Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

26° congresso medicina generale

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2009

Si è aperto a Firenze il 26° Congresso della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e il presidente Claudio Cricelli sottolinea l’importanza della ri-creazione della professione e della centralità del ruolo del medico di famiglia. “Dopo tanti anni di disegni e proposte astratte – spiega Cricelli -, si apre oggi, grazie alle linee di indirizzo del Viceministro della Salute Ferruccio Fazio, una nuova stagione, quella della progettualità. Non più disegni faraonici e irrealizzabili, ma obiettivi raggiungibili nell’immediato indicando alcuni chiari strumenti da cui iniziare”. I primi risultati pratici si cominciamo già a vedere, anche se ancora nella fase di avvio: l’integrazione delle cure primarie, l’assistenza sanitaria sul territorio 24 ore su 24, l’utilizzo degli strumenti informatici, la clinical governance. L’attuale processo di trasformazione del sistema sanitario è dettato da impulsi pratici. “Compito delle nostra associazione – continua Cricelli – è offrire soluzioni concrete. E lo abbiamo fatto. Grazie ai nostri sforzi la medicina generale è oggi la prima professione realmente valutabile della sanità italiana. Siamo infatti in grado di misurare l’impatto di ogni decisione diagnostica e terapeutica e il beneficio che il paziente ricava da ogni ‘euro’ investito dal sistema sanitario. Abbiamo infatti introdotto uno strumento di valutazione economica per comparare i costi delle cure erogate con i risultati. E per dimostrare che ogni unità di costo, farmaco prescritto, ricovero eseguito, richiesta di accertamento diagnostico è finalizzata a un risultato”. È l’ultimo tassello di un percorso iniziato dalla SIMG anni fa con l’introduzione di strumenti pratici, dotati di validazione scientifica, con cui effettuare la ricerca epidemiologica, la valutazione della qualità, la segnalazione dei rischi, degli effetti collaterali e di impatto delle malattie. Per citare solo due esempi: la rete Health Search per monitorare le terapie e quella dei medici sentinella per l’influenza. “Vogliamo offrire solidità scientifica e professionale a tutte le soluzioni che sviluppiamo –  sottolinea Cricelli -. Ciò significa che al di là dei modelli organizzativi, propri di ciascuna Regione, di ciascun distretto e realtà locale, è necessario praticare una buona medicina che non può derivare che da una buona pratica. Quest’ultima è legata all’osservazione scientifica, da cui dipende anche l’erogazione delle migliori cure possibili al cittadino”. La medicina generale oggi è chiamata ad assumere un ruolo da vera protagonista e a giocare una partita decisiva per rispondere alla trasformazione del sistema ed alla mutata domanda di salute dei cittadini. I cambiamenti che avverranno dovranno corrispondere un’impostazione metodologicamente corretta del processo di diagnosi e di cura specifico per “quel” paziente affetto da “quel” problema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: