Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for gennaio 2010

Vera Mercer: Portraits and still lifes

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Berlin, Germany Hohenzollerndamm 176 friday, March 5th 2010, at 11 am Opening: Sunday, March 7th, 2010, at 12 am The artist will Kommunale Galerie Berlin. Berlin will be presenting photographs by the German-American artist Vera Mercer and thus, a sensual and surreal exhibition of its kind. For the first time, Mercer’s large-sized still lifes will be shown alongside with her intimate portraits of artists such as Andy Warhol, Marcel Duchamp and Niki de Saint-Phalle. Although both subject matters do seem completely different at first sight, their intertwined character becomes more obvious once looking at it more closely. Both topics were inspired by the city of Paris where Vera Mertz (born in 1936 in Berlin) had moved after getting married toEat-Art founder Daniel Spoerri. As part of the Parisian Avantgarde movement, the photographer did not only document the actions and works by Jean Tinguely, Eva Aeppli, Daniel Spoerri and others, but also portrayed the artists themselves. Based on those close contacts and friendships, she took impressive and timeless black-white portraits, which do not only lack explicite posing but on the contrary reflect the essence of the moment. It was again in Paris, more specifically during a visit to the former market halls, where self-taught photographer Vera Mercer discovered her favourite subject matter: food – fruits and vegetables, meat and fish – or dishes in their most originate and pure form. In order to compose her large-size still lifes, the photographer buys the ingredients from hunters, at flower shops and at the local vegatable, fruit or fish markets. Nevertheless, all arrangements are just done for and in front of the camera, may it be at the home studio in Omaha, (vera mercer)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Racconti dal Sud dell’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Torino fino al 28/3/2010 via Giolitti 36, Museo Regionale di Scienze Naturali Cinque autori dalle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea a cura di Roberta Valtorta e Arianna Bianchi Letizia Battaglia, Mario Cresci, Luciano D’Alessandro, Mimmo Jodice, Marialba Russo sono i cinque grandi fotografi italiani autori della selezione di fotografie che il Museo di Fotografia Contemporanea propone in una mostra che presenta situazioni umane e ambientali diverse nel Sud dell’Italia negli anni Sessanta-Settanta-Ottanta in occasione della prima edizione di MEMORANDUM – Festival della Fotografia Storica e della Memoria di Torino.  Letizia Battaglia, siciliana, uno dei massimi esponenti del reportage a livello internazionale e nota soprattutto per le sue ricerche sulla mafia, e’ presente in mostra con una serie di ritratti di donne che rappresentano diversi ruoli ed età della vita, dall’infanzia alla vecchiaia.  L’altro grande reporter in mostra e’ il napoletano Luciano D’Alessandro, le cui immagini mostrano con grande forza visiva situazioni di grave disagio sociale, dalla malattia mentale alla disoccupazione, all’emarginazione: gli “esclusi”, come egli stesso li definisce.  Di taglio antropologico e insieme già di impronta concettuale la serie molto interessante di Marialba Russo, napoletana d’origine ma romana d’adozione, che ritrae, in una sorta di misteriosa catalogazione, figure maschili riprese di spalle, veri e propri emblemi del Sud. Mimmo Jodice, artista fotografo napoletano la cui opera e’ notissima nel mondo, ha esordito negli anni Settanta con alcune ricerche sociali non tipicamente reportagistiche ma orientate alla ricerca di icone visive: in questa mostra sono presenti immagini dedicate ai bambini di Napoli.  Mario Cresci, infine, fotografo e graphic designer ligure che ha vissuto per molti anni in Basilicata, ha sviluppato lunghe ricerche concettuali sugli interni delle case, nei quali spazi e oggetti parlano di una cultura antica e complessa, mentre volti in movimento resi con il mosso fotografico indicano il difficile affiorare di un’identità. (Immagine: Letizia Battaglia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spaziale! Astronomia in mostra

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Trento fino al 30/6/2010 via Calepina 14, Museo Tridentino di Scienze Naturali a cura di Christian Lavarian  Un viaggio coinvolgente lungo l’evoluzione dell’astronomia, dai suoi esordi fino al futuro. Un viaggio da protagonisti e non da spettatori. Imparando, divertendosi. Che e’ poi un viaggio, non meno affascinante, nella rappresentazione che della natura si e’ andata creando l’umanità. Non tralasciando i viaggi che nell’immensità siderale si possono compiere, e si sono sempre compiuti, con le ali dell’immaginazione. In Spaziale! il filo rosso narrativo sarà costituito dalla rappresentazione della natura che l’umanità si e’ data nel corso dei secoli, riferita in particolar modo agli spazi siderali: la luce, le distanze, le masse e i moti dei corpi celesti che sono poi i nuclei fondanti dell’astronomia, cosi’ come gli strumenti scientifici a disposizione degli astronomi per conoscere l’Universo. L’esposizione si articola su cinque sezioni, introdotte ciascuna da un “testimonial” d’eccezione: Aristotele, Isaac Newton, Edwin Hubble, Joceyn Bell sino al potente Kwaij, Cavaliere Jedi dell’universo di Guerre Stellari. Il personaggio di Artistotele introdurrà alla prima sezione, dedicata al pensiero antico dalle origini al Medioevo, attraversato dalle scoperte di greci e arabi: il rapporto antichissimo tra uomo e cielo, le prime testimonianze storiche di misure astronomiche, il sistema tolemaico e la filosofia di Aristotele, appunto. Sarà quindi la volta dei grandi scienziati del passato, moderni nel loro pensiero critico: Copernico e Keplero, Cartesio, Galileo e Newton (testimonial della sezione) e della nascita del metodo scientifico.  All’interno della mostra si potrà diventare piloti di una sonda spaziale, manovrarla nello spazio, o passare vicino ad un buco nero, venendone spaventosamente inghiottiti. O ancora guardare la nostra immagine riflessa su di uno specchio lunare cosi’ come ascoltare la nostra voce giungere in ritardo da mondi lontanissimi: potremo anche compiere dei prodigiosi salti sul muro della gravità, come se fossimo sulla Luna o su Marte. Con Galileo riproporre l’esperimento sulla caduta dei gravi, o entrare nel territorio dell’astrologia, potendo creare il proprio personalissimo oroscopo e scoprendo se c’e’ qualcosa di vero. Si andrà poi alla scoperta di tutti i segreti dei telescopi osservando cio’ che questi potenti occhi artificiali ci mostrano, fino ai confini dell’Universo dove giungeremo a bordo di fantascientifiche astronavi. Tutto per imparare, scoprire, approfondire. Divertendosi!  “Spaziale!. Astronomia in mostra” e’ una esposizione-progetto ideata da Michele Lanzingher, Direttore del Museo Tridentino di Scienze Naturali e da Stefano Oss, del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento, a cura di Christian Lavarian del MTSN; con la collaborazione dell’Università di Trento – Dipartimento di Fisica, Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche. (spaziale)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The Difference

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Bologna fino al 27/2/2010 Via della Liberazione 15, Officine Minganti Un progetto espositivo site specific dedicato agli artisti emergenti della galleria A cura di Piero Deggiovanni  Il tema della differenza, posto al centro dell’intero progetto, e le problematiche e considerazioni che da esso scaturiscono, il diverso modo di concepire e affrontare le diversità, la libera interpretazione di cio’ che per ciascuno di noi rappresenta tale concetto, e’ un argomento di particolare interesse soprattutto oggi, in una società che tende sempre piu’ – soprattutto attraverso i mass media – a stereotipare pensieri e persone, proponendo modelli che si conformano e uniformano sempre piu’, sfociando, talvolta, in comportamenti di massa che annullano le diversità negandone la forza positiva e costruttiva in esse intrinseca. Nucleo centrale da cui si e’ sviluppato l’intero progetto e’ il video A Hole Can Make A Difference di Roberta Rose Cavallari e Caterina Curzola. Il video rappresenta la progressiva liberazione di una donna dalle costrizioni che ne limitano l’azione e reprimono la soggettività, simbolicamente rappresentate dal un velo che ne copre il volto. La lacerazione che la performer produce, tagliando il velo all’altezza della bocca, e’ la rappresentazione ideale di un nuovo inizio, il respirare per la prima volta o, forse, nuovamente, in modo autonomo, l’uscire dalle convenzioni e costrizioni, e il distinguersi, in una consapevole affermazione della propria individualità e quindi differenza. Entrambe le artiste propongono, inoltre, lavori realizzati separatamente, Roberta Rose Cavallari presenta una serie di disegni di grandi dimensioni, riprendendo i contenuti presenti nel video A Hole Can Make A Difference e riaffermandone nuovamente, ma attraverso una espressione artistica diversa – la pittura appunto – l’esigenza di rivendicare la differenza per affermare una soggettività libera di esistere.  Francesco Di Tillo, altro giovane artista presente in mostra, propone invece Aria Fresca, una installazione sonora che diffonde nello spazio del Centro Commerciale Officine Minganti, il suono del vento in loop, creando nel pubblico una sorta di separazione psicologica fra l’ambiente circostante e il suono primordiale e naturale del vento.  Stefano Guerrini, diversamente, parte dalla parola hole (buco) e compie un percorso che lo conduce direttamente e idealmente ad una località geografica amena – la cittadina di Hole, in Norvegia. Cosi’ come rileva il curatore Piero Deggiovanni, questa comunità diventa per l’artista il luogo in cui fondare una nuova e differente spiritualità laico-religiosa rappresentata metaforicamente dalla rielaborazione di una locale favola popolare inscenata in una finzione video.  Il lavoro che, infine, Silvia Venturi, presenta al pubblico e’ una protuberanza di grandi dimensioni, una forma biomorfa che rappresenta un contenitore uterino, origine di nuova umanità. La sua opera esprime una ricerca che trae origine dalle profondità insite in ciascun essere umano, ricerca che si lega al lavoro degli altri artisti presenti in mostra attraverso la rappresentazione scenica di qualcosa di nascosto, morboso, interno. http://www.bitartgallery.com Catalogo: Christian Maretti editore (Immagine: Roberta Rose Cavallari, Caterina Curzola)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The new Art Experience

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Bologna fino al 5/2/2010 via Frassinago 18 Frassinagodiciotto Mostra fotografica. Un evento off di ArteFiera 2010 La mostra racconta, attraverso un’accurata selezione di opere, l’esperienza dei fotografi contemporanei, un’esperienza caratterizzata da un forte desiderio di interagire con la realtà che porta a una trasformazione delle immagini in chiave assolutamente personale, anche attraverso la sperimentazione di nuove tecniche, strumenti e materiali. Un processo di interpretazione dell’esperienza che va oltre il semplice scatto, inteso come momento statico e irripetibile. Un percorso di elaborazione che esce dall’obiettivo della macchina fotografica alla ricerca di una interazione con il mondo esterno evocando quello che non c’e’, manipolando, filtrando, sovrapponendo o illuminando le immagini. Le presenze assenze di Franco Fontana, le visioni metropolitane di Davide Bramante, le illusioni di Andrea Pacanowski e le contaminazioni artistiche di Maurizio Galimberti ci guideranno in un itinerario suggestivo intorno alla fotografia contemporanea, alle infinite variazioni del suo linguaggio e dei suoi utilizzi in un gioco di interazione con materia e luce. The new art experience vuole coinvolgere lo spettatore all’interno di questo percorso fino quasi a permettergli di condividere emotivamente l’ esperienza estetica dell’artista.A tal fine, l’artista Andrea Pacanowski dialogherà con il pubblico con una performance video-fotografica, attraverso la quale sarà possibile cogliere gli elementi caratterizzanti di una tecnica del tutto particolare, in cui la fotografia sembra mescolarsi alla pittura in un connubio che da virtuale diviene reale e tangibile. Lo scatto rimane tale senza alcun intervento di post-produzione e il linguaggio fotografico viene cosi’ esasperato fino alla creazione di immagini pittoriche tridimensionali, originali e uniche. http://www.artistocratic.com http://www.studiopesci.it (new art)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

57° Giornata mondiale dei malati di lebbra

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

31 gennaio 2010. La lebbra è una malattia che si ritiene appartenga, oramai, alla preistoria della medicina. Non è così, purtroppo. Ancora oggi lascia delle tracce nel mondo ed altri corpi sono corrosi da questo male tremendo. In memoria del passato e del presente riprendiamo un passo delle scritture suggerite dai Papaboys: “In quel tempo, Gesù cominciò a dire: «Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi». Tutti gli rendevano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: «Non è il figlio di Giuseppe?». Ma egli rispose: «Di certo voi mi citerete il proverbio: Medico, cura te stesso. Quanto abbiamo udito che accadde a Cafarnao, fallo anche qui, nella tua patria!». Poi aggiunse: «Nessun profeta è bene accetto in patria. Vi dico anche: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elia, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elia, se non a una vedova in Sarepta di Sidone. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo, ma nessuno di loro fu risanato se non Naaman, il Siro». All’udire queste cose, tutti nella sinagoga furono pieni di sdegno; si levarono, lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte sul quale la loro città era situata, per gettarlo giù dal precipizio. Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata di riflessione su Nilde Iotti

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Reggio Emilia  6 febbraio 2010 ore 9.30 Tavola Rotonda  La modernità di Nilde Iotti  presso l’Aula Magna dell’Università di Modena e Reggio Emilia  L’appuntamento è  il secondo di una serie di iniziative -Nilde Iotti, una donna italiana da Reggio Emilia all’Europa- di ricordo, riflessione, approfondimento storico e scientifico sulla figura di Nilde Iotti nella sua città natale.  Eventi che tentano di restituire la complessità di questa figura protagonista della storia italiana del ‘900 in occasione del 10° anniversario della sua scomparsa (4 dicembre 1999) e del 90° della sua nascita (10 aprile 1920).
Ore 15.00 Seminario  Nilde Iotti, lavori in corso  presso la Sala del Capitano – Hotel Posta- Reggio Emilia  (nilde iotti)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hamid Drake & Bindu

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Padova, lunedì  1 febbraio cinema LUX (via Cavallotti) dalle ore 21  il batterista americano Hamid Drake alla testa del gruppo Bindu. Questa versione della band, un sestetto di ottimi solisti, si dedica ad un intreccio stilistico che combina jazz e reggae, con un repertorio tratto dall’imminente cd  “Raggeology” (Rogue Art). Hamid Drake (1955, Monroe, Louisiana) è tra i batteristi-percussionisti più  attivi e apprezzati del jazz contemporaneo. E’ un maestro del linguaggio jazzistico ma anche esperto di percussioni orientali e dei ritmi caraibici. E’ cresciuto musicalmente a fianco del sassofonista Fred Anderson e di molti artisti della AACM di Chicago, città dove vive dall’infanzia. Ha collaborato intensamente con il trombettista Don Cherry. I suoi principali ispiratori sono Ed Blackwell, Alan Rudolph, Max Roach. Molto influenzato dalla spiritualità orientale ed africana, Drake è diventato dagli anni 80 un protagonista assoluto della musica più innovativa e legata all’improvvisazione. Partner in molteplici situazione del bassista William Parker, è colonna portante dei gruppi di quest’ultimo (con cui si esibisce e incide anche in duo). Inoltre ha suonato e inciso con : Peter Brötzmann, Bill Laswell & Material, Ken Vandermark, Nicole Mitchell, David Murray, Archie Shepp e moltissimi altri. Questa nuova formazione di Bindu comprende lo straordinario vocalist Napoleon Maddox, i due trombonisti Jeff Albert e Jeb Bishop, il bassista Josh Abrams ed il chitarrista Jeff Parker (Tortoise). (Hamid drake)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emma Bonino a Trastevere

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Roma 1 febbraio alle 11.30 (via Ripense 4, a Trastevere), inaugurazione del Comitato elettorale a sostegno di Emma Bonino candidata governatore del Lazio. Screve la Bonino: “In questi ultimi giorni moltissimi di voi mi hanno manifestato un sostegno e un calore davvero straordinari e di questo vi sono grata, anche perchè la strada da fare insieme è ancora lunga. C’e’ bisogno dell’impegno, dell’entusiasmo e della determinazione di ciascuno di voi per portare avanti questa campagna….e vincere insieme! Spero di vedervi numerosi lunedi’…. Forza!!!!”

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

L’equazione Alfano

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Editoriale Fidest. Il ministro della giustizia Angelino Alfano nel suo intervento all’inaugurazione dell’anno giudiziario ha sottolineato un rapporto tra i poteri dello Stato evidenziando l’ovvietà: i magistrati sono sottoposti alle leggi e le leggi le fa il parlamento quale espressione democratica del popolo sovrano che lo ha eletto. Significa quindi che non ha senso che la magistratura cerchi d’influire sulle decisioni del legislatore poichè l’unico giudice riconosciuto, in queste cose, è il popolo che elegge i suoi rappresentanti. Questo primato, ne conveniamo, non può essere messo in discussione eppure non va considerato automatico. In democrazia abbiamo una maggioranza e una minoranza e la possibilità di una alternanza, alla guida del Paese, è possibile. Questo significa che s’impongono dei parametri di riferimento condivisi, una sorta di paletti, entro i quali tutte le forze politiche debbano riconoscersi. Lo devono alla natura composita del sistema. Abbiamo pensato che lo è la Costituzione, ma ora ci rendiamo conto che non è sufficiente sia perché alcuni suoi articoli sono stati messi in discussione e si paventa una loro modifica, sia perché alcune leggi sfidano apertamente gli stessi dettati costituzionali con forzature di varia natura, sia perché si ha la pretesa che la legge debba sostituirsi alla Costituzione per difetto di forma o per una sorta di vacatio. Ciò significa che si rischia di mettere in discussione tutto e diventare partigiani di una fazione che, con leggi proprie, le rende arbitrarie agli occhi dell’opposizione, salvo poi, invertire la tendenza allorché la minoranza ridiventa maggioranza e così via. Il tutto si trasforma in un gioco al massacro. Sul fondo è depositata l’anarchia e, ancor più, non tanto l’ingovernabilità quanto la perdita della credibilità agli occhi dell’opinione pubblica con un Parlamento che fa e disfa a colpi di maggioranza, gli arbitri istituzionali che sono ridicolizzati, la convinzione che l’essere partigiani di una fazione al potere significa fare il bello e il cattivo tempo anche in violazione delle stesse leggi che il Parlamento ha espresso. E tutto questo sale di tono se si pensa che da 15 anni a questa parte abbiamo trasformato la politica in spettacolo e abbiamo reso il Parlamento incapace di reggere alla messa in scena mediatica dove la politica e il dibattito esercitano un ruolo egemone negli studi televisivi e su internet. Tanto che lo stesso presidente del consiglio, che in quanto a suggestioni mediatiche la sa lunga, ebbe a chiedersi se il parlamento non avesse raggiunto il suo punto di saturazione. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Blocco carte di credito senza preavviso

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

“E’ inammissibile che gli utenti debbano scontare le inefficienze di banche le cui carte di credito messe in circolazione possono rivelarsi poco sicure”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando le diverse segnalazioni pervenute negli ultimi tempi all’associazione da parte di migliaia di utenti che si sono visti bloccare la carta di credito senza alcun preavviso. “Il motivo del blocco da parte delle banche -spiega Dona- sembra dovuto alla clonazione di alcune carte di credito di cittadini europei (anche italiani) che hanno fatto acquisti e prelievi in Spagna nel corso del 2009”. “Se però alcuni istituti di credito hanno ben pensato prima di avvisare il cliente e poi di interrompere il servizio, altri hanno prima ‘chiuso il rubinetto’ e solo in un secondo momento inviato una lettera agli utenti invitandoli a buttare la vecchia carta e aspettare l’arrivo della nuova. Un’attesa -prosegue Dona- che può protrarsi per oltre 20 giorni, creando non poche difficoltà ai consumatori, specie quelli che, trovandosi all’estero, hanno vissuto il disagio di non poter effettuare operazioni con la propria carta di credito”. “Da parte nostra -conclude Dona- continua la raccolta di segnalazioni, al fine di valutare l’opportunità di avviare un’azione collettiva nei confronti di alcuni istituti bancari. Chi fosse interessato può segnalare il proprio caso anche sul sito http://www.classaction.it ”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anno internazionale biodiversità

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Torino, 10 febbraio ore 11via Giolitti 36., presso il Museo Regionale di Scienze Naturali conferenza stampa sul tema “Parchi e Biodiversità”  L’evento, organizzato dalla Regione Piemonte (Settore Pianificazione e Gestione Aree Naturali Protette), si pone come un primo momento fortemente voluto dall’ente regionale per promuovere l’“Anno internazionale della Biodiversità” indetto dalle Nazioni Unite per il 2010.   Nel corso della conferenza, l’assessore Nicola de Ruggiero  illustrerà alcuni degli interventi più significativi realizzati dai Parchi piemontesi proprio sul fronte della biodiversità. In quell’occasione verrà anche firmato un protocollo d’intesa tra i prestigiosi Royal Botanic Gardens di Kew (Londra) e l’Ente di gestione dei Parchi e delle Riserve naturali cuneesi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Difesa del Suolo

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Celebrata a Roma per iniziativa della Regione Lazio e di ITAL-ICID (Comitato Italiano per l’Irrigazione e la Bonifica Idraulica), cui va il merito di mantenere l’attenzione su una data, che meriterebbe ben altra attenzione per i temi affrontati, fondamentali per lo sviluppo del Paese.” A ricordarlo è Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.). “Quest’anno – prosegue – è anche l’anno internazionale della biodiversità, nell’ambito del progetto “Count down 2010” dell’O.N.U. . Tale concomitanza ci permette di lanciare una proposta, affinchè le ricorrenze non si limitino al solo, consueto rito dei convegni. Chiediamo al Governo, al Parlamento, alle forze politiche di dare un segnale concreto, dando vita ad un Piano Nazionale per casse di espansione, che da tempo chiediamo e per il quale esistono già progetti redatti dai Consorzi di bonifica ed immediatamente cantierabili. Tale interventi abbinerebbero le esigenze di prevenzione dalle alluvioni a quelle ambientali. Si tratta di realizzare, a monte dei centri abitati, aree allagabili in caso di piene divenendo, al con-tempo, importanti riserve idriche per i momenti di siccità. Ciò darebbe vita ad una rete di aree umide, fruibili dalla popolazione e di straordinario valore naturalistico. Analogamente si potrebbe operare lungo gli alvei fluviali, creando golene e casse di espansione da allagare nei momenti di emergenza idraulica. Miglioreremmo l’ambiente e la sicurezza idraulica dei nostri territori. Positive esperienze esistono già in numerose realtà italiane; si tratta di farne un sistema, iniziando a finanziare un Piano, la cui realizzazione avrebbe anche interessanti risvolti occupazionali, ma soprattutto rappresenterebbe un approccio nuovo nella cultura del territorio. Questa è la concreta applicazione di quella concertazione progettuale, che andiamo sostenendo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Haiti: Piano d’emergenza Caritas

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Sale a 1 milione di euro il contributo di Caritas Italiana per gli aiuti in questa  prima fase. Ma la sfida più grande resta la ricostruzione.  Nonostante i massicci esodi registrati in questi giorni si calcola che a Port-au-Prince siano ancora 800.000 i senzatetto.  Caritas Haiti – in coordinamento con gli organismi internazionali presenti sul posto e grazie al  sostegno di Caritas Italiana e delle altre Caritas – ha già distribuito aiuti a 50.000 haitiani  tramite i suoi centri e le parrocchie: cibo e acqua a 34.000 persone e generi di prima necessità ad altre 16.000. Da questa settimana è operativo il nuovo piano di emergenza che per i prossimi due mesi raggiungerà 200.000 persone.  In particolare si stanno distribuendo kit con razioni di alimenti in scatola sufficienti 15  giorni per una famiglia di 5 persone: legumi, sardine, cracker, riso, latte, succhi di frutta, olio. La Caritas fornisce anche assistenza sanitaria presso l’ospedale San Francesco di  Sales, nel centro della capitale, dove sono state riattivate tre sale operatorie, un laboratorio e  apparecchiature radiografiche ed è stata attivata una banca del sangue. Accanto all’ospedale  sono state allestite 8 tende per le cure di prima necessità.  Anche l’ospedale di Petit Goave è ora operativo ed è stato riaperto il dispensario.  Sono stati attivati altri 6 centri per la distribuzione di medicinali e per facilitare misure di prevenzione e di igiene. La Caritas ha riaperto un reparto presso l’ospedale Nostra Signora di Lourdes, dove opera un team medico con un chirurgo generale, un chirurgo ortopedico, un anestesista, infermieri e tecnici. Ci sono ancora molte persone che necessitano cure, anche nelle aree rurali  intorno alla capitale. Se ne calcolano 20.000 solo nella zona di Jeremie e Grand Anse.La distribuzione di acqua è già avviata. In particolare la Caritas ha installato 4 cisterne per  l’acqua potabile a Saint Marie, Carredoux, Delmas 32 e presso l’ospedale San Francesco di  Sales. Un impianto di potabilizzazione della capacità di 2000 litri l’ora è stato installato a  Leogane e Gressier. Si sta anche provvedendo all’allestimento di duemila servizi igienici.  Durante la riunione la scorsa settimana del Consiglio delle Nazioni Unite a Ginevra la Caritas, insieme ad altri 8 organismi cattolici, ha inoltre raccomandato in questa fase di emergenza  massima attenzione e monitoraggio sul rispetto dei diritti umani, con particolare riguardo alle donne e ai bambini.  Per contribuire alle molteplici azioni di solidarietà avviate, Caritas Italiana – grazie alla  mobilitazione di moltissimi sostenitori – in questa prima fase ha messo a disposizione un milione di euro. La sfida più impegnativa resta però quella dei prossimi mesi e dei prossimi anni: restare accanto alla popolazione colpita per aiutarla a ricostruire

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario Aippi

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Milano 5 febbraio dalle ore 14.30 presso l’Assolombarda di Milano, in Via Pantano 9 Seminario AIPPI dal titolo “Le novità IP della Legge 99/2009 e del D.L. 135/09”, con il seguente programma: Presiede: avv. prof. Luigi Carlo Ubertazzi – avv. Silvia Giudici: Le nuove norme in materia civile – avv. Giacomo Gualtieri: Le nuove norme penali – avv. prof. Cesare Galli: Le nuove norme su marchi e made in Italy – avv. prof. Vittorio Angiolini: La nuova delega per la revisione del codice della proprietà industriale ed i limiti di costituzionalità del legislatore delegato Il seminario è a partecipazione gratuita ed è accreditato dall’Ordine degli avvocati di Milano con 3 crediti formativi.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le reti elettriche e il Piano Industriale di C.D. e Prestiti

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Un articolo di Sergio Rizzo, pubblicato sul Corriere della Sera di martedì 29 settembre u.s., e i successivi rilievi della Corte dei Conti al Piano industriale della Cassa Depositi e Prestiti Spa del  22 ottobre, pongono al centro dell’attenzione la dismissione della quota di partecipazione in Enel da parte di CDP, entro il primo luglio 2010, in attuazione della decisione dell’Antitrust  confermata dal Consiglio di Stato. L’articolo, nell’approfondire gli aspetti relativi alle partecipazioni detenute da CDP, alla  situazione economico-finanziaria e alle previsioni contenute nel Piano industriale 2009-2011, nel quale la Cassa prevede di continuare “a gestire le altre rilevanti partecipazioni acquisite dopo la trasformazione in Spa (ENI, Poste, Terna e STM)”, stimola alcune riflessioni. Appare evidente che, in linea con la missione istituzionale affidatale (finanziare lo sviluppo del Paese), CDP è in grado di svolgere un determinante ruolo di supporto all’economia italiana,  attraverso finanziamenti di infrastrutture e investimenti di interesse pubblico. Riteniamo che questo valga, in particolare, per la questione energetica italiana, dove si manifesta, con sempre maggiore urgenza, la necessità di garantire: sicurezza al Sistema Elettrico Nazionale; recupero del gap infrastrutturale tra Nord e Sud d’Italia; sviluppo ed  efficienza delle Reti; loro adeguamento e innovazione; sostegno delle Fonti rinnovabili. La stessa Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, nella Relazione annuale, analizzando la situazione energetica complessiva del Paese ha rilevato che mercato e concorrenza possono svilupparsi in modo compiuto solo nella produzione e nella vendita dell’energia: per la Rete e la Misura (che devono rispondere a criteri di terzietà, trasparenza e neutralità) la  configurazione deve essere di altro tipo. Né va trascurato che le Aziende distributrici hanno annunciato, per il prossimo triennio, una  riduzione degli investimenti che mal si concilia con l’esigenza di garantire un adeguato tasso di sostituzione delle Reti, rapportato ai livelli medi di obsolescenza (30-35 anni).  La diminuzione degli investimenti rischia di penalizzare, inoltre, due progetti strategici per il futuro del Sistema Elettrico Nazionale: la generazione distribuita (con lo scambio sul posto) per  consentire lo sviluppo delle Energie Rinnovabili e la realizzazione delle Reti elettriche interattive (smart grids).  Come FLAEI-CISL, abbiamo proposto la costituzione di una grande Società delle Reti e di una  Società per la Misura, entrambe sotto il controllo pubblico. Oggi, CDP è il maggiore azionista di Terna, che gestisce la Rete di Trasmissione Nazionale: ne  detiene il 29,99% del capitale che, ai valori attuali, equivale a poco più di 1,6 miliardi di euro. Ma CDP detiene anche parte del capitale di Enel: il 17,36% che, ai valori attuali, equivale a  poco meno di 7 miliardi di euro. Ecco, quindi, che la proposta della FLAEI-CISL può trovare attuazione, entro luglio 2010,  attraverso la costituzione di una nuova Società che, mettendo insieme le Reti elettriche, veda, con CDP, la partecipazione delle Aziende del Settore, eventualmente degli Enti Locali, dell’Azionariato diffuso, del capitalismo associativo dei Lavoratori Elettrici. Tra l’altro, il trasferimento di assets, risolverebbe, automaticamente, il problema (sollevato  dalla Corte dei Conti) del reperimento, entro il primo luglio 2010, da parte del Tesoro, delle  risorse necessarie all’acquisto della quota Enel detenuta da CDP.  Un progetto, il nostro, connotato sul versante sociale e funzionale al Paese e ai Cittadini. Ci auguriamo che esso raccolga i consensi necessari, Politici ed Istituzionali, e per la sua realizzazione possa essere sostenuto anche da una corretta informazione. (Carlo De Masi Segretario generale Flaei/Cisl)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donne imprenditrici

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Il lavoro femminile fuori dalle mura domestiche e alle dipendenze di terzi non è una novità. Dobbiamo, semmai, dire che un po’ di tempo a questa parte è diventata una necessità se si vuole tenere a livelli accettabili il tenore di vita del menage familiare. Ma è anche una grossa complicazione se non si trova una combinazione adeguata. Finché restava in piedi la famiglia numerosa le donne potevano contare sui nonni e sulla parentela. Ora con una maternità che giunge per lo più tardiva e con la famiglia che si restringe sempre di più e il lavoro che sovente allontana i giovani dalla terra natia, conciliare il lavoro con la famiglia è per una donna una impresa difficile. Negli Usa, dove le problematiche di una donna in carriera, che vuole fare anche la mamma e sfaccendare in famiglia, sono state affrontate prima che in Italia si è coniata la figura della “mompreneur” ovvero della mamma imprenditrice. Il fine è di poter conciliare due aspetti della vita femminile molto importanti: la sua maternità con la possibilità di allevare i figli, in specie in tenera età senza delegarli agli altri, e di trovarsi un lavoro nelle mura domestiche che le permettesse di gestire un’attività lucrativa. C’è chi sfrutta internet per affittare la propria casetta al mare o in montagna, che apre un’agenzia turistica “virtuale”, chi fa il call center con il trasferimento di chiamata al proprio domicilio, chi tiene la contabilità o amministra condomini e chi pratica l’homeworking trasformandosi in una specie di agenzia di servizi. E’ un lavoro che si intreccia freneticamente tra il cambiare il pannolino al bebè e nel gestire la contabilità di una impresa artigiana e amministrare la propria clientela annotando appuntamenti e segnalando consegne. Ma è anche un lavoro che permette d’evitare i tempi morti di chi deve, in specie nelle grandi città, accollarsi un paio d’ore di traffico cittadino tra l’andata e il ritorno dal lavoro, il dover recuperare i figli all’asilo nido o a scuola e a fare lunghe file al supermercato nelle ore di massima affluenza. A questo punto la donna si trova anche a dover fare delle scelte nei suoi rapporti sociali. Può mancarle il contatto con le colleghe d’ufficio, con le amiche, che come lei lavorano, e si rende necessaria una compensazione cercando di collegarsi con altre donne che svolgono analoghe attività per trovare il modo d’incontrarsi di sera, di fare shopping nei negozi di abbigliamento lasciando alternativamente i figli all’amica di turno. Il problema, quindi, si trasferisce dalla famiglia patriarcale che non esiste più, se non in rari casi, in una famiglia d’adozione o di affido. Occorre una organizzazione che l’affianchi, che all’occorrenza le permette di gestire al meglio i propri figli con uno dopo scuola e un asilo nido di quartiere che non la costringa a recarvisi in auto o con i mezzi pubblici. Dobbiamo, in altre parole, prefigurare un modello sociale dove i rapporti stanno mutando aspetto e la società deve farsene in qualche modo carico adeguandosi di conseguenza. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La ceramica di Castelli ad Ascoli Piceno

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Ascoli Piceno fino all’11 aprile presso il Museo dell’arte Ceramica di Ascoli Piceno Il Museo “Villa Urania” di Pescara si fa capofila di un importante progetto. Trenta esemplari di ceramiche di Castelli faranno bella mostra di sé. La mostra “La maiolica italiana di stile compendiario. I bianchi” è la prima mostra nazionale mai realizzata su uno dei capitoli più importanti della storia della maiolica italiana e verrà inaugurata stasera, venerdì 29 gennaio. Vedrà distinguersi l’arte cinquecentesca abruzzese fra le 140 maioliche realizzate nelle diverse aree di produzione italiane. Curatore della mostra e del catalogo sarà Vincenzo de Pompeis, direttore del Museo “Villa Urania” di Pescara gestito dalla Fondazione Paparella Treccia – Devlet. L’esposizione si sposterà successivamente a Faenza, dov’è in programma al Museo Internazionale delle Ceramiche dal 23 aprile al 22 agosto 2010 e infine a Roma, dove verrà ospitata nei Musei Capitolini, dal 16 settembre al 28 novembre 2010.  La mostra è promossa, ideata e prodotta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e vede la compartecipazione di Regione Marche, Provincia e Comune di Ascoli Piceno, con la collaborazione dei Musei Civici di Ascoli Piceno. L’evento si avvale di un ampio e prestigioso Comitato Scientifico composto dai maggiori studiosi della materia. Il coordinamento organizzativo è stato affidato a Civita. (maioliche)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Deltaplano e parapendio

Posted by fidest press agency su domenica, 31 gennaio 2010

Per il volo libero in deltaplano e parapendio si annunciano tempi di assoluto impegno dal punto di vista organizzativo e come mantenimento del primato mondiale conquistato dai piloti azzurri. L’Italia sta al vertice internazionale per i tanti titoli vinti, primi fra tutti i quattro mondiali di deltaplano, ala flessibile ed ala rigida, a squadre ed individuale, grazie al trentino Alex Ploner questi ultimi. La scorsa estate il romano Andrea Iemma ai WAG 2009, cioè i giochi mondiali dell’aria, ha conquistato la medaglia d’oro in acrobazia. Nel parapendio l’Italia ha vinto la superfinale di Coppa del Mondo a Poggio Bustone (Rieti), è vice campione del mondo e terza agli europei. Grazie a questi titoli ed ai piazzamenti internazionali dei nostri piloti, siamo volati in testa alla classifica per nazioni. I prossimi appuntamenti ci vedranno competere in aria e protagonisti a terra come organizzatori: dal 30 luglio al 8 agosto 2010 nel sito del Monte Cucco
(Sigillo, Perugia) l’Italia organizzerà i pre-mondiali di deltaplano, evento staffetta dei campionati del mondo che ospiteremo nella stessa località e periodo l’anno successivo. I piloti di parapendio saranno impegnati tra maggio e giugno nei campionati europei ad Abtenau (Austria), nei pre-mondiali di metà luglio a Piedrahita (Spagna) e nella superfinale di Coppa del Mondo 2010 a Denizli in Turchia a settembre, ultima tappa dopo le gare in Brasile, Giappone, Cina, Grecia, Italia (San Potito Sannitico, Caserta), Stati Uniti e Portogallo. Nel frattempo presso l’aeroporto di Roma Urbe si è svolta Gate XXI, prima esposizione internazionale dedicata al mondo dell’aeronautica, che ha raccolto la partecipazione di una settantina di espositori e l’interesse di vasto pubblico. (Gustavo Vitali) (deltaplano)

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »