Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Perdono cristiano con un “ma”

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 dicembre 2009

Lettera al direttore. “Silvio Berlusconi perdona Massimo Tartaglia, ma allo stesso tempo chiede alla giustizia di non fare eccessivi sconti all’aggressore di piazza Duomo perché il rischio è di far passare il messaggio che chiunque può colpire liberamente un’istituzione”. Questa la notizia data dall’agenzia ANSA. In questo periodo in cui si sprecano i “senza se e senza ma”, mi aspettavo che anche il perdono cristiano del Cavaliere fosse senza se e senza ma. Invece il premier perdona con un “ma”. La Chiesa una volta era clemente verso l’eretico. Lo consegnava nelle mani dell’autorità civile, pregando quest’ultima di risparmiare la vita dell’imputato. Solo che se il tribunale secolare avesse rifiutato di procedere all’esecuzione del condannato, sarebbe caduto egli stesso in sospetto d’eresia. Il “ma” della Chiesa era sottinteso. (Veronica Tussi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: