Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Immigrazione: il Pd concorda con Fini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2009

Gli On. Luigi Bobba  Vice Presidente Commissione Lavoro  Camera dei Deputati  e l’On. Franco Narducci  Vice Presidente Commissione Esteri  Camera dei Deputati dichiarano: “Le ipotesi di modifica della normativa in tema di immigrazione avanzate dal Presidente Fini non possono che trovarci pienamente concordi. Vogliamo ricordare che in Commissione Affari Costituzionali giace una proposta di legge (primo firmatario Luigi Bobba e che è stata sottoscritta, tra gli altri, anche da Franco Narducci, Cesare Damiano e Savino Pezzotta) che si propone proprio di modificare l’attuale legge sull’immigrazione nella parte che riguarda gli ingressi.  Le parole di Fini confermano che è possibile affrontare il fenomeno immigrazione con buonsenso e concretezza e che è necessario, innanzitutto, aumentare da sei mesi a un anno il termine previsto dall’attuale legge per chi perde il lavoro e consentire a chi ha perso il permesso di soggiorno di rinnovarlo presso il consolato in Italia senza dover tornare nel Paese d’origine.    La nostra proposta è finalizzata a favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, grazie ad un permesso di soggiorno provvisorio di un anno, al fine di evitare l’azzeramento dei flussi migratori, prevedendo anche la possibilità per un immigrato che si trova già in Italia, e che è già in possesso di un lavoro stabile, di convertire il permesso di soggiorno turistico in uno stabile. Tutto questo avrebbe come conseguenza la riduzione di quella ‘illegalità subita e non cercata’ da molti stranieri, nonché dalle aziende e dalle famiglie italiane, per via di una legislazione ‘rigida’ e poco rispondente alle esigenze del mercato del lavoro italiano.  Preso atto della sintonia tra la posizione del Presidente Fini e le proposte del PD, chiediamo al Presidente della Camera di sollecitare la Commissione Affari Costituzionali di procedere quanto prima all’esame e al voto del testo, cosicché la Camera possa al più presto approvare una riforma che non costerebbe nulla allo Stato, ma produrrebbe grandi benefici sotto il profilo dell’occupazione, della legalità e della sicurezza”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: