Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Archive for 13 settembre 2009

A Roma traffico in tilt per i cantieri

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

“Mi domando come sia possibile questa apertura dei cantieri stradali proprio a settembre, in concomitanza con il ritorno a pieno regime delle attività lavorative e scolastiche. Vorrei far notare al sindaco Alemanno che una volta, come è giusto che sia, certi lavori di manutenzione venivano fatti ad agosto, quando la città era semivuota per via delle vacanze estive e delle scuole chiuse”. Così Oscar Tortosa, vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori, si pronuncia sul rischio della paralisi del traffico cittadino, dovuto al programma di manutenzione stradale firmato dal sindaco Gianni Alemanno che prevede, oltre ai lavori ormai cronici a via Nazionale, piazza Venezia, via dei Fori Imperiali, anche l’apertura di nuovi cantieri tra la fine di settembre e  i primi di ottobre. Le opere di rifacimento del manto stradale, di messa in sicurezza dei marciapiedi, di realizzazione di un sistema di smaltimento delle acque reflue riguarderanno numerose aree periferiche e le vie consolari dove il traffico è maggiormente congestionato (via Collatina, via Tiburtina, via Flaminia, via di Tor di Quinto, via della Cecchignola, via di Decima, via dei Colli Portuensi).  Secondo Tortosa è d’obbligo fornire questi servizi indispensabili al territorio capitolino, tuttavia il problema risiede nei tempi poco opportuni in cui apportare tali benefici alla città, che inevitabilmente si trasformano in svantaggi e disagi, con conseguente blocco del traffico, code e ingorghi. “Non vorrei – prosegue l’esponente del partito guidato da Antonio Di Pietro – che dietro tale scelta ci fossero dei fini elettoralistici, con l’intento di avviare ora tanti lavori, in prossimità della campagna elettorale per le elezioni regionali, per dare all’opinione pubblica un segnale di funzionalità dell’amministrazione, da spendere poi con toni propagandistici. E intanto – conclude preoccupato Tortosa – chi ci rimette è il cittadino romano”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi. Di vera ripresa se ne riparlerà nel 2011

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

I segnali di ripresa ci sono, ma bisogna avere prudenza, perché la crisi si farà sentire per tutto il 2009 e probabilmente il prossimo trimestre sarà quello che metterà più a dura prova le imprese italiane. Sono solo alcune delle considerazioni di un’indagine che Manageritalia ha svolto con il supporto tecnico di AstraRicerche a fine luglio e aggiornato con i dati di settembre su un campione di 1.170 dirigenti appartenenti a tutti i settori e rappresentativi della dirigenza italiana. Secondo i manager, la situazione è tuttora “critica e nebulosa” e l’impatto della crisi sui fatturati è ancora molto pesante, tanto che attualmente solo tre aziende su dieci (29%) riscontrano segnali positivi. Ma soprattutto, interrogati circa quale potrà essere il momento peggiore della crisi, poco più della metà dei manager (51,8%) dice che il peggio deve ancora venire e lo individua nel trimestre in corso (21,5%) nel quarto trimestre (25,1%) o addirittura nel 2010 (5,1%).  I manager pensano anche che la ripresa vera e propria ci sarà solo nel 2011, mentre il 2010 sarà di piccola ripresa, piatto o addirittura di piccola discesa. L’indagine inoltre si sofferma su alcuni temi cruciali come i cambiamenti nei rapporti con i collaboratori, “il bagno di sangue” a livello di immagine che la crisi ha comportato per i dirigenti, le nuove opportunità che si schiudono per i tempi a venire e le azioni da intraprendere per la ripresa e lo sviluppo.  “I manager italiani – commenta Claudio Pasini presidente di Manageritalia – prospettano un quadro ancora critico. Una situazione che li mette ogni giorno di fronte a scelte difficili per gestire la crisi e rilanciare il business e, in alcuni casi, a rischio del posto. Positivo è – aldilà delle poche realtà (10%) che non hanno risentito della fase congiunturale – che molti manager ci abbiano detto che la crisi presenti anche lati positivi e che in molti casi possa offrire l’opportunità di aumentare la quota di mercato, di progettare nuovi prodotti/servizi e di entrare in nuovi mercati nazionali ed esteri”.
Manageritalia (Federazione nazionale dirigenti, quadri e professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato) rappresenta dal 1945 a livello contrattuale i dirigenti del terziario privato e dal 2003 associa anche a quadri e professional. Offre ai manager: rappresentanza istituzionale e contrattuale, valorizzazione e tutela verso la politica, le istituzioni e la società, servizi per la professione e la famiglia, network professionale e culturale. Oggi Manageritalia significa oltre 34.500 manager in Italia: 23.000 dirigenti in attività che lavorano in 9.000 aziende, oltre a 9.000 dirigenti pensionati, e 2.000 quadri e 3.000 professional. I dirigenti Iscritti a Manageritalia Milano (Associazione lombarda dirigenti, quadri e professional del terziario sono circa 20.000 e rappresentano più del 57% degli iscritti a livello nazionale. La Federazione è presente sul territorio nazionale con 15 Associazioni che offrono una vasta gamma di servizi, di derivazione contrattuale e non, validi ed evoluti: formazione, consulenze professionali, sistemi assicurativi e di previdenza integrativa, assistenza sanitaria ai manager e alla famiglia, iniziative per la cultura e il tempo libero.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caro-libri: il trucchetto del testo consigliato

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

“Il trucco c’è e si vede. Per far fronte al caro-libri, il Ministero dell’Istruzione ha fissato un tetto di spesa per i testi scolastici che ha portato ad un contenimento dei costi. Ma non mancano le scuole che non lo rispettano e, ciò che è peggio, non mancano gli istituti scolastici che stanno raggirando i limiti prefissati introducendo la novità dei così detti testi consigliati”. È quanto denuncia Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori. “L’ultima trovata delle scuole -spiega Dona- sta creando non poche difficoltà alle famiglie italiane, sempre più tartassate dalla spesa per i libri scolastici. Nel caso vi sia uno sforamento dei tetti previsti, è dunque bene informarsi dai docenti se vi è l’effettiva necessità di adottare il testo consigliato e, in ogni caso, inviare una segnalazione al Ministero dell’Istruzione. Per risparmiare, è poi possibile seguire qualche accorgimento, a partire dallo scaricare legalmente i testi scolastici sul web. L’attuale normativa prevede infatti che gli studenti possano procurarsi i libri in formato digitale, dopo aver sostenuto i costi per i diritti di autore previsti dalla legge”.  “L’obiettivo del Ministero -conclude Dona- è quello di sostituire, entro il 2012, le versioni cartacee dei testi con e-book o impaginati on line. Certo, la strada è ancora lunga, ma da parte nostra ci impegneremo affinché la rivoluzione del libro digitale prenda presto piede su larga scala”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tesi Fini su cittadinanza e voto per immigrati

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

“Guai a sottovalutare, almeno nella loro impostazione culturale, le proposte del presidente Gianfranco Fini sulla questione della cittadinanza e dell’elettorato attivo e passivo per le persone immigrate. Al di là delle soluzioni tecnico-giuridiche, sono preminenti alcune considerazioni di ordine economico e politico. Quello dell’immigrazione è un processo non solo inevitabile ma necessario. E’ il mercato del lavoro che lo impone in un Paese a declino demografico come l’Italia, dove un numero crescente di occupazioni vengono rifiutate dalla forza lavoro locale, anche in periodi di crisi come l’attuale. Inoltre, un calcolo lungimirante ed utilitaristico, non offuscato dall’ideologia, consentirebbe di capire che il centro destra potrebbe trarre dei vantaggi elettorali dalla concessione del voto ai cittadini stranieri, gran parte dei quali – soprattutto se provenienti dai paesi dell’Est europeo – non sono affatto orientati a sinistra. Certo, l’immigrazione deve essere disciplinata con rigore ed equilibrio. Ma non è una politica saggia quella di contrastare un fenomeno che s’impone nella realtà (la vicenda <colf e badanti> ne è una prova) e di regalare, con un atteggiamento ostile all’immigrazione, alle formazioni della sinistra politica e sociale persone che, prima o poi (magari attraverso il matrimonio, dal momento che la <contaminazione> andrà avanti comunque), diventeranno cittadini italiani”. Lo affermano in una nota congiunta i deputati del PDL,  Giuliano Cazzola e Benedetto della Vedova.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »