Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Per il beato Igino Giordani

Posted by fidest press agency su domenica, 20 settembre 2009

Rocca di Papa 27 settembre 2009 – ore 16,30 Centro Internazionale Movimento dei Focolari  in collegamento internet (www.iginogiordani.info) Chiusura ufficiale della fase diocesana del processo di beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio Igino Giordani (Tivoli 1894 – Rocca di Papa 1980) È l’interrogativo che si pone Igino Giordani quando, nel 1946, De Gasperi lo convince – a seguito della sua lunga collaborazione con Sturzo nel Partito popolare – a partecipare alle elezioni politiche. L’anelito alla santità si era acceso in lui già a 22 anni, sul letto di un ospedale militare, durante la Grande Guerra.  Politico casto, lontano da ogni privilegio, negli anni difficili del dopoguerra ha esercitato il ruolo di costituente e parlamentare come servizio sociale, carità in atto. Strenuo difensore della pace, considera la guerra un’operazione contro il popolo, in spregio alla libertà, alla democrazia. In precedenza, per i suoi duri interventi contro il fascismo, visse in confino civile e politicomfu radiato dall’albo dei giornalisti e privato dell’insegnamento. O L’Europa si unisce, o l’Europa perisce, lo scrive negli anni 0, quando è membro del primo Consiglio dei popoli d’Europa.  Sin dalla metà degli anni Venti aveva prospettato la nascita degli Stati Uniti d’Europa. È direttore di autorevoli testate giornalistiche. Si dimette da Il popolo, pur di non essere un direttore diretto. Già qualche anno prima aveva diretto Il Quotidiano. La sua minaccia di dimissioni aveva prodotto la fine dei tentativi esterni di condizionamento.  Giornalista e scrittore, lascia un patrimonio culturale di un centinaio di libri e di oltre 4.000 articoli a sfondo politico, culturale e religioso.   Intellettuale di punta del cattolicesimo italiano, studioso dei Padri della Chiesa, si fa voce di un cristianesimo eroico e in qualche modo precorre il Concilio Vaticano II, specie sui temi del laicato e dell’ecumenismo.  Nel ’48 una svolta: l’incontro con Chiara Lubich, che nel 43 aveva dato vita ad un nuovo movimento nella Chiesa, i Focolari, accende in lui una rivoluzione dell’anima.  In molte sue pagine e nella stessa sua vita si può trovare una testimonianza di quella gcaritas in veritate tracciata da Papa Benedetto XVI nella sua ultima enciclica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: