Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

In mostra a Roma il gioiello contemporaneo

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 ottobre 2009

Roma 6 ottobre, alle ore 12, presso la sede di Roma della Regione del Veneto, in via del Tritone 46 (IV piano). Presentazione mostra e convegno saranno presentati nella conferenza stampa alla presenza dell’Assessore alla cultura del Comune di Padova Andrea Colasio, della Dirigente attività culturali del Comune di Padova Mirella Cisotto, della Soprintendente ai beni storico-artistici del Veneto Anna Maria Spiazzi, del Camerlengo dell’Università degli Orefici Stefano Scortecci e del Console Conservatore Corrado Di Giacomo. Vi presenzieranno anche la Dirigente dell’U.P. Attività culturali e spettacolo Maria Teresa De Gregorio e il Dirigente regionale della Direzione Sede di Roma Paolo Bellieni per la Regione del Veneto. La rassegna verrà inaugurata il 7 ottobre e sarà aperta al pubblico dal 9 al 17 ottobre, presso l’Università e Nobil Collegio degli Orefici Gioiellieri ed Argentieri dell’Alma Città di Roma (in Via di Sant’Eligio,7). Seguirà l’8 ottobre il convegno. Sono previsti interventi dei rappresentanti dell’Università degli Orefici, di gioiellieri, orafi e galleristi, artisti ed esperti provenienti da varie parti d’Italia. La Mostra è a cura di Mirella Cisotto, Corrado Di Giacomo, Anna Maria Spiazzi e, per la Regione del Veneto, Simonetta Olivieri. La “Scuola orafa di Padova – conosciuta a livello internazionale come la “Padua’s Gold School” – rappresenta, da oltre 50 anni, un fenomeno unico in Europa. E’ nata dall’esperienza professionale e artistica di alcuni maestri (Mario Pinton, Francesco Pavan, Giampaolo Babetto), che si riconoscevano in uno stile anticommerciale e antidecorativo, basato sulla purezza delle forme, la misura della materia, l’equilibrio delle proporzioni e la sperimentazione di nuovi materiali e tecniche. Accanto all’oro e all’argento, si usano infatti l’acciaio, il titanio, il rame, il ferro, pietre, spesso non preziose, vetri, legni e resine, smalti, terre e pigmenti, stoffe e tessuti, plastiche, materiali poveri o riscoperti dopo secoli come il niello, lega metallica di colore nero, usata come intarsio nell’incisione dei metalli. In occasione della mostra, a rappresentare la Scuola di Padova sono stati chiamati 17 autori, scelti tra le maggiori personalità artistiche nel campo della gioielleria contemporanea. I gioielli-scultura creati dagli artisti di Padova, diventano pezzi da collezionismo e sono già patrimonio di decine di musei in tutto il mondo. Ospite della manifestazione sarà Marina Filippini di Verona, con alcuni pezzi realizzati e firmati da famosi artisti contemporanei, espressione dell’unione del mondo orafo con quello artistico-culturale. (Dr. Paolo Bellieni)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: