Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 18 dicembre 2009

Expo: Collettiva

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Volterra (PI) Borgo S. Stefano, 153, Residenza Santa Chiara Artisti partecipanti: Enzo Scuderi, Mino Trafeli, Mauro Staccioli, Giovanni Gianfaldoni, Gianfranco Gianfaldoni, Susanna Manghetti, Anita Trinciarelli, Paola Gioli, Marusca Fulceri, Stefi Salvadori, Mariangela Bondielli, Tiziana Fulceri, Ennio Furiesi, Maria Cannistraro, Silvia Malacarne, Sergio Borghesi, Marusca Ricciardi, Giuliana Sembri, Giuliano Mannucci, Alessandro Marzetti, Alessio Marolda, Stefano Tonelli, Paolo Fidanzi, Massimo Carlesi, Donatella Cheli, Katiuscia Franchi, Manola Del Testa, Ilaria Tognarini, Giuseppina Campus, Roberto Bianchi, Giorgio Bagnoli, Giulio Santarziero, Alessio Ciampini, Andrea Ciampini, Gabriele Lazzeri, Cesare Gori.  Oltre trenta artisti, tra cui i maestri volterrani Mino Trafeli e Mauro Staccioli, hanno accettato di partecipare all’iniziativa promossa dall’educatrice della struttura Donatella Cheli, rivolta alla realizzazione di una mostra permanente di alto valore artistico e sociale, finalizzata al miglioramento della qualità della vita degli ospiti della residenza e stimolo quotidiano anche per gli stessi operatori.  Quando l’arte svela la forza radicale del suo potenziale comunicativo ed apre nuove porte, dove il confine stesso tra normalità e disagio diviene labile, nei territori mentali ed emozionali della espressività libera e pura, si delineano i contorni di eventi che incrociano aspetti non sempre complementari dell’esistenza quotidiana.  È il caso della mostra, in programma presso gli spazi della casa di riposo -Santa Chiara- di Volterra (PI), un’ampia collettiva che sarà inaugurata il 16 dicembre 2009 alle ore 16, ed in corso per tutto il periodo natalizio (fino al 7 gennaio), e che conta la partecipazione di artisti affermati nel mondo delle arti contemporanee, impegnati nella realizzazione di un’opera ispirata alle caratteristiche del luogo ed al profondo significato sociale dell’iniziativa. (santa chiara)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Urs Luthi

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Roma fino al 5/4/10 Macro via Reggio Emilia, 54Museo d’Arte Contemporanea.  Macro darà il proprio tributo a Urs Lüthi. La mostra, a cura di Luca Massimo Barbero ed Elena Forin e promossa dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione Sovraintendenza ai Beni Culturali, si pone come un evento particolare che conclude un anno espositivo di grande intensità sia per l’artista che per il Museo. Dopo le mostre presso il Kunstmuseum Luzern, la Sammlung Falkenberg di Amburgo, il Kunst Meran, e Villa Giulia di Verbania, e dopo l’assegnazione del premio Arnold Bode conferitogli da Documenta di Kassel, la personale al MACRO di Roma e’ per Lüthi un’occasione per tornare a riflettere su tematiche che da sempre hanno segnato la sua ricerca, coinvolgendo in questa occasione la città e il museo in un modo originale e inedito. Catalogo Electa Mondadori Italiano/Inglese
Urs Lüthi è nato a Krienz (Lucerna) nel 1947. Dal 1986 vive a Monaco e dal 1994 insegna all’Università di Kassel. La sua prima mostra personale e’ del 1966 e da allora ha partecipato a mostre personali e collettive in molte gallerie in Italia e all’estero. (Immagine: Autoritratto a mani vuote – Selfportrait with empty hands, 2009, fotografia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Summer of Our Discontent

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Milano fino al 12/2/2010 via Ausonio, 18 Galleria Aus18 a cura di Francesco Zanot  The Summer of Our Discontent e’ il risultato di un cortocircuito: attraverso la macchina fotografica, Francesco Zucchetti osserva un gruppo di giovani e ferma per sempre le tracce della transizione dall’adolescenza al mondo adulto. Il presente della fotografia, unico tempo del quale questo medium puo’ rendere conto (“Fatto unico nella storia delle immagini, la fotografia descrive soltanto il periodo di tempo nel quale e’ stata fatta”, affermava John Szarkowski), sospende coloro che posano di fronte all’obiettivo fra i due poli che contendono le loro vite e strutturano la loro quotidianità: il passato dei ricordi e il futuro dei sogni e dell’incertezza.  L’attualità dello scatto dell’otturatore, al contrario del bressoniano momento decisivo, e’ uno spazio privo d’azione che il fotografo riprende duplicando sotto il panno nero di un banco ottico l’atteggiamento assorto dei suoi soggetti.  Di fronte a queste fotografie, siamo tutti colti nello stesso gesto del guardare: lo facciamo noi spettatori, lo fa il fotografo, lo fanno i protagonisti delle sue immagini. Non succede altro, ma tanto basta per accumulare riflessioni e dettagli sulla psicologia, la società, la politica e le storie singolari delle figure immortalate. (zucchetti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nozze gay

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Firenze, sabato 19 dicembre 2009 ore 11,30 Caffè Sant’Ambrogio – Piazza Sant’Ambrogio conferenza stampa relativamente alla decisione della Corte d’Appello di Firenze di rimettere alla Corte Costituzionale il ricorso di una coppia gay al diniego delle pubblicazioni di matrimonio civile da parte del Comune. Saranno presenti, oltre alla coppia gay, esponenti dell’Associazione Radicale Certi Diritti, di Avvocatura per i diritti LGBT-Rete Lenford e i senatori Radicali-PD Donatella Poretti e Marco Perduca.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rivolta nel carcere di Padova

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

“Il problema delle carceri affollate è un tema ricorrente nel nostro Paese. La rivolta di Padova è solo l’ultimo degli episodi di protesta, generati dal continuo stato di disagio nel quale vivono i carcerati”. Commenta così Emmanuel Zagbla, responsabile Veneto per l’Italia dei Diritti, la notizia della rivolta al carcere “Due Palazzi” di Padova nella notte fra martedì e mercoledì. La sommossa sarebbe partita dalla sezione ridotta in condizioni peggiori dove molti detenuti sono costretti a dormire per terra o nei servizi igienici.”Le carceri italiane sono sovraffollate – prosegue l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro-. Credo che la prima cosa da fare sia accelerare i processi, dal momento che parecchi detenuti sono in attesa di giudizio da anni. Molte di queste persone poi sono stranieri immigrati in Italia, per questo ritengo sia opportuno sottoscrivere accordi con i loro Paesi di origine”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

“I bambini in azione per un’avventura”

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Pescara 19 dicembre alle 16,30 presso la sala polifunzionale del Centro Servizi alla Persona, in Via Tavo 242/1-  ex Quartiere n°3. E’ il titolo della spettacolazione che verrà presentata.  La spettacolazione conclude le attività del laboratorio artistico pedagogico “Giochiamo a diventare”, condotto da Cam Lecce e Jörg Grünert del Deposito Dei Segni. Le attività, iniziate alla fine di maggio 2009, si sono svolte presso la ludoteca Thomas Dezi di Pescara nel cuore del quartiere di San Donato.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Copenhagen: il discorso di Obama

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Phil Radford, Direttore Esecutivo di Greenpeace USA commenta a nome dell’intera organizzazione il discorso del Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, a Copenhagen. “Il mondo si aspettava dal Presidente un discorso di speranza, nello spirito dello slogan pre-elettorale ‘Yes We Can’. Il senso di quello a cui abbiamo assistito è stato invece: conoscete l’impegno americano, sta a voi prendere o lasciare. Obama può ancora salvare i negoziati decidendo di migliorare l’impegno americano per la riduzione delle emissioni, ora fermo a un misero 4% al 2020. Se invece le cose rimangono così come sono, vorrà dire che il Presidente ha attraversato l’oceano per dire al mondo che gli Stati Uniti non hanno nulla di nuovo da offrire. Non avendo offerto alcun impegno migliorativo per nuovi tagli alle emissioni, Obama mostra di non badare alle indicazioni della scienza e di non avere a cuore il destino delle future vittime dei cambiamenti climatici, sia negli Stati Uniti che all’estero. Ora il Presidente rischia davvero di essere indicato come l’uomo che ha ucciso Copenhagen. Obama ha detto che tutte le ‘parti’ devono fare passi avanti, ma non ne ha offerto alcuno. Ha affermato che i decenni di contrapposizione tra paesi ricchi e poveri devono avere fine, ma la sua visione di un accordo lancerà il mondo verso un aumento della temperatura di +3°C che cancellerà molte isole del Pacifico e avrà ripercussioni devastanti per l’Africa” conclude Radford. Sempre da Copenhagen, il direttore delle campagne di Greenpeace Italia, Alessandro Giannì aggiunge, commentando una nota del Ministro Stefania Prestigiacomo: “Ci dispiace che il ministro Prestigiacomo si sia rattristata per la nostra critica alla posizione italiana. Ma non ricordiamo nessuna seria iniziativa del suo ministero che contraddica quello che stiamo sostenendo: e cioè che sugli obiettivi di riduzione – oggi come un anno fa – l’Italia gioca una posizione di freno rispetto ai maggiori Paesi europei”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Heads of state need to show moral leadership

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Copenhagen CIDSE and Caritas Internationalis, the world’s largest development alliance, urge Heads of State arriving at the climate conference today to get the talks back on track and agree an ambitious and binding deal that is fair for the world’s poorest. The Danish Summit Chief, Connie Hedegaard was replaced by the Danish Prime Minister Lars Lokke Rasmussen on Wednesday. This marks the upping of the political stakes as Heads of State prepare to thrash out core issues, as well as the lack of progress made so far. Talks went on late into the night on Tuesday with little results, leaving much work to be done by Heads of State in the final two days of the talks. Stephen Mutiso from Kenya, working for CIDSE member Trocaire/Caritas Ireland, commented on the stalled negotiations: “Attempts to portray this as a North South issue, or that developing countries are blocking, are misconstrued and deeply misguided. This is a question of the safeguarding of the future of the human family, we are all one, and we have a moral responsibility to protect the most vulnerable amongst us,” he said. In a message for the World Day of Peace on January the 1st, sent to heads of state in time for the climate talks, Pope Benedict XVI addressed the responsibility of developed countries for climate change.  In his statement he said that it is ‘all too evident that large numbers of people in different countries and areas of our planet are experiencing increased hardship because of the negligence or refusal of many others to exercise responsible stewardship over the environment.’

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greenpeace on EU to commit to 30% emission cuts

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Copenhagen. In the last hours of the Copenhagen climate summit where industrialised and developing countries are negotiating a global agreement, the EU has been remarkable only for its silence, said Greenpeace today. A number of major EU leaders have been meeting behind closed doors today to try and finally break the deadlock. Greenpeace EU climate policy director Joris den Blanken said: “With all eyes on the positions of the US and China, Europe has so far been reluctant to show any political muscle. Europe has the power to make other players move, but it is paralysed by indecision. If we want Copenhagen to mean something, Europe has to show some guts and stop taking a back seat in the negotiations. Otherwise, the summit could be one step away from collapse, leaving climate chaos in its wake.” Greenpeace calls on EU leaders to immediately support an upgrade of Europe’s unconditional emission reduction commitment to 30%, to help reach an agreement that would push industrialised countries to a scientifically sound 40% target. Research shows that such a move would cost very little, but would deliver a sustainable economy with green jobs. Japan and Norway have already shown more ambition than Europe and there is overwhelming support within the EU to increase the target. “Copenhagen would not have taken place if the EU had not shown leadership on climate in the past. If the EU is still a leader on climate change, then why is it not stepping up and putting 30% on the table?” said den Blanken.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Le mattine dieci alle quattro”

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Roma 29 dicembre 2009 – 24 gennaio 2010  Teatro Sala Uno di Roma P.zza di Porta S. Giovanni, 10 Artisti Riuniti e NoirDesir.it presentano “Le mattine dieci alle quattro” Scritto e diretto da  Luca De Bei Con Federica Bern – Riccardo Bocci – Alessandro Casula Costumi, Sandra Cardini Scene, Francesco Ghisu Luci, Alessandro Carletti  Suono, Marco Schiavoni. La trama:“A Roma ogni mattina, alla stessa ora dell’alba, due ragazzi e una ragazza aspettano l’autobus che dalla periferia li porterà sui loro luoghi di lavoro. I due ragazzi, uno italiano l’altro straniero, lavorano in un cantiere edile. La ragazza, italiana, fa le pulizie in uffici e piccole industrie per conto di una ditta che riceve subappalti. Sono tutti poco più che ventenni e tutti lavorano in nero. I loro lavori sono sottopagati, pericolosi, umilianti, e ovviamente precari. La realtà di questi ragazzi è fatta di levatacce, di turni massacranti, di tentativi di fuga dal quotidiano nello stordimento dell’alcool, della droga o della musica di una discoteca. Ma è fatta anche di aspirazioni, di sogni frustrati oppure, a volte, di una totale mancanza di ideali. In questa cornice così dura e spersonalizzante, c’è malgrado tutto posto per l’ironia, per la voglia di una vita migliore e, soprattutto, per un disperato bisogno d’amore. E una delicata, fragile storia d’amore che affonda le sue radici nel passato, infine nascerà, anche se sarà minacciata dalla violenza e dallo sfruttamento in cui sono immerse le vite dei protagonisti”. In concomitanza con lo spettacolo, che è patrocinato dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, la casa editrice Titivillus, pubblicherà il libro dal titolo omonimo, con il testo dello spettacolo. Biglietti: 14 euro l’intero, 8 euro il ridotto, più 2 euro di tessera. Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 la domenica ore 17,30 http://www.salauno.it/ (le mattine)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva di artisti siciliani

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Palermo fino al 30/1/2010 Via Dante 53 Museo Palazzo Ziino La mostra d’arte -Palermo-Babilonia-Palermo- promossa dall’ ASS. CULT. Ars Mediterranea in collaborazione con Casa sicilia in Bulgaria, il patrocinio della Regione Siciliana ed del comune di Palermo, già presentata in Bulgaria, a Sofia, nello scorso mese di maggio, presso la sede istituzionale dell’Union of Bulgarian Artists, dedicata ad un significativo gruppo di artisti siciliani apprezzati e affermati su scala nazionale e internazionale, Alessandro Bazan, Andrea Di Marco, Fulvio Di Piazza, Adalberto Abbate, Alessandro Di Giugno, Fabrice De Nola, Stefano Cumia, Laboratorio Saccardi, Stefania Romano, Gianluca Concialdi, Giovanni Tedesco, con una bella selezione di opere, curata da Francesco Gallo, documentata da una esaustiva pubblicazione, edita da Apollon Excudit , sarà ripresentata a Palermo, dalla GAM nelle sale di Palazzo Ziino 18 dicembre 2009 – 31 gennaio 2010.  Si tratta di una conferma e di un ennesima scoperta, nella messa in rilievo di un fenomeno, che da un lato si consolida dal punto di vista quantitativo e qualitativo, dall’altro esprime una sempre maggiore vitalità, nel dare alla metropoli siciliana un ruolo sempre crescente, nel determinare aspetti dell’inquietante fenomenica della creatività fantastica, senza accodarsi, nella maniera piu’ assoluta a ruoli ripetitivi e succedanei. Si puo’ parlare di una scuola, ma in senso improprio, perche’ le differenze superano le analogie, ammesso che qualcuno si appassioni a riscontrarle, in quanto vige un forte eclettismo libertario, che va dalla figurazione piu’ meticolosa alla gestualità astratta piu’ incontrollata e in mezzo ( ma solo per convenzione descrittiva, perche’ non esiste nessun ipotetico centro) tutte le manifestazioni tecniche e mediatiche piu’ fantasiose, anche se riferibili alla discontinuità pittorica e mai alla teatralità avanguardistica. (collettiva)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luigi Ontani: mar’ Dei guttAVI

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Roma fino al 10/1/2010 via Reggio Emilia, 54 Macro a cura di Rossella Meucci Reale e Pier Gabriele Vangelli Una strada, una tradizione, uno straordinario artista. Questi gli elementi che animano il progetto “mar’ DEI guttAvi. Luigi Ontani – Tableau vivant”, promosso dall’Associazione Internazionale di via Margutta – presieduta da Laura Pepe – su concept di Rossella Meucci Reale, curato da Pier Gabriele Vangelli, con performance la cui regia e’ affidata a Valentina Moncada. Un progetto condiviso dal MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, per sottolineare il ruolo che via Margutta ha da sempre nella scena storico-artistica della capitale e per promuovere la volontà del museo di dialogare attivamente con il territorio e i suoi protagonisti.  Antoniutti. L’evento ha il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, del I Municipio e dell’Associazione Dimore Storiche del Lazio.  Le figure che hanno ispirato Ontani sono: Nicolas Poussin, Luigi Valadier, Antonio Mancini, Filippo de Pisis, Gino Severini, Nino Franchina, Pablo Picasso, Peter Van Lear, Mariano Fortuny, Nino Costa, Sigmund Episcopo Lipinsky, Federico Fellini, Sibilla Aleramo, Giulio Aristide Sartorio e Giulio Turcato. Questi ritratti sono da considerare come un un’opera unica, geniale espressione del Maestro Ontani, che traghettando via Margutta nel XXI secolo la proietta nell’universo internazionale del contemporaneo, aggiungendo un’importante pedina al patrimonio culturale della Capitale. (ontani)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Io M’Ammo

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Roma Esposizione fino al 31 dicembre 2009 Circonvallazione Gianicolense 87, Padiglione Materno Infantile – Ospedale San Camillo  la maternità tra maschile e femminile un’idea dell’artista Alexander Jakhnagiev mostra e performance di bodypainting sulla pancia  di una donna incinta e di Mario Adinolfi “incinto” Una ricerca artistica e non solo sulla maternità e sui ruoli nella coppia oltre la secolare distinzione tra maschile e femminile, tra cultura e natura.  Una performance di bodypainting e una mostra di undici opere realizzate su ecografie di donne incinte. Tre strade di creazione: artistica, generativa di persone e politica. La Direzione Generale e il Direttore del Dipartimento Materno Infantile  accolgono e lanciano la provocazione per un ospedale “gravido di idee” e proposte attuative per il miglioramento della qualità dei servizi e per l’ascolto dei bisogni di ogni persona. Il progetto “Io M’Ammo” proseguirà  il 28 gennaio 2010 con un convegno su questi temi, l’esposizione delle ecografie dipinte e una mostra “al femminile” sulla “rotondità” presso la Casa Internazionale delle Donne. (mammo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carburanti: Le proposte di Adiconsum

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Nel confronto con l’Unione Petrolifera e il Governo abbiamo avanzato precise proposte per migliorare concorrenza e trasparenza – afferma Paolo Landi, segretario generale Adiconsum. In particolare: Obbligo di esposizione dei prezzi sui totem in strada e in autostrada,  variazione periodica dei prezzi dei carburanti, aumento dei distributori indipendenti, ampliamento orario di servizio, eliminazione delle royalty sul rifornimento in autostrada, ampliamento rete distributiva Gpl e metano Da parte del sottosegretario Saglia, presente all’incontro, si è manifestato un significativo interesse per le proposte avanzate che potrebbero trovare risposta nel provvedimento di legge che il Governo sta preparando. Una volta tanto – conclude Landi – speriamo che si passi anche per il settore carburanti dalle parole ai fatti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kledi e le Pigotte di “Amici”

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Roma 19 alle 16.30 a Piazza del Popolo l’attore e ballerino Kledi Kadiu sarà in piazza del Popolo per incontrare i tanti fan e presentare dal vivo le Pigotte realizzate per l’UNICEF dal cast di “Amici”. All’evento sarà presente il Presidente dell’UNICEF Italia Vincenzo Spadafora. Questa settimana alle migliaia di volontari delle scuole, delle associazioni locali, dei centri anziani e persino delle carceri che tradizionalmente ogni anno confezionano circa 100.000 Pigotte “adottate” con una donazione nel periodo natalizio, si sono aggiunti i protagonisti di “Amici”.http://pigotta.unicef.it.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vendita beni confiscati alle mafie

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

“Si fa davvero fatica a comprendere la ratio che giustifica la volontà del governo di destinare alla vendita i beni immobili confiscati alla mafia” Lo dichiara in una nota l’on. Americo Porfidia “Il comma inserito in finanziaria prevede nello specifico che siano destinati alla vendita quei beni immobili confiscati alle organizzazioni mafiose di cui non sia possibile effettuare la destinazione o il trasferimento per finalità di pubblico interesse entro un dato tempo. Ma ci chiediamo: Possibile che in una situazione economica come l’attuale, in cui la disoccupazione interessa milioni di giovani il nostro Stato non riesca proprio ad assegnare a nessuno i beni immobili confiscati alle mafie? Possibile che il governo, che nella lotta alla mafia dice di impegnarsi come nessuno mai prima non tenga conto che ad un’asta giudiziaria di un bene sottratto alla criminalità i primi a presentarsi saranno proprio gli ex proprietari, ben rappresentati da immacolati prestanome ? Sono interrogativi ai quali non riusciamo a dare risposte sensate.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Futuro delle fiction italiane

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

<< Durante il Consiglio dei Ministri si è discusso di un provvedimento che mira a modificare alcune norme riguardanti il riassetto televisivo italiano, attraverso un Decreto Legislativo. A quanto si apprende da organi di stampa, un articolo della nuova norma metterà a repentaglio il futuro delle tante fiction italiane, parte di una cultura, che certe volte riescono anche a dipingere sfaccettature importanti della nostra società>>. A denunciarlo è Carmelo Lentino, Consigliere del Direttivo Forum Nazionale dei Giovani con delega alla Cultura, Riforme e Attività Legislative in merito al provvedimento portato in mattinata al Consiglio dei Ministri. <<Alcune regole – spiega Lentino – che servono per proteggere una fondamentale industria culturale italiana non possono essere cancellate, ma oggi vi è l’idea di togliere l’obbligo per le Tv di investire una parte degli introiti nella produzione nazionale ed europea, come è stabilito invece dalla Legge Maccanico. Resto stranito per questo provvedimento che certo non porta benefici alle “casse” dello Stato>>.  <<Nell’ampio mondo della televisione italiana, che comprende ovviamente le fiction – conclude l’esponente del Forum Nazionale dei Giovani – operano ogni giorno giovani talenti che devono essere incoraggiati e valorizzati. Certo è che se provvedimenti di questo genere venissero messi in atto, si andrebbe in senso completamente opposto>>.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pacchetto finanziario di 100 miliardi di dollari

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Copenhagen. Jeremy Hobbs, Direttore Esecutivo di Oxfam International: “È una buona notizia che le discussioni sui fondi per il clima stiano finalmente avanzando dopo due lunghi anni e numerosi ritardi. Questo deve essere il punto di partenza e non il traguardo finale delle trattative. Il pacchetto di 100 miliardi di dollari rappresenta solo la metà di quanto i paesi poveri hanno bisogno per ridurre le loro emissioni e adattarsi ai cambiamenti climatici”. Elisa Bacciotti, portavoce di Oxfam e Ucodep: “Questi fondi devono essere pubblici, non soggetti agli alti e bassi dei mercati e aggiuntivi a quelli già promessi per l’aiuto allo sviluppo. I paesi poveri non possono essere costretti a scegliere tra proteggersi da inondazioni e siccità in continuo aumento e costruire scuole e ospedali. Oxfam e Ucodep chiedono ai paesi più ricchi di fornire almeno 200 miliardi di dollari l’anno.  Questa somma può essere assicurata con fondi pubblici e tramite strumenti di finanza innovativa, come per esempio una tassa sulle transazioni finanziarie”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Climate change

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

Copenhagen, (Denmark) UNWTO has joined all the other United Nations agencies assembled in Copenhagen to send a clear message that the UN is both “working and delivering as one” on climate change. The commitment, which is being respected by all agencies in a highly coordinated manner, was stressed by the UN Secretary-General, Ban Ki-moon, at the UN high-level interactive debate on the role of the UN system in addressing climate change The high-level interactive debatewas attended by delegates to the UN Climate Change Summit, observers and the public at large. Under the leadership of the UN Secretary-General, the UN Chief Executives Board for Coordination (CEB), of which UNWTO is a member, has undertaken an extensive exercise in coordination to align the strengths, capacities and expertise of all UN System organizations to deliver as one in meeting the challenge of climate change. The UN system is determined to provide coherent and consistent support to the efforts of Member States at national, regional and global levels in addressing climate change through action on adaptation, capacity building, technology transfer, Reducing Emissions from Deforestation and Forest Degradation in Developing Countries (REDD) and other areas. Further to its role within the UN system, UNWTO has embraced the challenge of responding to climate change by establishing collaborative partnerships, raising awareness, developing guidance and providing support to its members and the travel and tourism industry.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

How big is the gap to 2 degrees?

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 dicembre 2009

The leaked paper from the UNFCCC Secretariat confirms that the world is badly off course to keep warming well below, or even close to, the widely agreed danger threshold of two degrees warming. Even the top end of the emission pledges currently on the table from industrialised and developing countries would set us on course for warming of around 3 degrees – and probably a lot more once a realistic assessment of the dangerous loopholes in industrialised country targets are taken into account. The UNFCCC report also makes a number of optimistic assumptions. Many of these must be fixed in the closing hours of the Copenhagen negotiations if the world is to stay well below two degrees warming. The assumptions are as follows:The five key assumptions are.: • That all industrialised countries move to the top end of their emission reduction pledges. The most obvious example would be the EU moving from its unilateral 20% reduction target for 2020 to its 30% pledge. • That enough finance and technical support will be made available by industrialised countries to allow developing nations to meet the top end of their emissions cut ranges. • That clear and consistent rules on accounting for land use, land use change and forestry (LULUCF) are applied to all countries.  • That all of the surplus emission allowances from the first Kyoto commitment period – often called ‘hot air’ – are taken out of the system. These surplus allowances arise from, for example, former communist eastern bloc countries whose economies shrank rapidly in the nineties. If those credits remain operative – and as yet there is no agreement on whether or how they could be  retired – then they will be carried over to the post-2012 agreement and allow future emissions to be higher, by more than one billion tonnes per year. • That every off-set credit purchased from a developing country under the Clean Development Mechanism is perfect and represents a real emission cut. In fact, a very significant proportion of CDM projects (some credible studies put the figure at around 40%) are not “additional” – and so effectively allow global emissions to increase. • That there is no “double-counting” of emission reductions from offset projects.  The UNFCCC’s paper makes absolutely clear that to give the world a good chance of staying below 2 degrees, and avoiding locking economies in to high carbon pathways, leaders at Copenhagen must: -agree much more ambitious emission reduction targets for industrialised countries. The UNFCCC paper says aggregate reductions of 30% below 1990 levels will be needed in 2020. However, scientists say that to give a decent chance of staying below 2 degrees, aggregate reductions of 40% are needed. -ensure provision of new, additional and predictable finance to support low-carbon growth and greatly reduce deforestation in developing countries. – Close down the major loopholes associated with carry over of surplus “hot air” from the first commitment period, accounting rules for land use and forestry emissions, and the use of offset mechanisms. (abstract) Taking stock – the emission levels implied by the current proposals for Copenhagen, a report for Project Catalyst by McKinsey, can be found at: http://www.project-catalyst.info/images/publications/taking_stock.pdf A new assessment by respected consultants Ecofys and the Potsdam Institute for Climate Research (CHECK) found that world is heading for warming of well over 3 degrees by the end of the century. See http://www.climateactiontracker.org

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »