Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 25

Nasce “Movimentosud” dei diritti

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 dicembre 2009

È stato costituito, ai sensi dell’art. 49 della Costituzione, un movimento politico denominato “Movimentosud dei diritti” con l’acronimo MSD con sede legale in Palermo. Il suo organigramma è il seguente: Segretario nazionale: Girolamo Foti; vice segretario nazionale: Roberto Peretti; Presidente vicario: Dr. Giovanni Menni; Presidente nazionale: Gianfranco Pipitone; Vice presidente nazionale: Domenico Bilello; Tesoriere: Alberto Stassi; Consiglieri: Salvatore Scaramuzzino, Rosi Gambino, Renata Aronica. Li affiancano, in qualità di consulenti, il Dr.Tommaso Dragotto (imprenditore); il Prof. Domenico Scapati (formatore), il Dr.Leonardo Bitti (consulente legale); il Dr. Riccardo Alfonso (giornalista), Padre Giacomo Ribaudo (giornalista, editore del settimanale d’ispirazione cristiana cntn). Il suo programma si articola in cinque punti: (Occupazione & Sviluppo) Lotta al precariato, e incentivi alla parte all’imprenditoria sana grande, media e piccola, (Mercato agro-alimentare e ittico) Il Sud la nuova California d’Italia,  (Difesa) Depotenziamento dei reparti militari del nord  e rilancio delle basi militari del sud, (Sicurezza) Rilanciare l’antimafia dello Stato e Ambiente per il recupero e valorizzazione del patrimonio storico, culturale, ambientale, economico del mezzogiorno. Una particolare attenzione il movimento rivolge al mondo del precariato e, più in generale, a quello del lavoro che, in specie nelle aree del Sud, acquista un valore assoluto e che la recente e non superata crisi economica ha ancor più accentuato e, in taluni casi, rendendo drammatica la vita delle categorie che partono già da condizioni di disagio. Da ciò si evince la necessità, non più prorogabile, di porre mano ad un nuovo piano di sviluppo industriale, agricolo, di servizi che sappia sfruttare appieno le risorse naturali delle aree del Sud e rilanciarle sui mercati internazionali. Nello specifico si pensa al turismo come all’agricoltura e all’artigianato. E’ un trittico che, se ben combinato, potrebbe diventare una grande opportunità di lavoro per i meridionali. Ma non vanno, ovviamente, trascurate le produzioni industriali sia nel settore agroalimentare sia in quello della cantieristica, metalmeccanico e delle fonti energetiche. Il tutto può avere una ragione di forte ripresa se si interviene in maniera decisa e determinante nel settore dei trasporti intermodali e delle telecomunicazioni. Ma, ovviamente, senza trascurare la lotta alla criminalità organizzata che con i suoi tentacoli da piovra tende ad infiltrarsi tra i più svariati settori della vita economica locale per sottrarvi preziose risorse per lo sviluppo dell’ambiente. E’ una lotta che potrà dirsi vincente solo se lo Stato e le amministrazioni locali mostreranno la loro disponibilità ai cittadini e ne asseconderanno con convinzione le aspettative. (servizio fidest)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: