Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

La figura del collaboratore parlamentare

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2009

L’Associazione Nazionale Collaboratori Parlamentari in un comunicato, a  proposito di quanto scritto “La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro che sostiene la non subordinazione dell’attività lavorativa del Collaboratore Parlamentare al deputato o senatore che l’ha assunto”,  ha precisato che “I consulenti del lavoro hanno ragione quando affermano che la nostra attività lavorativa è caratterizzata da un elevato contenuto professionale e che presuppone conoscenze giuridiche e tecniche ma sbagliano a ricondurre tutto nell’alveo del rapporto di lavoro autonomo dal momento che il Collaboratore Parlamentare svolge contemporaneamente molteplici ruoli ben distinti, ad ognuno dei quali in linea teorica è applicabile un contratto di riferimento”. La posizione, quindi, dei collaboratori parlamentari è più complessa di quanto si voglia far credere tanto che il Giudice di merito per tale ruolo ha definito l’applicazione del contratto nazionale studi professionali applicando il terzo livello, quindi attività prettamente subordinata dei rapporti con l’esterno, attività questa inquadrabile nell’alveo delle pubbliche relazioni, ma non dimentichiamoci che i responsabili degli URP della Pubblica Amministrazione sono dipendenti a tutti gli effetti e non certo consulenti autonomi per gli Enti in cui operano”. “Anche in questo caso, si soggiunge, è applicabile la tipologia di lavoro subordinato poiché le relazioni esterne vengono effettuate su precisa indicazione e coordinamento da parte del Parlamentare. Altro ruolo chiave dell’attività del Collaboratore Parlamentare è l’attività dei rapporti con la stampa, della redazione dei comunicati stampa che esprimono le tesi e le posizioni assunte dal Parlamentare e della redazione di articoli e testi giornalistici da inviare ai media per la pubblicazione, oltre alla cura della rassegna stampa”. Ed infine – prosegue l’Ancoparl – i Collaboratori dei Deputati svolgono l’attività propria della cura e redazione degli atti parlamentari, attività questa assolutamente di carattere professionale e dall’alto profilo tecnico-normativo ma anche in questo caso riteniamo azzardato, o comunque vale il discorso dell’attività preminentemente svolta, ricondurre questo ruolo ad una mera attività consulenziale di natura autonoma, in primo luogo perche’ il Collaboratore redige l’atto parlamentare su precise indicazioni del Deputato o del Senatore che ha il ‘polso politico’ sulla materia, in secondo luogo perchè tale attività è assimilabile a quella svolta dai funzionari delle Commissioni e dei Servizi Assemblea della Camera e del Senato che sono dipendenti delle rispettive Amministrazioni e non certo lavoratori autonomi. Quindi – precisa l’Ancoparl – ci sembra che la Fondazione dei Consulenti del Lavoro voglia giocare una partita scorretta, puntando tutto sul lavoro autonomo, magari per fare un favore alla mala-politica, laddove nei fatti  cio’ non e’ possibile, a meno di una precisa scelta contrattuale tra le parti, ma qui si aprirebbe un nuovo fronte per il Parlamento che è quello delle partite iva fasulle che prolifererebbero anche al suo interno. Ci spiace poi, e appare grave, che la Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro non abbia considerato quanto gia’ avvenuto in altri Parlamenti Europei e soprattutto all’Europarlamento dove i Collaboratori dei Deputati sono assunti direttamente dal Parlamento con un contratto di lavoro dipendente e inquadrati nel ruolo degli agenti temporanei ma con la specifica che per la definizione degli orari di lavoro, ferie e permessi, deve essere stipulato un preciso accordo con il deputato da cui dipendono in ossequio alla normativa nazionale di riferimento. In considerazione di ciò Ancoparl proponeche si riconosca la professione e si stabilisca un ordine professionale con un preciso tariffario ed un codice deontologico e un contratto nazionale applicabile alla categoria.”www.ancoparl.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: