Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

“La nuova risonanza magnetica”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2009

Roma 17 novembre Presidio ospedaliero San Giovanni – Sala Folchi – Piazza San Giovanni in Laterano, 76 il Complesso ospedaliero San Giovanni – Addolorata si arricchisce di un ulteriore Tomografo a Risonanza Magnetica di ultima generazione (Philips Medical System modello Achieva 1,5T).  In altri termini, accanto alla prima RM installata nel Presidio ospedaliero Addolorata nel 1999 ancora pienamente in esercizio H12 e alla successiva RM, installata nel Presidio San Giovanni nel 2005 in piena attività H24, si avvierà, il 1° dicembre p.v., l’attività, anche in regime libero professionale, de “La nuova RM”, in ambienti ristrutturati, umanizzati, cablati e inseriti nella rete informatica aziendale anche per il trasferimento di immagini. I pazienti ne trarranno, quindi, grande beneficio sul piano organizzativo funzionale; sotto il profilo dell’appropriatezza dell’esame, sia esso neurologico e/o addominale e/o toracico e/o vascolare e/o rivolto a studi in campo oncologico (possibile acquisizione di tipo spettroscopico e di total body con immagini senza contrasto). Potranno essere soddisfatte, quindi, tutte le esigenze specialistiche. Anche le pazienti della “Nuova Senologia per Immagini” (inaugurazione intervenuta il 29 settembre 2009) ne trarranno vantaggi: sarà possibile effettuare con “La nuova RM” lo studio del distretto della mammella nel caso in cui l’esame mammografico e/o l’esame ecografico ne evidenzino le indicazioni a completamento nel percorso diagnostico della Breast Unit. E’ stato possibile effettuare la realizzazione dell’opera con i fondi stanziati dalla Regione Lazio pari a euro 1.262.000 compresi i lavori di ristrutturazione degli ambienti. Con l’avvio ad esercizio de “la nuova RM”, il Complesso ospedaliero San Giovanni – Addolorata si arricchisce di un modello operativo dotato di soluzioni progettuali, tecnologiche, funzionali ed organizzative pensate per ottimizzare il benessere psicofisico del paziente, innalzando i livelli di sicurezza, riducendo i rischi, favorendo i tempi di recupero e per ottimizzare il benessere psicofisico degli operatori, processando il flusso di lavoro dei medici, degli infermieri, dei tecnici sanitari e degli altri operatori che partecipano, e sono orgogliosi di partecipare tutti, al risultato per una “qualità totale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: