Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Aumento tariffe autostradali

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Una raffica di aumenti per i pedaggi autostradali dal prossimo 1° gennaio –  dichiara Pietro Giordano Segretario Nazionale Adiconsum – che non hanno nessuna motivazione, né inflazionistica né dettata da investimenti strutturali su un sistema autostradale fermo agli anni ’60. La media degli aumenti che scatteranno dal 1° giorno sono pari al 2,40% in media, ma su alcune tratte l’aumento raggiunge una percentuale pari al 4,78, come sulla Roma-L’Aquila, imponendo di fatto una “gabella di transito” pari a 6 euro per tutti i pendolari del quadrante est dell’hinterland capitolino, solo per fare un esempio. È l’ennesimo aumento dei pedaggi nel 2009, che favorisce in particolare Autostrade per l’Italia che gestisce km 2854,6 dell’intera rete autostradale e che vede solo un minimo introito (circa 270 milioni) per l’Anas. Così continuerà ad allargarsi la forbice tra il sistema autostradale del Nord e quello del Sud, con la telenovela del completamento della SA-RC e delle “autostrade”, se così possono essere definite, della Sicilia e del Mezzogiorno in generale. Così le aziende private concessionarie continueranno a lucrare sui consumatori e sugli automobilisti, senza che investimenti rapidi e reali vengano realizzati. Il Governo non può continuare ad affermare che il peso fiscale a carico dei cittadini non aumenta, se poi continua a varare provvedimenti che aumentano le tariffe del sistema trasporti: da 1 a 3 euro per le tariffe aeree; 2,40% per quelle autostradali; oltre il 15% per quelle del trasporto ferroviario. Adiconsum chiede al Governo il varo di un piano infrastrutturale che investa parte dei proventi derivanti dallo scudo fiscale e preveda al contempo investimenti certi ed esigibili da parte delle società concessionarie, invertendo così la logica della privatizzazione degli utili e della socializzazione degli investimenti. Adiconsum chiede alle società concessionarie autostradali, maggiore tutela e maggiore informazione per gli automobilisti. Adiconsum chiede ad Autostrade per l’Italia – continua Giordano – un urgente tavolo negoziale con le Associazioni dei consumatori, per la realizzazione di una Carta dei servizi e di una Carta dei diritti degli automobilisti. Adiconsum chiede anche che attraverso il sistema satellitare che aggiorna i tabelloni autostradali sui costi dei carburanti, si realizzi una informazione diretta attraverso i tom-tom su tutte le notizie necessarie all’automobilista, come ad esempio, tratte interrotte, incidenti, code autostradali, costi dei carburanti nella tratta di percorrenza, ecc., per un reale ed incisivo servizio ai consumatori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: