Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 1 novembre 2009

Le tre opzioni

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Editoriale fidest. Con il sistema, contro il sistema, mediando. Molti si lamentano perché non accettano l’attuale andazzo. Altri lo gradiscono e altri ancora cercano di fare dei distinguo tra ciò che è buono e ciò che è male. In altre parole non vogliono fare di tutta l’erba un fascio. Sono queste, per lo più, le tre opzioni che dividono gli italiani al cospetto della politica. Se poi assegniamo alle tre opzioni nomi che ci sono più familiari possiamo dire che coloro che si sentono nel sistema capitalistico, e persino accettando le sue logiche consumistiche, il modo spregiudicato di fare soldi, di intraprendere iniziative commerciali e imprenditoriali senza andare molto per il sottile, li possiamo collocare tra la destra di Fini e la socialdemocrazia dell’ala movimentista, di quelli che un tempo si chiamavano comunisti. Chi, invece, prova ripulsa per l’attuale sistema e che un tempo ha sposato l’idea di un comunismo radicale in opposizione al capitalismo ovvero per uno stato padrone contro un privato padrone nutre ancora il sogno di una rivoluzione proletaria. Vi è poi la terza via che appare sulla carta più pragmatica, più incline ad accettare qualche eccesso in nome del quieto vivere. E’ una forma di tolleranza che potrebbe anche essere scambiata per debolezza, per indifferenza, per agnosticismo. Ma non è esattamente così. Costoro si rendono conto che la società deve necessariamente convivere con le sue diverse e molteplici anime e per farlo deve accettare la dialettica interna e internazionale e il riconoscere l’esistenza di più verità. Quest’ultima opzione si pensa possa rappresentare la maggioranza assoluta del paese, diciamo intorno al 70% dell’elettorato e si tende a dare loro una collocazione definendoli “centristi”.  Allo stato attuale non vi è un partito che li rappresenta, se non marginalmente. Forse da qui parte l’idea di Fini di voler spostare il suo asse politico per rendersi più credibile a questo popolo del centro e di tentare d’attrarre altre forze e uomini sulla stessa area. Ha pensato, innanzitutto, chi tra i suoi può seguirlo staccandosi dall’abbraccio del Pdl di Berlusconi, e poi all’Udc di Casini e a quella vocazione centrista che oggi alberga impropriamente nel Pd di Bersani e di cui il transfuga Francesco Rutelli può esserne l’esempio. Sapranno essere credibili in specie se alle loro spalle si colloca l’industriale Montezemolo? Qui ci troviamo al cospetto della logica dei vasi comunicanti: per riempire l’uno bisogna svuotare gli altri e che sono, per il momento, ben consolidati sul territorio: il Pd, il Pdl, la Lega e l’Idv. Per farlo devono essere credibili operando scelte e programmi adeguati alle aspettative del popolo centrista e dotarsi di una leadership indiscussa anche se non carismatica. E’ questo il punto più debole. Chi dovrebbe impersonare tale ruolo appannando quello degli altri? Casini o Fini? Montezemolo o Rutelli? O un mister X di cui non conosciamo ancora l’identità ma che potrebbe nascondersi nel cilindro del prestigiatore di turno? Ma tutte queste alchimie poste alle soglie della fantapolitica valgono poco se nel frattempo dobbiamo affrontare un sistema paese che si regge in uno stato di precarietà molto serio e ha bisogno di interventi immediati per ricondurlo in un’area di sicurezza. Non vorremmo, come già è in atto, che la politica resti un passo indietro ai bisogni reali del paese e alla fine corra il rischio di farsi coinvolgere facendo perdere la pazienza proprio a quella grande forza centrista di cui tutti vorrebbero appropriarsene ma senza darle, nel frattempo, una sponda per reggersi. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milano, è morta Alda Merini

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

meriniUna vita tra arte e lucida follia. La poetessa aveva 78 anni. E’ deceduta nel reparto di oncologia dell’ospedale San Paolo alle 17.30 dell’1 novembre. Nel 1996 era stata proposta per il Nobel per la letteratura dall’Accademie francaise Era considerata una delle principali poetesse del Novecento. Nel 1996 era stata proposta per il Premio Nobel per la Letteratura dall’Academie Française. Il Presidente Napolitano: «Viene meno un’ispirata e limpida voce poetica».  Merini era nata a Milano il 21 marzo 1931. Una data significativa, il primo giorno di primavera, che le aveva dato anche lo spunto per una delle sue poesie. «Sono nata il ventuno a primavera ma non sapevo che nascere folle, aprire le zolle potesse scatenar tempesta». E la follia è stata una delle cifre di tutta la sua vita, avendo lei conosciuto anche l’internamento in ospedale psichiatrico, all’inizio degli anni Settanta. Un’esperienza che la portò a scrivere anche alcuni testi ispirati al manicomio e poi raccolti ne «La Terra Santa», del 1984.  La sua poesia, visionaria ma anche sommessa, porta traccia della sua vita ed è considerata un’opera di prima grandezza nella letteratura italiana. Il 16 ottobre del 2007 le venne concessa dalla Facoltà di Scienze della Formazione di Messina, la laurea magistrale honoris causa, in “Teorie della comunicazione e dei linguaggi”. Il 1° giugno del 2002 il presidente Carlo Azeglio Ciampi la insignì dell’onorificienza di Commendatore al merito della Repubblica Italiana.  Alda Merini ha iniziato a comporre le prime liriche giovanissima, a 16 anni. Il suo primo incontro con il mondo letterario avvenne quando Silvana Rovelli, cugina di Ada Negri, sottopose alcune delle sue poesie ad Angelo Romanò che, a sua volta, le fece leggere a Giacinto Spagnoletti, considerato lo scopritore della poetessa. La prima raccolta di poesie di Alda Merini: «La presenza di Orfeo» pubblicata nel 1953, ebbe subito un grande successo di critica. Il suo capolavoro è però considerato «La Terra Santa» che le è valso, nel 1993, il Premio Librex-Guggenheim “Eugenio Montale” per la poesia. Altre sue raccolte di versi sono «Testamento», «Vuoto d’amore», «Ballate non pagate», «Fiore di poesia 1951-1997», «Superba è la notte», «L’anima innamorata», «Corpo d’amore», «Un incontro con Gesù», «Magnificat. Un incontro con Maria», «La carne degli Angeli», «Più bella della poesia è stata la mia vita», «Clinica dell’abbandono» e «Folle, folle, folle d’amore per te. Poesie per giovani innamorati».  Nella sua carriera artistica, Alda Merini si è cimentata anche con la prosa in «L’altra verità. Diario di una diversa», «Delirio amoroso», «Il tormento delle figure», «Le parole di Alda Merini», «La pazza della porta accanto» (con il quale vinse il Premio Latina 1995 e fu finalista al Premio Rapallo 1996), «La vita facile», «Lettere a un racconto. Prose lunghe e brevi» e «Il ladro Giuseppe. Racconti degli anni Sessanta» e con gli aforismi «Aforismi e magie». Nel 1996 era stata proposta per il Premio Nobel per la Letteratura dall’Academie Francaise e ha vinto il Premio Viareggio. Nel 1997 le è stato assegnato il Premio Procida-Elsa Morante e nel 1999 il Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Settore Poesia. (merini)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: David Maljkovic – Susanne M. Winterling

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

lost memoriesNapoli fino al 28/2/2010 Largo Avellino 17, Fondazione Morra Greco Doppia personale a cura di Gigiotto del Vecchio  Parlare di Futurismo in rapporto a David Maljkovic (Rijeka, Croazia, 1973), risulta appropriato: l’artista ha stabilito un intenso dialogo poetico con il grande movimento d’avanguardia, pur mantenendosi ad una certa distanza così da evitare un inappropriato assorbimento totale. Nel testo che accompagna l’installazione -Again for Tomorrow- (2003), uno dei suoi viaggi attraverso la storia, Maljkovic incontra i futuristi, vi stabilisce un scambio dialettico cercando pero’ di mettersi al riparo dall’essere coinvolto in qualsiasi possibilità nostalgica. David Maljkovic osserva il cambiamento, la velocità con cui, in una società postfordista e liberale ci si libera con estrema naturalezza di ogni cosa e si procede ad una metodologia di avvicendamento, di frenetico cambiamento e continua sostituzione, in cui l’oggetto o il pensiero vengono consumati e si alternano a ritmi sostenuti. Il focus attorno cui si sviluppa buona parte dell’opera dell’artista croato e’ l’architettura, la dimensione urbana e sociale in cui essa si inserisce, con tutto il suo bagaglio di significati persi ed anche ritrovati, riposizionati all’interno di una nuova possibile, dinamica e fantastica evoluzione.  L’opera complessiva di David Maljkovic si è sviluppata nel corso degli anni a partire da due progetti in relazione tra loro, la trilogia -Scenes from new heritage 1-3- (2002-2006) e -These days- (2005). Alla base del lavoro della tedesca Susanne M. Winterling (Rehau, Germania, 1970) vi e’ la necessità di elaborare, così come lei stessa ha dichiarato in una recente intervista, delle autobiografie impossibili, in cui si pone al centro la vita dell’artista ed il suo essere personalità doppia e mutevole, in associazione con figure ed evocazioni che possano sviluppare un percorso parallelo di comprensione e di analisi della figura della Winterling stessa. In passato l’artista si e’ confrontata con personaggi diversi, icone femminili anticonformiste degli anni venti quali Isadora Duncan, Ma non e’ solo con la figura femminile che Susanne Winterling si confronta: nel progetto per la Fondazione Morra Greco, la figura di Torquato Tasso è il motore che fa partire il lavoro e la riflessione dell’artista, in rapporto ad un’idea che assimila al concetto di spazio quello dell’identità. (Immagine: Lost memories David Maljkovic)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Petizione al Parlamento sul budget del ricoverato

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Il Presidente di Cristiani per servire dr. Franco Previte invia ai presidenti del Parlamento italiano una petizione sul tema del Budget del ricoverato e del malato. Tra l’altro Previte scrive: “ritenendo sempre, come è nella normalità, che la vita va difesa per la sua assoluta e suprema  dignità, anche quando è debole ed indifesa compreso il mondo della sofferenza; considerato che, pare, si vada affermando, anche nel campo della disabilità in genere, il “budget  del ricoverato” e cioè che superato l’intervento finanziario il paziente, in qualsiasi condizione di salute si trova, verrebbe dimesso dalla struttura ospedaliera, ancor più grave se agonizzante, in fase  terminale ed in età avanzata, come si va “ventilando” nelle corsie ospedaliere,  se quanto sopra si va avverando, non possiamo che ritenere essere pura eutanasia!” E precisa: “Come avevamo più e più volte temuto con Petizioni giacenti presso i due Consessi, se le  “proposte” inerenti gli artt. 23 e 25 della “Convenzione sui diritti delle persone con disabilità”, (Prot.Distr.General A/61/611, adottata il 6 dicembre 2006 dall’ONU e ratificata in toto dal Governo  in carica con il disegno di legge n.2121 art. 2 del 20 febbraio 2009), vengono applicate in riferimento alla salute riproduttiva, queste possono introdurre l’eutanasia, con la negazione del diritto alla vita e con la possibilità che vittima predestinata sia la categoria di tutti i disabili o handicappati. Questa nuova ed inconcepibile “forma di risparmio” a danno del ricoverato che va sotto il nome  di “budget del ricoverato” se dovesse trovare riscontro, confermando le voci che “girano”, sarebbe  contro l’art.25 lettera f) della “Convenzione sui diritti delle persone con disabilità” che stabilisce di: “Impedire il rifiuto dell’assistenza sanitaria o dei servizi sanitari nonché di alimenti o liquidi a  causa della disabilità”. Inoltre contro la Costituzione Italiana, Trattati Internazionali e la Costituzione Europea che ribadisce l’individuo è persona, un essere umano a qualunque età e condizione esso si trova.  Atteso invano che il Servizio Sanitario Nazionale o meglio il Ministro della Salute ed il Governo  rispondano al nostro appello considerando che è inalienabile il diritto alla vita di ogni paziente  disabile, “budget o non budget del ricoverato”, poiché col silenzio tutt’ora in itinere non si può che  supporre di incamminarci sulla strada dell’imbarbarimento, inizio della fine della nostra civiltà.  In merito, anche a nome dell’opinione pubblica, ritenendo che è doveroso, essenziale non  procrastinabile il chiarimento di questa possibile “situazione”, si chiede al Senato della Repubblica  ed alla Camera dei Deputati, con sollecita urgenza, di far conoscere qual è la verità.”

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva in Italia “Girls Life”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

girls lifeSettimane di attesa e migliaia di messaggi su Internet per il primo videogame creato esclusivamente per le ragazzine e le adolescenti. E Girls Life e’ gia’ diventato un vero e proprio caso di marketing, soprattutto per il fatto che le giovanissime sembravano essere poco attratte dal mondo dei videogame. E’ bastato far percepire in maniera diversa la console portatile di Nintendo, da piattaforma di videogiochi a palmare di tendenza, e inserire i contenuti piu’ ricercati dalle ragazzine, per creare una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’intrattenimento. Girls Life si propone come una vera e propria saga in cui le ragazzine possono affrontare e vivere esperienze davvero uniche. Il primo titolo rilasciato sul mercato da Ubisoft e’ Girls Life: Glamour look, che consente di sfruttare al massimo le nuove caratteristiche di Nintendo DS: le giocatrici possono infatti scattarsi una foto o fotografare un’amica, inserire queste immagini all’interno del gioco e trovarsi in un vero e proprio mondo virtuale.  Il secondo titolo della serie sara’ Girls Life: Crea la tua moda, grazie al quale le giovani videogiocatrici indosseranno i panni di una giovane stilista alle prese con il lancio di un nuovo brand. Dall’apertura di una nuova agenzia di moda, ai disegni di abiti chic e di tendenza, dall’organizzazione delle sfilate, all’ingaggio di stelle del mondo dello spettacolo per indossare le nuove creazioni, sino a diventare famosa e godere delle luci della ribalta con boutique aperte in tutto il mondo. (girls life)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Fiat chiude Arese

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Le varie aziende FIAT in solido appartengono ai contribuenti italiani, stante la mole di contributi che da sempre la FIAT percepisce, con tutti i governi. La chiusura di uno stabilimento diventa un affronto e uno spreco di denaro pubblico diventato privato, con l’aggravante di infittire la schiera dei disoccupati e sottoccupati. E’ il segnale perentorio del fallimento del capitalismo liberista che ama generare dividendi con gli utili mentre adora socializzare le perdite, invocando un pretestuoso mantenimento dei posti di lavoro.  L’Italia del cavaliere, sarà l’ultima nazione dell’Occidente a capire la fine del capitalismo liberista.  Oggi compare all’orizzonte un nuovo e diverso capitalismo, partorito da questa crisi che il liberismo non sa e non può controllare; compare il “capitalismo sociale” in grado di coniugare insieme il capitale/denaro  con  il capitale/lavoro al fine di garantire, tanto al denaro quanto al lavoro la giusta remunerazione.  Se la FIAT intende chiudere perché quella particolare fabbrica non è remunerativa, allora dovrebbe essere socializzata  (ho detto socializzata e non nazionalizzata, perché è su questa voluta confusione che trova respiro l’anticomunismo del cavaliere) e affidata agli stessi operai riuniti in varie cooperative di produzione e lavoro, fra di loro consorziate e finalizzate ad un progetto a breve e medio termine, in grado di mantenere la produzione, ridurre i costi, migliorare la produttività e, di conseguenza, il giusto collocamento nei mercati. Una gestione manageriale a basso costo ma ad alta qualità, dove il manager verrebbe retribuito in base ai risultati. Verrebbe garantito il giusto salario, un giusto TFR, ed un giusto ricambio generazionale all’interno della fabbrica. La competitività sui mercati sarebbe un onere aggiuntivo che gli stessi operai sarebbero chiamati a risolvere, ritrovandosi, essi stessi, responsabili del mantenimento del loro posto di lavoro. Oggi le retribuzioni medie non corrispondono alla reale produzione, in quanto una larga fetta del lavoro si trasforma in plus-prodotto che genera un plus-valore, dai quali l’operaio e il prestatore d’opera, è perentoriamente escluso. I regimi di sicurezza, che rappresentano un costo, non vengono rispettati in onere al maggior utile che proviene dal loro risparmi, così l’Itala detiene la magli n. 1 delle morti bianche, così chiamate per esorcizzare, con il candore del colore, la brutalità di una morte per lavorare, quando il lavoro deve servire per vivere. I sindacati non accetterebbero mai una simile impostazione, perché renderebbe inutile la loro presenza sul mercato del lavoro. Il comunismo non c’entra nulla, se non negli incubi del cavaliere (più cavallerizzo che cavaliere), perché lo Stato dovrebbe solamente vigilare che la laida speculazione personalistica, uscita dal portone, non tenti di rientrare dalla finestra. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In memoria di Pasolini

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Lunedi’ 2 novembre alle ore 12 come ogni anno dal 1976 raduno all’Idroscalo di Ostia, luogo in cui Pier Paolo Pasolini è stato brutalmente ucciso, vittima tristemente più celebre di una violentissima e assassina omofobia che nella notte tra l’ 1 e il 2 novembre del 1975 ha infierito sul corpo di un Genio, lacerandone la vitalità, le movenze, il sorriso, gli occhi, il cuore ma non intaccando di una virgola il pensiero di un grande e autentico profeta della modernità, attuale ancora oggi, trentaquattro anni dopo. Il cantuatore Ciri Ceccarini (www.ciriceccarini.it) proporrà una rilettura musicale della storica “Ballata per la Morte di Pasolini” che sarà contenuta nel cd di prossima pubblicazione “Sono ciò che sono” Luci spente a mezzanotte per l’Operazione Notte Buia, nell’ora della morte di Pier Paolo Pasolini.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Merini: il cordoglio di Alemanno

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

«Apprendo con molta tristezza della scomparsa della grande poetessa Alda Merini. Una donna anticonformista, coraggiosa, capace di esprimere la profondità dell’animo umano senza schemi e senza pregiudizi di alcun genere, sempre alla ricerca dell’autenticità. Ai familiari di questa grande donna va il mio cordoglio e la vicinanza della città di Roma». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ricordo di Giovanna Reggiani

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Roma, 2 novembre 2009, alle ore 10.30, il Partito dei Romeni d’Italia e il XX Municipio ricorderanno la tragica morte della signora Giovanna Reggiani, vittima di un gravissimo fatto di sangue che colpì la nostra comunità, a due anni dallo svolgimento dei fatti, con il deposito di una corona di fiori sul luogo della tragedia. La rappresentanza del PIR (Partito dei Romeni d’Italia) sarà comporta dal Presidente, Giancarlo Germani e dal Segretario, Mihai Muntean, mentre quella del XX Municipio, dal VicePresidente e Assessore alla Cultura, Marco Perina, dall’Assessore ai LL.PP., Stefano Erbaggi, dal Presidente del Consiglio Municipale, Simone Ariola e dal Presidente della Commissione Politiche Sociali, immigrazione e integrazione del XX Municipio, Giorgio Mori. La stazione della ferrovia, Roma-Viterbo, è stata ristrutturata completamente, garantendo maggiore sicurezza a tutti coloro che frequentano la zona ed il percorso di ricostruzione dei rapporti tra le due comunità, italiana e romena, è in lento processo di normalizzazione, dopo fortissimi attriti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venezia in danza 2009

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Venezia, 2 novembre 2009, ore 11.30 Ca’ Farsetti, Sala Giunta piccola conferenza stampa di presentazione della III edizione della rassegna VENEZIAinDANZA al Teatro Malibran dal 22 novembre al 5 dicembre 2009 intervengono: Luana Zanella Assessora alla Produzione Culturale del Comune di Venezia Angela Fiorella Dirigente Area delle Produzioni Culturali e dello Spettacolo Comune di Venezia Michela Barasciutti Direttrice artistica Compagnia Točnadanza Massimo Costantini Direttore organizzativo Compagnia Točnadanza

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ultime repliche per il Cyrano

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

cyranoRoma fino all’ 8 novembre 2009 Teatro Argentina Ultime repliche per il Cyrano di Edmond Rostand con Massimo Popolizio regia Daniele Abbado Ultima settima per il Cyrano dei record all’Argentina. Lo spettacolo, ancora in scena fino all’8 novembre, è stato visto già da 13.000 spettatori che hanno espresso il proprio consenso alla strepitosa interpretazione di Massimo Popolizio, formidabile nel ruolo del poeta spadaccino, e all’asciutta regia di Daniele Abbado. L’eroe romantico per eccellenza è ora un Cyrano moderno, che indossa un cappottaccio militare e ha sulla testa un cappello a forma di cilindro, capace di incantare col fisico, coi gesti e soprattutto con la parola, con il lirismo dei versi di Rostand, che continuano a parlare d’amore. Accanto a Massimo Popolizio una compagnia di giovani attori, omogenea a ben amalgamata, in armonia col protagonista.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Voci” immagini e parole di donne 1964 – 2009

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Fernanda,1971Roma dal 7 al 24 novembre 2009, allo Spaziottagoni, a Trastevere, via Goffredo Mameli, 9 si terrà la mostra personale di fotografia di Gabriele Morrione, “Voci. Immagini e parole di donne. 1964-2009” (dal lunedì al sabato, dalle ore 16.30 alle ore 20, domenica chiuso). Gabriele Morrione torna a esporre le proprie fotografie in una mostra antologica in cui protagoniste sono ancora una volta le donne. Attraverso i loro volti e i loro sguardi, le donne di Morrione ci guardano e si guardano. Ma non solo. A loro è stato chiesto di raccontarsi, attraverso un testo che ognuna ha scritto, a commento della propria fotografia. Diventa così una mostra “parlante”, in cui fotografie e testi ci rivelano di questi volti l’anima e il proprio sentire: donne sicure di sé ma insieme fragili, donne che vogliono apparire ma a volte sembrano nascondersi, nella luce, nei propri pensieri. Il catalogo della mostra “Voci. Immagini e parole di donne. 1964-2009” – Edizioni Kappa, 2009 è correlato da un cd audio, a cura dell’attrice Daniela Stanga, che grazie all’interpretazione di più attrici propone la lettura dei testi che accompagnano le immagini. Catalogo e cd saranno in vendita durante i giorni della mostra con offerte promozionali. Saranno in vendita anche altri libri, tra cui l’ultimo pubblicato “Gente di Lipari”, Edizioni Kappa in collaborazione con il Centro Studi Eoliani, 2009. (fernanda)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orsogna Mutual Aid Society

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

orsognesiSettanta anni e non li dimostra: è tutto pronto a New York, nel quartiere di Astoria (Queens), per festeggiare l’anniversario dell’Orsogna Mutual Aid Society, società di mutuo soccorso fondata nel 1939 per aiutare gli immigrati provenienti da Orsogna (Chieti) a trovare lavoro e a inserirsi nella «Grande Mela». Molti orsognesi, giunti a New York come operai non specializzati, trovarono un’occupazione nel settore delle costruzioni, partecipando alla realizzazione di ferrovie, tunnel, metropolitane e ponti. Le celebrazioni per il «compleanno» del club, presieduto da Antonio Di Rico, avranno inizio nella settimana entrante e culmineranno con una grande festa sabato prossimo, 7 novembre. Il club ha tenuto a invitare alle iniziative l’Amministrazione comunale, una cui delegazione, composta dal sindaco, Alessandro D’Alessandro, e dal consigliere comunale Antonella Bene, partirà martedì prossimo per New York. Nell’occasione il sindaco evidenzia il riconoscimento appena ricevuto da uno degli orsognesi più noti della città statunitense, lo chef Rocco Sacramone, proprietario della «Trattoria L’Incontro» di Astoria, che la prestigiosa guida «Zagat» ha indicato come il ristorante di New York nel quale si mangia meglio. La «Trattoria L’Incontro» (www.trattorialincontro.com) è stata fondata da Sacramone nel 1999 e, negli ultimi anni, ha ricevuto giudizi d’eccellenza da parte della stessa guida Zagat, della Guida Michelin, del New York Times, del NY Daily News e del «Dish du Jour Magazine». E’ frequentata quotidianamente da personaggi della politica, dell’economia, dello spettacolo e dello sport di New York. «Rocco Sacramone è un esempio – afferma D’Alessandro – di come gli orsognesi abbiano saputo affermarsi negli Stati Uniti e partecipare alla crescita di quella grande Nazione». (orsognesi)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nazionale di duathlon in festa sul lago

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

nazionale duathlonLago d’Orta (No),  Grande accoglienza in questi giorni per gli azzurri del duathlon, tornati sul Lago d’Orta per festeggiare il successo dei mondiali. Proprio nel Cusio, lo scorso mese di settembre, i campioni della nazionale si erano allenati in vista dell’appuntamento più importante dell’anno. “Grazie all’ottima preparazione sul lago d’Orta, i risultati non sono mancati – dice Andrea Compagnoni, CT degli azzurri – e così siamo tornati, ma questa volta per festeggiare. Grazie all’accoglienza del Consorzio Cusio Turismo, ci siamo trovati bene fin dall’inizio”.  Proprio il Consorzio, ha voluto organizzare i festeggiamenti per gli atleti del duathlon. “Lo sport – ricorda il presidente del sodalizio, Andrea Giacomini – è veicolo di sviluppo e di promozione per l’intera economia turistica, ci permette di far conoscere e valorizzare il territorio fuori dei confini locali e, in più, ci consente di lanciare un messaggio positivo alle famiglie e ai giovani. Vorrei aggiungere che, nel corso degli ultimi due anni, le iniziative organizzate dal Consorzio in ambito sportivo hanno avuto riscontri eccezionali”.  In questi giorni, i campioni del duathlon hanno avuto modo di visitare le località più belle del territorio, incontrando cittadini, fan e autorità. Dopo aver visitato l’anno scorso il Sacro Monte e l’Isola di San Giulio, quest’anno gli azzurri hanno fatto tappa a Madonna del Sasso, Pettenasco, Pella, Omegna, Ameno e San Maurizio d’Opaglio. Dunque, una vera e propria vacanza a base di escursioni, momenti di relax e degustazioni nei locali tipici della zona. Cena di gala alla “Locanda del Prete” di Invorio (nella foto), con brindisi e torta per festeggiare la vittoria di Alessandrio Fabian, primo nella categoria under 23. Poi la promessa di ritornare, perché come dice il CT Compagnoni: “Il Lago d’Orta ormai è nei nostri cuori. Un posto meraviglioso, che ci ha dato grandi soddisfazioni”. A festeggiare la vittoria con il Consorzio, oltre a Fabian e Compagnoni, c’erano  il vicecampione europeo Andrea Secchiero, il campione italiano Alessio Picco, il vicecampione Daniel Antonioli, e poi Andrea Pasquinelli, Cristian Casali e Alessandro Lambruschini (Nazionale di duathlon)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nicole Eisenman: Solo show

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

nicoleNew York USA until 23/12/2009 545 West 23rd Street Leo Koenig Nicole Eisenman moves deftly in and out of genres, sifting through both history and contemporary philosophical concerns with a poignant and searing personal lens. In this series of paintings, Eisenman’s wit, facility and sheer visual eloquence are exemplified. Co-mingled tropes suggest the conflict of the thinking contemporary artist struggling with both the ordinary and the immense issues of the day.  Nicole Eisenman currently has a solo exhibition at the Tang Museum, Skidmore College, NY. She has also had solo shows at the Kunsthalle, Zurich, Switzerland, Barbara Weiss Gallery, Berlin, Germany, and Museo de Arte Carrillo Gil, in Mexico City, The Herbert F. Johnson Museum of Art, at Cornell University, Ithaca, New York, The Centraal Museum Utrecht, Holland and the San Francisco Art Institute. (Nicole)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurata a Cogne “La stambeccaia”

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

E’ stata inaugurata a Cogne l’Officina di Attività Ambientali “La Stambeccaia”, storica struttura del Parco Nazionale Gran Paradiso che sarà dedicata a divulgazione scientifica, educazione ambientale ed organizzazione di eventi. All’inaugurazione hanno partecipato il Presidente del Parco Giovanni Picco, il Direttore Michele Ottino, Elena Maselli, referente per la coordinazione dei progetti internazionali di Alparc (Rete Alpina delle Aree Protette), il Presidente di Fondation Grand Paradis Mauro Bieler, ed il Sindaco di Cogne Bruno Zanivan. L’edificio sorge in località Sylvenoire, a Cogne; costruito nel 1935 dall’Azienda di Stato per le Foreste Demaniali allora gestore del Parco, fu utilizzato fino al 1978, quando un incendio doloso ne distrusse gran parte delle strutture, rendendolo inagibile. Nei suoi 74 anni di storia la Stambeccaia è stata utilizzata per diversi scopi, tutti legati alle finalità di tutela e alla gestione dell’Ente, compreso il mantenimento di animali da soma utilizzati dal Parco fino alla fine degli anni ’60 per il trasporto di materiali. I lavori di recupero hanno rispettato l’impianto originario e la tipologia costruttiva, ricostruendo le parti danneggiate con un costo di 740.000 euro, finanziato dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare.  Nei 270 mq, articolati su tre piani, la rinata Stambeccaia si pone come “officina” di attività ambientali ad ampio raggio. L’affidamento della gestione alla Cooperativa Habitat di Saint Pierre (AO) ha come obiettivo l’attivazione di attività legate alla divulgazione scientifica, all’educazione ambientale, all’organizzazione, in collaborazione con Enti, associazioni e Fondation Grand Paradis di specifici eventi mirati alla conoscenza del territorio, alle dinamiche ecosistemiche e al ruolo delle aree protette nella società contemporanea.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli 80 di anni Bud Spencer

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

«Roma saluta con affetto un campione dello sport e del cinema. Le ottanta candeline che Carlo Pedersoli, alias Bud Spencer, spegne oggi rappresentano un traguardo importante per un uomo che, tanto nel campo sportivo quanto in quello della cinematografia, ha dato tanto all’Italia. Tutti noi ricordiamo i suoi successi sportivi e le sue interpretazioni cinematografiche, sia da solo che in coppia con Terence Hill. Più di una generazione di italiani, specie dei più piccoli che in lui hanno visto l’incarnazione di un gigante buono, è cresciuta guardando i suoi film, ricchi di grande umanità e generosi di risate». Lo affermano l’assessore alla Cultura, Umberto Croppi, e Alessandro Cochi, delegato allo Sport del sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Abbiamo deciso – aggiunge Alessandro Cochi – di assegnare a Bud Spencer un riconoscimento speciale alla carriera, nell’ambito dei premi per lo Sportivo dell’anno 2009. È un piccolo segno del grande affetto che Roma vuole tributare a un vero e proprio monumento del nostro Paese, in occasione di un compleanno che cade nell’anno dei Mondiali di Nuoto 2009 di Roma».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tagli al comparto sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

“A chi giova negare l’evidenza?” Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – Sindacato indipendente di Polizia, torna ad intervenire sulle argomentazioni che hanno portato circa quarantamila poliziotti in piazza, a Roma, per manifestare all’insegna dello slogan “La sicurezza è un diritto. E i diritti non si tagliano”. “Una protesta – aggiunge Maccari – clamorosamente ignorata da questo governo che ci insulta ogni giorno di più. E quando parliamo di insulti non ci rivolgiamo solo a chi ci addita come ‘panzoni’, o a chi si diletta in paragoni automobilistici meno edificanti per chi li fa che per chi ne è oggetto. Ci riferiamo soprattutto a cose concrete, a quelle azioni che passo dopo passo ci stanno rintuzzando in un angolo, come se chi tutela e garantisce la sicurezza del Paese fosse solo un’appendice, solo un optional non necessario”.  “Se si raffrontano le misure di razionalizzazione della spesa adottate per tutto il pubblico impiego con quelle specifiche del settore, si può constatare come il comparto sicurezza-difesa abbia rappresentato per il Governo una peculiarità specifica’. Ecco l’ennesima balla che ci propina Brunetta, e che fa il paio con le traveggole di Maroni, secondo cui ‘il comparto non soffre di alcuna carenza di uomini e mezzi’. Non meritano neppure una risposta dettagliata – che poi sarebbe la millecentesima o millecentunesima, non ricordo esattamente -, è sotto gli occhi di tutti in quali condizioni ci stanno facendo lavorare. E’ sotto gli occhi di tutti che stuprano il concetto di sicurezza a loro piacimento e secondo le necessità del momento. E’ sotto gli occhi di tutti che questo atteggiamento irresponsabile va contro gli interessi dei cittadini. Sotto i nostri occhi prima di tutto. E siccome ci pare di stare rimanendo sempre più soli a preoccuparci degli italiani, non molleremo di sicuro”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per una Italia più trasparente

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Firenze ha inaugurato un nuovo modello di rapporti tra associazioni del mondo produttivo e Comune, basato sulla comprensione dell’attività del Comune e la discussione delle strategie per la città. L’occasione è stata offerta dalla presentazione del Rapporto Civicum di città – sponsorizzato dalle associazioni – che ha messo a confronto i conti e gli indicatori di qualità ed efficienza dei servizi fiorentini con quelli delle altre grandi città. Uno strumento che si è rivelato indispensabile. È stato vero un successo, come è testimoniato dalle due pagine che La Nazione ha dedicato all’evento e da altri articoli su tutti i giornali locali. A Bologna, Unindustria e Lega Coop hanno in programma un analogo evento tra alcuni giorni. Ma le altre città? Il metodo funziona. Si tratta di farlo sapere ai Presidenti e Direttori Generali delle Camere di Commercio e delle associazioni di categoria delle altre città.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caso Cucchi

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2009

Roma ”Sulla morte di Stefano Cucchi è indispensabile accertare quanto è avvenuto. La stima che nutriamo per le forze dell’ordine non ci esime però dal chiedere alla magistratura di accertare le responsabilità di questa incredibile tragedia.” – Afferma il deputato radicale Maurizio Turco – “La procura deve svolgere il proprio lavoro con la massima serenità e con la concreta collaborazione dei vertici dell’Arma dei carabinieri e della Polizia Penitenziaria. Non di meno appare indispensabile accertare come mai se le lesioni del Cucchi erano evidenti e gravi gli sia stata certificata l’idoneità al regime carcerario. La custodia giudiziaria – conclude Turco – comporta precisi doveri e responsabilità che se compromessi rischiano di sfociare in libero arbitrio.”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »