suo mandato, e risultato inaffidabile o semplicemente poco corretto con gli elettori del suo collegio? Vi è in tutto ciò una morale e lasciamo al lettore trarla nel suo verso giusto. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Campolungo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Roma, 15 settembre 2009 ore 11.30 Complesso del Vittoriano Salone Centrale, Via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali)  La mostra Campolungo. L’Orizzonte sensibile del Contemporaneo, che sarà aperta al pubblico fino al 10 ottobre 2009, è a cura di Vittoria Coen e raccoglie più di cinquanta opere di undici artisti, italiani e israeliani, che testimoniano le tendenze artistiche delle generazioni nate tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta: Valerio Berruti, Enrico T. De Paris, Shay Frisch, Federico Guida, Riccardo Gusmaroli, Min Jung Kim, Francesco Lauretta, Domingo Milella, Barbara Nahmad, Sharon Pazner e Alex Pinna. Il titolo della mostra è riferito proprio all’espressione tecnica “campo lungo”, che si usa per un certo tipo di inquadratura cinematografica. Questa esposizione, che nasce da un’idea di Vittoria Coen e del gallerista Ermanno Tedeschi, esprime la distanza – e nello stesso tempo il luogo – in cui si concentrano le attenzioni degli artisti selezionati. La mostra, che si avvale del Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lazio, Provincia di Roma e Comune di Roma, è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Parco del Taro apre l’anno scolastico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Il Centro di Educazione Ambientale Borgo della Pulce del Parco del Taro apre l’anno scolastico 2009/2010 con numerose proposte e interessanti novità per le scuole di ogni ordine e grado del territorio provinciale. Molteplici sono gli ambiti all’interno dei quali è possibile costruire percorsi educativi: dalla biodiversità e l’ecologia, all’agricoltura, alle energie rinnovabili e alle altre tematiche legate allo sviluppo sostenibile. Particolare attenzione è rivolta a metodologie e strumenti di comunicazione: teatralità, sperimentazione, gioco, cooperazione.  Per ciascun tema gli insegnanti possono richiedere consulenza gratuita presso lo Sportello insegnanti del Parco per la formulazione di un progetto definito in contenuti, tempi e metodi. Per gli interventi degli esperti in aula e sul campo è prevista l’erogazione di un contributo del 30% delle spese sostenute per: le scuole dei Comuni consorziati (Parma, Collecchio, Fornovo, Noceto, Medesano) e dei Comuni ricadenti nel Sito di Importanza Comunitaria denominato “Medio Taro” (Fontevivo, Solignano, Varano De’ Melegari). Pari agevolazioni sono previste per le scuole dei Comuni presenti lungo l’asta dei fiumi Taro e Ceno che richiedano un progetto sul tema dell’acqua. Tra le principali novità di quest’anno, per le scuole dei Comuni consorziati, di Berceto, ricadenti nei Siti di Importanza Comunitaria denominati “Medio Taro” e “Basso Taro” (Fontevivo, Solignano, Varano De’ Melegari, Fontanellato, S.Secondo parmense, Trecasali, Sissa, Roccabianca) e per tutte le scuole superiori, è prevista la realizzazione di incontri in aula e sul territorio inerenti l’attuale tema delle aree d’importanza comunitaria SIC e ZPS (valori naturalistici, gestione delle risorse e degli ambienti) e la possibilità, per le scuole superiori, di coinvolgere attivamente gli studenti in azioni concrete di gestione e conservazione, il tutto ad un costo minimo per la scuola, grazie anche al cofinanziamento della Regione Emilia Romagna e l’appoggio di diversi Enti del territorio. Altra interessante proposta, la possibilità di effettuare gratuitamente un percorso educativo mirato alla realizzazione di uno spettacolo teatrale inerente tematiche ambientali da rappresentare, a fine anno scolastico, nella suggestiva cornice della Corte di Giarola La consulenza e la realizzazione delle attività sono curate da Esperta Srl, che ha ottenuto il marchio di qualità ECO nell’ambito del progetto di qualificazione ambientale delle imprese dei Parchi e delle Riserve regionali in area Leader+ di Parma e Piacenza. Per informazioni: CEA “Borgo della Pulce” del Parco del Taro – Centro Parco Corte di Giarola,

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A proposito di dittatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Lettera al direttore. Caro direttore, alla Fiera del Tessile a Milano, il Cavaliere senza paura, nonché impavido torero, come si è definito, scherzando e ridendo, senza farlo apposta, ha detto la verità. Se io dico, infatti, non so, che la mia casa al mare (non ce l’ho purtroppo!) non è propriamente una villa, voglio dire che somiglia ad una villa, ha molto della villa, ma non è una villa. Significa che non lo è “in modo appropriato” (Devoto – Oli).  E lui, il torero senza paura, ha detto queste testuali parole: “Questa non è propriamente una dittatura”. Il che significherebbe che manca poco per esserlo. (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Shoah, l’orrore che non può essere dimenticato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Esso continua a vivere, purtroppo, nel presente  per gli atti antiebraici, teorici o concreti, che avvengono  attorno a noi. Qual è l’ebreo  che non si è mai sentito dire, allusivamente, di essere ospite ed estraneo nel Paese dove è nato o in quello di cui è cittadino? A questo punto la domanda ricorrente è una sola: quali sono i problemi profondi ed irrisolti che spingono settori non ebraici della società a detestare gli ebrei? In buona sostanza possiamo dire che l’antisemitismo riconosce  tre tipi di radici: la prima è certamente teologica e consiste nel mancato riconoscimento da parte degli ebrei di Gesù come messia e come essere divino. Ma più ancora si è trattato di un mero dissenso sui principi, di un duro confronto nella società più che nei consessi filosofici fra una maggioranza egemone e una minoranza emarginata, oppressa, spesso violentata. La seconda radice è quella razzistica, che si è sviluppata in tempi moderni, in tempi scientifici, con la pretesa di fornire un’ipotetica base razionale ad un odio che è, in sé, la premessa del razzismo. La terza radice è quella politica, e vede oggi sul banco degli accusati lo Stato degli ebrei, visto e presentato come causa delle tensioni mediorientali e mai all’inverso, neppure ipoteticamente, come la conseguenza locale di queste ultime, che hanno spesso cause addirittura estranee alla stessa ragione. Proprio in base a queste considerazioni l’Unione delle comunità ebraiche italiane vede con favore e sostiene tutte le iniziative volte ad irrobustire la coscienza e la volontà democratica della popolazione. Si tratta di una difesa non di parte bensì di civiltà e di democrazia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il linguaggio come una tecnologia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Editoriale fidest. Con l’avvento di internet dobbiamo riconoscere il suo tratto distintivo che lo porta al cambiamento dei paradigmi di conoscenza e di relazione. Se sgrossiamo l’osservazione da quanti, da una parte, affermano si tratti solo  di una questione di marketing per vendere qualche computer in più o fare qualche connessione in più e, dall’altra, di chi usa toni di mistica digitale celebrando quella che considera una vera e propria “rivoluzione” ci ritroviamo, più semplicemente, in una sorta di rivoluzione dentro un quadro antropologico che ha, tuttavia, una sua propria ragione d’essere nel modo di esprimersi che è andato maturandosi ancor prima di Internet. In altri termini Internet dobbiamo considerarlo solo un metodo di comunicazione, per altro già insito nella nostra natura. Noi disponiamo di una sorta di cornice mentale secondo la quale il modo con cui comunichiamo delimita anche l’orizzonte di quello che si sta pensando. Si tratta, se non altro, di capire entro quale cornice mentale intendiamo interagire e nella quale restiamo influenzati: la scrittura a mano è una tecnologia, scrivere o leggere in ebraico o in arabo, usare solo le consonanti e leggere da destra a sinistra o vice versa è anch’esso una tecnologia, usare i caratteri cirillici o altri caratteri di scrittura è ancora tecnologia e via di questo passo. Si tratta di un qualcosa di automatico. Semmai possiamo affermare come la comunicazione, che ci permette Internet, consente di vivere l’esperienza mentale dell’altro che altrimenti rimarrebbe inaccessibile. Tramite la comunicazione possiamo in un certo senso vivere più vite, perché parlando sappiamo cosa c’è nella mente dell’altro ed oggi con Internet lo possiamo fare con più frequenza, di quanto non avveniva in passato, allorché ciò si rendeva possibile solo se si prendeva un libro di un certo autore, antico o moderno che fosse, per capire cosa c’era nella sua mente. Era un processo più lento, una ricerca più articolata e soprattutto ci rendeva più astratti rispetto alla attualità del nostro presente. Oggi possiamo più agevolmente condividere o anche solo confrontare con gli amici, ma anche conoscenti ed occasionali contatti i nostri passaggi mentali e di essere consapevoli che questa strada ci permette di fare una maggiore esperienza e di comprendere cosa vuol dire, a livello di processi conoscitivi, essere soggetti liberi e non schiavi. A questo punto non è escluso che si possa essere, contemporaneamente, computerizzati e analfabeti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Videocomunicazione in azienda

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

A Verona e a Roma il 23 settembre in contemporanea, rispettivamente presso l¹Hotel Ibis Verona (Via Enrico Fermi, 11 – Verona) e l¹Hotel Holiday Inn Eur Parco Dei Medici (Viale Castello Della Magliana, 65 ¬ Roma). Per ottimizzare i processi della Grande Azienda e della PMI.  Il convegno offrirà ai visitatori un quadro completo delle componenti tecnologiche e dell’architettura di un sistema di videocomunicazione, con un occhio attento alle opportunità di business per le aziende di tutte le dimensioni. – Com’è possibile calcolare il ROI di un sistema di videocomunicazione? – La videocomunicazione è una soluzione destinata solo alle grandi aziende? – In che modo un sistema di videocomunicazione rappresenta un¹opportunità per la PMI? – Quali sono gli elementi che compongono un sistema di videocomunicazione da utilizzare in un contesto business? – Quali sono le evoluzioni tecnologiche in atto? – Perché in un sistema di videocomunicazione è fondamentale l¹aderenza agli standard? – In che modo è importante considerare il tema della security e della privacy delle informazioni? Questi alcune delle domande a cui verrà data risposta nel corso del convegno, grazie all¹utilizzo ‘live’ di un sistema di videocomunicazione Polycom, che darà agli spettatori una visione diretta sui vantaggi derivanti dall¹implementazione e dall’impiego di un sistema di videocomunicazione in azienda, anche attraverso l¹illustrazione di alcuni casi reali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Epifani a Parma in memoria di Fernando Santi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Guglielmo EpifaniIl 15 settembre ricorre il quarantennale della scomparsa del grande sindacalista di origini parmigiane Fernando Santi, uno dei padri del socialismo europeo. L’attualità del suo pensiero, della sua azione, del suo modo di intendere il riformismo e l’unità sindacale saranno al centro del convegno “40 anni sulle orme di Fernando Santi”, organizzato dalla Cgil provinciale con il patrocinio della Provincia di Parma e del Comune di Parma, in collaborazione con la Fondazione Giuseppe Di Vittorio e la Fondazione Argentina Bonetti Altobelli e il contributo del Centro Medico Sant’Apollonia. Per presentare l’iniziativa, che si svolgerà martedì 15 settembre nell’Auditorium del Carmine, e a cui interverrà il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, è convocata per domani, martedì 8 settembre, alle ore 10.30, presso la Camera del Lavoro di Parma in Via Casati Confalonieri, 5/A (Sala Riunioni 4° piano), una conferenza stampa, in cui verranno dettagliati l’articolazione dei lavori e il programma del “Ricordo in musica per Fernando Santi”, che verrà offerto alla città nella stessa serata. Alla conferenza interverranno il segretario generale della Cgil di Parma, Paolo Bertoletti e Roberto Spocci, archivista storico del Comune di Parma.  Per maggiori dettagli: http://www.lungoparma.com/cronaca_di_parma/49692.html (epifani)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corsa futurista

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Roma 13 settembre a partire dalle ore 21.00 al Circo Massimo “La corsa Futurista sarà un evento originale, attraverso il quale lo sport e la cultura si coniugheranno  per creare un binomio unico, ideato in occasione del primo centenario del movimento fondato da Filippo Tommaso Marinetti. Splendida cornice della manifestazione sarà ancora una volta il Circo Massimo, che nel corso dell’ultimo anno l’Amministrazione comunale ha saputo ricollocare al centro della scena sportiva capitolina, atleti e amatori si sfideranno tra suggestioni uniche e voglia di mettersi in gioco. Ovviamente anche io sarò al nastro di partenza, per partecipare a questa prima edizione della corsa Futurista”.E’ quanto ha dichiarato il Delegato allo Sport del Comune di Roma, Alessandro Cochi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Marker per cancro della vescica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Individuata una variazione dell’antigene Psca (Prostate stem cell antigen) che può aumentare del 30-40% il rischio di sviluppare un cancro della vescica. Artefice della scoperta, pubblicata su Nature Genetics, un gruppo di ricercatori guidati da Xifeng Wu, dell’Anderson cancer center, Università del Texas. Il Psca è noto per essere over-espresso nel tumore della prostata e già in precedenza diversi studi ne avevano suggerito un ruolo anche in caso di neoplasia della vescica. I ricercatori hanno confrontato il genoma di 6.667 soggetti con tumore della vescica e 39.590 persone sane evidenziando un’importante associazione tra presenza di cancro e una variazione (rs2294008) del gene Psca, determinata da una mutazione cosiddetta missenso dai genetisti, che porta a uno scambio di aminoacidi nella proteina finale. Gli stessi livelli di Psca nelle urine sono risultati bassi nei pazienti oncologici rispetto ai soggetti sani, suggerendone un ruolo di biomarcatore di semplice e accurata misurazione. Obiettivo dei ricercatori è ora ricostruire il quadro complessivo dei geni coinvolti nel cancro della vescica al fine di agevolare un’identificazione tempestiva dei casi a rischio e intervenire con chemioprofilassi o trattamenti precoci (N.M.). Nature Genetics 2009; 41: 991 – 995 (2009)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il disagio psichico da cancro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Fare esperienza del cancro aumenta il rischio di andare incontro a seri disturbi psicologici. Uno studio pubblicato su Archives of Internal Medicine, prendendo in esame 4.636 pazienti oncologici, ha permesso di stabilire che in individui affetti da patologie tumorali il rischio di problemi mentali risulta raddoppiato (5,6%) rispetto a quello ritrovato in 120mila persone sane (3%). L’indagine ha riguardato pazienti sopravvissuti al tumore che, al momento della diagnosi, avevano un età media di 50 anni e nei quali l’accertamento diagnostico era avvenuto circa 12 anni prima del reclutamento. Alla luce di alcune valutazioni cliniche e sociali, gli autori hanno stabilito che i pazienti maggiormente a rischio di grave distress mentale sono quelli più giovani, non sposati, con un basso livello di formazione scolastica, con difficoltà a svolgere le normali azioni quotidiane e che soffrono anche di altre patologie. Il 18% dei pazienti con seri disturbi ha dichiarato di non aver ricevuto alcun sostegno psicologico nei primi anni della malattia. «La nostra indagine ha permesso di identificare tutta una serie di fattori clinici e sociodemografici associati a forme gravi di distress psicologico in pazienti oncologici» ha dichiarato Karen E. Hoffman del Brigham and Women’s Hospital di Boston. «Abbiamo ora a disposizione utili suggerimenti diagnostici e la certezza di dover sviluppare adeguati strumenti per offrire un valido supporto a questi pazienti» (L.A.). Archives of Internal Medicine 2009; 169: 1274-1281

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Erasmus Mundus: finanziamenti per gli studenti europei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Il Programma “Erasmus Mundus”, strumento principale per promuovere nel mondo l’immagine dell’UE come luogo d’eccellenza nella formazione e per rafforzare l’attrattività dell’istruzione superiore europea nei paesi terzi, permette agli studenti che vi partecipano di arricchire la propria formazione di un particolare “valore aggiunto”, basato, fra l’altro, sulla possibilità di frequentare un corso di qualità certificata in un ambiente internazionale d’eccellenza; di studiare in due o più Paesi UE e anche in Paesi terzi, vivendo insieme con studenti europei e di altri Paesi del mondo; di costruire una rete di rapporti con docenti e colleghi di corso; di conseguire un titolo di studio di grande prestigio sul mercato del lavoro europeo e internazionale. Per la prima volta anche gli studenti europei che vogliano fare un’esperienza all’estero potranno usufruire dei finanziamenti del programma dell’UE “Erasmus Mundus”. Altre novità che riguardano gli studenti italiani: – è stato ottenuto dall’Agenzia delle Entrate il riconoscimento del principio di non tassazione IRPEF ed IRAP delle borse di studio erogate da “Erasmus Mundus”; – fra i progetti finanziati sono stati introdotti i dottorati congiunti di ricerca, che prenderanno il via dall’a.a. 2010-11, grazie all’attivazione di 13 percorsi formativi: le Università italiane giocheranno qui un ruolo particolarmente importante, visto che ne coordineranno quattro e saranno partner dei restanti nove. Dossier “Erasmus Mundus: finanziamenti per gli studenti europei”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Verifica straordinaria per gli ascensori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Il primo settembre è entrato in vigore il decreto del Ministro per lo sviluppo economico sulle nuove regole per migliorare la scurezza degli ascensori, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.189 del 17 agosto 2009. L’obiettivo è quello di adeguare allo stesso livello di sicurezza tutti gli ascensori in uso sul territorio italiano, molti dei quali obsoleti. In pratica, nel giro di cinque anni a partire dal primo settembre tutti gli impianti installati entro il 24 giugno 1999 dovranno essere sottoposti ad un’analisi dei rischi. Il mancato adeguamento a tali misure comporterà l’impossibilità di tenere in uso l’impianto. I destinatari dell’obbligo sono i proprietari degli impianti, amministratori, associazioni di piccoli proprietari immobiliari; imprese che effettuano manutenzione, riparazione e ammodernamento di ascensori; ASL e Ispettorato del lavoro. Il Provvedimento classifica le varie situazioni pericolose e fornisce azioni correttive che migliorino progressivamente e selettivamente la sicurezza di tutti gli ascensori esistenti. Elenca inoltre i rischi di livello (alto, medio e basso). Per valutare la situazione di rischio, sulla base delle norme di buona tecnica più recenti si deve richiedere e concordare una verifica straordinaria dell’impianto. La verifica va fatta: entro il 1 settembre 2011 per gli ascensori installati prima del 15 novembre 1964; entro il 1 settembre 2012 per gli ascensori installati prima del 24 ottobre 1979; entro il 1 settembre 2013 per gli ascensori installati prima del 9 aprile 1991; entro il 1 settembre 2014 per gli ascensori installati prima del 24 giugno 1999.  Dossier “Interventi per il miglioramento della sicurezza degli ascensori”

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ingresso in Italia per corsi di formazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 204 del 3 settembre 2009, il decreto del 29 luglio sul Contingente per l’anno 2009 relativo all’ingresso di cittadini stranieri per corsi di formazione professionale e tirocini formativi. Per l’anno 2009 sono autorizzati, in via transitoria, gli ingressi in Italia degli stranieri in possesso dei requisiti previsti per il rilascio del visto di studio, in: a) 5.000 unità per la frequenza a corsi di formazione professionale; b) 5.000 unità per lo svolgimento di tirocini di formazione e d’orientamento quale completamento di un percorso di formazione professionale. Le quote di ingressi per svolgere tirocini di formazione e di orientamento per lavori extracomunitari sono così ripartite tra le regioni e le province autonome: 70 Abruzzo; 30 Basilicata; 50 Calabria; 70 Campania ; 600 Emilia Romagna; 400 Friuli Venezia Giulia ; 500 Lazio ; 100 Liguria; 700 Lombardia ; 400 Marche; 30 Molise; 400 Piemonte; 100 Puglia ; 50 Sardegna; 70 Sicilia; 600 Toscana; 100 Umbria; 30 Valle d’Aosta; 600 Veneto; 50 Provincia autonoma di Bolzano; 50 Provincia autonoma di Trento. Dossier “Ingresso in Italia per corsi di formazione professionale e tirocini formativi”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le coliche neonatali hanno origine batterica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Ricercatori dell’University of Texas Health Science Center di Houston hanno scoperto le possibili cause organiche delle coliche, spesso alla base del pianto inspiegabile e grave in neonati che non presentano patologie apparenti. Responsabile del disturbo  sembra essere la Klebsiella, batterio normalmente presente nella bocca, sulla pelle e nell’intestino dei più piccoli. Lo studio ha esaminato 36 bambini, di cui metà presentava il problema: nei casi di colica, i ricercatori hanno riscontrato un’infiammazione intestinale in corso con presenza del batterio. “Crediamo che il microrganismo possa essere all’origine di una reazione che causa uno stato di flogosi, paragonabile a quella di altre malattie infiammatorie croniche dell’intestino” spiegano gli autori. Altro dato rilevante è che nei bambini senza alcun disturbo, la flora batterica intestinale era formata da più tipi di specie, facendo ipotizzare ai ricercatori che alcune di queste possano svolgere un ruolo benefico per l’uomo.(S.Z.)  Journal of Pediatrics 2009 Jul 21 (epub ahead of print)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una riforma per il Servizio civile nazionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2009

Approvato dal Consiglio dei Ministri del 3 settembre uno schema di disegno di legge che delega il Governo alla redazione di un testo unico in materia di Servizio civile nazionale. Obiettivo: riorganizzare ed aggiornare l’attuale normativa in armonia con il chiarimento della Corte Costituzionale che, nel 2004, ha individuato nel principio costituzionale di difesa della Patria anche le attività di impegno sociale non armato. La normativa prevede dunque la definizione di interventi che consentano di superare un’interpretazione non più attuale del Servizio civile e soprattutto di prendere atto delle nuove esigenze: ripartire adeguatamente la materia fra i livelli di governo statale, regionale e provinciale; delineare lo status del giovane impegnato nel servizio; rivedere l’orario, articolandone la durata. Non solo il valore di un impegno in attività sociali e civili, ma anche un’occasione preziosa per i giovani che, proprio nel Servizio civile, possono capitalizzare: “Un’esperienza capace di rafforzare la coesione sociale”, ha dichiarato il Sottosegretario Giovanardi, sottolineando, in particolare, l’importanza di stimolare la domanda di accesso anche nelle aree del Paese dove è minore la diffusione di questo Servizio. La distribuzione territoriale del Servizio civile, infatti, risulta più carente al Nord rispetto al Centro e, soprattutto, al Sud d’Italia, ed è per questo che la riforma propone la mobilità interregionale. Nel disegno di legge, anche il miglioramento del sistema di accreditamento degli enti e di valutazione dei progetti: verranno individuati infatti criteri di priorità a favore di quei progetti finalizzati all’assistenza a categorie di persone particolarmente svantaggiate. Dossier “Una riforma per il Servizio civile nazionale”

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »