Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 25

Archive for 27 settembre 2009

D.C.: La parabola di un partito

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Editoriale fidest I cattolici che hanno avvertito il bisogno di una loro militanza politica hanno incominciato con l’identificarsi con il Partito popolare alla guida di Luigi Sturzo. Il primo grosso ostacolo che ha interrotto bruscamente il loro cammino è stato con l’avvento del fascismo e con l’esilio forzato del suo segretario. Ciò non ha impedito agli “irriducibili” di lottare nella clandestinità e di riprendere alla luce del sole, negli anni del dopo guerra, negli anni quaranta, sia pure con un nuovo nome: Democrazia Cristiana e un nuovo leader Alcide De Gasperi. Da quel momento il partito ha rappresentato per milioni di italiani la “barriera naturale” ad ogni forma di dittatura in nome della libertà, della democrazia e del progresso civile e sociale del paese. Sono stati decenni nei quali non tutto è andato liscio. Vi sono stati forti contrasti interni, eventi drammatici come quelli del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro, già segretario della Dc e uomo di grande richiamo nel partito. Ma Vi è stata anche l’incapacità di fare pulizia al proprio interno tra i diversi infiltrati facenti capo ai vari comitati d’affari, mafiosi, politici spregiudicati e che si ritrovarono poi davanti al giudizio degli uomini di “mani pulite” che ebbero forse il demerito di fare di tutta l’erba un fascio senza fare le giuste distinzioni. Da qui la decisione di ritenere esaurito il rapporto con il proprio elettorato e di cedere il passo ad altri soggetti politici. L’unico che si oppose allo scioglimento della DC fu l’on.le Flaminio Piccoli. Iniziò così una battaglia su due fronti: legale e di ripresa dell’azione politica sotto la bandiera di sempre, lo scudo crociato. Tra i suoi giovani collaboratori vi è oggi l’attuale segretario politico della Dc  Angelo Sandri. Questi, dunque, rappresenta fisicamente la continuità storica di un partito che, purgato dei suoi errori, intese ripresentarsi sulla scena politica italiana ma, purtroppo, con scarsi consensi. Ma questo “manipolo di irriducibili” non si perse d’animo. Con scarse risorse economiche e, per lo più, frutto d’impegni personali ebbe la forza di far sentire la sua presenza e di lottare contro chi cercò di appropriarsi di un simbolo senza aver avuto il merito, negli anni bui, di conservarne intatta l’identità ma rifiutandolo e negandolo. Ora la Dc di Sandri deve sostenere una nuova duplice sfida: è quella dei numeri e della conservazione della sua identità. Sono due aspetti destinati ad essere conflittuali tra loro. La mancanza dei numeri nel consenso elettorale impongono scelte e alleanze e anche il simbolo ne risente  e con esso la sua identità originaria. E’ un passo sofferto ma necessario. Il quadro politico nazionale lo impone. Non si tratta tanto della legge elettorale che ha uno sbarramento del 4% che mette fuori gioco tutti quei partiti che non lo raggiungono quanto del travaglio che il paese sta affrontando alla ricerca di un nuovo modello politico capace di superare l’attuale andazzo. Si punta ad una grande forza di centro e si pensa a una leadership che potrebbe essere quella di Fini o di Casini e dove la stessa Dc di Sandri potrebbe essere enucleata. (Riccardo Alfonso  http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fattori di competitività e sviluppo nella ricerca

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Innovazione tecnologica competitività e sviluppo sono concetti che hanno costituito, si può dire da sempre, il “piatto forte” degli economisti e degli analisti di mercato. E’ un modo senza dubbio essenziale per comprendere la posizione relativa ad un Paese, rispetto ai propri concorrenti, in una data regione economica, come ad esempio l’Europa, ed anche per un confronto con le altre parti del mondo. Due di questi modelli sono la competitività  e l’attrattività. Il primo si riferisce, in particolare, all’evoluzione di un dato sistema-Paese e, il secondo, alla capacità di questo stesso Paese di attirare risorse per lo sviluppo o migliorare quelle esistenti. Non solo. Con una innovazione tecnologica fatta non solo di macchine, ma di elementi che possono gestirla al meglio, possiamo dire che due sono i motori che portano avanti il processo di crescita di un Paese: il capitale umano e quello finanziario. Il primo è un termine specialistico da qualche anno entrato nell’uso corrente e sta a significare il fatto che non basta avere delle braccia per muovere una leva ma è necessario un costante miglioramento delle conoscenze e delle capacità dei singoli coinvolti direttamente o indirettamente nei processi produttivi. L’altro motore, parimenti essenziale, è la dotazione di risorse finanziarie adeguate all’impegno che si intende intraprendere. Nel mezzo vi sono tutte le altre possibili variabili: le infrastrutture, l’efficienza della macchina burocratica pubblica, la capacità di ridurre al minimo lo spreco delle risorse e via di questo passo. C’è chi in proposito rileva la necessità di avere una maggiore cultura della valutazione per garantire che le risorse a disposizione siano utilizzate nel modo migliore possibile. E in questo tratto noi indichiamo una più stretta performance e attribuzione delle risorse in specie se esse sono pubbliche. Solo se tutti questi elementi sono virtuosi noi possiamo affermare che si stia facendo “sistema”. Ma la crescita economica di un Paese non sta solo nella sua capacità di rendere al meglio le risorse disponibili in termini umani e finanziari, ma anche di saper guardare con fermezza al proprio futuro che si chiama, nello specifico, ricerca. E la ricerca ha come fine la produzione di nuova conoscenza, ed essa ha un valore solo se è finalizzata alla maggiore capacità di capire e quindi di fare. Ma vi è anche un altro concetto che non sembra sia stato digerito dal sistema economico attuale con la dovuta attenzione e si chiama globalizzazione ed il che vuol dire, per noi, un modo di trasferire il sistema-paese al sistema continente e nel ricercare nella competitività  un equilibrio nelle rispettive specializzazioni volgendole alla complementarietà e non alla contrapposizione. (dal libro di Riccardo Alfonso “Sviluppo economico” edizioni Fidest)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il rilancio della D.C.

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Nel recente incontro romano all’Hotel Portamaggiore dei dirigenti regionali e provinciali della Democrazia Cristiana-Terzo Polo di Centro è stato affrontato il tema del rilancio del partito in vista delle elezioni regionali del 2010. Si vuole raggiungere questo obbiettivo partendo da una valida riorganizzazione territoriale del partito nelle varie regioni d’Italia (e con particolare riferimento a quelle chiamate al voto).  Si è deciso anche – nel corso dell’incontro – di favorire forme di collaborazione e di riunificazione delle varie componenti democratico-cristiane che in tutti questi anni hanno mantenuto in vita l’esperienza storica e politica della Democrazia Cristiana. Ne hanno parlato a lungo sia il Presidente nazionale della D.C. Silvio Fregonese, sia il segretario politico nazionale Angelo Sandri. Ne è seguito un dibattito tra gli astanti. I convenuti si sono poi ripromessi per il 17 ottobre prossimo di tenere una riunione della Direzione nazionale della Democrazia Cristiana per fare il punto sulla riorganizzazione del partito e per eleggere l’Ufficio politico nazionale. Una particolare attenzione è stata rivolta alla parte editoriale del partito che ha come punto principale di riferimento il Popolo, una testata storica che ha visto in passato firme illustri e che si ha intenzione di far riprendere la pubblicazione a partire dal prossimo mese. Tra gli ospiti di questo incontro romano abbiamo notato Proietti. in rappresentanza dell’M.P.A.; Petrassi, del Partito Liberale Italiano; l’ing. Valvo, in rappresentanza del Partito Solidarietà, Giustizia e Pace; Accardi, dell’Associazione “Cuore azzurro”; Fragetta, del Nuovo Partito Popolare, Bertone, dell’Associazione dei Democratici Cristiani.

Posted in Politica/Politics | Leave a Comment »

Il vantone

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

IL VANTONERoma 29 settembre apre la stagione del Teatro India Lungotevere dei Papareschi 1, lo spettacolo “Il Vantone” di Pier Paolo Pasolini per la regia di Roberto Valerio  con Luca Giordana, Massimo Grigò, Roberta Mattei, Michele Nani, Nicola Rignanese, Roberto Valerio regia Roberto Valerio scena Giorgio Gori costumi Lucia Mariani luci Emiliano Pona  Il Vantone è la Roma dei raggiri, delle truffe, degli espedienti per sopravvivere, della lotta per riuscire a mangiare, dell’eterna lotta tra padrone e servo, o meglio tra signori e morti di fame… è così che ci descrive lo spettacolo il regista Roberto Valerio.  È la Roma di borgata, Pietralata o il Prenestino, dove, per citare Pasolini, “la gente viveva nelle baracche-tuguri costruite sulla polvere brecciolosa e sparsa di sporcizie e di rifiuti (…) con intorno zella e sole, sole e zella (…), come una specie di città indigena con un odore così forte di merda di fogna che accorava…”. È la Roma allegra del mascherino (garzone del fornaio) che “una volta era sempre, eternamente allegro: un’allegria vera che gli sprizzava dagli occhi. Se ne andava in giro per le strade fischiettando e lanciando motti. La sua vitalità era irresistibile. Era vestito molto poveramente: i calzoni rattoppati e addirittura spesse volte la camicetta uno straccio. Però tutto ciò faceva parte di un modello che nella sua borgata aveva un valore, un senso. Ed egli ne era fiero. Al mondo della ricchezza egli aveva da opporre un altro mondo altrettanto valido… È la Roma degli sbruffoni, dei raccontaballe, dei vantoni da bar che raccontano mirabolanti avventure prendendo spunto da piccoli episodi a volte pure inventati, di “quelli che se credeno capoccia, e a casa la moje je spacca la capoccia…”. È la Roma musicale del dialetto. “Non avevo automobile quando scrivevo in dialetto (prima in friulano, poi in romano). Non avevo un soldo in tasca e giravo in bicicletta. Non si trattava solo di povertà giovanile. E in tutto il mondo povero intorno a me, il dialetto pareva destinato a non estinguersi che in epoche così lontane da parere astratte. L’italianizzazione dell’Italia pareva doversi fondare su un ampio apporto dal basso, appunto dialettale e popolare (e non sulla sostituzione della lingua pilota letteraria con la lingua pilota aziendale, com’è poi avvenuto). Fra le altre tragedie che abbiamo vissuto in questi ultimi anni, c’è stata anche la tragedia della perdita del dialetto, come uno dei momenti più dolorosi della perdita della realtà…”. È la Roma dell’avanspettacolo negli anni del dopoguerra: “qualcosa di vagamente analogo al teatro di Plauto, di così sanguignamente plebeo, capace di dar luogo ad uno scambio altrettanto intenso, ammiccante e dialogante, fra testo e pubblico, mi pareva di poterlo individuare soltanto nell’avanspettacolo: Il mobilissimo volgare insomma, contagiato dalla volgarità, direi fisiologica, del capocomico…della soubrette…”. (Il vantone)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Jesus was homeless

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Jesus Was Homeless_London2A Los Angeles per (H)it Week13-18 ottobre 2009 Dopo il lancio del primo album “The Landing” solo pochi mesi fa, con un singolo in rotazione radio e l’attenzione della critica, i Jesus was homeless suoneranno a Los Angeles in occasione dell’HIT WEEK 2009. Un nuovo successo per una formazione tutta italiana che e’ partita da lontano, con componenti che all’attivo hanno, e hanno avuto, progetti sempre di grande qualita’: Mary go round, XP8, Demonia, per una produzione musicale mai scontata e sempre interessante. Dopo gli apprezzamenti di critica e pubblico arriva cosi’ il riconoscimento ufficiale e la performance di Los Angeles diventera’ anche l’occasione per girare il videoclip del prossimo singolo. “Vogliamo cogliere al volo l’occasione” ha dichiarato Tiziano Rizzuti, leader dei Jesus Was Homeless “e cosi’ oltre ai live e agli incontri gireremo un nuovo videoclip che probabilmente da novembre gia’ sara’ disponibile”. Teatro del festival alcuni delle migliori location di Los Angeles come il Fonda Theatre, il Broad stage,  Il Purple Lounge, lo Standard West Hollywood, il Gibson showroom, l’istituto Italiano di cultura, l’Università della Southern California e due secret location che ospiteranno eventi eccezionali. Nel corso delle sei giornate di hit week, non solo musica ma tutto il meglio del made in Italy con reading,  bike extravaganza, rassegne cinematografiche, wine sessions, etc.  per un totale di oltre trenta eventi. (Jesus was homeless)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vino e Cuore, convegno medico alla Neviera

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

masseriaMartinafranca (TA) 26 settembre 2009 Masseria Pavone simposio sul tema della prevenzione della Malattia delle Arterie Coronarie “organizzato dagli specialisti Paolo Pavone e Massimo Fioranelli. I relatori sono ospiti della Masseria Pavone, e il luogo stesso si presta alla trattazione di argomenti che dal campo strettamente scientifico si spingono in direzioni più quotidiane. Come la relazione che vede insieme il cardiologo Sabino Iliceto, direttore di dipartimento dell’Università di Padova, e l’esperta di vini Vittoria Cisonno, presidente del movimento turismo del vino in Puglia, dal titolo emblematico “Vino e Cuore”, e che affronta concetti di possibile prevenzione primaria della malattia cardiovascolare. In tempo di vendemmia, e in un luogo suggestivo come la Valle d’Itria, è naturale sottolineare l’impatto positivo che il vino può avere in un programma di prevenzione globale. Durante il convegno viene dedicato spazio anche alla storia del luogo che lo ospita, con la relazione “Le Neviere in Puglia: una realtà di Archeologia Industriale. Uso del ghiaccio a fini medici nel 1500-1900”, a cura di Domenico Blasi e Paolo Pavone. Gli interventi hanno valore divulgativo, e sono aperti anche ad un pubblico non medico. Ora la Neviera è una dependance della splendida Masseria Pavone, sapientemente ristrutturata in modo da conservarne intatto il sapore autentico. (masseria)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per festeggiare… Halloween!

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Castel RundeggUn’antica ricorrenza celtica, che cade il 31 ottobre, è la festa dedicata al corpo e alla sua purificazione. Per mutuare la saggezza degli antichi ci si rigenera a Castel Rundegg, l’Health & Beauty Farm di Merano (BZ)  Samhain: una parola sconosciuta, una festa antica che però tutti ogni anno celebriamo: è infatti conosciuta nella cultura gaelica come Halloween e in quella cattolica come Ognissanti! Due giorni di ricorrenze, il 31 ottobre e il primo novembre, che derivano da una “lontana” notte di riti magici. Già 1200 anni prima di Cristo, i Celti ritenevano il periodo autunnale il migliore per la depurazione del corpo e il rinnovamento delle energie e si adoperavano in riti propiziatori per la salute.  Una tradizione quasi scaramantica, che però è ancora molto utile per il benessere di corpo e spirito, seguendo il prezioso consiglio di rafforzamento delle difese prima dell’arrivo dell’inverno. Ci si può affidare ad esempio alla grande esperienza di Castel Rundegg, l’Health & Beauty Farm di Merano (BZ) – un lembo del Mediterraneo “casualmente” situato in Alto Adige – che propone programmi wellness taylor-made. “Invito al Castello” è l’allettante offerta per chi vuole scoprire per la prima volta i benefici di un prestigioso centro benessere, oppure per chi cerca di ritagliarsi un angolo di “magico” relax. L’offerta comprende due pernottamenti, fra domenica e venerdì, una romantica cena a lume di candela con menù a cinque portate, l’utilizzo della fitness-zone e della palestra d’acqua, con l’aggiunta di un massaggio o di un trattamento estetico a scelta e una seduta di balneoterapia, a partire da 280 euro per persona in camera matrimoniale. Il fine settimana invece è incluso nel pacchetto “Weekend al Castello”, con wellness teraphy, ginnastica, massaggi, trattamenti estetici e balneoterapia a scelta, alloggiando in camera matrimoniale, a partire da 355 euro per persona con due pernottamenti. (Castel Rundegg)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contraccezione ignorata dai giovani

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Il 27% dei giovani italiani non usa metodi contraccettivi e dichiarano di evitare condom e pillole anticoncezionali perché non sono ‘cool’ (14%), o perché non li hanno a portata di mano (44%). E c’è anche chi si fa intimidire dal proprio partner che “preferisce non proteggersi” (22%), chi dimentica di ‘correre ai ripari’ (3%), chi non si ritiene a rischio (8%) e chi proprio non vuole saperne (6%). A fotografare le abitudini dei teenager è un’indagine internazionale condotta a luglio su 2.825 ragazzi fra i 15 e i 21 anni di 14 Paesi del mondo (Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Austria, Polonia, Russia, Turchia, Australia, Cina, Malesia, Singapore, Corea e Thailandia), diffusa oggi a Milano in vista della terza Giornata mondiale della contraccezione (sabato 26 settembre). Chiudono le porte al sesso sicuro soprattutto le ragazze: il 58% – dato più alto in Europa – dichiara di non avere un metodo contraccettivo disponibile al momento, e il 35% finisce per non usarlo contro il 19% dei maschi. “La decisione di proteggersi spesso non viene neanche discussa insieme. Anzi, il 33% dei teenager intervistati pensa che la responsabilità della contraccezione non sia di entrambi i partner”, sottolinea Salvatore Caruso, presidente della Federazione italiana di sessuologia scientifica (Fiss). Nel resto d’Europa i giovani, con percentuali che si aggirano intorno al 70%, fanno invece gioco di coppia. In Italia lo strumento principe per difendersi da gravidanze e malattie sessualmente trasmissibili resta il preservativo per il 59% dei ragazzi, segue la pillola scelta dal 22%. Terzo posto per il coito interrotto, “una tecnica più diffusa nel Sud Europa e in cui gli italiani sono dei veri campioni”, osserva Emilio Arisi, ginecologo che fa parte del direttivo della Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Serbia mercato d’interesse

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Pordenone. Serbia, nuova frontiera della nuova Europa, è oggi un mercato dalle notevoli potenzialità per il suo rapporto “tax free” con la Russia e i Balcani, la manodopera di alto livello, le infrastrutture sempre più efficienti e il prossimo ingresso nell’Unione europea. A confrontarsi con queste prospettive d’interesse per il mondo produttivo del Nordest è stata Finest, la società con sede a Pordenone che promuove la cooperazione economica con i Paesi dell’Est europeo. nel corso della missione economica del governo italiano svoltasi a Belgrado dal 24 al 25 settembre, guidata dal Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Internazionale Adolfo Urso.  Ottimi i primi risultati ottenuti da Finest, come commenta ‘a caldo’ il presidente Michele Degrassi. “Il percorso intrapreso con la Serbia parte da lontano – dice -, e questa missione è una delle molte tappe che ormai da anni segnano la partnership economica tra i nostri Paesi. La numerosa presenza delle nostre aziende – aggiunge – è il miglior segnale dell’effettiva qualità del nostro ruolo”.  Il presidente sottolinea poi che “per Finest, così come per le regioni del Triveneto e per il governo italiano, la Serbia è un mercato di grande interesse. Sono ben 22 le operazioni sviluppate qui da Finest dal ’93 a oggi – spiega -, per un ammontare totale impegnato di 18,4 mln di euro. Attualmente la Serbia – ha concluso – è il nostro terzo paese d’intervento (9%) per un volume di investimento generato di 160 milioni di euro”. Uno spazio particolare è stato ritagliato per il settore dell’energia: alcune aziende di spicco del Triveneto, tra cui Petrolvilla, Amga, AEEW, Sinaqua, guidate dall’ad Finest Fulvio Beltrame, hanno potuto incontrare il Vice Ministro delle Miniere e dell’Energia della Repubblica di Serbia, Predrag Sekeljic, durante uno specifico forum dedicato alle possibilità di cooperazione in questo settore strategico. “L’incontro – dichiara l’ad Finest Beltrame – è stato un importante momento di verifica delle potenzialità del mercato serbo dell’energia, anche a seguito del protocollo d‘intesa siglato quest’anno tra il Ministero italiano dello Sviluppo economico e il Ministero serbo dell’Energia. Finest e alcune sue partecipate – prosegue – hanno sviluppato un importante know how nel settore energetico, specie idroelettrico, nella realizzazione di impianti mini-hydro. La Serbia è ancora lontana dal pieno soddisfacimento del fabbisogno interno dell’energia prodotta in loco – puntualizza l’ad -, e ben il 30% proviene da impianti idroelettrici di grandi dimensioni. Gli impianti mini-hydro di avanzata tecnologia – conclude – sono un terreno da esplorare con grandi potenzialità per le aziende italiane”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma la prima scuola digitale

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

«Le tecnologie digitali entrano nel sistema didattico: nella capitale arriva la prima “Connected Classroom”, un progetto pilota che sarà testato presso la scuola media inferiore Anna Frank. L’obiettivo, in linea con il Piano E-Government 2012 volto alla digitalizzazione delle scuole, è quello di ampliare la possibilità di interazione tra docenti, alunni e genitori attraverso la multimedialità, estendendo così i confini dell’aula oltre le mura scolastiche». Lo dichiara in una nota l’assessore ai Servizi tecnologici e Reti informatiche Enrico Cavallari. «A costo zero per la pubblica amministrazione, la Dell Spa metterà a disposizione dell’istituto romano, tra i primi in Europa a testare questa novità tecnologica, sia l’hardware (netbook progettati per uso scolastico, carrelli multifunzione per alloggiare i netbook, lavagne interattive e proiettori) che servizi, software e formazione – aggiunge Cavallari -. Attraverso la Connected Classroom i docenti avranno a disposizione gli strumenti necessari per far evolvere l’insegnamento e l’apprendimento; gli educatori, inoltre, saranno costantemente connessi con gli studenti e i loro genitori in modo da condividere le informazioni in maniera semplice, veloce e in qualunque momento». «Utilizzando tecnologie tattili – conclude Cavallari – gli studenti potranno anche lavorare insieme su lavagne interattive multi-input per creare storyboard animati ed esplorare mondi virtuali in 3D, sviluppare lavori digitali di arte e musica con il semplice tocco delle dita, utilizzare le webcam integrate per parlare con ragazzi di tutto il mondo».

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per rilanciare i consumi

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Dai dati Istat emerge in tutta la sua ampiezza la gravità della recessione. Tutti i settori portano il segno meno e per alcuni la cifra è al 4% (v. medicinali, calzature, viaggi, giornali). Per Adiconsum anche i prossimi mesi saranno difficili per i redditi delle famiglie e quindi anche per i consumi. Preoccupano soprattutto quelle famiglie che hanno perso il posto di lavoro o sono in cassa integrazione. Per questo è importante per salvaguardare il livello dei consumi e favorire una loro ripresa nel prossimo futuro, garantire gli ammortizzatori sociali a tutti coloro che hanno perso o rischiano di perdere il posto di lavoro Adiconsum ritiene che per favorire un ripresa dei consumi sia opportuno anche detassare la tredicesima mensilità e i salari territoriali e aziendali. Un provvedimento che andrebbe a favore di tutti coloro che non possono evadere le tasse, avendo le trattenute alla fonte. Il Segretario Nazionale Adiconsum, Pietro Giordano,  aggiunge – È fondamentale garantire un politica di responsabilità sui prezzi, vigilare rispetto a fenomeni speculativi e laddove si sono verificate riduzioni sulle materie prime come nel caso dei cereali assicurare che queste riduzioni si trasferiscano sul consumatore. Per questo Adiconsum ritiene indispensabile l’apertura di un tavolo concertativo con Confcommercio e Confesercenti per realizzare un avviso comune che individui soluzioni condivise per il rilancio dei consumi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bus&bus per l’internazionalizzazione

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Veronafiere si è classificato prima nella graduatoria dei progetti ammessi dal Ministero dello Sviluppo Economico ai fondi 2008 del Piano Promozionale ICE, dedicati agli accordi bilaterali nell’ambito delle iniziative per l’internazionalizzazione del sistema fieristico italiano, sostenute dal Ministero e co-finanziate dall’ICE (Istituto per il Commercio Estero).  Grazie a questo accordo, è stato possibile organizzare la prima edizione di Bus&Bus Egypt, con l’obiettivo di dare un supporto concreto alle aziende dell’intera filiera in un mercato dai trend di crescita tra i piu’ interessanti del nord Africa. L’Egitto, infatti, offre grandi opportunità alle imprese, merito dei programmi di costruzione e rinnovamento dei trasporti e delle infrastrutture recentemente avviati dal Governo. In rivoluzione anche il sistema di trasporto delle persone: è in corso una regolarizzazione del sistema tariffario e si prevedono in un futuro immediato degli appalti per la fornitura di autobus che coprono il trasporto locale nelle 27 province del paese. L’evento è organizzato in un momento convegnistico, a cui interverranno, oltre ai promotori del progetto Veronafiere ed Ice Cairo, il Ministero dei Trasporti Egiziano, l’Ambasciatore della Repubblica Italiana in Egitto – Claudio Pacifico, le Aziende dei Trasporti del Cairo e di Alessandria, il Presidente di ASSTRA Marcello Panettoni, EAMA e ANFIA in rappresentanza del mondo industriale. Seguiranno gli incontri programmati e visite per le aziende partecipanti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Utilizzo del metano

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Roma, il 30 settembre, alle ore 14.30, presso la Sala della Mercede della Camera dei Deputati, Via della Mercede 55. Tra i carburanti per autotrazione attualmente disponibili, il metano e’ indubbiamente il piu’ sicuro ed ecologico. Questo carburante, per diffondersi ulteriormente, necessita tuttavia di interventi di carattere strutturale quali, ad esempio, quelli indicati nel progetto di legge n. 2172 “Disposizioni in materia di utilizzo del metano come carburante per autotrazione”, presentato il 9 febbraio 2009 alla Camera dei Deputati. Anche in relazione a questo progetto di legge, Econometrica, con l’obiettivo di fornire un contributo di carattere conoscitivo alla discussione sulla politica da adottare per contenere le emissioni nocive degli autoveicoli, ha elaborato un Libro Bianco sul Metano per Autotrazione.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’amore insidiato” del cardinale Carlo Caffarra

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

La giuria della XXVI edizione del Premio Capri San Michele ha assegnato quest’anno il Premio Speciale al volume del cardinale Carlo Caffarra, L’amore insidiato, secondo volume del dittico “Non è bene che l’uomo sia solo. L’amore, il matrimonio, la famiglia nella prospettiva cristiana” (Cantagalli 2009, pp. 384, 20,00 euro).Il premio verrà consegnato durante la cerimonia di proclamazione che avrà luogo il prossimo 26 settembre, alle ore 18,30, ad Anacapri.  Carlo Caffarra non ha dubbi: «È l’intelligenza umana la prima dimensione della persona ad essere insidiata. Questo volume testimonia quanto l’impegno di Caffarra per riportare l’uomo a se stesso, a un’antropologia adeguata che ritrovi la piena significatività del nesso persona-matrimonio-famiglia, sia pratica di vita e impegno pastorale quotidiano. Non è un libro che nasce a tavolino, nel chiuso di un’esperienza intellettuale, ma un’opera che si fa gradualmente, uno scritto dopo l’altro, ognuno tappa di un viaggio che cresce su se stesso, nel procedere attraverso i luoghi, le occasioni, gli incontri. Un pensiero in cammino, nel dinamismo incessante e mai concluso della ricerca. Nella sete di conoscenza della mente protesa all’infinito e nell’inquietudine del cuore, acceso da passione di Verità.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Umberto Eco simbolo della cultura italiana nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

“Sono sentitamente onorato per aver partecipato alla cerimonia di riconoscimento dell’onorificenza di Grand’Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Federale di Germania consegnato dall’Ambasciatore di Germania Steiner al Professor Umberto Eco su decisione del Presidente Federale Horst Köhler per la sua cultura e la sua rettitudine civile. Un riconoscimento che ci riempie di orgoglio e che testimonia come la cultura italiana ed i suoi più alti referenti siano apprezzati e riconosciuti oltre confine”. Questo il commento di Aldo Di Biagio, Responsabile Italiani nel Mondo del PdL, in occasione del ricevimento tenutosi presso l’Ambasciata di Germania a Roma, in occasione della quale è stato riconosciuta l’onorificenza al Professore Umberto Eco.“Umberto Eco è un profondo conoscitore della cultura tedesca ed è molto apprezzato in Germania per i suoi scritti e per i suoi studi  – conclude – elemento che testimonia con forza quanto il Professor Eco rappresenti un vero e proprio patrimonio della cultura italiana nel mondo”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cancro due aree cliniche: oncologica e cure palliative

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Prima e dopo il cancro. Il ruolo del medico di famiglia nella gestione del malato oncologico diventa sempre più rilevante, non solo nella fase successiva alla dimissione ospedaliera, ma anche e soprattutto nel favorire la diagnosi precoce con la partecipazione dei pazienti alle campagne di screening. Domani a Genova medici di medicina generale, oncologi e palliativisti si confronteranno nel corso del Convegno “Il paziente oncologico: dalla diagnosi alle cure palliative verso una rete integrata a beneficio del paziente”: è il 2° Congresso Regionale SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) Liguria, particolarmente importante perché per la prima volta coinvolge due aree cliniche nazionali SIMG, l’area oncologica e quella delle cure palliative. Ogni anno in Liguria si registrano circa 8000 nuovi casi di cancro. “Nel prossimo futuro – spiega il dott. Pierclaudio Brasesco, Presidente regionale SIMG Liguria – saremo chiamati sempre più a collaborare con gli oncologi su molte terapie che sono ormai domiciliari. E il tema della prevenzione oncologica attraverso gli screening cogestiti dai medici di famiglia va totalmente riaffermato, sopratutto in Liguria, dove non solo si assiste al mancato coinvolgimento dei medici di medicina generale ma vi è una quasi totale assenza degli screening stessi”. “Altre esperienze regionali – afferma il dott. Claudio Cricelli, presidente nazionale SIMG –, ad esempio quella veneta, hanno invece evidenziato il nostro apporto fondamentale nel migliorare l’adesione della popolazione alle campagne di sensibilizzazione. Grazie al rapporto costante con i nostri assistiti possiamo informarli nel corso della normale attività clinica, con il materiale divulgativo disponibile nelle sale d’attesa e con il richiamo rivolto a coloro che non si presentano al primo invito per effettuare gli screening”. Il congresso si pone l’obiettivo di un ulteriore confronto: quello con le istituzioni regionali e locali (ASL) con l’obiettivo di trovare un “consensus” verso una “rete integrata a beneficio del paziente”. Sono stati invitati Claudio Burlando, presidente della regione Liguria, e Marta Vincenzi, sindaco di Genova.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ospedale Amico dei Bambini”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

L’Unicef Italia è lieto di annunciare che il Presidio Ospedaliero Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba Como (CO) ha raggiunto gli standard validi per il riconoscimento internazionale promosso da UNICEF e OMS ‘Ospedale Amico dei Bambini’. “L’iniziativa ‘Ospedale Amico dei Bambini’- dichiara il Presidente dell’UNICEF Italia Vincenzo Spadafora – è stata lanciata nel 1992 al fine di assicurare che tutti gli ospedali accolgano nel migliore modo possibile i  neonati diventando centri di promozione e sostegno per l’allattamento al seno”. “Dal lancio dell’iniziativa a oggi – prosegue il Presidente Spadafora – più di 20.000 ospedali in 156 paesi in via di sviluppo ed industrializzati hanno ottenuto il riconoscimento di “Ospedale Amico dei Bambini”. Nei paesi dove gli ospedali sono stati riconosciuti è aumentato il numero di donne che allattano al seno ed è migliorato lo stato di salute dell’infanzia”. Per diventare ‘Ospedale Amico dei Bambini’, un ospedale deve applicare le dieci norme specifiche UNICEF/OMS in favore dell’allattamento al seno, che prevedono, fra l’altro, di non accettare campioni gratuiti o a buon mercato di surrogati al latte materno, non usare biberon o tettarelle, promuovere la formazione di tutto il personale, il rooming-in (sistemazione del bambino nella stessa stanza della madre 24 ore su 24) e una informazione corretta alle madri per incoraggiarle ad allattare esclusivamente al seno almeno per i primi sei mesi di vita del neonato. http://www.unicef.it
L’Ospedale “Sacra Famiglia Fatebenefratelli” di Erba è il primo ospedale nella Regione Lombardia ad essere riconosciuto “Ospedale Amico dei Bambini” e si aggiunge agli altri diciassette ospedali italiani già riconosciuti: Bassano del Grappa, Soave/San Bonifacio, Merano, Montepulciano (Ospedali riuniti di Valdichiana), Bari (Casa di Cura La Madonnina), Bressanone, ”Santa Maria degli Angeli” Pordenone, Vipiteno, Roma (Casa di Cura Santa Famiglia), Viterbo, Osimo e Borgo San Lorenzo (FI), Ospedale di San Vito al Tagliamento, (PN) Presidio Ospedaliero di Pistoia, Ospedali Riuniti dell’Altavaldelsa di Poggibonsi, l’Ospedale S. Maria Annunziata di Firenze, e il Presidio Ospedaliero di Lucca.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’economia dal volto umano

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Roma 30 settembre, ore 10 Senato della Repubblica – Sala Capitolare Piazza della Minerva, 38 –  Ne discutono: -Pasquale Viespoli Sottosegretario di Stato per lavoro, salute, politiche sociali – Alessandra Servidori Consigliere nazionale Comitato pari opportunità ministero del Lavoro -Pasquale Giuliano Presidente Commissione lavoro del Senato  -Cesare Cursi Presidente Commissione industria del Senato -Vinicio Peluffo Deputato Commissione attività produttive della Camera -Luca Pozzoli Presidente Avedisco -Maurizio Sorcioni Responsabile ufficio studi Italia Lavoro Moderatore del dibattito:  Paolo Di Giannantonio – giornalista Tg1 RAI

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’aborto e gli uomini della Chiesa

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Lettera al direttore. Sembra che l’aborto sia un problema che riguardi soprattutto gli uomini, e segnatamente gli uomini della Chiesa. Questi, infatti, non perdono occasione per parlarne. Adesso l’occasione è data dalla pillola Ru486. Renderebbe meno complicato l’aborto e gli ecclesiastici temono che le donne lo scambino per un giochino. Ai signori della Chiesa vorrei chiedere se ritengono ci sia la giusta proporzione tra il loro continuo parlare a favore dell’embrione, essere debole e indifeso, e il loro parlare a favore dei 100 milioni nel mondo di bambine, pure deboli e indifese, costrette a lavorare , metà delle quali impiegate in mansioni pericolose, e  moltissime delle quali obbligate a lavori forzati, o sfruttate nel commercio sessuale minorile (rapporto “Give girls a chance” – 11 giugno 2009). Vorrei chiedere loro se la vita di queste creature che soffrono pene indicibili, è meno importante della vita dell’embrione. Se l’importanza è la stessa, allora dovremmo sentir parlare di quelle bambine tante volte, quante volte sentiamo parlare degli embrioni. Allora il nostro Papa dovrebbe dire che chi sfrutta quelle innocenti, commette un crimine simile a quello di Caino, come fece Giovanni Paolo II nei riguardi delle donne che abortiscono. Oppure sfruttare, tormentare, e magari far morire anzi tempo quelle creature, è crimine meno grave dell’aborto? Vorrei infine chiedere se c’è la giusta proporzione tra il loro parlare a favore dell’embrione, e il loro parlare a favore delle donne che nel nostro Paese sono maltrattate, ferite, e uccise dagli uomini. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

VIII edizione de “I Dialoghi di Trani”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2009

Castello Svevo di Trani fino al 27 settembre 2009 manifestazione che riunisce noti scrittori e personalità del mondo dell’editoria, del giornalismo, della politica e della cultura, della scienza, su temi molto legati al ruolo del cittadino e dell’individuo, al suo protagonismo, alle sue responsabilità. Il tema di quest’anno è “CoScienza e Democrazia”. Beppino Englaro, accompagnato da Paolo Flores d’Arcais, è intervenuto questa mattina alla manifestazione pronunciando un accorato discorso che riassumiamo: “Dobbiamo convivere tra cittadini che, in fatto di fine vita, accanimento terapeutico, sofferenze terminali, sostengono etiche diverse”. Scrive così Paolo Flores D’Arcais nel suo libro “A chi appartiene la tua vita?”( Ponte della Grazie),  un documento appassionante che affronta gli aspetti filosofici, religiosi e politici delle scelte sul fine vita e sul quale siamo chiamati a ragionare nell’ambito degli appuntamenti della  nuova edizione de “I dialoghi di Trani”.  Dinanzi alle scelte più intime che interrogano l’essere umano (“ cosa voglio fare di me della mia vita e del mio corpo? “) D’Arcais propone sostanzialmente una visione liberale basata sull’autonomia dell’individuo. “ Altrimenti  – scrive D’Arcais –  se ci si accorda che le scelte sul fine vita spettano alla società e allo Stato prima che all’individuo si giunge a una soluzione aberrante e si entra nel girone infernale dove a qualsiasi maggioranza tutto è possibile: per esempio anche costringere una donna a portare a termine una gravidanza non voluta, esattamente come costringerla a interrompere una gravidanza desiderata, perché la maggioranza ritiene che si sia una grave minaccia di esplosione demografica e nessuna donna possa fare più di due figli”. Insomma, saremmo al totalitarismo. Io non posso non condividere le parole di Flores D’Arcais e non da filosofo ma  da semplice cittadino mi chiedo per quale motivo  parlare di libertà e di scelte individuali sia stato però ritenuto un  affronto in questo paese. In quei principi e in quelle regole, in particolare nell’art.. 32 della Costituzione, i giudici  hanno trovato il riferimento più completo per scrivere le sentenze che hanno infine consentito di dare attuazione alla volontà liberamente espressa a suo tempo da mia figlia Eluana  “Nessuno – si legge in quell’articolo – può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana  Dopo tutto quello che è accaduto in questo paese mi chiedo come sia possibile pensare ancora oggi che esista un diritto “della maggioranza “ a decidere sulla vita di una persona  stravolgendone le opinioni, i convincimenti più profondi, il suo stile di vita, unico e per questo degno di ascolto. Mi domando come si possa cercare  continuamente di dissacrare e seppellire le conquiste  sancite dai nostri padri costituenti, dalle donne e dagli uomini che ebbero il compito di ricostruire il tessuto sociale e civile di una nazione lacerata dalla guerra e che aveva bisogno di ritrovare valori condivisi, fuori dalle ideologie.  Il disegno di legge sul testamento biologico, approvato dal Senato e sul quale sta discutendo ora l’altro ramo del Parlamento, dimentica davvero quanto scritto nella nostra Costituzione e, cosa peggiore, giunge persino a manipolarla, con risultati che, – rileva lo stesso D’Arcais – finiscono per suonare persino ironici. Ma quale  rispetto dell’autoderminazione può esserci in un disegno di legge che impedisce di inserire l’idratazione e l’alimentazione nelle dichiarazioni anticipate di volontà?  Dove è la mia libertà se non posso decidere per me stesso quali terapie posso accettare o rifiutare? Che legge è quella che mi impone le convinzioni di un altro, che in nome del suo credo e delle sue certezze,  si autoproclama più saggio e dunque degno di decidere anche per me?  La presa di posizione di alcuni  parlamentari del pdl che nei giorni scorsi  hanno chiesto di potersi esprimere secondo coscienza, fuori dalla disciplina di partito,  nel voto che li attende alla Camera sulle norme relative al testamento biologico, non può che essere bene accolta. Mi auguro che  non si perda questa volta l’occasione per sgombrare il campo dagli equivoci che hanno accompagnato la discussione sul fine vita  per giungere ad una legge davvero rispettosa delle libertà civili”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »