Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Gli eventi in Bibliomediateca

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2009

Torino fino al 10 dicembre 2009 Via Matilde Serao 8/A Bibliomediateca “Mario Gromo” – Sala Eventi. Lunedi’ 7 dicembre – ore 15.30 Per la rassegna Nero Americano proiezione del noir Vivere e morire a Los Angeles di William Friedkin.  Il film è parte della rassegna cinematografica Nero americano. Percorsi nella detective story, organizzata dalla Bibliomediateca con il coordinamento di Silvio Alovisio (Università di Torino) e curata dal gruppo cinematografico universitario Sperduti nel buio. Vivere e morire a Los Angeles ( USA 1985) Per vendicare la morte di un collega anziano – in gergo, il suo “gemello” – l’agente federale Chance dà la caccia al pittore falsario Masters, aiutato dal nuovo “gemello” Vucovich, seguendo una sola regola: quando ti hanno ammazzato il migliore amico, non esistono regole.Un film di William Friedkin. Con Willem Dafoe, William Petersen, John Pankow, John Turturro, Debra Feuer.  Mercoledi’ 9 dicembre – ore 20.30  Per Dialoghi in corso presentazione del dossier Idea di un’isola. Viaggio nel cinema della e sulla Sicilia.  Il Museo Nazionale del Cinema presenta il dossier dal titolo IDEA DI UN’ISOLA. Viaggio nel cinema della e sulla Sicilia, Quaderni del CSCI, Rivista annuale di cinema italiano, Barcellona 2009, n.5, a cura di Emiliano Morreale (critico cinematografico). Intervengono alla presentazione, insieme al curatore, Silvio Alovisio (Università di Torino), Simone Arcagni (critico cinematografico, Università di Palermo), Daniela Aronica (Direttore Quaderni del CSCI, Universitat de Barcelona). A seguire proiezione del film-documentario Lo schermo a tre punte di Giuseppe Tornatore.  Lo schermo a tre punte (Italia 1995) Il film è un riuscitissimo esempio di found footage film. Tornatore seleziona qualche centinaio di spezzoni da film, documentari, programmi TV e li organizza in 14 capitoli tematici dai titoli chiaramente programmatici (alcuni esempi: “Sicilia e siciliani”, “Urlo”, “Risata”, “Gesti codici linguaggio”, “Baffo”, “Omertà”, “Baci e baciamani”). Il risultato è un imprevedibile ritratto della Sicilia giocato su tutti i registri, dal comico al tragico. Regia Giuseppe Tornatore.  Per tutte le attività  l’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, previo tesseramento gratuito alla Bibliomediateca dietro presentazione di un documento d’identità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: