Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 2 novembre 2009

Eero Saarinen: retrospettiva a New York

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

saarinen_twa_1“Eero Saarinen: Shaping the Future”, questo il titolo della mostra – riferisce Usabound –  che verrà inaugurata il 10 novembre ( e resterà aperta fino al 31 gennaio 2010) al Museum of the City of New York ( 1220 Fifth Avenue). E’ la prima retrospettiva dedicata all’architetto finlandese ed ai suoi lavori americani, come il St Louis Gateway Arch (1965), il terminal della TWA all’aeroporto Kennedy (1956-1962) e il Black Rock, la sede della CBS a Manhattan (1960-1965) che sono tra le opere che maggiormente denotano il carattere dell’ architettura Americana del dopoguerra.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assalto agli ospedali romani per influenza A

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

“Sul virus dell’influenza A si è creato troppo allarmismo e soprattutto una gran confusione: chiediamo risposte serie affinché si eviti il panico tra i cittadini e, collegato a ciò, l’affollamento delle strutture di pronto soccorso”. Queste le prime parole del vicesegretario per il Lazio dell’Italia dei Valori Oscar Tortosa in seguito alla polemica sorta tra i medici romani dopo l’affollamento dei vari ospedali durante lo scorso week-end, sulla necessità di vaccinare tutti i bambini e sulle confuse notizie che si sono susseguite sull’argomento. Il tutto intensificato dalla cassa di risonanza mediatica sugli ultimi decessi per il virus. “Vogliamo sapere – chiosa Tortosa – se è vero o meno che le persone sane di una certa età sono più immuni ma soprattutto occorre rassicurare i cittadini. Proprio in queste ore vengo a sapere – spiega l’esponente del partito guidato da Antonio di Pietro – che oggi è arrivato uno stock di vaccini destinato ad operatori sanitari e forze di polizia, poi ce ne sarà un altro per i bambini con malattie croniche e a fine mese per le altre categorie. Questo già spiega molte cose, invito i cittadini a rivolgersi al medico di famiglia per avere spiegazioni e non correre presso gli ospedali in modo che essi possano fronteggiare le reali emergenze anche perché recarsi al pronto soccorso significa comunque attendere troppe ore ed esporsi a maggiori rischi. A tal proposito – conclude Tortosa – sottolineo come altri il ritardo nell’organizzare la cosiddetta medicina territoriale con l’apertura degli studi medici per circa dieci ore al giorno come promesso dalla Regione. Come si può chiedere ai cittadini di evitare d’intasare gli ospedali se mancano le strutture di riferimento promesse? Chiedo che venga fatto il massimo sforzo per anticipare e attivare l’apertura di questi presidi sanitari”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dibattito filosofico sulla fisica quantistica

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Roma 3 novembre 2009, a, alle ore 17,00, nell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà una conferenza sul tema: Il dibattito filosofico sulla fisica quantistica, nell’ambito del Master in Scienza e Fede, istituito dalla Facoltà di Filosofia dello stesso ateneo. L’ingresso è libero. Parlerà il Prof.Julio Moreno-Davila, dell’American Graduate School of Business (Svizzera). L’incontro fa parte della serie di conferenze “Le fondamenta della materia fisica”. Il rapporto tra Scienza e Fede è un tema con cui ci si confronta sempre più spesso. Da una parte gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano nuove e urgenti questioni etiche ed antropologiche. Dall’altra ci troviamo di fronte al pluralismo culturale e religioso, che suscita il bisogno di proporre punti di incontro verso il dialogo e la comune ricerca della verità. Per portare avanti questo dialogo è nato il Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, istituito dalla Facoltà di Filosofia, giunto al suo ottavo anno d’attività. Il Master è un corso di perfezionamento, rivolto a tutti coloro che, nel lavoro o nel quotidiano, vivono con attenzione i problemi e le implicazioni del rapporto tra la Fede e la Scienza.  Grazie alla sua struttura ciclica, il Master può accogliere all’inizio di ogni semestre l’iscrizione di nuovi studenti. L’obiettivo del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum è sviluppare competenze teorico-culturali sul rapporto tra Scienza e Fede in generale, fornendo un’ampia e profonda formazione su ciò che tale rapporto significa nell’attualità.  Lo studente viene accompagnato attraverso un percorso formativo vario, approfondito ed entusiasmante che verte sui temi fondamentali dell’esistenza umana: dalla fisica alla filosofia, dall’astronomia alla storia dei rapporti fra scienza e religione; fino ad affrontare argomenti di grande attualità come la questione sull’embrione e le biotecnologie. Il Master in Scienza e Fede rientra nel quadro del Progetto STOQ (Science, Theology and the Ontological Quest), portato avanti dall’Ateneo insieme ad altre cinque università pontificie: Lateranense, Gregoriana, Santa Croce, Salesiana e San Tommaso d’Aquino, sotto gli auspici del Pontificio Consiglio della Cultura e con il supporto della John Templeton Foundation.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra di Zhang Dali a Torino

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

dali1Dali,Torino 3 novembre 2009 alle ore 18.00 e fino al 3 dicembre 2009 Palazzo Inghilterra, – corso Inghilterra 7 esposizione, a cura di Marina Pizziolo e Romano Ravasio, di sette opere straordinarie di Zhang Dali, scelte direttamente nello studio dell’artista a Pechino ed entrate a far parte di una prestigiosa collezione privata torinese. La mostra, la prima di Zhang Dali a Torino, è arricchita con una ricca sezione documentaria che offre un osservatorio privilegiato non solo per ricostruire il percorso espressivo di questo grande artista, ma anche per comprendere la radicale trasformazione in atto nella Repubblica Popolare Cinese.
Zhang Dali (Harbin, 1963) è uno degli artisti cinesi più accreditati, anche sulla scena internazionale. Il suo messaggio, di coraggiosa critica sociale, si esprime nel linguaggio della scultura, della fotografia e della pittura. Le opere esposte sono tutte rappresentative dei progetti artistici di Zhang Dali: dalle fotografie dei graffiti AK-47 e 18K (simboli del kalashnikov e dell’oro), realizzati in avventurose sortite notturne nei vicoli dei quartieri storici di Pechino,  alle sculture del ciclo Chinese Offspring, sculture in resina ricavate dai calchi dei corpi dei contadini migrati in città per sopravvivere, a Man and beast, una scultura monumentale, potentemente evocativa, che rappresenta il volto di un uomo che sta per inghiottire o sputare un asino, che simboleggia la lotta dell’uomo con se stesso.(dali)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anna dei pianoforti

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Proclemer1Roma dal 9 all’11 novembre 2009 Via delle Fornaci 37 Teatro Ghione Anna Proclemer  in Anna dei pianoforti di Cesare Scarton e Mauro Tosti-Croce  da Alberto Savinio Pianoforte Antonio Sardi de Letto La poliedrica personalità  di Alberto Savinio (Atene, 1891 – Roma, 1952), scrittore, musicista, pittore, ha suggerito l’idea di dedicargli una serata dove potessero fondersi insieme i diversi linguaggi della sua creatività. Tra le tante pagine scritte dall’artista un numero non irrilevante è dedicato a soggetti nei quali la musica assume un ruolo protagonistico. Ciò avviene comunque nel segno, tipicamente saviniano, dell’insofferenza verso ogni modello codificato e ogni forma di accademismo. Il processo di deformazione della realtà, messo in atto dall’autore, spoglia infatti il fenomeno musicale di ogni paludato atteggiamento per conferirgli forme fantasmagoriche e imprevedibili. Del resto per Savinio, abilissimo in ogni campo artistico a fondere il concreto con l’assurdo, “realtà e sogno sono aspetti della stessa verità”.  Più complesso il discorso per La pianessa, nella quale la sbrigliata fantasia dell’autore antropomorfizza lo strumento al punto da fargli assumere una propria specifica personalità: per dar voce a questo pianoforte “umanizzato” non c’era altra scelta che quella di ricorrere ai suoni del Savinio compositore. Da qui l’idea di reperire nell’archivio dell’artista, conservato al Gabinetto Vieusseux di Firenze, musiche inedite, il cui utilizzo è stato gentilmente concesso da Angelica e Ruggero Savinio. Il testo è così diventato un racconto in musica, nel quale la voce recitante e il pianoforte interagiscono fra loro, dando vita a quella fusione di parola e suono che prende il nome di “melologo”. Una volta intrapresa questa strada, si è pensato di recuperare un ulteriore aspetto dell’artista: il Savinio critico musicale. I saggi L’ultimo mago della tastiera e soprattutto Chopin ci rivelano, accanto all’acutezza e alla provocatorietà dei giudizi, uno stile letterario di grande suggestione che riesce, ora con pennellate brillanti ora con impennate liriche, a offrire ritratti di estrema vivezza, in grado di imprimersi indelebili nella memoria. (Cesare Scarton, Mauro Tosti-Croce) (proclemer)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Jan Fabre

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

fabreRoma fino al 31/1/2010 viale Fiorello La Guardia, Aranciera di Villa Borghese Museo Carlo Bilotti. Le temps emprunte’ (Il tempo preso in prestito) Il continuo travaso d’idee tra arti plastiche e teatrali che caratterizza il lavoro di Jan Fabre prende vita in Il Tempo preso in prestito: una mostra e al tempo stesso un punto di osservazione privilegiato sul laboratorio dell’artista belga, un percorso attraverso i suoi spettacoli visti con gli occhi di celebri fotografi come Carl De Keyzer, e Robert Mapplethorpe, Jorge Molder, Helmut Newton..Partendo da uno dei primi spettacoli, The power of theatrical madness (1984), nella mostra sono esposte una serie di opere che si articolano lungo vent’anni per giungere fino al recenti Requiem for a metamorphosis (2007). In molti casi quindi si tratta di opere autonome, interessanti di per se’, e da cui Fabre ha poi preso spunto per suoi lavori teatrali, secondo un’estetica della bellezza e della metamorfosi che attraversa tutta la sua opera. Una crescente tensione anima il percorso espositivo, dove l’immaginazione caotica dell’artista belga, con le sue pieghe derisorie e scioccanti, appare come il mezzo per innescare nel pubblico quel processo che piu’ di duemila anni fa Aristotele definiva -la catarsi-. Tra disegni, bozzetti per le scene, fotografie, Il tempo preso in prestito e’ tempo sottratto alla messa in scena, una metamorfosi ultima di fine spettacolo, un modo per farne deflagrare l’anima una volta di piu’. Fotografie: Helmut Newton, Carl de Keyser, Robert Mapplethorpe, Jorge Molder, Malou Swinnen, Dirk Braeckman, Marteen Vanden Abeele, Wonge Bergmann, Jean-Pierre Stoop, Pierre Coulibeuf  disegni: Jan Fabre  Organizzazione Aldo Miguel Grompone  realizzazione Musei in Comune e Romaeuropa Festival 2009  con il sostegno di Ambasciata del Belgio in Italia  supporto organizzativo e servizi museali Zetema  con la collaborazione di BNL Gruppo BNP Paribas, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena  Romaeuropa Festival  28 ottobre/14 febbraio  http://www.romaeuropa.net (fabre)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luoghi di Valore III° Edizione

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

luoghiTreviso fino al 7/2/2010 via Cornarotta, 7 (Palazzi Bomben) Fondazione Benetton mostra delle segnalazioni per la terza edizione del concorso Luoghi di Valore indetto dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso allo scopo di individuare e portare all’attenzione nella nostra provincia luoghi nei quali la condizione dei patrimoni di natura, di memoria e di invenzione sia tale da contribuire alla elevazione della cultura, del gusto e della qualità della vita delle persone e delle comunità che li abitano o li visitano.  Il concorso, che si rivolge direttamente a cittadini, studenti, insegnanti, studiosi, professionisti, enti e autorità pubbliche, attraverso un bando pubblicato lo scorso dicembre, ha raccolto in questa terza edizione 156 segnalazioni che si vanno ad aggiungere alle 146 ricevute nella prima edizione (2007) e alle 188 della seconda edizione (2008).
Nella mostra sono disponibili tutti i materiali che i partecipanti al concorso hanno consegnato per raccontare i -loro- luoghi di valore, riordinati e allestiti in modo tale da permettere la visione complessiva dei luoghi segnalati e la consultazione di tutta la documentazione cartacea, delle pubblicazioni donate, delle gallerie fotografiche in formato elettronico e dei filmati relativi a ciascuna segnalazione. Come nella due precedenti edizioni, i visitatori della mostra sono invitati ad esprimere la propria preferenza per uno dei luoghi segnalati attraverso le cartoline voto. La Giuria designerà i luoghi meritevoli del riconoscimento di Luoghi di valore 2009 anche tenendo conto delle riflessioni che emergeranno nel corso dell’esposizione. Come previsto dal bando, il riconoscimento sarà motivato dalla Giuria e discusso pubblicamente entro la chiusura della mostra. (luoghi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera aperta a Pierluigi Bersani

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Di Rosario Amico Roxas. Rutelli ha lasciato il PD sostenendo di uscire da un partito che non è mai “partito”; basta questa affermazione per definire il personaggio molto più esigente di quanto non sia capace; mutuando la logica del cavaliere Rutelli è “molto più esigente che capace”. Non è una gran perdita, se serve a create unità di intenti all’interno del  PD, non certo secondo la logica del pensiero unico, bensì secondo l’esigenza di unità di intenti. La “Lotta per le investiture è finita da oltre 800 anni; ciò significa che sarebbe bene che altri seguano l’esempio di Rutelli ed escano di loro volontà, prima che sia la base del PD a pronunciarsi.  E’ chiaro che il PD deve elaborare una strategia operativa capace di offrire alla nazione una alternativa credibile, perché “in regno coecorum monoculus rex”, mentre l’intera nazione ne paga il fio; la credibilità, in democrazia, transita attraverso i numeri che vengono espressi, così nel frazionamento attuale (vera salvaguardia democratica contro il bipartitismo autoritario) necessita trovare con altre forze politiche il comune con-divisore in grado di coagulare una diversa maggioranza sulla base di progetti, ipotesi di lavoro e programmi, a breve, medio e lungo termine, tralasciando la politica dei sondaggi che ha vituperato la vita politica riducendola ad un “do ut des” tra potere e questuanti. Vorrei mettere bene in chiaro l’impressione che ha suggerito la svolta di Rutelli; non ha cambiato partito aderendo all’UDC,  è andato con Casini, che non è l’UDC, perchè nel PD non si ritrovava più alcun sostegno che lo reggesse in piedi, rischiando di tornare al “pane e cicoria” da lui tanto aborrito.  Ma insisto con l’UDC, nella sua globalità, non limitatamente al suo segretario, che brilla per indecisione di fondo, in quanto ritiene di poter gestire un ruolo di equilibrio tra elementi assolutamente squilibrati: Lotta alla mafia…. con posto al senato per Totò Cuffaro. Laicità della politica…. con posto al parlamento europeo per Magdi Allam. Coerenza  nell’attività politica…. con caloroso abbraccio al transfuga  Rutelli.  Ci sono altri svarioni che è meglio non sottolineare, perché allora diventerebbe impossibile qualsiasi incontro, specie se a dominare la scena dovesse essere Casini in esclusiva. Sono certo che hai letto l’intervista di Bruno Tabacci, specialmente lì dove dice: «L’Unione di centro (che unisce noi, Casini, i popolari di De Mita e i liberal di Adornato), è stato una grande esperienza politica ma non può riassumere da solo tutte le potenzialità del centro. Non basta più. Ora si deve intercettare quello spazio al centro che il nuovo posizionamento del Pd libera. Mentre Bersani può dialogare con Vendola e mettere su un altro piano il rapporto con Di Pietro, le energie centriste devono trovare collocazione in un nuovo soggetto». Con queste affermazioni Tabacci si pone come l’interlocutore, decisivo e senza tentennamenti di comodo, senza titubanze di mestiere, ma con la chiarezza del politico per vocazione, anche perché la tua elezione non ha liberato, svuotandolo di contenuti, un qualsiasi spazio al centro, perché non c’è alcuno sbandamento a sinistra, quanto, piuttosto, una diversa apertura alle istanze sociali che sono le più penalizzate dell’intero pianeta occidentale. Il mondo del lavoro deve recuperare la sua priorità a fronte della finanza, e questa non è politica di sinistra o di centro (certamente non è politica di questa destra che ha stracciato lo “Stato sociale” propugnato da Almirante nel congresso di Genova) è la politica per una “scelta umanistica” che riporti alla centralità dell’uomo, del suo lavoro, del suo stesso essere, alternativo all’apparire che si è imposto con l’inganno. Alla domanda di concorrenza al centro, ancora, Tabacci risponde: «Vedo più una spinta a trovare convergenze e ridefinire il sistema politico. Bisogna che Casini sia capace di apertura e disponibilità verso Rutelli e  verso  i mondi che guardano all’opzione centrista in modo interessato». In questa risposta, molto sibillina, come nello stile di Tabacci, leggo una puntualizzazione su Rutelli che non è detta, ma lascia trapelare il metodo “intelligenti pauca”; come dire a Casini: “Hai voluto la bicicletta….ora opedala!”.  L’opzione centrista, propugnata da Tabacci deve innanzitutto tagliare nettamente i ponti con le derive personalistiche e autoritaristiche, senza i ventilati compromessi di collusione in talune regioni, “valutate di volta in volta”: Casini non ha ancora capito che se porge una mano al cavaliere lui la cannibalizza senza tentennamenti. Tabacci questo lo sa! Rosario Amico Roxas

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gianni Berengo Gardin: 30 fotografie

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

barengoBergamo fino al 6/12/2009 via Broseta, 41 Elleni Gallerie d’Arte Prosegue il programma della Galleria Elleni di proposta dei piu’ importanti artisti/fotografi contemporanei italiani ed internazionali. Fino al 6 Dicembre 2009 nel nostro spazio espositivo di via Broseta 37 proporremo un percorso di 30 immagini in bianco nero dall’archivio del grande fotografo ligure, milanese d’adozione, Gianni Berengo Gardin insignito nel 2008 a New York del «Lucie Awards», uno dei piu’ prestigiosi riconoscimenti internazionali di fotografia. Un percorso che racconta la storia italiana degli ultimi quarant’anni attraverso i suoi scatti. Una documentazione oggettiva e distaccata, una raffinata indagine sociologica. Tra le immagini esposte ci saranno alcune delle piu’ significative del suo archivio, come quelle scattate durante la biennale di Venezia del 1968, durante la contestazione.
Nato a Santa Margherita Ligure nel 1930, ha lavorato in Italia e all’estero trascorrendo lunghi periodi a Roma Parigi e in Svizzera. Ha iniziato dal 1954 ad occuparsi di fotografia. Inizia la sua carriera di fotoreporter, nel 1954 quando lavora per Il Mondo di Mario Pannunzio fino al 1965. Negli anni a venire collabora con le maggiori testate nazionali e internazionali come Domus, Epoca, Le Figaro, L’Espresso, Time, Stern.Il suo modo caratteristico di fotografare, il suo occhio attento al mondo e alle diverse realtà, dall’architettura al paesaggio, alla vita quotidiana, gli hanno decretato il successo internazionale e lo rendono un fotografo molto richiesto anche nel mercato della comunicazione d’immagine. (barengo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto di Uto Ughi

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

uto ughiZurigo 10 Novembre 2009 alle ore 19.00 presso la St. Peter  Kirche, Schlüssel-Gasse, concerto di beneficenza con Opere di Giuseppe Tartini, Johann Sebastian Bach, Camille Saint-Sens e Edvard Grieg organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo. Accompagnamento al pianoforte di Alessandro Specchi  Uto Ughi è considerato uno dei massimi esponenti della scuola  violinistica italiana e fin dalla prima infanzia ha mostrato uno straordinario talento. Ha eseguito i suoi studi sotto la guida, tra gli altri, di George Enescu, già maestro di Yehudi Menuhin.  Le sue grandi tournèes lo hanno portato a esibirsi in tutto il  mondo, nei principali Festivals con le più rinomate orchestre  sinfoniche tra cui quella del Concertgebouw di Amsterdam, la  Boston Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra, la New York Philharmonic, la  Washington Symphony Orchestra e molte altre.  Uto Ughi suona con un Guarneri del Gesu’ del 1744 e con uno Stradivari del 1701, il cosiddetto “Kreutzer”, poiché apparteneva al grande violinista Kreutzer a cui Beethoven dedico’ la sua famosa sonata.  Uto Ughi volge inoltre il suo impegno anche alla salvaguardia del patrimonio artistico nazionale. Nel 1997 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di  “Cavaliere di Gran Croce” per i suoi meriti artistici.  Il concerto si svolge sotto il patrocinio di S.E. Giuseppe Deodato, Ambasciatore Italiano in  Svizzera e nell’ambito di una iniziativa comune di diversi Istituti Italiani di Cultura europei.  Entrata libera. http://www.iiczurigo.esteri.it  (uto ughi)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Domenico Purificato: Opere su carta (1960-1984)

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

purificatoMilano fino al 4/12/2009 Via Brera 28, Accademia di Belle Arti di Brera L’Accademia di Belle Arti di Brera rende omaggio alla figura di Domenico Purificato (Fondi-Latina 1915/Roma 1984) nel 25°anniversario della scomparsa, con una mostra di opere su carta che documentano le fasi significative del suo linguaggio figurale. Questa esposizione si pone nell’ambito di una serie di mostre e di convegni di studio in Italia e all’estero in cui la storia creativa dell’artista viene affrontata nel contesto dell’arte del secondo -900 ponendo in evidenza il ruolo di interprete e cantore visivo della civiltà contadina italiana non ancora modificata dalle forme del consumismo.  Muovendosi inizialmente nell’ambito della Scuola Romana con particolare sensibilità per il genere del ritratto Purificato coltiva in seguito un costante interesse per il rapporto tra pittura, cinema e arti sceniche che lo porta a realizzare scenografie cinematografiche, teatrali e televisive. Attento alla poetica neorealista Purificato ne sviluppa l’aspetto evocativo con un’interpretazione figurale fatta di toni lievi e popolani che rivelano la sua inclinazione verso i valori umani e spirituali, lirici e poetici.  Attraverso un gruppo di 30 fogli scelti tra il 1960 e il 1984 ( chine, sanguigne, tempere e tecniche miste) vengono proposti alcuni temi ricorrenti del suo immaginario, dai volti di donna alle coppie di fidanzati, dalle figure di apostoli a quella dei cardinali, dai galli ai gabbiani, fino alle diverse rappresentazioni di Pulcinella, personaggio particolarmente caro all’artista, emblema della sua sintesi espressiva.  L’impegno artistico di Purificato e’ affidato anche a diversi saggi sulla storia della pittura e a testimonianze di carattere autobiografico come -I colori di Roma- ( 1967), libro di ricordi dove sono raccolte le esperienze vissute nell’ambiente romano. Significativa e’ anche l’attività didattica come docente di pittura all’Accademia di Belle Arti di Milano che ha diretto dal 1972 al 1980.  La mostra e’ stata possibile grazie alla collaborazione con l’Associazione di Promozione Culturale Domenico Purificato con sede in Roma. (purificato)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un altro partito nell’area militare?

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Editoriale fidest. Il primo partito, com’è noto, è stato quello costituito da Luca Marco Comellini e dall’avv. Giorgio Carta, alcuni mesi fa, denominato “Partito per la tutela dei diritti dei militari” (PDM). L’iniziativa non ci apparve chiara tanto che sentimmo il bisogno di contattare i promotori e di farci spiegare il perché avevano pensato a un movimento politico partendo dalle caserme. Apprendemmo che non si trattava di un vero e proprio partito, ma di un movimento di opinione per mettere in luce i bisogni e le attese di un settore che la politica sembra intenzionata a trascurare. La formula scelta era legata a fattori contingenti poiché in ambito militare non si possono costituire associazioni o sindacati mentre non si fa riferimento alla presenza di eventuali partiti. Non ne fummo del tutto convinti poiché siamo stati da sempre contrari alle logiche che tendono a moltiplicare la presenza di partiti e meno che mai per quelli, sia pure in perfetta buona fede, che intendono rappresentare talune categorie sociali come i pensionati, i disoccupati, le casalinghe, ecc. anche  se in qualche caso, e in particolari circostanze, ne abbiamo riconosciuta la necessità. Per i militari, nello specifico, la nostra critica non è andata di certo ai promotori del Pdm ma a quella classe politica che invece di portare a soluzione i problemi esistenti in ambito militare, consentendone la mediazione a una rappresentanza sindacale, hanno costretto gli interessati a cercarsi sbocchi alternativi. Poi è successo qualcosa d’inspiegabile allorché qualche mese fa siamo venuti a sapere che l’avv. Giorgio Carta ha lasciato l’incarico di presidente del Pdm. Ora Girolamo Foti  ideatore e conduttore di MoviMiles  Movimento Culturale Etico Solidale per i Militari e Civili ha annunciato che ha offerto il suo contributo all’Avvocato Giorgio Carta per la nascita di un partito politico diverso, ma tale da porsi come soggetto forte che stipula accordi con quelle forze politiche che si impegnano a sottoscrivere il suo programma. Questo “potenziale partito” ha già un nome: PSD (Partito degli operatori della sicurezza e della difesa) Ed è lo stesso Foti a spiegarci che “nasce in omaggio alle figure principali per la sopravivenza della democrazia ,della sicurezza, della difesa e della legalità che sono gli operatori della sicurezza e della difesa, spesso umiliati e mortificati dai tagli adottati dall’attuale governo e anche da quelli precedenti, con conseguenze gravi per tutti i cittadini, aumentando il rischio di omicidi, racket, estorsioni, rapine,terrorismo (fenomeno che è presente proprio in casa nostra). Il braccio operativo del Psd sarà lo stesso MoviMiles  “per iniziare un grande progetto partecipativo, chiedendo ai propri sostenitori di trasformarci in un grosso laboratorio di idee e per interfacciarsi con la società  civile e per formarne un tutt’uno”. Progetto indubbiamente ambizioso e che denota un salto di qualità rispetto al Pdm di Comellini-Carta che si limitava ad un ruolo più settoriale. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it )

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arte vida sul bahia

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

FOTO-MOSTRA-DE-LUCARoma 5-25 novembre 2009 Piazza Navona 14 Galleria Candido Portinari Orari: Lunedì-Venerdì 10/19 – Sabato 14/19 Ingresso libero Mostra fotografica dell’artista brasiliana Rosa De Luca. L’ambasciata del Brasile presenta una mostra fotografica alla ricerca delle sue origini nazionali. Attraverso gli emozionanti scatti della brasiliana Rosa De Luca si ripercorre – dal 5 al 25 novembre alla Galleria Candido Portinari di Roma – un excursus suggestivo nel Sud di Bahia – il luogo dove secondo l’artista il Brasile ha avuto inizio – in una serie di immagini che ne ritraggono le molteplici diversità, complessità e semplicità. Qui è nato il lavoro della fotografa ed è qui che è stata ispirata un’opera dedicata principalmente all’esuberanza della natura. Nelle istantanee della De Luca vengono infatti messi in risalto alcuni significativi  elementi  di un paesaggio che, nelle sue differenze ambientali, riesce a far emergere una profonda armonia tra il mare e la foresta e tra i suoi stessi abitanti, sotto la magia di un cielo unico che nei suoi colori e nella sua calma riporta indietro lo sguardo e il tempo al momento della scoperta di questa terra.  Colori, immagini, particolari negli elementi del cosmo brasiliano e nelle espressioni del suo popolo sono allo stesso tempo la guida e il risultato di un’operazione introspettiva che apre un nuovo interessante modo  nella creazione di immagini contemporanee. Qui il mare, il cielo, le spiagge e gli abitanti si fondono in un solo universo pieno di colori e sfumature: un esempio unico nel suo genere, per ritrarre l’anima e l’essenza della gente di Bahia, nel tentativo di dare luce a queste persone e fornire un riconoscimento all’arte propriamente brasiliana, fino ad oggi realmente poco conosciuta.
Conseguito il diploma in belle arti al Liceo Artistico di Salerno, Rosa de Luca inizia la sua carriera di fotografa nel 1984 con la mostra São Paulo cromatica presso il Centro Culturale San Paolo. Nel 1986 si trasferisce a Milano, dove frequenta uno stage presso il Super Studio. Ritorna in Brasile nel 1990, entrando a lavorare nel campo della fotografia di moda. Nel corso della sua professione ha esposto saggi fotografici in esclusiva e mostre di gruppo, tra cui: Salão Aberto Paralelo à Bienal (Li Photogallery, 2004); Talentos da Comunicação (São Paulo Biennale Foundation, 2004); Brasiliens Gesichter (Ludwig Museum, 2005), Acqua (all’istituto culturale della Federal Savings Bank, São Paulo) e Núcleos Contemporâneos II (Valu galleria di Oria, 2006). Ha pubblicato il suo primo libro di fotografia nel 2007, Arte contemporanea Artisti, raffigurante 60 dei più importanti artisti contemporanei brasiliani (a cura di Alles Trade). Il suo secondo libro, Arte Vida Sul Bahia è stato pubblicato nel 2008. Nel 2009 ha esposto a São Paulo, presso la Galeria Emei-Pedroso, e alla Galeria Valú Ória con due mostre: Tardes De Mar e Panorama atual da Fotografia. Attualmente vive e lavora a São Paulo. (foto mostra de luca)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Letture al museo

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

lettureCamerino. Ha riscosso un grande successo l’incontro “Letture al museo Tante storie per sognare” che si è svolto  nel Polo Museale dell’Università di Camerino. Numerosi sono stati, infatti, i bambini che, accompagnati dai genitori, hanno ascoltato con interesse le storie narrate dai ragazzi dell’Associazione Sognalibro di San Severino Marche.  “Certamente non possiamo negare che la lettura – hanno sottolineato la Prof.ssa Chiara Invernizzi, Direttore del Polo Museale e la dott.ssa Sonia Cavirani, Direttore dell’Area Biblioteche – sia un elemento fondamentale di sviluppo della persona, anzi riteniamo che costituisca uno straordinario anello di contatto tra il mondo degli adulti e quello dei bambini, un modo intenso e divertente per aiutare i più piccoli a crescere. Senz’altro, vista l’ottima riuscita dell’appuntamento, ci impegneremo per organizzare altre occasioni di incontro, dando fin da ora l’appuntamento per il prossimo pomeriggio insieme, il 29 novembre, con “Tutti a bordo del beagle”, letture per bambini dai 9 agli 11 anni”.  L’incontro è stato promosso dall’Area Biblioteconomico Museale di Unicam, nell’ambito della mostra “Sulla rotta del Beagle, in viaggio con Darwin alla scoperta della teoria evolutiva” che sarà visitabile fino al prossimo 20 dicembre nella Sala Crivelli del  Polo Museale. (letture)

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rutelli rimescola le carte al Pd

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Editoriale Fidest La candidatura Bersani sponsorizzata dall’establishment del partito rischia di essere pagata a caro prezzo per la stessa sopravvivenza di un partito nato da due anime tanto diverse ma unite per necessità e non certo per convinzione. Se gli scenari per il prossimo futuro si confermano per quanto ci è dato da vedere oggi dovremmo recitare il de profundis sia al Pd sia al Pdl. Entrambi devono affrontare una crisi di identità e di omogeneizzazione della linea politica che farà loro perdere pezzi importanti del loro apparato dirigente e, conseguentemente, di iscritti. La mossa è venuta da Fini che ha aperto a Casini e, quest’ultimo, si è accordato con Rutelli e i suoi amici, ivi compreso Montezemolo. Ciò vuole anche dire che siamo già  al dopo berlusconismo e, come osserva argutamente il presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga, significa anche la fine del Pdl. Due partiti, quindi, che stanno andando alla deriva anche se hanno avuto due modi diversi per affermare le loro leadership: Berlusconi con il voto elettorale e Bersani con quello dei suoi fan. Milioni da una parte e milioni dall’altra che tradotti in carta moneta possono rischiare di diventare carta straccia in men che non si dica. La svalutazione in politica corre più veloce di quella delle banconote. Del resto anche la storia ci insegna che nulla è immutabile e che persino i plebisciti popolari subiscono gli umori ondivaghi dei popoli che li esercitano. Berlusconi, a sua volta, è stato messo all’angolo sia per i suoi guai giudiziari che sembrano senza fine, sia dai venti di fronda dei suoi stessi amici, sia dalla situazione interna che  è sempre più incalzante alla ricerca di riforme che lo costringono a dare uno stop a quella sua arte sopraffina di sciorinare a più riprese promesse che sa bene di non poter mantenere ma che intanto hanno il vantaggio di dargli più respiro. E’ un cambiamento che s’impone e le premesse ci sono tutte. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La fede in armonia con la ragione

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

A Roma, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum si è svolta la Giornata di studio Sant’Anselmo d’Aosta “Doctor Magnificus”, organizzata dalla Facoltà di Filosofia e di Teologia e dal Master in Scienza e Fede dello stesso ateneo. Sono intervenuti vari docenti di Teologia e di Filosofia, che hanno sottolineato la grande attualità del pensiero di Sant’Anselmo d’Aosta, in occasione del nono centenario della sua morte. Nel suo saluto introduttivo Padre Rafael Pascual, L.C., Decano della Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, ha ricordato che “in qualche modo, questa giornata di studio è una continuazione ideale del convegno sull’enciclica Fides et ratio, organizzato dalla nostra facoltà lo scorso mese di marzo, in cui vediamo proprio un esempio di quell’armonia tra la fede e la ragione nella persona di Sant’Anselmo d’Aosta. La facciamo con lo stesso spirito, in collaborazione con la Facoltà di Teologia, per promuovere il dialogo interdisciplinare e recuperare quell’unità del sapere che troviamo nella ricca tradizione dei padri della scolastica”.  Secondo Padre Pascual “in Sant’Anselmo vediamo idealmente la circolarità di Filosofia e Teologia tanto auspicata dalla Fides et ratio: «il rapporto che deve opportunamente instaurarsi tra la teologia e la filosofia sarà all’insegna della circolarità» (FR, 73). Già la stessa struttura dell’enciclica, in base al binomio “credo ut intelligam; intelligo ut credam”, è un esempio di questa circolarità”.  Il Decano ha anche ricordato che, poche settimane fa, Papa Benedetto XVI ha dedicato la catechesi del mercoledì proprio alla figura di Sant’Anselmo, con una bella sintesi biografica in cui, fra l’altro, ha fatto notare la portata europea del teologo medievale (Aosta, Bec, Canterbury) e il suo ricco contributo in ambito speculativo e pastorale.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orario invernale scavi di Pompei, Ercolano

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei comunica che dal I novembre e fino al 31 marzo 2009, entrerà in vigore l’orario di apertura invernale degli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia: dalle ore 8,30 alle ore 17,00 (con chiusura casse ore 15,30) Per l’Antiquarium di Boscoreale l’orario sarà, invece,  il seguente: alle ore 8,30 alle ore 18,30 (con chiusura casse ore 17,00)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La festa di Halloween non piace alla Chiesa

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Lettera al direttore. Vescovi e cardinali e semplici preti l’hanno definita evento insensato, festa dell’ignoranza e della superstizione, una porta aperta all’occultismo, ecc. Ma il colmo lo raggiunse padre Gabriele Amorth, esorcista della Santa Sede, quando a proposito della festa in Italia,  affermò: «Penso che la società italiana stia perdendo il senno e il senso della vita, l’uso della ragione e sia sempre più malata». Il bue chiamava cornuto l’asino! Gli esorcismi, infatti, non si basano certo sulla ragione e sul buon senso, giacché non solo non hanno ragione d’essere, ma sono sempre rivolti ad un diavolo fasullo; una sorta di spiritello dispettoso, che si diverte ad entrare nel corpo di qualche ragazza, magari bella (di solito si tratta di donne, giacché nell’immaginario popolare, e in quello degli esorcisti, il diavolo è maschio e spesso è anche fornito di zampe e di coda), facendola dimenare e strillare; ed alle volte ne esce, ma solo se gli viene ordinato in nome di Cristo, reiteratamente e perentoriamente dal bravo esorcista, munito di medagliette, crocifisso, e dell’indispensabile acqua santa. E’ accertato, infatti, che il diavolo in mancanza dell’acqua santa non ci pensi proprio a sloggiare. Eppure, secondo logica, l’occupazione del diavolo, spirito terribilmente cattivo che avrebbe osato ribellarsi a Dio, dovrebbe essere quella di spingere gli uomini a compiere azioni orrende, quali stragi d’innocenti, genocidi, violenze, stupri, sfruttamento dei deboli, ecc., e sarebbe più giusto quindi che gli esorcisti, giacché ritengono che le loro arti funzionino anche a distanza, si adoperassero magari per allontanare l’influsso del maligno da uomini veramente perversi, dai mercanti d’armi, ad esempio, e dagli appassionati della guerra. Ma è anche logico pensare che dell’esorcista si possa fare tranquillamente a meno, giacché per implorare l’intervento di Dio contro Satana, dovrebbero bastare le preghiere di un semplice sacerdote, o di un semplice fedele. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Immatricolazioni all’Università di Parma

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Anno accademico 2009-2010:. Il totale complessivo degli iscritti ai Corsi di Laurea Triennali e Magistrali a ciclo unico è di  6.681 matricole, con una crescita, rispetto al dato definitivo dello scorso anno, di 448 studenti, pari al + 6,4%.  A questo dato vanno aggiunti gli immatricolati ai Corsi di laurea magistrale, che attualmente registrano un totale provvisorio di 737 iscritti, destinato a crescere poiché la scadenza è per molti Corsi fissata al 20 gennaio 2010. Dobbiamo sottolineare che quest’anno il  “tetto” stabilito  per il corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche (pari a 300 unità)  ha  determinato un conseguente calo di iscritti di circa 700 unità rispetto allo scorso anno. Tale differenza va evidentemente “scorporata” dal totale generale. Si segnala altresì che questi dati sono provvisori e saranno resi nuovamente noti, come tutti gli anni, al 31 gennaio 2010.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Sapio per la ricerca italiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 novembre 2009

Il 30 ottobre scorso si è tenuta a Catania la prima Giornata di Studio per fare il punto sulle eccellenze  tecnologiche  in Italia e in Europa. Per uscire dall’impasse economica dobbiamo  investire sull’innovazione, questo è stato il leit motif del convegno. Ricerche innovative nel settore ambiente ed energia, applicazioni industriali all’avanguardia: la nuova edizione del Premio Sapio per la Ricerca italiana, promosso dal Gruppo Sapio in concertazione con le Università, le Istituzioni  e i Centri di Ricerca italiani,  si propone di accelerare i processi di sviluppo nel nostro Paese investendo sul capitale immateriale e moltiplicando i risultati ottenuti da chi fa ricerca. La Giornata di Studio è stata articolata in tre sezioni: il solare fotovoltaico, l’idrogeno quale vettore energetico, l’elettronica applicata. Si tratta di settori chiave dello sviluppo di questo primo scorcio del XXI secolo, nei quali si stanno impegnando sempre più imprese nel nostro Paese e che possono contare su un sistema di Ricerca che ha sviluppato competenze e strutture dedicate di tutto rispetto, spesso di eccellenza. Il Convegno è uno degli appuntamenti dell’edizione 2009 del Premio Sapio per la Ricerca Italiana, tour scientifico promosso dalle più importanti Istituzioni, da prestigiosi Centri di Ricerca e da numerose Università Italiane, che da 10 anni è un appuntamento atteso per il mondo scientifico nel nostro Paese. Rappresenta infatti un’opportunità importante per accendere i riflettori sulle più innovative frontiere della Ricerca, per far conoscere i più significativi studi e sperimentazioni  in diversi settori, per promuovere l’impegno congiunto di pubblico e privato su temi fondamentali per la qualità della vita di tutti noi.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »