Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

La logica del “do ut des”

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 settembre 2009

Lettera al direttore. Sorrisi e strette di mano tra il Pontefice e Silvio Berlusconi a Ciampino. Io non posso immaginare che cosa il Cavaliere pensi di papa Ratzinger, però considerato che la dirittura morale è caratteristica necessaria di un papa eletto per volere dello Spirito Santo, mi sento autorizzata ad immaginare che cosa Benedetto XVI pensi del Cavaliere. E quindi dovrei stupirmi assai per il fatto che il Papa non gli abbia detto quel che pensava del suo comportamento, chiaramente, come avrebbe fatto Gesù. Ma da tempo la Chiesa ci ha abituati al principio del do ut des; io do una cosa a te, e tu dai una cosa a me; da tempo ci ha abituati a veder subordinare ciò che è giusto a ciò che conviene. Nessuna meraviglia quindi. La Chiesa mette tutto a tacere, chiude un occhio sui comportamenti poco lodevoli del Cavaliere, sulle posizioni inumane della Lega nei riguardi degli immigrati, e in compenso potrà imporre ai cittadini italiani la sua posizione riguardo al  testamento biologico e alla pillola abortiva RU486. Carlo Magno imponeva il battesimo con la violenza e il terrore, la Chiesa  impone la sua volontà ricorrendo ad armi più sottili. Ma ogni forma di coartazione è contraria al vangelo di Cristo. (Elisa Merlo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: