Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Le esternazioni presidenziali

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 gennaio 2010

Editoriale Fidest. Ad ogni fine d’anno si ripete il rituale delle reti televisive unificate per il discorso alla nazione del Presidente della Repubblica. Per quanti sforzi facciano i commentatori politici delle varie testate giornalistiche per estrapolare dalle parole dell’illustre personaggio gli argomenti di maggiore presa per gli uditi degli italiani non possiamo che rilevare note ripetitive, vaghe speranze, auspici che regolarmente mancano di concretezza. E poi le consuete note dolenti per una o più inevitabili calamità che nel corso dell’anno ci hanno colpito. “Ma cosa vuoi che possa dire un capo di stato, mi faceva osservare un politico di mia conoscenza, se la Costituzione lo confina ad essere solo un’autorità morale?” E’ in pratica obbligato ad esternare il suo e il nostro perbenismo ma a farsene beffa non sono coloro che lo ascoltano ma chi è preposto a prendere le decisioni del caso: Parlamento, Esecutivo, leader di partiti, altri poteri che taluni classificano “occulti” ma che in effetti sono quelli che rappresentano i grandi interessi finanziari ed economici del paese. E tutti insieme si fanno un punto d’onore per sbeffeggiare l’uomo della strada con una operazione mediatica fatta di suggestioni, di emozioni, di solidarietà che durano appena un momento. A chi interessa realmente il disoccupato, il precario, il detentori di un salario da fame, la sofferenza di un malato, l’emarginazione sociale? Il nostro modello è fatto di tutt’altra pasta. E’ chi si è arricchito, e poco importa come, chi riesce a ricavare dalla sua professione lucrose parcelle, chi ha un lavoro e non teme la disoccupazione, chi ha una carriera politica di successo, chi riesce a lucrare sulle miserie altrui. A questo punto diciamocela tutta: non prendiamoci in giro più del dovuto. Il miglior augurio che possiamo farci e possono farci è di auspicare non la celebrazione della posa della prima pietra ma nel darci le chiavi per la messa in moto di una macchina già pronta per funzionare. Il resto sono tutte bolle di sapone. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Una Risposta a “Le esternazioni presidenziali”

  1. Rosario Amico Roxas said

    Meglio tacere ! Rosario Amico Roxas

    !l discorso di fine anno del Presidente ha assunto i toni sterilizzati di chi vorrebbe ma non può; di chi tenta la disperata operazione di dare un colpo al cerchio ed un colpo alla botte:
    “Molto è stato fatto per contrastare la crisi….” (zucchernino al cavaliere il quale, con la incoscienza dell’egoista a cui non manca il superfluo, invita all’ottimismo e stimola i consumi),
    “… ma moltissimo deve essere ancora fatto…” (amaro calice come atto dovuto alla verità).
    Risulta che “moltissimo deve essere fatto”, mentre l’agenda del governo è zeppa di misure idonee a salvaguardare il premier dai reati commessi in passato, da quelli in itinere e da ulteriori che dovessero emergere dalla personale cornucopia del cavaliere, tutte spacciate come riforme indispensabili al popolo italiano, come se, privati di una norma sul “legittimo impedimento” , venisse bloccato lo sviluppo, il lavoro, il futuro dei giovani e la sopravvivenza dei pensionati al minimo.
    Non ha notato, o non ha voluto notare il Presidente, l’enorme squilibrio esistente tra le parole e le azioni del governo, che predica la nuova pagina dell’amore, ma insiste a legiferare stimolando l’odio che scaturisce dalla pretesa di porsi al di sopra delle leggi, con l’arroganza e lo sfruttamento dei “numeri” che la democrazia riconosce doverosi per attendere al bene comune.
    L’impressione che, personalmente, ne ho ricevuto è quella di un Presidente che si sente ostaggio degli insulti e delle aggressioni verbali che insisterebbero a cementare ulteriori divisioni, per cui…meglio tacere !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: