Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 221

Venezia, Catalunya. La Comunità Inconfessabile

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 settembre 2009

Venezia 11 settembre 2009 alle ore 20 nella chiesa di San Giovanni in Bragora a Venezia si terrà il Concerto straordinario in occasione di Venezia, Catalunya. La Comunità Inconfessabile evento collaterale della 53. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, organizzato dall’Institut Ramon Llull. In programma l’oratorio Juditha Triumphans di Antonio Vivaldi, protagonisti Gemma Coma Alabert (Juditha), Emanuela Galli (Vagaus), Josè Maria Lo Monaco (Holofernes), Maria Hinojosa (Abra), Marta Infante (Ozias), l’ensemble vocale La Stagione Armonica, maestro del coro Sergio Balestracci, l’Orchestra Academia 1750 e l’Orchestra Historica del Festival di Torroella de Montgrì diretti dal M. Ottavio Dantone. Juditha triumphans, devicta Holofernis barbarie RV 644, oratorio di Antonio Vivaldi, è il solo sopravvissuto dei quattro che risultano essere stati composti dal musicista veneziano. Il libretto fu scritto da Iacopo Cassetti, basato sul biblico Libro di Giuditta. Juditha triumphans fu composto e rappresentato nel 1716 a Venezia all’Ospedale della Pietà. Il lavoro fu commissionato per celebrare la vittoria della Repubblica di Venezia sui Turchi e la riconquista dell’isola di Corfù. Nel luglio del 1716, i Turchi sbarcarono a Corfù e misero sotto assedio l’isola. La popolazione resistette all’occupazione e in agosto Venezia firmò un’alleanza con il Sacro Romano Impero Germanico. Il 18 agosto, sotto il comando del conte Johann Matthias von der Schulenburg, la battaglia decisiva fu vinta e i turchi abbandonarono l’isola.  La presenza della Catalogna tra gli eventi collaterali della 53. Esposizione Internazionale d’Arte nasce dalla volontà di presentare gli artisti catalani non in modo isolato, ma mostrarli integrati nel contesto della loro creazione; non una proposta locale o conservatrice, quindi, ma l’idea di diventare un punto di riferimento per quanto riguarda le nuove prospettive di lavoro dell’arte contemporanea. Il curatore della mostra, è Valentín Roma vincitore del concorso indetto dall’Institut Ramon Llull, produttore e responsabile di tutto il progetto, presentando la proposta dal titolo “La comunità inconfessabile”. Per il bando è stata eletta un’équipe di esperti esterni, selezionati tra i responsabili di alcuni dei musei d’arte contemporanea più riconosciuti d’Europa. La giuria era, infatti, composta da: Manuel Borja-Vilell, direttore del Museo Nazionale Centro d’Arte Reina Sofia (come presidente della giuria) e dai membri Ignasi Aballí, artista invitato alla Mostra Internazionale della Biennale di Venezia 2007. Daniela Ferretti curatrice responsabile del Palazzo Fortuny (Venezia); Marta Gili, direttrice del Jeu de Paume (Parigi); Chus Martínez attualmente curatrice responsabile del MACBA (Barcellona) e in quel momento direttrice del museo Frankfurter Kunstverein (Francoforte); e Vicent Todolí, direttore della Tate Modern (Londra).
Venezia, Catalunya, La Comunità Inconfessabile, è organizzata dall’ Institut Ramon Llull è aperta dal 7 giugno al 22 novembre  2009 (orario: 10 – 18,  lunedì chiuso, ingresso libero) presso il Magazzino del Sale n. 3, alle Zattere (Dorsoduro). Ispirato dall’omonimo libro di Maurice Blanchot, The Unavowable Community (La comunità Inconfessabile) è un progetto che comprende l’Archivo F.X./Pedro G. Romero, l’Archivo Postcapital/Daniel G. Andújar e Sitesize. Analizza le forme d’intervento sociale adottate da pratiche artistiche contemporanee che si svolgono sotto l’insegna del comunitarismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: