Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 31 dicembre 2009

FAO: nel 2050 crescono le bocche da sfamare

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Nel 2050 ci sarà un terzo in più di bocche da sfamare in tutto il mondo e sarà necessario produrre il 70% di cibo in piu’ per i 2,3 miliardi di persone in piu’, al tempo stesso combattendo i problemi della poverta’ e della fame, usando in maniera piu’ efficiente. E’ questa la sfida al centro del Forum di Esperti di Alto Livello che si terra’ fino a domani a Roma, per discutere le strategie su ”Come Nutrire il Mondo nel 2050”. ”La FAO e’ cautamente ottimista riguardo le possibilità del mondo di produrre cibo a sufficienza per nutrire la popolazione mondiale nel 2050 – ha spiegato aprendo i lavori il direttore generale della Fao jacques Diouf, che però ha sottolineato anche – il mondo rischia di trovarsi con la credenza vuota e in grande difficolta”’. Senza un investimento adeguato però, hanno spiegato nel corso dei successivi interventi del pomeriggio i circa 300 esperti convenuti a Roma, circa 370 milioni di persone, quasi il 5% della popolazione dei paesi in via di sviluppo, potrebbero ancora soffrire la fame nel 2050. In quella data, infatti, circa il 70% della popolazione mondiale vivra’ nelle citta’ e nelle aree urbane, rispetto all’attuale 49% e sara’ ben lontana dalla possibilita’ di autoprodursi il cibo necessario a vivere, come accade adesso, pur con grande difficolta’, in area rurale. Si stima che la domanda di beni alimentari continuera’ ad aumentare, come conseguenza della crescita della popolazione e dell’incremento dei redditi. La domanda di cereali (per l’alimentazione umana e del bestiame) e’ prevista raggiungere circa 3 miliardi di tonnellate nel 2050. La produzione cerealicola annuale dovra’ aumentare di almeno un miliardo di tonnellate (a partire dagli attuali 2,1 miliardi), mentre la produzione di carne dovra’ aumentare di oltre 200 milioni di tonnellate per raggiungere nel 2050 un totale di 470 milioni di tonnellate, di cui il 72% verra’ consumato nei paesi in via di sviluppo (dove oggi se ne consuma il 58%). Da tutti gli esperti – e dalla FAO stessa – sono arrivate richieste per interventi piu’ decisi per ottenere progressi piu’ rapidi verso l’obiettivo della riduzione e dell’eliminazione della fame e della poverta’ nel mondo.”Gli investimenti nell’agricoltura primaria dovrebbero diventare una priorita’ ed essere aumentati di circa il 60% – ha sottolineato Diouf – poiche’ l’agricoltura non solo produce cibo ma genera anche redditi e favorisce la sussistenza nelle aree rurali”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pulcinella a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Roma 2 gennaio 2010 ore 16 e ore 18 al Teatro Biblioteca Quarticciolo Domenica 3 gennaio 2010 ore 11 e ore 17 al Teatro Tor Bella Monaca  npresentano  Gaspare Nasuto in Pulcinella arte e poesia delle autentiche Guarattelle napoletane  restaurate  con uno stile unico  Sul palcoscenico cinque secoli d’Arte dei burattini napoletani ridisegnati con potenza, innovazione, ma soprattutto con fedeltà alla tradizione di Pulcinella: le Guarattelle, antica forma di burattini a guanto nata a Napoli intorno al 1500. La costruzione dei burattini finemente intagliati in legno di noce e ciliegio, la cura minuziosa dei teatrini, l’uso della Pivetta e l’arte sopraffina del movimento, rendono Gaspare Nasuto uno dei più grandi interpreti e autori di Pulcinella nel mondo La particolarità  dello spettacolo è la voce di Pulcinella che si ottiene grazie alla “Pivetta” uno strumento che il burattinaio tiene in gola e usa durante le rappresentazioni. Gaspare Nasuto, inizia la sua attività nel 1989, burattinaio, autore, regista, scultore, è considerato unico erede di Bruno Leone e grande conoscitore della tradizione napoletana di burattini, vero e proprio punto di riferimento per chiunque voglia avvicinarsi ai segreti delle Guarattelle napoletane, il primo a trasformare lo schema orale delle Guarattelle in vero e proprio schema teatrale, tanto da essere considerato dalla critica un vero e proprio restauratore della maschera di Pulcinella versione burattino. Il suo percorso artistico è incentrato sulla contaminazione della Tecnica della Commedia dell’Arte e la tradizione delle Guarattelle.  “Sono nato a venti minuti di distanza da Napoli – racconta Gaspare Nasuto – quando ero piccolo credevo che il teatro con le maschere fosse il Teatro, l’unico Teatro. Poi sono cresciuto e ho scoperto che quel Teatro era la commedia dell’Arte e non era l’unico; allora ho deciso di restare piccolo e continuare a giocare con le maschere e così Pulcinella, da venti anni, è il mio socio inseparabile in giro per il mondo”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per un pianeta migliore

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Se facciamo le pulizie di casa non possiamo pretendere che i nostri rifiuti vadano a finire nell’abitazione del nostro vicino. Dobbiamo fare in modo che la pulizia non finisca da noi e che per gli altri è un loro problema. E’ un criterio che alla fine si ritorce su di noi, prima o poi. Cosi dovremmo ragionare come cittadini del mondo ovunque ci troviamo e qualsiasi lavoro facciamo o seduti davanti la televisione sgranocchiando noccioline. E il nostro pianeta non si salva solo rendendo più respirabile l’aria, pulite e ordinate le nostre strade, meno inquinate le stalle e i pascoli e le terre dissodate e le falde acquifere. Si salva affrancando milioni di nostri simili dall’assillo della fame, della miseria, dell’abbandono. Una società più giusta non si serve di proclami, di buone parole, di atti di carità, deve essere e diventare sempre di più solidale, deve saper rinunciare al superfluo di pochi per offrire a tutti una pari dignità che li sollevi dal bisogno, dall’emarginazione, dalla schiavitù. Finché un solo essere umano vive senza un tetto sulla testa, un focolare dove riscaldarsi, un pasto caldo sul desco, una medicina per alleviare le sue sofferenze e portarlo a guarigione, finché tutto questo non accade noi possiamo inutilmente coprirci il capo di cenere e versare copiose lacrime. Saranno il pianto e la cenere dell’ipocrisia. Saranno la negazione del nostro voler essere e divenire cittadini del mondo, fratelli che si stringono l’un l’altro la mano, fratelli e figli avviati per un comune destino per una comune avventura che si chiama vita e alla quale ci dobbiamo fare carico di rispettarla consentendo ai nostri simili le stesse opportunità che desideriamo per noi. E dobbiamo farlo oggi e non domani. Dobbiamo farlo non per un atto d’imperio ma come semplice regola di vita. Se non comprendiamo tutto questo, momenti ancora più tristi ci attendono. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fuochi d’artificio anche a Capodanno

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Lago d’Orta. Il Consorzio Cusio Turismo ha prediposto uno spettacolo mozzafiato per la sera del 31 dicembre. L’iniziativa è stata voluta dal presidente del Consorzio Cusio Turismo Andrea Giacomini. “Lo spettacolo pirotecnico inizierà alle 23:45, per concludersi con i botti finali a mezzanotte in punto – spiega lo stesso Giacomini – la manifestazione sarà curata dalla dittà Parente Fireworks, la stessa che ha vinto numerose edizioni dei campionati mondiali di fuochi d’artificio”. Sarà uno spettacolo entusiasmente, con fuochi di colore bianco, argento e oro e con un gran finale tricolore dedicato all’Italia.  “Si tratta del nostro omaggio al lago e ai suoi visitatori – conclude Giacomini – invitiamo turisti e curiosi a venire a trovarci, perché lo spettacolo è gratuito e, per chi volesse pernottare, nei ristoranti del lago c’è ancora qualche posto libero”. (fuochi)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2010: Primo numero del «Messaggero sant’Antonio»

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Uscirà con due nuove rubriche:  Questioni di vita, una rubrica sulla bioetica curata da padre Ugo Sartorio, pensata a servizio dei lettori per approfondire le delicate questioni su inizio e fine vita Italia solidale, una serie di articoli che aiuterà a tracciare l’identikit del volontariato italiano, una sorta di “puzzle” composito che svela tratti comuni e suscita sempre nuove domande, applicandosi a settori inediti come ambiente, educazione, beni culturali, problemi di comunità. E ancora in questo numero, un dossier dedicato ai figli degli immigrati, “nuovi cittadini” italiani; l’iniziativa promossa dall’Istituto Mulieris dignitatem per studi sull’unidualità uomo-donna, dedicata ad un Master per la Gestione delle crisi personali e interpersonali; un articolo di Aldo Maria Valli sulla Ecologia di pace; l’intervista a Denise Epstein, figlia di Irène Némirosky, scrittrice ebrea di origini francesi, morta settant’anni fa ad Auschwitz. (messaggero)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le marce della Pace in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

A Roma l’appuntamento è il 1 gennaio alle ore 11.00 in Largo Giovanni XXIII (inizio di Via della Conciliazione), da cui partirà la Marcia della pace che raggiungerà Piazza San Pietro per ascoltare il Messaggio di Benedetto XVI. Ci uniamo alle parole del papa: “Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato”, per rispondere con urgenza alla grave questione del rispetto dell’ambiente, così profondamente legata al bene comune della pace. Le altre città sono: Firenze, Napoli, Milano, Genova, Novara, Avellino, Alessandria, Terni, Messina, Padova, Torino, Bari, Parma, Lucca, Catania, Palermo. La Comunità di Sant’Egidio, a Roma e in tante città dell’Italia e del mondo, con la Marcia della Pace ricorda tutte le terre che nel Nord e nel Sud del mondo attendono la fine della guerra fonte di sofferenza per tanti popoli e “madre” di tutte le povertà e la fine del terrorismo e sperano nell’unità e nella pace della famiglia umana. Cristiani e credenti di tutte le religioni, uomini e donne di buona volontà, sono invitati ad unirsi per manifestare che la pace è possibile e che la guerra non è inevitabile.  In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Pace del 1 gennaio 2010 la Comunità di Sant’Egidio, insieme ad altre Associazioni, Movimenti e Comunità, vuole far giungere il suo sostegno alle parole del Papa e alla sua sollecitudine per la pace nel mondo, ancora tanto diviso e segnato da guerre, ingiustizie, povertà e violenze.  Fu papa Paolo VI nel 1968, durante la guerra in Vietnam, che scrisse il primo Messaggio per la Pace, che così si apriva: “… sarebbe Nostro desiderio che poi, ogni anno, questa celebrazione si ripetesse come augurio e come promessa, all’inizio del calendario che misura e descrive il cammino della vita umana nel tempo, che sia la Pace con il suo giusto e benefico equilibrio a dominare lo svolgimento della storia avvenire…”. Sono 43 anni da allora, che la Chiesa cattolica celebra il 1 gennaio come giornata Mondiale della Pace: l’insistenza è  segno che i cristiani mai possono rassegnarsi ad accettare la guerra come soluzione ai conflitti e sempre vogliono essere operatori di pace. La Comunità di Sant’Egidio, che inizia proprio nel 1968, in questi 43 anni ha lavorato come ha potuto per la pace, nel dialogo con tutti, che ha portato alla pacificazione in situazioni di guerra; nell’incontro con uomini e donne di fedi diverse, sempre nell’orizzonte della pace; nel lavoro quotidiano per costruire ovunque società della pace e della convivenza, a partire dai più poveri. Da otto anni Sant’Egidio, sostenendo il Messaggio del papa, inizia l’anno con il passo della pace, gridando: “Pace in tutte le Terre” attraverso le oltre 600 manifestazioni del 1 gennaio che si svolgeranno in tutto il mondo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio. Fondi sanità

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Da ieri hanno preso inizio i lavori di demolizione del muro divisorio in cemento armato, eretto nel luglio scorso, all’interno dello storico parco del Forlanini che spaccava in due la struttura ospedaliera di Monteverde. La delibera n. 1479 del 2 luglio 2009, a firma del Direttore Generale dell’A.O. San Camillo-Forlanini, Luigi Macchitella, ha dato il via alla gara d’appalto, dall’importo di circa 500 mila euro, dall’oggetto: “l’esecuzione di lavori presso il Padiglione Cardiologico piano seminterrato CED – muro divisorio interno del complesso Forlanini”.  Nessun riferimento a voci di spesa, invece, né si accenna alle motivazioni per giustificare l’esecuzione dell’opera, o vi e’ alcuna nota per identificare la futura destinazione del nosocomio, considerando che la chiusura del Forlanini è stata rinviata sine die dalla Regione Lazio.  A farlo notare è l’Associazione “G. Dossetti: i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti”(www.dossetti.it) che interviene sulla vicenda chiedendo più trasparenza. «Ora il muro si sta abbattendo, pare per “interventi esterni” – commenta Corrado Stillo, Responsabile dell’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti dell’Associazione – a favore di qualcuno che, probabilmente, non ha digerito l’esecuzione di tale inspiegabile opera e, a quanto pare, senza alcun permesso di quelli previsti dalla legge».  «A pochi giorni dalla triste storia dell’uomo morto nel reparto di emodinamica dell’ospedale di Viterbo – continua Stillo – ecco un nuovo episodio che dimostra l’assenza di una politica di effettivo risparmio  in ambito sanitario. Si tratta della costruzione di un muro divisorio, da molti considerato inutile, ed oggi si procede al suo abbattimento. 500 mila euro per costruirlo, altre centinaia di migliaia di euro per abbatterlo. Sono questi i criteri per il rientro dal deficit sanitario?». La verità, secondo Stillo, è che continuano gli sperperi e i tagli finiscono, come sempre, con l’essere addossati ai cittadini che si ritrovano, quasi per paradosso, con una riduzione dei servizi essenziali. «Ci chiediamo – conclude il Responsabile dell’Osservatorio per la Tutela e lo Sviluppo dei Diritti della G. Dossetti – se i Direttori Generali, lautamente retribuiti, si rivolgeranno mai all’opinione pubblica con maggiori informazioni e motivazioni valide sulla gestione delle risorse finanziarie spese in questi ultimi anni».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi dell’auto e il Sud

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

La questione meridionale secondo Marchionne: cominciamo a chiudere Termini Imerese e a ridurre la produzione a Pomigliano D’Arco  Incomprensibile chiudere al Sud e aprire gli stabilimenti in Serbia e in Polonia La Fiat deve spiegare perché quello che si può fare all’estero non si può fare in Sicilia: c’è forse migliore logistica, compatibilità e vocazione industriale in Brasile, Serbia e Polonia piuttosto  che nel Mezzogiorno d’Italia? Se il settore auto, come ci è unanimemente riconosciuto, rappresenta un prodotto d’eccellenza della nostra industria, un punto di forza della nostra economia, sarà un problema dell’Azienda, del Management, delle Rappresentanze dei lavoratori, attraverso uno sforzo congiunto, trovare gli strumenti per rendere competitivi gli stabilimenti di Termini Imerese e Pomigliano d’Arco come gli altri stabilimenti Fiat in Italia e all’estero. E’ indispensabile una mobilitazione collettiva Abbiamo nel Sud enormi risorse di intelligenza e laboriosità occorre solo il senso di responsabilità un impegno da parte di tutti gli attori questa vicenda, Governo, rappresentanti dell’azienda e dei lavoratori per non disperdere un patrimonio di competenze e una iniziativa industriale frutto di lavoro e di sacrifici e anche di investimenti pubblici realizzati con i soldi dei contribuenti

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumento tariffe autostradali

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Una raffica di aumenti per i pedaggi autostradali dal prossimo 1° gennaio –  dichiara Pietro Giordano Segretario Nazionale Adiconsum – che non hanno nessuna motivazione, né inflazionistica né dettata da investimenti strutturali su un sistema autostradale fermo agli anni ’60. La media degli aumenti che scatteranno dal 1° giorno sono pari al 2,40% in media, ma su alcune tratte l’aumento raggiunge una percentuale pari al 4,78, come sulla Roma-L’Aquila, imponendo di fatto una “gabella di transito” pari a 6 euro per tutti i pendolari del quadrante est dell’hinterland capitolino, solo per fare un esempio. È l’ennesimo aumento dei pedaggi nel 2009, che favorisce in particolare Autostrade per l’Italia che gestisce km 2854,6 dell’intera rete autostradale e che vede solo un minimo introito (circa 270 milioni) per l’Anas. Così continuerà ad allargarsi la forbice tra il sistema autostradale del Nord e quello del Sud, con la telenovela del completamento della SA-RC e delle “autostrade”, se così possono essere definite, della Sicilia e del Mezzogiorno in generale. Così le aziende private concessionarie continueranno a lucrare sui consumatori e sugli automobilisti, senza che investimenti rapidi e reali vengano realizzati. Il Governo non può continuare ad affermare che il peso fiscale a carico dei cittadini non aumenta, se poi continua a varare provvedimenti che aumentano le tariffe del sistema trasporti: da 1 a 3 euro per le tariffe aeree; 2,40% per quelle autostradali; oltre il 15% per quelle del trasporto ferroviario. Adiconsum chiede al Governo il varo di un piano infrastrutturale che investa parte dei proventi derivanti dallo scudo fiscale e preveda al contempo investimenti certi ed esigibili da parte delle società concessionarie, invertendo così la logica della privatizzazione degli utili e della socializzazione degli investimenti. Adiconsum chiede alle società concessionarie autostradali, maggiore tutela e maggiore informazione per gli automobilisti. Adiconsum chiede ad Autostrade per l’Italia – continua Giordano – un urgente tavolo negoziale con le Associazioni dei consumatori, per la realizzazione di una Carta dei servizi e di una Carta dei diritti degli automobilisti. Adiconsum chiede anche che attraverso il sistema satellitare che aggiorna i tabelloni autostradali sui costi dei carburanti, si realizzi una informazione diretta attraverso i tom-tom su tutte le notizie necessarie all’automobilista, come ad esempio, tratte interrotte, incidenti, code autostradali, costi dei carburanti nella tratta di percorrenza, ecc., per un reale ed incisivo servizio ai consumatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capodanno: nominata unità di crisi

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Il Comune di Roma ha costituito una Unità di crisi per monitorare il territorio della Capitale durante la lunga notte di San Silvestro. L’Unità, che sarà attiva presso la Sala delle Bandiere in Campidoglio a partire dalle ore 21 del 31 dicembre e fino al mattino del primo gennaio, vigilerà sulle possibili problematiche dovute all’afflusso di persone e ai conseguenti problemi di mobilità, fornendo informazioni in tempo reale e dando immediata attuazione agli interventi ritenuti necessari. Composta da rappresentanti delle varie strutture comunali, delle società municipalizzate, degli enti e delle società incaricate di pubblici servizi, l’Unità avrà il ruolo di “cabina di regia” con potere decisionale per fronteggiare eventuali emergenze. L’Unità di Crisi è presieduta dal Sindaco o in sua assenza dal Delegato alle Politiche della Sicurezza ed è coordinata dal Gabinetto del Sindaco. È organizzata in cinque Aree Funzionali: Mobilità (con Polizia Municipale, Atac, Metro, Trambus), Servizi pubblica utilità (Ama, Acea, Italgas), Assistenza alla popolazione (Protezione Civile, Dipartimento Politiche Sociali, Ares 118), Comunicazione (Ufficio Stampa, Dipartimento Comunicazione Istituzionale, Zetema), Tecnologie e supporto scientifico (Dipartimento Risorse Tecnologiche, Servizi Interni Tecnologie e Informatici, Telecom). Ognuna di queste Aree, che avrà a disposizione una posizione operativa con strumenti informatici e di comunicazione di supporto, farà capo a dei referenti con potere decisionale che hanno il compito di valutare le informazioni e, nel caso, determinare le possibili procedure d’emergenza. Per queste sono previsti tre stati di attivazione: “attenzione” (eventi di lieve entità che non coinvolgono la popolazione), “preallarme” (eventi la cui evoluzione può prevedere il coinvolgimento della popolazione) e “allarme” (eventi che coinvolgono la popolazione).  “È la prima volta che a Roma si installa una Unità di Crisi in occasione del Capodanno, una serata così particolare e ricca di avvenimenti per la città. È anche un modo, per chi si occupa di sicurezza e servizi, per augurare il buon anno a chi ha scelto le strade e le piazze di Roma per festeggiare il 2010. Voglio in particolar modo ringraziare i dipendenti del Comune, delle aziende partecipate e delle altre società che hanno collaborato all’attivazione di questa Unità che, a partire dalle ore 21 di domani, effettuerà un monitoraggio costante del territorio comunale”. Lo dichiara il delegato del Sindaco per le Politiche della sicurezza, Giorgio Ciardi.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Campania e colpi di coda

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Napoli. A seguito dello stratagemma emerso e cioè che la Giunta potrebbe disporre il rinnovo dei contratti (fino a 5 anni) dei dirigenti esterni, il Capogruppo dell’UDC in Consiglio regionale, Carmine Mocerino, ha espresso un netto disappunto: “mentre Bassolino si reca in Palestina per consegnare l’orologio della pace, la sua Giunta ha iniziato il conto alla rovescia con una operazione clientelare pre-elettorale”.In particolare il provvedimento in questione rappresenterebbe l’ultimo colpo di coda di una Giunta ormai alla fine del suo mandato e consisterebbe nel tentativo di far passare una delibera preconfezionata di fine anno al fine di riconfermare manager e dirigenti esterni che hanno, quale unico merito, solo quello di essere stati i favoreggiatori di un conclamato mal governo.“Siamo alle prese con il solito escamotage di fine legislatura per bypassare il voto di controllo istituzionale del Consiglio dal quale, le misure del provvedimento, non ne uscirebbero approvate. Questa scelta – aggiunge Mocerino – è  deflagrante se attuata, sia per la qualità della gestione delle ASL che per la qualità del servizio sanitario regionale, già fortemente provato a causa di una dissennata spesa sanitaria. Il provvedimento – conclude Mocerino – è anche delegittimante per la prossima legislatura poiché la Giunta che subentrerà, si troverà nell’impossibilità di incidere su qualsiasi cambiamento.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pionati attacca l’Mpa

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

“E’ fuori dal centrodestra” “Oramai l’Mpa è un partito allo sbando e decisamente lontano dal centrodestra”. Francesco Pionati torna ad attaccare il Movimento per l’autonomia proprio in un momento assai delicato per il partito di Lombardo. Larga parte dei dirigenti e dei rappresentanti istituzionali contesta la designazione di Villari come commissario regionale della Campania. “Hanno un segretario che è un ex Pd – dice ancora Pionati – in Sicilia stanno per varare un accordo con il partito democratico e a Roma votano contro la finanziaria del governo. Insomma, è chiaro a tutti che l’Mpa è fuori dal centrodestra”. Pionati poi si rivolge al presidente della Provincia Sibilia: “Credo che debba trarre le più logiche conclusioni e mettere fuori l’Mpa”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stagione saldi

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

“Il 75% dei consumatori aspetterà la fine dei saldi per fare acquisti, quando i negozianti, applicheranno uno sconto di almeno il 50%”  Secondo le stime rese note da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani, le vendite scontate di almeno il 50% sono attese soprattutto al Mezzogiorno (83%) seguito dal centro (78%) e dal Nord (74%). Per quanto riguarda il budget acquisti, il 66% è orientato a spendere fino a 150 euro, il 12% più di 200 euro, mentre il restante 22% ha dichiarato di non sapere se potrà avvalersi dei saldi. I saldi sono graditi particolarmente alle donne, con il 71%: acquistano principalmente scarpe (31%), borse (27%) e abbigliamento (25%). «E’ importante scontare subito tutti i prodotti di almeno il 50% per incoraggiare gli acquisti – afferma Vittorio Carlomagno Presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuen ti Italiani – Se i consumi non ripartono, non potrà ripartire l’intera economia. Molti consumatori hanno rinunciato da tempo ad acquistare, preferendo riciclare tutto ciò che hanno negli armadi». Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I saldi invernali a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Cominceranno il 2 gennaio i saldi invernali in tutto il territorio del Comune di Roma. Gli esercizi commerciali potranno rimanere aperti inoltre anche nelle due domeniche successive all’inizio del periodo dei saldi, secondo quanto disposto dall’ordinanza sindacale n° 2 del 24 marzo 2009. Per gli esercizi di vendita al dettaglio resta fissato l’obbligo della chiusura festiva nelle giornate del 1° gennaio, 6 gennaio.  I soli esercizi commerciali specializzati nella vendita di giocattoli hanno facoltà di apertura fino alle ore 24.00 del giorno 5 gennaio ed hanno facoltà di apertura festiva fino alle ore 14.00 del giorno 6 gennaio. Inoltre nella giornata di domani, 31 dicembre, il limite orario giornaliero entro il quale è consentito lo svolgimento dell’attività commerciale è fissato alle ore 18.30. «Sia nei trenta giorni precedenti l’avvio dei saldi che durante il periodo delle vendite scontate, l’Amministrazione comunale ha intensificato i controlli per garantire il rispetto delle regole». Lo dichiara l’assessore alle Attività produttive, Davide Bordoni.  «L’obiettivo è combattere il fenomeno dell’abusivismo e garantendo la legalità e la corretta concorrenza da parte di tutti: in questa azione si sta rivelando fondamentale la sinergia con la Polizia Municipale». «L’Amministrazione Comunale continuerà inoltre a sollecitare la modifica della legge regionale n. 33/99 per garantire uno adeguato svolgimento della stagione dei saldi, venendo incontro sia alle esigenze dei commercianti che a quelle dei consumatori. Mi auguro che la nuova Amministrazione Regionale sappia cogliere e mettere in atto le indicazione del Comune».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banche che puntano sull’etica e sulle persone

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Oltre 6 milioni 600 mila euro messi a disposizione del territorio da parte delle Bcc del Friuli Venezia Giulia: ossigeno importante per le comunità locali, per iniziative socio-culturali, assistenziali, sportive e per la tutela dell’ambiente. Una cifra considerevole che ha consentito di finanziare 3 mila e 735 progetti. Ulteriori 2 milioni 367 mila euro sono stati riservati alle sponsorizzazioni. «Anche nel 2009 – commenta il presidente della Federazione delle Bcc del Fvg, Giuseppe Graffi Brunoro –, il nostro sistema bancario non ha fatto mancare il suo sostegno a quella moltitudine di realtà che rispondono, con iniziative e progetti, alle esigenze delle comunità nella quale operano. Le Bcc della regione, infatti, hanno garantito finanziamenti e aiuti al mondo delle associazioni e del volontariato, a enti e istituzioni locali, parrocchie e scuole che, grazie al nostro contributo, hanno potuto sviluppare nuove attività e avviare progetti a beneficio dell’intera collettività. Un sostegno concreto che proseguirà anche se, probabilmente, con minore intensità nell’anno che sta per iniziare. Il Credito Cooperativo è attento ai mutamenti economici e non è certo indifferente ai tempi di crisi in cui si trova a operare». «Al forte impegno a favore del territorio – evidenzia il direttore della Federazione, Gilberto Noacco – si affianca l’attenzione nei confronti del personale. Puntare sulla conoscenza e sullo sviluppo delle competenze professionali, è sempre stato uno degli obiettivi del Credito Cooperativo regionale, che considera la formazione, a tutti i livelli, l’elemento strategico che sostiene l’innovazione, la competitività e marca la differenza. Per questo anche nel 2009 è proseguito l’impegno nella formazione dei 1.431 collaboratori, per oltre 60 mila ore». In aumento anche il numero dei soci delle Bcc che hanno superato, complessivamente, quota 48 mila. Ai soci giovani è stata dedicata crescente attenzione attraverso iniziative formative, incontri, eventi ricreativi e culturali, accordi con le scuole, il supporto all’Università di Udine per il Master per Operatore bancario, le borse di studio per stage formativi all’Ufficio della Regione a Bruxelles. Recentemente è stato presentato pure il progetto di educazione finanziaria “Capire l’Economia”: le Bcc, la Regione, l’Anci e l’Ufficio scolastico uniti in una serie di percorsi formativi e informativi sul territorio, finalizzati alla sensibilizzazione della comunità regionale in tema di economia e finanza, per creare un linguaggio comune tra banca e cliente. I formatori, messi a disposizione dalle Bcc, si occuperanno di coinvolgere i risparmiatori sull’importanza di costruirsi un’adeguata consapevolezza finanziaria, per amministrare le proprie risorse in maniera informata e sulla sostenibilità dell’indebitamento familiare. A questi numeri, già di per sé significativi, si affiancano le importanti iniziative sviluppate a sostegno di imprese e famiglie per fronteggiare la difficile congiuntura economica. Ne rappresentano esempi qualificanti l’accordo con la Regione, le categorie e i sindacati, rinnovato nei giorni scorsi, per l’anticipo delle indennità di Cassa Integrazione con un plafond complessivo di 20 milioni di euro, e i numerosi protocolli anticrisi sottoscritti con le categorie economiche e i Confidi a sostegno delle aziende, finalizzati a permettere flessibilità nella gestione dei rimborsi rateali dei crediti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scudo fiscale: E’ evasione

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

E’ finalmente ufficiale la notizia che lo scudo fiscale ha permesso il rimpatrio di 95 miliardi di euro. Lo rende noto il ministero dell’Economia, spiegando che “95 miliardi di euro  è il volume delle operazioni, che vale “ben oltre i 6 punti di Pil”. Massari, della direzione nazionale di Radicali italiani, ritiene, invece, che lo “straordinario successo” sia dovuta all’evasione fiscale legalizzata ed annunciata, di cui non è bello farsi vanto. Ed è anche il motivo del fallimento della collocazione dei Tremonti bond. Il caustico commento di Profumo del 13 dicembre: “Il capitale finanziario era in Svizzera. Se rientrano in tre mesi 100 miliardi di euro, il capitale non era dentro alle imprese. E qui ci sarebbe una riflessione da fare”, è drammaticamente vero.  Questa è l’ennesima prova che In Italia non esiste uno Stato di diritto, ma uno stato di privilegio per alcuni, di vessazione per altri.  Commenta il dirigente radicale: “uno Stato simoniaco vende indulgenze fiscali ai forti, che non pagano le imposte. In cambio gli impone la veste di gabelliere che, con il meccanismo del sostituto d’imposta, trattiene alla fonte le imposte dei dipendenti per pagare i costi dello Stato. Costi che vanno a vantaggio di tutti, anche degli evasori.”  Mentre si giubilano gli evasori, si riaprono i termini – sino ad aprile, per un bottino pari ad altri 30 mld – per proseguire nell’opera di legalizzazione dell’evasione. Ecco perché in Italia l’imposizione reale è salita ben oltre il 50% e si processa l’imprenditore Fidenato reo di “rivolta” contro questo ipocrita e inefficiente sistema fiscale fondato su evasione e sostituto d’imposta.  I popoli democratici che basano la propria convivenza civile sulla rule of law conoscono il motto “no taxation without representation”, in Italia, dove c’è la sistematica violazione del ben più modesto Stato di diritto, si è usi dire “piove Governo ladro”.  In questi giorni di pioggia, il governo ha al suo fianco moltissimi italiani, forse memori delle considerazioni fatte sulla pressione fiscale da Berlusconi nel 2006. Il Presidente, in un intervista radiofonica a Radio anch’io preannunciò: “Pagare più del 50% di tasse giustifica moralmente l’evasione fiscale. Questa giustificazione morale è insita nel diritto naturale”.  Presidente, il diritto naturale è questione seria, che prevede anche il “diritto di resistenza”. Se proprio non ricorda le parole di San Tommaso, ripassi almeno quelle di Locke ed il suo “appello al cielo”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’imbroglio continua

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Lettera al direttore. Il sindaco di Milano, Letizia Moratti, ha deciso di dedicare una via, una piazza, o un giardino a Bettino Craxi. Sconsiglierei la via, perché è difficile poi costruirvi nel mezzo un bel monumento, sul quale scrivere, magari:”Politico, perseguitato dalla giustizia”. Per tale, infatti, lo fece passare con un piccolo evangelico imbroglio il vescovo di Tunisi nel dicembre del 1999. Celebrando i funerali nella cattedrale Saint Louis, lesse dal Vangelo: «Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli», ed esplose un fragoroso applauso. E i giornali riportarono la notizia. E nessuno si accorse del sottile inganno. L’ottava beatitudine, infatti, come ben doveva sapere il vescovo, non allude ai perseguitati dalla “giustizia”, ma ai perseguitati in quanto difensori della giustizia. Fa preciso riferimento alle persecuzioni religiose, e significa: beati coloro che saranno perseguitati a causa dell’impegno e del desiderio di attuare e far attuare, in sé e nel mondo, il piano salvifico di Dio. In qualche modo il piccolo imbroglio continua. (Renato Pierri)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La faccia tosta di alcuni “predicatori”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Ho riletto giorni fa un articolo scritto da un autorevole sindacalista prestato alla politica che richiamandosi al poverello d’Assisi ammonisce i “poveri italiani” invitandoli a scegliere la qualità della vita fatta di cose semplici e modeste che potrebbero in tal modo consentire loro di vivere con poco piuttosto che andare alla ricerca di beni di consumo alquanto dispendiosi. Immagino che si riferisca agli apparecchi televisivi, agli elettrodomestici, ai cellulari, a una abitazione meno popolare, ai mobili nuovi. Potrebbero essere indicazioni sagge da buon padre di famiglia che vede assottigliarsi le sue entrate e cerca di porvi riparo con qualche rinuncia. Ma non è accettabile se si pensa che le sperequazioni sociali in Italia, e anche nel resto del mondo così detto civilizzato, sono un affronto che lo stesso poverello d’Assisi considerò intollerabile visitando i palazzi della nobiltà vaticana. Se la crisi è globale, se gli indigenti aumentano dobbiamo allo stesso modo chiederci perché i benestanti e i ricchi non incominciano anche loro a stringere la cinghia e con essi le istituzioni e i lussi che continuano a permettersi.  Perché, ad esempio, il Presidente della Repubblica non annuncia di ridurre, diciamo del 20%, le sue spese di rappresentanza e di gestione degli uffici? Perché i ministri non si privano, con i loro grand commis di Stato, delle auto blu? Perché non si parificano gli stipendi di taluni funzionari che per il solo motivo di lavorare in un ufficio in luogo di un altro hanno retribuzioni che raggiungono anche il quadruplo dei loro pari grado? Perché non si riducono gli uffici pubblici sfruttando al massimo le possibilità che ci offre il web? Perché non si aumentano i controlli per colpire gli abusi e le evasioni, di quelli ragguardevoli e non certo per limitarli alle minori entità. Perché non si aboliscono le province? Perché non si accorpano talune funzioni come quelle delle Asl affidandole in gestione diretta delle regioni e dei comuni e automatizzando il tutto? Perché non si istituisce presso la Presidenza del consiglio un ufficio ad hoc per individuare tutti gli sprechi esistenti e di trovare le soluzioni per ovviarli? Basta pensare ai trasporti e alla rete distributiva dei prodotti di prima necessità che fanno gonfiare i prezzi dall’origine al consumatore finale mediamente del 300%.  (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Battaglia di Santo Mauro di Caltagirone

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Nella ricorrenza del 64° Anniversario della Battaglia di Santo Mauro di Caltagirone (Pizzu Muschitta), gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu, a Palermo  hanno ricordato  i valori e gli ideali che avevano animato Concetto Gallo, secondo Comandante dell’E.V.I.S. ed i Giovani Siciliani che ,con lui ,il 29 dicembre del 1945, rischiarono la vita per difendere la dignità del Popolo Siciliano. Ed i diritti fondamentali ed irrinunciabili della Nazione Siciliana alla Libertà, alla Indipendenza, al Progresso e all’Avvenire.  L’FNS ha pure reso onore  ed ha espresso  gratitudine ai Caduti dell’EVIS e a tutti i Giovani che vi militarono prima, durante e dopo la epica battaglia di Monte Santo Mauro. Un abbraccio ideale ed auguri di lunga vita sono stati inviati ai Reduci dell’EVIS sopravvissuti.  Vorremmo ricordare che quella battaglia,-  (nel corso della quale, contro 56 Guerriglieri Indipendentisti, si mossero migliaia  di soldati dell’Esercito del Regno d’Italia con l’ausilio dell’aviazione e di mezzi pesanti,) – ebbe una forte risonanza anche in campo internazionale. Ed è oggi molto utile per spiegare meglio le ragioni  della Specialità dello Statuto Speciale di Autonomia.  Uno Statuto che non può essere contrabbandato, svenduto o vanificato. E che va applicato integralmente nella versione originaria. A meno che non si voglia tradire il Pactum  “costituzionale” contratto nel 1946 fra il Popolo Siciliano in armi e lo Stato Italiano. A meno che non si vogliano calpestare i diritti costituzionali del Popolo Siciliano, della Nazione Siciliana. Ci permettiamo  di preannunziare che l’anno venturo, in coincidenza con le solenni celebrazioni per la  ricorrenza del 65° anniversario della battaglia di Monte Santo Mauro, l’u Frunti Nazziunali Sicilianu “Sicilia Indipinnenti”    organizzerà un Congresso Straordinario per fare il “punto” sull’ avvenuta violazione del PACTUM e sulla mancata applicazione  integrale dello Statuto Siciliano.  Al “punto” seguiranno proposte consequenziali. Ed ognuno si assumerà le proprie responsabilità. Intanto l’FNS  si dissocia da ogni festeggiamento dell’Autonomia tradita (e mai rispettata nei suoi contenuti più qualificanti).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Epifania: festa dei bambini

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Padova 6 gennaio 2010, dalle ore 14.30, la Benedizione dei bambini. Grande festa in Basilica del Santo il 6 gennaio 2010 per tutti i bambini! Arrivano i Re Magi! Dalle 14.30 infatti, la Basilica aprirà le sue porte per accogliere i bambini con le loro famiglie.  Il Coro dei Giovani dell’Arcella animerà l’attesa dei tre Magi allietando i presenti con Canti Natalizi, mentre i piccoli bambini allievi della Scuola Materna delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore di Via del Santo 88 a Padova, accompagneranno i canti con la recita di poesie dedicate al Natale. Tutti i bimbi insieme, i più piccoli ed i grandicelli, aspetteranno quindi l’arrivo dei Magi cantando. Ed ecco i tre misteriosi Re d’Oriente che arriveranno intorno alle 15.00 in Basilica portando i loro doni al Bambino Gesù, oro, incenso e mirra. Ad accoglierli anche il rettore della Basilica, padre Enzo Poiana, che impartirà poi la Benedizione a tutti i piccoli presenti e alle loro famiglie, per augurare loro un Nuovo Anno sereno.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »