Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 19 dicembre 2009

4 incidenti fra Portogruaro e San Stino di Livenza

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

E’ stato riaperto alle 13 e 30 il tratto  Portogruaro – San Stino di Livenza  della A4 (in direzione Venezia)  chiuso a causa di una serie di incidenti (il primo alle 8,30 del mattino), avvenuti a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro. Quindici, complessivamente, i veicoli coinvolti di cui 6 mezzi pesanti e 3 i feriti di cui uno piuttosto seriamente. Per liberare i veicoli imbottigliati, i mezzi di soccorso sono stati fatti entrare –  sotto lo stretto controllo della Polstrada – contromano, utilizzando il casello a valle del luogo dove era accaduto il sinistro (casello di San Stino). Dopo aver prestato soccorso alle persone ferite, si è provveduto allo spostamento dei mezzi incidentati, operazione resa più complicata dalle condizioni atmosferiche avverse, visto che imperversava una bufera di neve, e successivamente il traffico è stato fatto uscire a Portogruaro e proseguire in direzione dell’A28. Da lì il flusso è stato diretto verso Conegliano (A27) e poi immesso sul Passante. Un anello sperimentato più volte durante precedenti situazioni di criticità e che si è rivelato molto funzionale. Completamente liberalizzato il pedaggio in uscita. Regolare il traffico nella corsia di marcia in direzione Trieste. Prima della riapertura, per garantire la sicurezza della circolazione, tutto il tratto autostradale interessato dagli incidenti (circa 2 chilometri) è stato sottoposto a una serie di trattamenti di pulizia e antighiaccio. Nessuna particolare criticità sulla rete autostradale del Fvg, dove i mezzi spargisale e quelli dotati di lame per lo sgombero della neve hanno lavorato ininterrottamente. Oltre 4 mila le tonnellate di sale utilizzate nell’arco delle 24 ore. Un ulteriore trattamento è previsto per la serata di oggi.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lago d’Orta in onda su rete 4

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Il Lago d’Orta, ospite della trasmissione “Cuochi Senza Frontiere”, ha debuttato ufficialmente su Rete 4. Si è parlato della bellezza dei luoghi e delle tipicità del Piemonte e della provincia di Novara nell’ambito della trasmissione in onda questa mattina.“Si tratta di una vetrina d’eccezione che conta circa 1 milione e mezzo di telespettatori – dice il presidente del Consorzio Cusio Turismo Andrea Giacomini, intervistato da Michela Coppa all’interno della rubrica “Diari di Viaggio” – abbiamo colto l’occasione per presentare al pubblico le eccellenze del nostro lago, da quelle paesaggistiche a quelle enogastronomiche”. Per le troupe di Mediaset il presidente del Consorzio Cusio Turismo ha organizzato un tour in calessino lungo l’antico borgo di Orta e una visita al Sacro Monte, al Monte Mesma e all’Isola di San Giulio. Tappa nei migliori alberghi e nei ristoranti tipici della zona, con un cenno alla presenza di chef stellati e del campione in carica delle Olimpiadi Mondiali del Riso. Il lago d’Orta e il Consorzio non sono nuovi ad iniziative di questo genere. Ultima in ordine di tempo, era stata Rai Uno ad occuparsi del lago e delle sue tipicità nell’ambito della trasmissione Festa Italiana, in onda nel mese di settembre.(foto 2)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“I nonni raccontano”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Aulla 20 dicembre alle ore 16, presso la Sala consiliare del Palazzo comunale di Aulla, il volume “I nonni raccontano. Nonni di Lunigiana- Aulla”, un lavoro di riscoperta delle fiabe, filastrocche, tradizioni della Lunigiana.  Frutto di un intenso progetto didattico, sviluppato dagli alunni della Scuola elementare di Aulla, guidati dalle insegnanti Maria Grazia Tortoriello e Catia Godani, il volume è stato fortemente voluto dall’Associazione Genitori A.Ge. ‘Alice e Flavio’ “per recuperare- spiega la presidente dell’A.Ge. aullese Marina Pratici- fiabe, filastrocche, tradizioni del nostro comprensorio e, in primis, per rafforzare il magico legame fra nonni e nipoti”. Relatori dell’interessante pomeriggio di riscoperta delle nostre radici la professoressa Rina Gambini e il professor Giuliano Lazzarotti.  Letture a cura dell’attrice Daniela Casciari. Il volume, patrocinato da Regione Toscana, Provincia di Massa Carrara e Comune di Aulla e dedicato a nonno Nello Fiasella, si avvale delle illustrazioni pittoriche dell’artista ligure Antonio Barrani. Al termine della presentazione un brindisi augurale per tutti i partecipanti.  Il libro è scaricabile alla pagina http://www.agetoscana.it/at/index. php?option=com_ content&view=article&id=273. (i nonni raccontano)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hanno fallito ma devono recuperare

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Copenhagen, Commentando gli ultimi sviluppi del vertice a Copenhagen, il Direttore Esecutivo di Greenpeace International, Kumi Naidoo, ha affermato: “L’accordo non è minimamente giusto, ambizioso e vincolante, dunque il lavoro dei capi di Stato non è ancora finito. Oggi i leader hanno fallito nel salvare il Pianeta da cambiamenti climatici catastrofici: con l’attuale testo il mondo andrà incontro a un aumento di +3°C che mina l’esistenza stessa della nostra civiltà”. “Ieri sera Copenhagen è stata la scena di un crimine. I responsabili sono stati i primi a fuggire verso l’aeroporto coperti di vergogna. I leader del mondo avevano tra le mani l’opportunità di una generazione che poteva cambiare il destino del Pianeta che sta correndo verso impatti climatici irreversibili. Ma alla fine hanno concluso un misero accordo con scappatoie talmente grandi da farci passare anche l’Air Force One”. “Anche l’Europa ha la sua responsabilità: di fronte all’accordo al ribasso proposto dagli Stati Uniti, i leader europei non hanno utilizzato la propria forza politica e negoziale, restando a guardare. La vergogna di Copenhagen deve essere rimossa il più velocemente possibile, entro la metà del 2010”. “Non è ancora finita. Milioni di persone nel mondo hanno chiesto un accordo serio prima che il summit avesse inizio, e continueranno a farlo. Possiamo ancora salvare il futuro di centinaia di milioni di persone nel mondo, ma adesso è molto più difficile. La società civile ora ha il compito di raddoppiare i propri sforzi per portare la lotta ai cambiamenti climatici in ogni angolo della vita pubblica: dai palazzi della politica, a tutti i livelli, alle strade. La scelta è tra cercare di cambiare la nostra società, o accettare di soffrire le conseguenze di questa”. Ironia della sorte, i tre attivisti che giovedì notte hanno aperto uno striscione all’interno del Gala Dinner dei capi di Stato, dovranno trascorrere tre settimane in carcere lontano dalle proprie famiglie proprio nei giorni di Natale. Non c’è dubbio che loro sono stati dei veri ‘leader’, mentre i politici che hanno lasciato Copenhagen sui propri jet privati sono i perdenti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Copenaghen: persa occasione storica

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

L’accordo di oggi sancisce il trionfo delle parole sui fatti, dell’apparenza sulla sostanza. Per Oxfam International e Ucodep, i leader presenti al vertice di Copenaghen hanno trasformato un momento storico in un fallimento storico: le due organizzazioni chiedono che l’accordo non sia un punto di arrivo, ma solo la base di partenza dei colloqui sul clima nel 2010. Non è chiaro se ciò sarà possibile, perché la Conferenza delle parti, con un’acrobazia linguistica, non ha “adottato” il testo ma si è limitata “a prenderne nota”.  La rinuncia a siglare un trattato legalmente vincolante entro il 2010 è una duro colpo, soprattutto per le popolazioni più vulnerabili. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che 150mila persone muoiono ogni giorno a causa dei cambiamenti climatici. Ogni minuto di ritardo costa nuove vite umane.  La proposta contiene l’annuncio di 100 miliardi di dollari l’anno per aiutare i paesi poveri a fronteggiare i cambiamenti climatici. In realtà, si tratta di un obiettivo e non di un risultato già assicurato: i paesi poveri non hanno infatti alcuna certezza di ricevere i fondi necessari per adattarsi ai cambiamenti climatici e ridurre le emissioni. La somma di 100 miliardi di dollari, inoltre, è solo metà di quella necessaria. Questa differenza può avere conseguenze drammatiche: solo nell’Asia del sud e nell’Africana subsahariana, per esempio, c’è bisogno di un miliardo e mezzo di dollari per impedire nuove morti per malaria e diarrea causate dal clima.  Non c’è poi certezza che i 100 miliardi saranno aggiuntivi rispetto agli impegni presi sull’Aiuto pubblico allo sviluppo. Ciò significa che, nei paesi in via di sviluppo, i fondi potrebbero essere sottratti all’istruzione e all’assistenza sanitaria per finanziarie difese contro le inondazioni o sostenere gli agricoltori più poveri. I 100 miliardi di dollari potrebbero infine non essere fondi pubblici, ed essere quindi erogati secondo l’agenda dei donatori privati più che sulla base delle reali emergenze.    Preoccupante anche l’assenza, nella bozza di accordo, di obiettivi specifici di riduzione delle emissioni entro il 2020, essenziali secondo gli scienziati per garantire che il riscaldamento globale non superi i due gradi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Copenhagen: bene Prestigiacomo. Male Obama

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Dichiarazione Sen. Andrea Fluttero: “Il ministro Stefania Prestigiacomo a Copenaghen sta svolgendo egregiamente il ruolo di rappresentante del Governo italiano, pur nella difficile situazione della mancanza del Presidente Berlusconi trattenuto in Italia per la vile aggressione subita nei giorni scorsi, ad una trattativa a cui sono presenti tutti i capi di stato dei più importanti paesi del mondo.  Non è  comprensibile invece, l’entusiasmo per la posizione degli Usa illustrata da Obama dei senatori del PD Della Seta e Ferrante che si sperticano in elogi per un intervento peraltro criticato duramente, tra gli altri, da Phil Radford, Direttore Esecutivo di Greenpeace USA, che ha commentato ‘Il mondo si aspettava dal Presidente un discorso di speranza, nello spirito dello slogan pre-elettorale ‘Yes We Can’. Il senso di quello a cui abbiamo assistito e’ stato invece: conoscete l’impegno americano, sta a voi prendere o lasciare’, ha detto Radford. Obama ha confermato che gli Usa non firmeranno l’accordo di Kyoto, che è giuridicamente vincolante e che ridurranno le loro emissioni di Co2, senza obbligo internazionale, entro il 2020 del 17%, ma rispetto a quelle del 2005 e non rispetto a quelle del 1990 come previsto dal protocollo di Kyoto. Ha inoltre genericamente detto che gli Usa sono disponibili a partecipare alla costituzione dei fondi per i paesi sottosviluppati già decisi di 10 miliardi di $ per il 2010, 2011,2012 e di 100 miliardi di $ per gli anni dal 2020 in avanti, senza precisare la quota e senza obbligo internazionale, ma secondo la legge americana. Ha inoltre condizionato tali decisioni all’assunzione di precisi impegni da parte dei paesi in via di sviluppo. Forse i senatori del Pd Della Seta e Ferrante, probabilmente ancora affetti da “Obamite” non ricordano che l’Europa, e quindi l’Italia, a differenza degli Usa ha firmato il protocollo di Kyoto, vincolante a livello internazionale, definito le quote di partecipazione ai fondi di sostegno per i paesi in via di sviluppo a cui l’Italia parteciperà con 600 milioni di $ all’anno fino al 2013. Inoltre l’Italia stessa è impegnata a ridurre le emissioni al 2020 del 20%, ma rispetto a quelle del 1990. Il già  striminzito 17% degli Usa è rapportato alle emissioni del 2005. Applicandolo alle emissioni americane del 1990, come sarebbe corretto fare, rappresenta un non commentabile 4%. L’Italia non frena certo rispetto agli altri paesi europei, che però va ricordato possono contare sul nucleare a zero emissioni. Credo peraltro sia imprudente aumentare ulteriormente i già elevati obblighi europei oltre il 20% di fronte agli Usa che si impegnano solamente per il 4%. Più che cercare chi “frena Copenhagen”, quindi, i senatori Della Seta e Ferrante dovrebbero cercare chi secondo le parole di Greenpeace “rischia di uccide Copenhagen” ovvero il presidente Usa e provare a curare la grave “Obamite” che li affligge”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Copenhagen spellsdisaster for poor

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

CIDSE and Caritas Internationalis, theworld’s largest alliance of aid and development agencies, say the proposed‘Copenhagen Accord’ is a weak and morally reprehensible deal which will spelldisaster for millions of the world’s poorest people. While countries expressed a willingnessto continue working, the proposed deal itself presents no clear time line forconcluding a fair ambitious and legally binding agreement in the coming months. Over the last decade, a lack ofpolitical will has hamstrung international efforts to tackle climate changewhilst the impacts in developing countries have become increasingly severe. The networks say the blame lies squarelyat the feet of developed countries. Scientific evidence and economic analysisclearly sets out what is required from industrialised nations in terms ofemissions reductions and support for developing countries, and they failed toproduce the goods. “Leaders may be lagging behind, butthe level of commitment shown by people from all over the world in the run upto Copenhagen has shown unequivocally that the public is firmly behind a strongclimate change deal. Leaders must now set a firm deadline for coming to acomprehensive and binding agreement as soon as possible in the coming months, andwe’ll be watching them every step of the way,” said Lesley Anne Knight,Secretary General of Caritas Internationalis. CIDSE and Caritas believe the world mustaccept nothing less than a fair, ambitious and legally binding agreement whichcommits developed countries to greenhouse gas emissions cuts of more than 40%by 2020 –based on 1990 levels. The alliance also wants to see wealthy nationsprovide $195 billion in funding by 2020 – on top of existing aid commitments -to help developing countries harness green technologies and protect themselvesfrom the worst impacts of climate change.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La neve sulle autovie venete

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Il meteo aveva indicato neve a partire dall’una di notte di sabato 20 dicembre e così è stato. Autovie era pronta con la task force di emergenza già dalle 22 di venerdì e non appena i primi fiocchi hanno cominciato a scendere, i mezzi sono partiti:  83 “lame” (camion attrezzati per ripulire il manto stradale dalla neve) 26 mezzi spargisale e tutti gli uomini fuori. Un autista e un “secondo” su ogni mezzo, 35 ausiliari alla viabilità e 15 tecnici specializzati nella manutenzione per tutta la notte hanno lavorato senza soluzione di continuità per mantenere percorribile l’autostrada.  Nei giorni precedenti, erano già stati effettuati due trattamenti antighiaccio, il primo con una soluzione di cloruro di sodio umidificato con percentuali di 20 grammi al metro quadro e di 30 grammi al metro quadro il secondo. In condizioni normali un trattamento del genere rimane efficace per una ventina di giorni, mentre in caso di pioggia, nebbia o neve deve venir ripetuto con frequenza. Al casello del Lisert (dove si sono formate code a tratti, soprattutto in un uscita per i flussi di persone che cominciano a rientrare nei loro Paesi per le festività natalizie) è stato liberalizzato il pedaggio, così come in altri caselli della rete quando si formavano code.  Il sistema d’emergenza prevede che ogni “lama” seguita dallo spargisale, copra un tratto autostradale definito e circolare che richiede circa 30 minuti di percorrenza. E’ ovvio che l’intensità delle precipitazioni nevose (oltretutto avvenuta a meno tre gradi e quindi con maggiore presa sull’asfalto) fa sì che il manto si riformi velocemente. Nonostante ciò, tutta la rete autostradale di Autovie Venete è sempre rimasta percorribile. Il punto più critico è stato il tratto fra Portogruaro e San Stino di Livenza, dove alle 8,30 del mattino si è verificato un incidente che ha resto necessario la chiusura dell’autostrada. Il traffico è stato fatto uscire a Portogruaro e proseguire in direzione dell’A28. Da lì il flusso è stato diretto verso Conegliano (A27) e poi immesso sul Passante. Un anello sperimentato più volte durante precedenti situazioni di criticità e che si è rivelato molto funzionale. Anche in questo caso il pedaggio è stato liberalizzato

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Disrupts pirate attack group

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

London: While on a dawn patrol this morning in the Gulf of Aden, the helicopter from the Standing NATO Maritime Group One (SNMG1) flagship, the Portuguese Navy frigate NRP “Álvares Cabral”, detected a skiff in the Internationally Recognized Transit Corridor (IRTC), 90 nautical miles off the Somali north coast and 12 nautical miles away from “Álvares Cabral” at 07:22 local time.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le mostre a Catania

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Catania, 19/12/2009 alle 17 nella Chiesa di San Francesco Borgia in via Crociferi con “Pulcherrima Res. Preziosi ornamenti del passato” (19 dicembre – 21 gennaio) dove, custoditi da teche di cristallo, si potranno ammirare ben otto millenni di gioielli e ornamenti femminili, dai monili mesolitici fino a quelli d’età bizantina, in gran parte trovati in Sicilia. Ideata e curata da Lucina Gandolfo selezionando pezzi delle straordinarie raccolte del Medagliere del Museo Archeologico palermitano Antonio Salinas, giunge a Catania dopo l’esordio di Palermo (2005) e la tappa di Siena (2007). La narrazione di Pulcherrima Res – 460 preziosi reperti in oro, argento, bronzo, vetro e gemme intagliate – comincia con i primi monili preistorici per giungere ai sontuosi gioielli di età bizantina, sofisticate opere d’arte in cui si esprime tutta l’abilità creativa degli orafi del periodo.. Il costo del biglietto d’ingresso è di 4 euro.
Alle 18, in piazza San Cristoforo 18, nella sede dell’Ex Manifattura Tabacchi, taglio del nastro per “Wunderkammer. I tesori di Palazzo Abatellis” (19 dicembre – 9 febbraio), una cinquantina di straordinari oggetti d’arte del Seicento e del Settecento provenienti dalla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis a Palermo e in parte lì già esposti nel 2001 che costituivano le “stanze delle meraviglie”, prototipi degli attuali musei, di famiglie aristocratiche e colti monaci siciliani. Curatore scientifico dell’esposizione di Catania è Giulia Davì, attuale direttore di Palazzo Abatellis. L’ingresso è gratuito.
Catania 20/12/2009 alle 10, in Piazza Federico di Svevia, il Castello Ursino aprirà le sue porte alla città con una nuova e straordinaria esposizione curata da Luisa Paladino che porterà alla luce moltissimi dipinti inediti della Collezione Finocchiaro, la raccolta fondante del Museo Civico di Catania e dunque patrimonio della città di Catania e dei suoi cittadini. La quadreria Finocchiaro è confluita nel Museo Civico nel 1874 dopo la donazione fatta nel 1826 alla sua città natale da Giovan Battista Finocchiaro, primo presidente della Gran Corte di Giustizia del Regno di Sicilia, che nel corso del suo soggiorno palermitano da gran collezionista qual era aveva acquistato centinaia di preziosi dipinti realizzati tra il Cinquecento e il Settecento. In mostra opere di Polidoro da Caravaggio, Simone de Wobreck, Matthias Stomer, Pietro Novelli, Giacomo Lo Verde, Mattia Preti, Gaspare Serenario, Giuseppe Patania. La “Collezione Finocchiaro” sarà visitabile fino al 21 marzo 2010. L’ingresso è gratuito. (cf, wk)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra: Tumulti di Beatrice Caracciolo

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Roma Vernissage 23 gennaio 2010 ore 18.30 Viale Trinità dei Monti, 1 Académie de France à Rome – Villa Medici Apertura al pubblico Domenica 24 gennaio – Domenica 14 marzo 2010 mostra Tumulti di Beatrice Caracciolo, a cura di Olivier Berggruen. La mostra vuole tracciare le tappe salienti della carriera dell’artista, con opere provenienti da molteplici collezioni private: disegni al tratto, collages, zinchi, Water Marks (mari), la serie Kosova, così come i Riots – lavori degli ultimi anni – occuperanno le Gallerie e l’Atelier del Bosco di Villa Medici.
Beatrice Caracciolo ha studiato negli Stati Uniti alla New York University, alla Columbia University e al Sarah Lawrence, prima di conseguire un tirocinio alla New York Studio School. Vive e lavora principalmente a Parigi. Le sue opere sono state esposte da Jean-René de Fleurieu a Parigi nel 1996, inseguito da Gracie Mansion e Charles Cowles a New York, e più recentemente in Italia al Kaplan’s Project no.3 di Napoli e alla Nowhere Gallery di Milano. La sua serie di disegni intitolata Life Lines è stata mostrata al Savannah College of Art and Design, in Georgia (Stati Uniti), nel 2002. Hanno scritto di Beatrice Caracciolo personalità importanti come Gustav Sobin, Donald Kuspit, Paul Ardenne, ecc. La mostra Tumulti di Beatrice Caracciolo sarà accompagnata da un catalogo edito da Éditions du Regard, con una introduzione di Éric de Chassey e con i testi di Olivier Berggruen, Mario Codognato, Donald Kuspit e Paul Ardenne. http://www.villamedici.it Ingresso:  8 euro (intero) – 5 euro (ridotto) – 3 euro (sotto i 25 anni) 11 euro (biglietto cumulativo per la mostra e la visita dei giardini) Entrata gratuita per i bambini al di sotto dei 10 anni. (tumulti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro Ridens

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Roma 20 dicembre 2009 ore 11.00 il Teatro Tor Bella Monaca apre le porte al   Teatro Ragazzi con   la collaudata coppia di comici Donati & Olesen  che presenta Teatro Ridens un corso comico sul comico:  quattro lezioni e un esame nel tempo di un solo spettacolo  di e con Giorgio Donati, Jacob Olesen  drammaturgia Giorgio Testa  Sorprendere, imitare, mascherare e stravolgere sono i quattro sguardi prospettici sulla realtà dai quali si può arrivare a suscitare la risata liberatoria nel pubblico e i due ci danno dentro con foga per meglio mostrare quanto vanno spiegando per creare.  Teatro Ridens è il titolo della messa in scena di un corso accelerato di in quattro lezioni sull’Arte Comica, tenuto dagli stralunati e scatenati professori Giorgio Donati, l’umbro, e Jacob Olesen, il danese, nell’intento di mostrare al pubblico più giovane gli  aspetti essenziali dell’antica arte del far ridere, svelandone regole, trucchi e qualche segreto. S’impara, ad esempio, a creare l’illusione di una scala mobile o di un tapis roulant, o come schiaffeggiare qualcuno o tirargli le orecchie senza fargli male. Alla fine, dopo l’esame teorico e quello pratico, gli spettatori avranno maturato la consapevolezza dei meccanismi che regolano i lazzi e le battute. Scopriranno così la possibilità di creare un inimmaginabile mondo poetico, a partire da semplici situazioni di quotidianità.   Così  facendo si ottiene il duplice risultato di divertire e rendere lo spettatore partecipe e sollecitato nella sua intelligenza critica. Teatro ridens accomuna grandi e bambini in un percorso “di crescita” che va oltre il semplice momento di svago, non sottovalutando l’aspetto ludico dell’operazione che attrae divertendo.Lo spettacolo più comico, più assurdo, più grottesco, più esilarante. (ridens)

Posted in Confronti/Your opinions, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: Aleksandr Sokurov

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Nel centro dell’oceano. Traduzione di Aliona Shumakova. In anteprima mondiale il primo libro del più grande regista russo vivente. La guerra inizia dove finisce la ragione Una donna anziana, una nonna: Alexandra. Le è stata concessa l’autorizzazione per andare a visitare il nipote, che serve nell’esercito russo stanziato in Cecenia, il luogo delle mille contraddizioni, forse l’inferno in terra. Soldati russi e popolo ceceno sono creature corazzate di solitudine, pronte per diverse e opposte ragioni alla guerra. Uomo contro uomo, in un corpo a corpo che non sembra avere più requie, né senso. Ma Alexandra quel senso lo intende trovare, e recandosi nei villaggi presi di mira dal fuoco e dalla rabbia dei contendenti, cerca di stabilire l’arduo dialogo della solidarietà, in nome del bisogno di dire no a quelle violenze, a ogni violenza possibile e ai regimi che con le loro retoriche la chiamano a gran voce.  Il più grande regista russo vivente ci offre con questo suo primo libro, cui si accompagnano tre inedite elegie di viaggio, un solitario e indimenticabile canto della libertà, per riaffermare il sogno di una ragione e di un sentimento liberati da qualunque volontà di dominio. Collana Narratori Stranieri, Pagine 210, Prezzo €17,00
Aleksandr Sokurov si laurea in Storia e Filosofia nel 1974 a Gorky, mentre nel 1979 porta a compimento gli studi di cinema presso l’Istituto di Cinematografia di Mosca. Il suo primo film The lonely voice of man (1978) vince il ‘Pardo di Bronzo’ al Festival di Locarno. Tra il 1980 e il 1987 cura la regia di 2 lungometraggi, numerosi corti e 6 documentari, nessuno dei quali ottiene l’autorizzazione della censura sovietica. I suoi lavori, però, vengono premiati nei Festival di tutto il mondo. Nel 2000 ha presentato alla Mostra di Venezia Dolce, l’anno successivo Elegia di un viaggio, mentre nel 2002 è stato a Cannes con Arca russa, lunghissimo piano-sequenza che segue un cineasta, invisibile agli altri personaggi, all’interno dell’Ermitage di San Pietroburgo. Fra i suoi ultimi lavori, Alexandra (2007) in concorso al 60mo Festival di Cannes. (nel centro dell’oceano)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Rifiuti: necessario un quinto impianto

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

«Nel Lazio serve un quinto impianto per il trattamento dei rifiuti. A dirlo adesso non siamo solo noi ma anche gli esperti ai quali si è rivolta la Protezione Civile. Chiamata da Palazzo Chigi a dirimere la questione, la Protezione civile si pronuncerà ufficialmente solo lunedì, ma nel documento preparatorio dell’incontro si evince come i tecnici abbiano accolto le tesi di Comune di Roma e Ama, e cioè che esiste un gap di smaltimento nella termovalorizzazione. È del tutto assurdo che adesso Montino contesti i numeri contenuti nel rapporto. Prima, la Regione ha accettato che fosse Bertolaso a gestire l’arbitrato; adesso, ne contesta il risultato solo perché il documento dà torto al loro Piano Rifiuti». Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Le analisi sviluppate dagli esperti sono corrette. Il risultato cui giungono, infatti, è in linea con quanto Ama e Comune di Roma sostengono dall’insediamento della nuova Amministrazione, ossia che esiste un gap di smaltimento sulla termovalorizzazione, pari, secondo quanto si legge nel documento che verrà presentato lunedì, a 232.000 tonnellate di combustile da rifiuti ogni anno».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo album “Volo”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Brindisi 20 dicembre 2009 ore 22,00 Pub Goldoni, piazza Dante  Ingresso libero Mauro Petri presenta dal vivo l’uscita del nuovo album “Volo” Prodotto da 11/8 Records In coerenza con il “nomadismo” spazio-temporale che la contraddistingue, si conclude la 4ª edizione di Anime Migranti – CultureInMovimento 2009, anno interamente dedicato alle più interessanti proposte musicali pugliesi. Dopo Alma De Tangos (Massafra-Ta) e Bandita (Polignano a Mare-Ba) è di scena a Brindisi il reggae pop di Mauro Petri con la presentazione live di “Volo”, il suo nuovo lavoro discografico prodotto dalla 11/8 Records.
Mauro Petri nasce il 16/11/1977 a Brindisi, città che lo ha visto passare in varie formazioni hip hop tra cui Volume a cento, n.t.n e 05 di contrabbando che segnò la prima uscita discografica autoprodotta con l’album ARIDA (2002) ed il naturale passaggio a sonorità roots, reggae e sopratutto dub. Gli 05 rappresentarono per 8 anni un punto di riferimento per il territorio, con tour  in Calabria, Sicilia e Sardegna e la partecipazione ai più importanti festival regionali. L’impegno decennale profuso nella musica viene finalmente premiato da un contratto discografico. Dopo tre anni il nuovo album “Volo” esce su 11/8 Records, realtà imprenditoriale del Salento, da sempre attiva ed attenta ai talenti locali. Il laovoro contiene 12 nuovi brani interamente composti ed arrangiati da Mauro Petri nella consolidata formula che poggia le basi su un sound dai ritmi caraibici. “Volo”, il brano che da il titolo all’album, esprime la libertà e l’immaginazione in una chiave di avanguardia poetica. “Corde di nylon” melodicamente fresco ed originale, diretto ed al contempo introspettivo. E poi “Fani quiddu ca uei”, con la partecipazione del grande Cesko degli Après la classe!

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IBM acquisirà Lombardi

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

IBM ha annunciato di aver siglato un accordo definitivo per l’acquisizione di Lombardi, società di software a capitale privato con sede ad Austin, Texas. Non sono stati resi noti i termini finanziari. Lombardi, fornitore leader di software e servizi di Business Process Management (BPM), aiuta le organizzazioni ad automatizzare e integrare i processi di business per aumentare l’efficienza e ridurre i costi.Secondo IDC, l’opportunità di mercato per il software BPM aumenterà a un tasso di crescita annuo composto vicino al 15%, nel corso dei prossimi quattro anni, passando da 1,7 miliardi di dollari nel 2009 a 3,0 miliardi di dollari nel 2013.  L’approccio a livello di reparto alla fornitura della gestione processi adottato da Lombardi integra i punti di forza esistenti di IBM nel software di gestione dei processi a livello d’impresa, e aggiunge una dimensione nuova e interessante per i clienti che cercano una soluzione integrata end-to-end, in grado di automatizzare le attività umane e i flussi di lavoro.  Tra i primi sostenitori di WebSphere, Lombardi apporta funzionalità che integrano i recenti upgrade e i nuovi prodotti annunciati nel portafoglio WebSphere di IBM. Questi sono progettati per aiutare i clienti a realizzare un business più dinamico e a conseguire l’agilità necessaria per sopravvivere nell’ambiente di oggi in continuo cambiamento. Attraverso il suo approccio grafico e collaborativo allo sviluppo applicativo dei processi, basato su un’infrastruttura WebSphere, Lombardi estende le funzionalità personalizzabili e basate sui ruoli di IBM per consentire agli utenti aziendali di implementare rapidamente il cambiamento nella propria impresa. Lombardi ha solide relazioni con clienti nel settore dei servizi finanziari, della pubblica amministrazione, della sanità, delle assicurazioni, delle bioscienze, della produzione, del retail e delle telecomunicazioni, che andranno a integrare la base di clienti e il solido ecosistema di partner di IBM. In linea con la strategia software IBM, gli investimenti effettuati dai clienti e dai partner nelle tecnologie IBM e Lombardi saranno salvaguardati, consentendo così di sfruttare la più ampia serie di funzionalità senza dover sostituire i sistemi esistenti. L’annuncio ribadisce l’impegno e gli investimenti di IBM nella Service Oriented Architecture (SOA) e nella BPM e si basa sulle recenti acquisizioni nella BPM, quali ILOG, che hanno aiutato IBM a espandere la sua leadership nel settore. Con una comunità SOA composta da oltre 8.000 clienti e 7.400 Business Partner, e una comunità BPM di 5.000 clienti e 2.500 Business Partner, IBM continua a sostenere lo slancio in queste aree importanti. Dopo le approvazioni delle autorità regolatorie e le consuete condizioni di closing, l’acquisizione sarà completata e Lombardi sarà integrata in IBM.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il forum famiglie e la finanziaria

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Il Forum delle associazioni familiari ha inviato una lettera al presidente del Consiglio ed a tutti i ministri del governo per lamentare che la Finanziaria approvata ialla Camera con voto di fiducia, “nonostante le numerose e puntuali richieste di attenzione alla famiglia avanzate dal Forum delle associazioni familiari, ma anche da tanti soggetti del mondo politico, sindacale e associativo” non contenga “alcuna attenzione esplicita alla famiglia” né tantomeno “risorse per una sia pure iniziale attuazione del quoziente familiare”. “Le pur doverose politiche di rigore attuate dal governo e la contemporanea necessità di misure di contrasto alla crisi e di rilancio economico” prosegue la lettera “non possono costituire alibi di fronte all’urgenza di interventi che proprio per la crisi diventano ormai irrinunciabili. “Inoltre restituire potere d’acquisto alle famiglie con figli, attraverso una radicale riduzione della pressione fiscale, costituisce anche una strategia di uscita dalla crisi, sostenendo i consumi di famiglie che non possono non spendere”. “Sostenere le famiglie significa anche sostenere la prima e più importante risorsa di coesione sociale, di cura e di solidarietà del nostro Paese”. Il Forum rinnova “la richiesta che il budget impegnato nel 2009 per il bonus famiglia, due miliardi e quattrocento milioni di euro” venga destinato prima possibile all’avvio del quoziente familiare come misura permanente. Nella lettera le associazioni familiari richiedono ad ogni singolo ministro di aprire un tavolo di confronto per verificare, per quanto di propria competenza, quali risposte concrete è possibile dare al Paese, in una prospettiva di politiche familiari strutturali.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche: Crescita dei canali diretti

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

Saranno i canali diretti, basati su Internet e la telefonia, a caratterizzare sempre più il business delle banche nel segmento retail (famiglie e piccole imprese). E’ quanto risulta da uno studio (Multichannel Sales Productivity) presentato oggi a Londra da EFMA (fra le principali associazioni europee di banche, assicurazioni e finanziarie) e Finalta (società britannica di ricerca sui temi bancari). Lo studio effettuato su più di  85 banche di  40 paesi europei, Italia compresa, ha dato conto di una spinta consistente e generalizzata al business bancario via Internet e contact center, con un’accelerazione negli ultimi 12 mesi molto promettente. In un anno caratterizzato da una brusca frenata degli investimenti delle banche nello sviluppo di tutti i canali di vendita, quelli diretti hanno comunque incrementato il loro contributo al business retail di oltre 3 punti percentuali, passando dal 12,2% del 2008 al 15,4% del 2009. Lo studio ha rilevato anche come le banche già nel 2009 abbiano guardato ai nuovi canali diretti con ben tre obiettivi di medio termine: vendere di più, migliorare il servizio, ridurre i costi; e come questi obiettivi abbiano peso diverso nei diversi segmenti di clientela. Ad esempio nel “segmento affluent” (la clientela con maggiori disponibilità) si va profilando un utilizzo di Internet e della telefonia mobile molto più raffinato e personalizzato, e soprattutto in chiave di relazione privilegiata, continua e tempestiva con il cliente.  “La multicanalità ha già valenza strategica.” ha affermato Christine Wood, Direttore di Finalta. “Per crescere nei nuovi canali le banche dovranno adottare strategie coerenti con le attese di ciascun segmento di clientela, dotarsi di programmi chiari, superare abitudini e resistenze organizzative. Quelle che non lo faranno, resteranno indietro.” In Italia, lo studio può essere richiesto a Equiteam (Milano- http://www.equiteam.eu).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura, una partita di giro

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

“Svelato il mistero intorno al piano straordinario di intervento a sostegno dell’agricoltura, annunciato alcune settimane fa dal ministro Zaia per aiutare il comparto agricolo colpito duramente dalla crisi economica internazionale. Dall’interrogazione a risposta immediata in commissione agricoltura apprendiamo, semplicemente, che non esiste alcun piano straordinario. Il ministro ha fatto riferimento solo a misure già previste in finanziaria. Buona parte di queste sono solo una partita di giro proveniente proprio da risorse degli agricoltori, attraverso l’articolo 68 e la Ocm vitivinicola. Misure, peraltro, nemmeno concordate con le regioni. Sono veramente poche le risorse reali messe in campo, provenienti dallo scudo fiscale”. È il commento di Susanna Cenni, parlamentare toscana del Partito democratico, all’intervento del ministro dell’agricoltura Luca Zaia, che oggi (mercoledì 16 dicembre) ha risposto all’interrogazione presentata alcune settimane fa dal deputato del Pd. “Il Partito democratico non può certo ritenersi soddisfatto. L’agricoltura italiana – prosegue la parlamentare – merita francamente di più: merita stanziamenti veri, risorse aggiuntive messe in campo dallo Stato, come avviene ad esempio in Francia dove Sarkozy ha stanziato importanti risorse. E necessita soprattutto di una visione di sistema, che francamente non riusciamo a scorgere. Dal 2000 a oggi il reddito agricolo è calato del 20 per cento mentre i costi di produzione sono saliti del 150 per cento in tre anni, del 300 per cento negli ultimi 10 anni. Di fronte a questa grave situazione molti Paesi europei, non solo Francia ma anche Spagna e Germania, stanno mettendo in campo misure straordinarie che anche Zaia aveva annunciato, e di cui invece non c’è traccia”. “La lettura della Finanziaria 2010 fatta oggi dal ministro Zaia – conclude Cenni – è ben diversa non solo da quella del Pd, ma soprattutto da quella degli agricoltori e delle associazioni di categoria, che denunciano l’insensibilità e il disinteresse del governo nei confronti dei gravissimi problemi del settore, continuano a chiedere che si proclami lo stato di crisi e annunciano per i prossimi giorni nuove proteste e mobilitazioni

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lieve ripresa economica in Abruzzo

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2009

“E’ un piccolo segnale di fiducia, che però non mette al riparo dal problema occupazione nel nostro Paese, ancora in evidente stato di sofferenza economica”. Commenta così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, la notizia secondo la quale in Abruzzo il dato sulla disoccupazione sia leggermente migliore rispetto alle precedenti rilevazioni Istat. “Permane in tutto il Paese una situazione di oggettiva difficoltà- prosegue l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro- e credere che il peggio sia passato è certamente un grave errore. Sarebbe sbagliato, ora, farsi prendere da facili entusiasmi, dal momento che il problema occupazione resta uno dei nodi cruciali del nostro Paese, e un dato come quello della regione Abruzzo è ancora poco significativo. Non possiamo ancora permetterci di abbassare la guardia e di considerare superata la crisi; fabbriche chiuse ed emorragie di posti di lavoro sono ancora all’ordine del giorno”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »