Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Casa natale di Hitler: farne una Pinacoteca della Shoah

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 novembre 2009

Il Gruppo EveryOne propone al governo dello Stato di Israele di acquistare la casa in cui nacque Adolf Hitler – messa in vendita nei giorni scorsi dalla proprietà – per farne una Pinacoteca dell’Olocausto, nel luogo-simbolo in cui ebbe origine “la banalità del male” ed ebbero inizio i germi dello sterminio. “La nostra organizzazione è pronta a donare allo Stato di Israele,” dichiarano Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau, co-presidenti dell’organizzazione antirazzista, “circa 200 quadri realizzati da pittori ebrei scomparsi nei lager o sopravvissuti alla Shoah, una collezione di inestimabile valore creata negli anni dai nostri esperti dell’Olocausto, dopo meticolose ricerche in tutto il mondo sulle tracce degli artisti assassinati dai nazisti o entrando in contatto con i sopravvissuti”. Il costo della casa, che si trova nella cittadina austriaca di Braunau am Inn, è di circa 2 milioni di euro: un costo che potrà essere ammortizzato rapidamente attraverso biglietti di ingresso, pubblicazioni, documentari, opere audiovisive, film e sponsorizzazioni. “Riteniamo di grande importanza che la cultura della Memoria e della tolleranza razziale,” concludono gli attivisti, “possa sostituire la cultura dell’odio e del male, in un luogo che è emblematico almeno come Auschwitz, offrendo frutti di pace e uguaglianza alle generazioni future”. I fondatori e leader del Gruppo EveryOne, che sono artisti e uomini di cultura, oltre che attivisti per i Diritti Umani, hanno realizzato diverse opere e iniziative per la Memoria dell’Olocausto: il documentario sostenuto dal Museo Yad Vashem di Gerusalemme “In viaggio con Anne Frank”, che ricostruisce la vicenda della giovane vittima dell’odio razziale; i libri “Le 100 Anne Frank”, “Poesie dell’Olocausto” e  “Insegnare l’Olocausto”; l’opera teatrale “Anne in the sky”, con la regista israeliana Angelica Calò; i cortometraggi “Binario 21” e “Grune Rose”. Alcune delle opere d’arte che il Gruppo EveryOne intende donare al progetto sono state esposte con grande successo di pubblico durante il Giorno della Memoria 2009 in provincia di Milano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: