Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 5 gennaio 2010

La moto che parla milanese

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Milanofiori Nord Dal 7 al 31 gennaio 2010 Piazza degli Incontri, Edificio U7. Dopo il successo di pubblico ottenuto con la prima esposizione torna al MAD – Moto arte design la moto che parla milanese: il concept della CR&S DUU, “fada su a Milan cont il coeur e con i man”, come recita il motto impresso su ogni esemplare, da CR&S motorcycles, la società milanese che produce in piccola serie motociclette fatte su misura per esteti delle due ruote. Dal 7 al 31 gennaio sarà possibile ammirarla a Milanofiori tra i capolavori che per design e innovazione hanno segnato la storia dell’industria motociclistica degli ultimi decenni.  Presentata in anteprima al Salone del Ciclo e Motociclo tenutosi a Fiera Milano lo scorso novembre, la DUU, “due” in dialetto meneghino, è la prima cross-over nel campo delle moto. Due posti, due litri, due cilindri, l’ultima nata in casa CR&S è una naked al vertice del settore Premium che unisce il meglio delle tradizioni motociclistiche occidentali: la potenza di un motore americano e l’agilità della ciclistica europea. Una moto con una forte caratterizzazione emotiva, che mette a nudo la sua anima e mostra i muscoli grazie a un design originale studiato per esaltarne le qualità tecniche. Il telaio non copre il motore, ma lo incornicia evidenziando un propulsore inedito da 1916 cc realizzato per il 50° anniversario da S&S X Wedge, azienda leader nelle parti speciali per elaborazioni di motori bicilindrici a V. A progettarla è CR&S, unico costruttore di veicoli che continua a Milano la tradizione meccanica del capoluogo lombardo. «Milano è conosciuta oggi solo per la moda e il design. Ci si dimentica cha a renderla capitale morale d’Italia e motore economico del paese ha dato un grande contributo l’industria meccanica.» Ne è convinto Roberto Crepaldi, anima della CR&S, che nella sua lunga carriera a contatto con marchi di livello internazionale (Ferrari, Jaguar, Harley Davidson, solo per citarne alcuni) è sempre stato orgoglioso delle proprie radici milanesi. «Nella nostra officina di Settimo Milanese vogliamo continuare questa gloriosa tradizione costruendo pezzi unici assemblati a mano e fatti su misura come abiti sartoriali per motociclisti esigenti ed edonisti delle due ruote.»  La mostra, allestita a Milanofiori Nord, è aperta fino al 31 gennaio con ingresso gratuito dal martedì al venerdì dalle 15 alle 20 e sabato-domenica dalle 10 alle 20. Info sul MAD e sulla CR&S DUU su http://www.crs-motorcycles.com. (team)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Epifania ai bambini del Gemelli

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Roma 6 gennaio, il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in occasione della festa dell’Epifania, si recherà alle ore 11.00 presso il Policlinico Gemelli per portare doni ai bambini ricoverati nell’Unità Operativa di Oncologia pediatrica dell’ospedale universitario.  L’iniziativa, promossa dal presidente della Commissione Commercio del Comune di Roma, Massimiliano Parsi, ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche legate allo stato di malattia oncologica nell’infanzia.  Il progetto è sostenuto inoltre dall’Eurodeputato on. Potito Salatto, dal consigliere del Municipio XIX  Fabio Molinaro e dal consigliere regionale Roberto di Paolo. Ad accogliere il Sindaco saranno il direttore del Policlinico Gemelli, Cesare Catananti, il direttore di Sede dell’Università Cattolica di Roma, Giancarlo Furnari e il direttore dell’UO di Oncologia pediatrica del Gemelli, Riccardo Riccardi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recital di Valerio Aprea

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Roma 9 gennaio ore 21 al Teatro Tor Bella Monaca Valerio Aprea legge Francesco Piccolo  Recital di Valerio Aprea Testi di Francesco Piccolo Musiche eseguite dal vivo da Alessandro Chimienti, Riccardo Corso e Michele Ranieri. Nella divertentissima serie Tv “Boris”, e “disturbatore” di Serena Dandini nel salotto di Parla con me, Valerio Aprea incontra Francesco Piccolo, uno dei più affermati scrittori e sceneggiatori italiani, in uno spettacolo-reading musicato dal vivo: istantanee di esistenza quotidiana, lampi di condivisione, segreta osservazione dell’infinitesimale, per una, non solo, comica, perlustrazione dell’intimo di ognuno di noi.  Si parte dal dilemma del bambino indeciso se disubbidire ai genitori, o rischiare la vita per proteggere il fratello più piccolo nell’andare a scuola (“Dal lato della strada”), al piacere sottile della ‘vacanza senza vacanza’, passando l’estate a Roma, molto probabilmente in dolce compagnia, per poi tornare ‘a Roma com’era prima e come sarà dopo’ (“Piu’ baci del necessario”), dall’ostinazione di un padre nel considerare qualsiasi cosa non in sintonia col proprio pensiero come una cosa comunista (“Il comunismo”), al curioso viaggio che una bottiglia di vino si trova ad intraprendere attraverso le case e i quartieri di Roma, per via di quello strano meccanismo che porta alcune bottiglie ad essere riciclate di cena in cena, di festa in festa, anziché stappate e bevute (“La mia bottiglia di vino”). Il tutto accompagnato dalla musica eseguita dal vivo da Alessandro Chimienti, Riccardo Corso e Michele Ranieri.
Francesco Piccolo (Caserta, 1964) ha scritto romanzi e raccolte di racconti: Allegro occidentale (Finalista Premio Strega 2004), E se c’ero dormivo, Il tempo imperfetto, Storie di primogeniti e figli unici (tutti pubblicati da Feltrinelli), l’Italia spensierata (Laterza) e La separazione del maschio (Einaudi). Lavora anche per il cinema scrivendo sceneggiature, tra cui ricordiamo My name is Tanino, Paz! Ovunque sei, Il caimano, Nemmeno in un sogno, Caos calmo e Giorni e nuvole, oltre ai prossimi film di Moretti e Virzì. Collabora con riviste e quotidiani, fra cui la Repubblica, l’Unità e Diario. Attualmente vive a Roma e cura il laboratorio di sceneggiatura al D.A.M.S. della terza Università di Roma.
Valerio Aprea (Roma 1968) ha debuttato in teatro nel ’92, con Simone Carella, al Beat ’72 di Roma. E’ stato poi diretto, tra gli altri, da Gigi Proietti nel “Dramma della gelosia”, dall’omonimo film di Ettore Scola. Nel 2001, con Arnoldo Foà, ha recitato ne “Il Vantone” di Pasolini, per la regìa di Pino Quartullo. E’ interprete del monologo “In mezzo al mare” di Mattia Torre, vincitore nel 2003 della rassegna Attori in cerca d’autore diretta da Ennio Coltorti. Dal 2004, alla Cometa Off di Roma, è tra i curatori della rassegna LET – Liberi Esperimenti Teatrali. Qui, nel 2006, ha messo in scena lo spettacolo–reading “Allegro Teatrale” su testi di Francesco Piccolo, di cui interpreta e dirige, nel 2008, anche il monologo “Momenti di trascurabile felicità”, prodotto dall’Ambra Jovinelli di Roma. Al cinema, è tra gli interpreti dei film “Eccomi qua” e “Piccole anime”di Giacomo Ciarrapico, “Non prendere impegni stasera”, di Gianluca Tavarelli, e “Ho voglia di te” di Luìs Prieto. In tv ha lavorato in fiction come “La Squadra”, “Incantesimo”, “R.I.S.”, “Il Maresciallo Rocca”. Nel 2002-2003 ha partecipato ad entrambe le edizioni di “Assolo”, rassegna di monologhi comici su La7. Nel 2005 è protagonista della sitcom “Holly & Wood” su Canal Jimmy. L’anno successivo è nel cast di “Buttafuori” su raitre, e dal 2007 interpreta uno dei tre ‘sceneggiatori’ della serie “Boris” su Fox. Nello stesso anno partecipa alla trasmissione di Serena Dandini “Parla con me” su raitre.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: I due ladroni

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Roma dal 12 al 24 gennaio 2010 Teatro Ghione  Via delle Fornaci 37  Augusto Fornari – Massimiliano Giovanetti in “I due ladroni” di Pietro De Silva  Regia: Augusto Fornari Scenografia: Gianluca Amodio Voci off: Sergio Fiorentini e Andrea Perroni Coordinamento organizzativo: Roberta Federica Serrao Si ringrazia per l’aiuto ai costumi: Ottavia Virzì Aiuto Regia: Manuela Bisanti Musiche: Brahms, Mussorgsky, lamentazioni popolari della Settimana Santa Augusto Fornari e Massimiliano Giovanetti, due degli artisti più interessanti ed eclettici del nostro panorama teatrale, si incontrano e confrontano su un testo bizzarro, semplice e complesso allo stesso tempo: I due ladroni, in scena al Teatro Ghione di Roma dal 12 al 24 Gennaio, per la regia dello stesso Augusto Fornari.  È l’alba del terzo millennio. Due disgraziati, un vinaio ed un maestro elementare, vengono issati su due croci nel ruolo dei ladroni, per la sacra rappresentazione della passione di Cristo in un paesino della campagna laziale. Per una serie di ragioni i due vengono dimenticati in croce.  Di fronte all’atroce consapevolezza dell’abbandono sono dapprima pervasi da un moto di stupore, ma dopo poco prevale la rabbia e l’incredulità mista ad un senso di panico sempre più incombente. I due mondi, quello del vinaio rozzo e ignorante e quello del maestro, colto e raffinato, si scontrano da croce a croce, con botta e risposta paradossali e molto molto comici.  Costo biglietti, € 22,00 platea intero, € 18,00 platea ridotto, € 18,00 galleria, galleria ridotto € 16,00 (più 2€ di prevendita).  Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,00 – domenica ore 17,00 ( i due ladroni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stage di danza

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Roma 17 Gennaio 2010 alle 11:00  Via Locri, 42  (Una traversa di Via Sannio) ore 16/20 appuntamento con l’étoile al Teatro Lo Spazio di Roma per uno Stage di danza con  Raffaele Paganini Danzare sotto la guida di uno dei più preparati ballerini ed étoile internazionali, Raffaele Paganini. Organizzato da Francesca Cipriani, lo Stage di Danza con Raffaele Paganini – livello intermedio, anche per bambini dai 9 anni in su – avrà luogo il 17 gennaio (ore 11,00) presso il Teatro Lo Spazio di Roma, la cui direzione artistica è affidata ad Alberto Bassetti e Francesco Verdinelli. Il costo di iscrizione allo stage – al termine del quale verrà rilasciato un attestato di frequenza – è di 90 euro (sono previsti degli sconti per i gruppi). La prenotazione è obbligatoria. Romano, classe 1958, Paganini ha mosso i primi passi nel mondo della danza all’età di 14 anni, presso la Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera.  prenotazione obbligatoria stage 06 93721104; 392 2215178 Dalle ore 11,00 http://www.francescacipriani.net (raffaele paganini)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Corso scrittura

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Mestre 8 gennaio 2010, ore 17.00-18.30 Viale Garibaldi 155/a prende il via Una stanza, 4. ed.: “Madri e figlie”  corso di scrittura al Centro Donna Il corso proseguirà, ogni primo venerdì del mese, fino ad aprile. La quarta edizione di “Una stanza” – spazio del Centro Donna dedicato alla scrittura – propone un percorso creativo di narrazione intitolato “Madri e figlie”, legato all’ultima esperienza narrativa condotta da Annalisa Bruni, curatrice del corso. Nel 2008 infatti ha curato con Saveria Chemotti e Antonella Cilento, per i tipi de Il poligrafo editore, un volume antologico di racconti (M’ama? Mamme, madri matrigne oppure no) dedicato alla maternità, narrata da molti punti di vista: le gioie e i dolori di essere madre, la scelta di non esserlo, il rapporto – non sempre facile e lineare – tra madre e figli (osservato e raccontato da entrambi i punti di vista), le più diverse sfaccettature di questa realtà con la quale ogni donna prima o poi nel corso della sua vita si trova a confrontarsi, che decida o meno di fare tale esperienza.
Annalisa Bruni è nata a Venezia e vive a Mestre. Lavora alla Biblioteca Nazionale Marciana dove organizza e promuove mostre ed eventi. Ha pubblicato racconti su riviste e volumi antologici. Ha vinto premi nazionali per la narrativa e i radiodrammi. Laureata in lettere, pubblicista, è iscritta alla S.I.A.E., sezione D.O.R. http://www.annalisabruni.com

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovata la convenzione con Radio Radicale

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Con la pubblicazione del decreto legge “milleproroghe” in gazzetta ufficiale il 30 dicembre scorso si è conclusa questa fase della difficile vicenda del rinnovo della convenzione tra Ministero dello Sviluppo Economico e Centro di Produzione Spa per la trasmissione delle sedute parlamentari. La durata della convenzione è stata ridotta da tre a due anni e l’importo da 10 milioni di euro a 9,9 milioni di euro l’anno. Essendo un decreto legge dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni dal Parlamento. La riduzione del corrispettivo, di per se limitata, si va però ad aggiungere al mancato adeguamento dell’importo all’aumento dei costi dell’ultimo triennio mentre la riduzione della durata impedisce di fatto qualsiasi programmazione degli investimenti. Nonostante questo si ritiene che, aver ottenuto il risultato in queste difficilissime condizioni, sia stato un grande successo reso possibile anche e soprattutto da quanti, hanno deciso di sostenere senza esitazioni e con forza la causa di Radio Radicale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi scenari di “guerra” nello Yemen

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

In un articolo apparso in questi giorni su GrNet.it a firma di Luca De Fusco si paventa la possibilità che lo Yemen diventi un nuovo Afghanistan per gli occidentali. Si parte dalla notizia che il primo ministro britannico Brown ha indetto una conferenza per discutere la situazione del paese invitando i paesi alleati per fine Gennaio. Nello stesso tempo si chiudono le ambasciate U.S.A., Britannica, Francese e Giapponese e si presume che possano fare altrettanto quelle rimanenti. Gli inglesi, fa giustamente osservare De Fusco, con un passato coloniale di 130 anni si ritengono in grado di conoscere in maniera più approfondita la situazione nell’area rispetto agli altri paesi occidentali. Si sa, inoltre, che, da tempo, migliaia di mujahidiin afghani si sono trasferiti nello Yemen e da lì pensano di poter lanciare nelle migliori condizioni la sfida contro l’occidente e nello specifico contro gli U.S.A. e la Gran Bretagna. In pratica lo scenario “terroristico” con le sue basi logistiche si sta spostando e adattando alle nuove esigenze. Due potrebbero essere le ragioni. La prima è dettata dalla impossibilità di reggere la pressione militare di contrasto nell’Afghanistan che tende ad intensificarsi dopo le dichiarazioni di Obama di potenziare il contingente militare e come corollario ne deriva la necessità che l’unico modo per alleggerire la pressione è quella di aprire un nuovo fronte. Da qui la notizia che “le sezioni saudita e yemenita si sono unificate costituendo quello che gli esperti hanno battezzato AQAP (Al Qaida in the Arabian Peninsula)” Ma la novità che rileva De Fusco è che “al Qaida si è divisa almeno in due fazioni sulla base di considerazioni politiche divergenti. Quindi, oltre alla componente lealista appoggiata dal governo di Ali Abdallah Saleh e ad esso riconoscente al punto di dare spesso una mano nella eliminazioni di avversari, esiste ora una componente insurrezionalista che considera il governo un fantoccio degli Usa da abbattere. Questo sembra riflettere l’influenza di un imam di origine giordana, tale al-Makdissi, e par di capire che questa componente sia concentrata nell’Est, ossia l’Hadramaut, terra di origine della famiglia dei bin Laden. In questa zone, infatti, le forze governative sono già state attaccate ripetutamente”. Ed è evidente che questa seconda fazione impensierisce gli occidentali. Ma la situazione si complica in quanto, come ci informa De Fusco, è stata accertata l’esistenza in Yemen di una  al-Qaida antigovernativa e spiega molto bene perché le autorità sono divenute prontamente disponibili a collaborare con gli Usa. Questo soprattutto perché, per il governo presieduto da Ali Abdalah Saleh, le minacce insurrezionali sono ora diventate almeno tre. “Oltre alla rivolta armata degli Houthi, uno dei principali clan sciiti nell’estremo Nord e alla  minaccia secessionista del Sud, ex Repubblica Popolare, anche una componente ostile di al-Qaida con buone possibilità di trovare seguito tra la maggioranza sunnita della popolazione, rappresenta una minaccia senza precedenti con il pericolo di provocare una conflagrazione regionale in grado di coinvolgere anche il Corno d’Africa, partendo dalla Somalia”. Dietro questo scenario già di guerra sia pure combattuta con elementi locali si gioca l’avvenire dell’area dove ad attizzare il fuoco ci pensano anche gli iraniani con le loro forniture di armi ai mujahidiin e a rafforzare la componente impegnata ad esportare in occidente il terrorismo. Dal punto di vista militare, senza un massiccio impiego di forze e nel mettere in conto perdite di vite umane, non si riuscirà a domare o, per lo meno, a contenere questo nuovo focalaio. A nostro avviso prima di lasciarsi trascinare in una nuova avventura bellica è necessario ripensare ad un impiego altrettanto elastico delle forze in campo come all’ipotesi di ridurre i contingenti militari presenti in Iraq e in Afghanistan. D’altra parte non possono, sia i governi Saudita sia quello Yemenita, contare sul sostegno delle truppe straniere. Devono cercare soluzioni sia politiche sia militari che partano dalle loro dirette ed esclusive iniziative.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Di Pietro scrive a Bersani

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Riproduciamo per sommi capi la lettera che in questi giorni Antonio di Pietro ha inviato a Bersani per l’incontro del 12 gennaio prossimo proposto dal Pd per discutere di elezioni regionali. Fin dalle prime battute sono stati posti dei paletti nel rapporto tra un modo di fare opposizione e l’altro nei confronti della coalizione di centro-destra. Prima di tutto l’I.d.v. mostra di non gradire la politica del “doppio forno” adottata dalla nuova dirigenza del Pd e anche il fatto che si cerca di ricondurre l’alleanza a motivi di convenienza elettorale. “L’ultima goccia – precisa Di Pietro – (che, se non ritrattata, rischia di rompere il vaso) è l’attacco che ci ha rivolto ieri il vicesegretario del PD Enrico Letta. Mi ero permesso di avvertire gli elettori del mio partito (attraverso il mio blog personale) del rischio che la democrazia corre nell’affidarsi all’attuale maggioranza parlamentare del centrodestra per fare le riforme e citavo come esempio il maldestro tentativo di un Ministro in carica (Brunetta) di voler modificare, in nome delle riforme, anche l’art. 1 della Costituzione (quello che garantisce il “diritto al lavoro”: come a dire che, siccome nel nostro paese non si trova lavoro tanto vale abrogarlo dalla Costituzione).”  Ho anche aggiunto – è vero e lo ripeto anche ora – che le parole dette a fin di bene dal Presidente Napolitano “forse sono state un po’ incaute, considerati gli interlocutori”. Non ho criticato Napolitano come persona e nemmeno il suo discorso di buon senso (che anzi ho apprezzato) ma ho solo fatto rilevare come purtroppo questa maggioranza ora ne approfitterà per strumentalizzare – come sempre ha fatto finora – le aperture di credito del Presidente della Repubblica nei confronti del Governo Berlusconi”. E prosegue Di Pietro; “ Soprattutto noi di IDV non possiamo più aspettare il tuo silenzio, rispetto alle mille richieste che ti vengono da più parti circa il ruolo e la costruzione della coalizione del centrosinistra che hai in mente. E’ una coalizione che vuoi realizzare o no anche con Italia dei Valori? O pensi che siamo buoni solo in occasione delle varie elezioni per poi continuare a trattarci come appestati? Davvero anche tu pensi che il tipo di opposizione che fa IDV al Governo – opposizione che noi intendiamo continuare a fare con parole chiare ed in modo determinato ed inequivocabile – aiuti Berlusconi? E la lettera si chiude con un appello: “Luigi, non cadere anche tu nella provocazione di chi vuole dividere l’opposizione per continuare ad imperare e soprattutto non cadere nel tranello di chi ti invita al tavolo del dialogo e poi – dopo che tu gli hai dato la mano – ti frega il braccio utilizzando quel tavolo solo per farsi i cavoli suoi”. Bersani è avvisato.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una porta di servizio per la Storia

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Di Rosario Amico Roxas. Ha promesso il solenne rientro nella pubblica vita il 7 gennaio, con energie rinnovate, con le ferite rimarginate, ma con una strategia rinnovata, pronto ad impossessarsi di una pagina (veramente preferirebbe un intero capitolo) nel gran libro della storia. Il metodo dell’aggressione, dell’insulto, della scorrettezza, dell’arroganza che non prende in considerazione le regole della democrazia, ha mostrato solo l’itinerario del fallimento, per cui necessita cambiare registro, come si cambia la maglietta di lana al sopraggiungere della bella stagione. Lo scontento, il malumore, il disorientamento possono diventare contagiosi e dilatarsi a macchia d’olio se non viene esercitata una convincente inversione di marcia, imboccando la nuova via, lastricata d’amore: l’amore che vince l’invidia e, a perdita di tempo, anche l’odio. Vige la convinzione di essere invidiato, per i suoi soldi, per il suo fascino, per la sua bellezza, per i suoi successi  in politica (pochi), nelle relazioni internazionali (pochissimi), in economia (tantissimi se si guarda alla micro economia personale, nessunissimi se si prende in esame la macro economia nazionale), e poi i successi di alcova, sogno recondito di tutti gli operai, dei cassintegrati, dei disoccupati, dei precari e dei pensionati, che non possono far altro che invidiare il detentore di cotali e cotanti successi. Quando la politica manca di fini da  perseguire, allora si impantana negli strumenti, che si concretizzano nella mera conquista del potere come fine e nel mantenimento dello stesso come mezzo; nasce da ciò il nuovo strumento che si chiama “sviscerato amore”. E’ così che opinionisti di parte si trasformano in illuminati consiglieri del potente e i sondaggisti in strumenti idonei al mantenimento della precarietà, mentre una schiera di lanzichenecchi incita il potente a proseguire per la sua strada osannandolo come “uomo della storia”. Le competenze, la capacità di programmare a medio e lungo termine non servono in una situazione di stallo delle idee e dei principi, ormai arenate nell’affarismo finanziario. Fu l’affarismo politico che suicidò la “prima repubblica”, ma dalle ceneri risorse dopo una breve gestazione anomala; fu un parto facile, trattandosi di un feto clonato, perfettamente vaccinato e a proprio agio nel prevalere della finzione sull’efficienza, dell’apparenza sulla programmazione, del degrado sull’etica, sempre più creditrice di verità; l’affarismo risorse grazie all’improvvisazione di uno speculatore, non certo imprenditore, che aveva tratto ampi vantaggi dalle distorte pieghe di un sistema corrotto e corruttibile, improvvisandosi politico e capopopolo, per gestire in proprio le manovre compromesse dal crollo di quel sistema che andava restaurato, ma sotto mentite spoglie, per farlo risorgere peggiore di prima. Bene e Male (come Amore e Odio) oggi  si confondono e impediscono un’identificazione, per questo possono allignare le crociate contro il male, identificato negli stati-canaglia, nei fondamentalismi altrui, negli schieramenti avversi e in tutti coloro che, motivatamente, dissentono dal pensiero unico che pretende di essere dominante. La politica opportunista, piena di slogan ma vuota di idee, si tinge anche di comoda religiosità, inquinando le religioni, che diventano mezzi pratici per fini immediati.  Anche il concetto di famiglia, che ha resistito alle intemperie nel corso di decine di migliaia di anni, è crollato sotto i colpi delle speculazioni arbitrarie, che confondono sacro e profano, così come è confuso il Bene con il Male, a se lo preferite l’Amore con l’Odio.  Quel concetto di famiglia che è stato dissacrato, fingendo una sacralizzazione della quale non aveva bisogno, che è stata assunta dai professionisti del potere, non per intima convinzione, ma per pura opportunità mediatica, e sono proprio gli stessi che della propria famiglia hanno fatto e continuano a fare scempio. L’esibizionismo del proprio IO cerca autoaffermazioni attraverso l’autoreferenzialità, utilizzando il potere del denaro e dell’autorità, mancando di autorevolezza; in qualunque modo, anche appellandosi, come ultima spes, ad un sentimento ignorato per 15 anni e riscoperto grazie ai sondaggi. La ricerca di un posto nelle pagine della storia pilota questo modesto  marinaio, che si sente argonauta, perché ignora che le pagine della storia si conquistano attraversando l’Arco del Trionfo, e  non cercando di sgattaiolare, furbescamente, dalla porta di servizio. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Coppia aperta… quasi spalancata

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Barberino di Mugello  (Fi) domenica 10 gennaio ore 17.00 Teatro Comunale Corsini Alessandra di Monte Silvio Junior Balta in  atto unico di  Dario Fo e Franca Rame e con Claudio Erlacher regia Silvio J. Balta e Alessandra di Monte   Divenuta nel giro di pochi anni una delle opere più rappresentate della magnifica ditta Fo-Rame, Coppia Aperta nell’interpretazione di Silvio Jr. Balta e Alessandra di Monte, rivela ancora oggi tutta la modernità di un testo che, mescolando un’inesauribile vena comica a una feroce lotta a due, porta avanti un’esilarante e spietata critica alla coppia borghese.  Nello spazio ristretto e anonimo di due stanze, un salotto e un bagno, si consuma con l’apparente leggerezza di commedia brillante, il dramma al contempo intimo e universale di un uomo e una donna, irrimediabilmente incapaci di costruire una vita a due e travolti al contempo dalla grande spinta verso la liberazione da ogni tabù, dalle convenzioni, dalle costrizioni di una morale spesso ipocrita.  Un susseguirsi continuo di dialoghi serrati, battute incalzanti, situazioni paradossali che mentre divertono lo spettatore con i meccanismi del teatro brillante, lo trascinano spietatamente di fronte alla rappresentazione delle proprie meschinità e dei propri egoismi che intossicano e corrompono qualsiasi rapporto di coppia.  Tutti questi motivi, sempre in bilico tra farsa e impegno, scherzo e denuncia si ritrovano sul palco in una messa in scena autonoma e irresistibile, forte di uno stile travolgente, tra vorticosi scambi di battute, risate dissacranti e colpi di scena tragicamente comici.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival di Musica Contemporanea Controtempo

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Roma 19 gennaio ore 10.30 Viale Trinità dei Monti, 1 Académie de France à Rome – Villa Medici Tavola rotonda “La collaborazione tra la Francia e l’Italia nel campo della creazione musicale contemporanea” con la partecipazione dei più importanti protagonisti della musica contemporanea di entrambi i paesi: Laurent Bayle, Olivier Bernard, Hervé Boutry, Éric de Chassey, Michele Dall’Ongaro, Olivier Descotes, Carlo Fuortes,  Jean-Louis Gavatorta, Frank Madlener, Oscar Pizzo ed Enzo Restagno. L’iniziativa si inserisce nel primo Festival di Musica Contemporanea Controtempo da venerdì 15 a mercoledì 20 gennaio 2010, dell’Accademia di Francia a Roma Villa Medici in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma – con una programmazione d’eccezione e una giornata di incontri con i maggiori rappresentanti della musica contemporanea francese e italiana. La rassegna è curata da Yann Robin, compositore in residenza all’Accademia di Francia a Roma, e co-diretta da Oscar Pizzo per Musica per Roma. La Francia è da sempre una grande protagonista nel campo della musica colta e l’Accademia di Francia a Roma ha ricevuto tra i suoi artisti in residenza molti compositori che hanno fatto, e che tutt’ora fanno, la storia della musica contemporanea quali Gérard Grisey, Philippe Hurel, Michaël Levinas, Tristan Murail, Pascal Dusapin; più di recente Bruno Mantovani, Franck Bedrossian, Yann Robin, Raphaël Cendo riconosciuti internazionalmente tra i compositori più validi della loro generazione.
Ogni edizione del festival si concentrerà su un tema particolare: quello di quest’anno sarà un confronto e uno scambio musicale tra la creazione francese e quella italiana, senza porre alcuna barriera tra tradizione e innovazione, ma mettendo soprattutto in risalto l’influenza che l’Italia ha avuto sull’estetica compositiva dei musicisti che hanno soggiornato a Villa Medici. Controtempo si aprirà, infatti, all’Auditorium Parco della Musica con un compositore francese Gérard Grisey (Prix de Rome, borsista presso Villa Medici dal 1972 al 1974), e si concluderà all’Accademia di Francia a Roma con un omaggio al compositore italiano Luigi Nono. (festival)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Spazio europeo integrato dei trasporti ferroviari

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Dal 1° gennaio 2010 il mercato dei servizi ferroviari internazionali di trasporto passeggeri è aperto alla concorrenza. Tutte le imprese ferroviarie europee dispongono ora del diritto d’accesso alle infrastrutture degli altri Stati membri ai fini dell’offerta di servizi internazionali di trasporto passeggeri. Ciò aprirà nuove prospettive per le imprese ferroviarie e per gli amministratori di infrastrutture, che potranno proporre ai viaggiatori prestazioni innovative adatte alle loro esigenze. Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea e responsabile del settore dei trasporti, ha dichiarato: “È stata avviata una nuova fase del processo di rafforzamento del settore ferroviario europeo, nel quale l’Unione europea è impegnata da molti anni. L’apertura del mercato dei servizi internazionali di trasporto passeggeri comporterà vantaggi sia per le imprese sia per i viaggiatori. Dovrebbe offrire ai viaggiatori un’offerta più ampia di servizi e ingenerare un salto di qualità dei servizi proposti e/o una diminuzione delle tariffe. Abbiamo così assicurato un nuovo, importante, tassello nella costruzione di uno spazio europeo integrato dei trasporti ferroviari.” La direttiva 2007/58/CE consente a tutte le imprese ferroviarie in possesso di licenza e dei certificati di sicurezza necessari di operare servizi internazionali. Nell’intento di creare condizioni economiche realistiche per lo sviluppo di tali servizi l’autorizzazione comprenderà il diritto di cabotaggio per i treni  internazionali, vale a dire il diritto di far salire e scendere passeggeri in stazioni situate in altri Stati membri. L’apertura del mercato avverrà in modo da non compromettere l’equilibrio economico dei servizi pubblici che potrebbero subire delle ripercussioni. Gli Stati membri saranno autorizzati, nel rispetto di alcune condizioni, a limitare il diritto d’accesso sulle linee soggette a contratti di servizio pubblico e a riscuotere diritti a fronte dei servizi ferroviari di trasporto passeggeri intesi a compensare il costo dei contratti di servizio pubblico. (Tajani)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’assassinio di Giuseppe Fava

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Gli Indipendentisti du Frunti Nazziunali Sicilianu – “Sicilia Indipinnenti” ricordano a 26 anni dalla sua uccisione un figlio coraggioso di Trinakria, il giornalista, intellettuale e commediografo, Giuseppe Fava. Noi Indipendentisti progressisti du F.N.S. siamo infatti convinti che non si possa e non si debba declinare né allentare, in alcun modo, dalla Lotta contro la mafia, dato che va detto, senza se e ma, che la mafia è il peggio della tradizione siciliana e che è interesse dei Siciliani combatterla e vincerla. Ricordando l’illustre Catanese e Siciliano, Giuseppe FAVA vogliamo rammentare a Noi tutti che la lotta alla mafia non è solo o tanto questione di eroismo personale quanto e più di impegno civile, etico e morale per il Popolo e la Nazione Siciliana. Un impegno che si nutre dell’esempio di tanti, per lo più siciliani, che alla mafia si sono contrapposti, come appunto Giuseppe Fava.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiacchierata con l’autore

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Pescasseroli 8 gennaio 2010 ore 17:30 Biblioteca Comunale,  Concita De Gregorio e Dacia Maraini dialogano sull’amore. Letture di Daniela Poggi coordina Maria Rosaria La Morgia Dacia Maraini – La ragazza di via Maqueda Un corposo e importante viaggio nei racconti di Dacia Maraini che attraversa il tempo e si svela attraverso la storia e i luoghi. Concita De Gregorio – Malamore esercizi di resistenza al dolore:  Cosa spinge la donna a convivere con la violenza? Il malamore è gramigna, cresce nei vasi dei nostri balconi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavoro: interventi per il rilancio dell’economia

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

L’Ocse pone l’Italia al 23simo posto della classifica per stipendi netti, dei 30 Paesi che vi aderiscono. Per potere d’acquisto saliamo solo di un posto. Governo ed Opposizione continuano a litigare senza affrontare i nodi reali di un rilancio dell’economia, finendo con l’aumentare la forbice tra le aree forti e quelle deboli del Paese anziché trovare soluzioni condivise per eliminare i divari. Non potendo aumentare la pressione fiscale già altissima sui redditi, particolarmente su quelli da lavoro dipendente, si aumentano tariffe e costi dei servizi pubblici essenziali. Così aumentano i costi dell’energia, dei trasporti aerei, ferroviari ed autostradali, fuori da ogni logica inflazionistica e di investimento infrastrutturale. Adiconsum – continua in una nota Adiconsum – chiede al Governo ed all’Opposizione comportamenti responsabili e interventi legislativi avulsi da logiche di schieramento ideologico, che recuperino risorse rastrellandole da interventi a pioggia e clientelari, per spostarle a favore delle famiglie numerose, con persone non autosufficienti e con mamme lavoratrici.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rimborsi fiscali

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

“I 940 milioni di euro di rimborsi fiscali annunciati dall’amministrazione finanziaria che dovrebbero arrivare nelle tasche di 800 mila contribuenti rappresentano solo una goccia nel mare e non ristabiliscono la fiducia con i contribuenti italiani” E’ questo è il primo commento di Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani. Secondo Lo Sportello del Contribuente, in Italia, in cinque anni, il debito pubblico per i rimborsi fiscali si è quasi raddoppiato passando da 18,4 miliardi a 33,4 miliardi da rimborsare agli oltre 11,6 milioni di contribuenti. Dal 2003, i contribuenti maggiormente penalizzati dai mancati rimborsi dei crediti fiscali sono quelli residenti in Campania, con +187,1%. Secondo e terzo posto spettano rispettivamente a quelli residenti nel Lazio con + 142,4% ed in Valle d’Aosta con +123,9%. A seguire nell ‘Emilia Romagna con +111,6%, nella Liguria con +109,7%, nel Veneto con +107,6%, nella Toscana con +103,8%, nel Piemonte con +102,4%, nelle Marche con +99,6%, nella Puglia con +98,1%, nell’Abruzzo con +96,6%, nella Sicilia con +95,7% ed in Lombardia con +94,3%.
Anche i tempi di attesa sono biblici. Bisogna attendere fino a oltre 28,2 anni per un rimborso Irpef ‘consistente’ e mediamente 14,1 anni per uno ‘piccolo’. Secondo Contribuenti.it, infatti, l’Italia ha il ‘primato mondiale’ per la lentezza nei rimborsi fiscali, seguita dalla Turchia (4 anni), dalla Grecia (3,1 anni), dalla Spagna (2,2 anni), dalla Francia (1,7 anni), dall’Inghilterra i (1,3), dalla Germania (1 anno), dall’Austria (0,4 anni), dagli Usa (0,2 anni) e dal Giappone (0,1). ‘Vogliamo un’armonizzazione del fisco a livello europeo in modo che, quanto prima, i rimborsi fiscali possano essere erogati in tutta Europa con gli stessi tempi e modalità’, spiega Vittorio Carlomagno, presidente Contribuenti.it Associaz ione Contribuenti Italiani, sottolineando l’esigenza del ”rispetto dei diritti dei contribuenti da parte degli enti impositori per non incentivare l’evasione fiscale. E’ assurdo che gli italiani debbano essere vessati dal fisco 10 volte più degli inglesi o tedeschi’.
Contribuenti.it, per evitare le truffe, suggerisce di richiedere che il rimborso fiscale venga erogato in contanti o con vaglia cambiario della Banca d’Italia, evitando di trasmettere i dati IBAN del proprio conto corrente bancario e sollecita l’Amministrazione finanziaria ad emanare, anche se con un ritardo di 10 anni, il regolamento per l’estinzione dell’ obbligazione tributaria mediante compensazione dei crediti tributari, previsto dall’art. 8 dello Statuto del contribuente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto d’organo della rassegna Organalia

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Torino 5 gennaio, alle 16, nel Tempio Valdese di Torino (Corso Vittorio Emanuele II, 23), si terrà il terzo concerto d’organo della rassegna Organalia – Suoni d’Inverno con Stefano Innocenti. Il celebre organista italiano suonerà alla console dell’organo Pinchi del 1996 (op. 412) musiche di Buxtehude, Pasquini, Scarlatti, Bach e del contemporaneo Guido Castagnetti. Il programma, in questo modo, partendo dal Barocco giungerà fino ai giorni nostri con una serie di pagine interamente dedicate al Natale. L’ingresso è libero e gratuito. Si rammenta che Organalia – Suoni d’Inverno è un progetto della Provincia di Torino.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il MEI di Faenza al MusicNet di Lugano

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

8-9-10 gennaio 2010 Speciali MEI su Tele 1 in onda Mercoledì 6 gennaio alle 18 e alle 20,30 Tra gli appuntamenti esteri anche il Midem di Cannes dal 24 al 27 gennaio Il MEI, Meeting degli Indipendenti di Faenza e il coordinamento AudioCoop saranno in giro per l’Europa nei prossimi mesi per presentare le proprie iniziative e attività, esportando e promuovendo all’estero le produzioni e la cultura musicale indipendente italiana. Il primo appuntamento è previsto al Centro Esposizioni di Lugano dall’ 8 al 10 gennaio, dove si svolgerà il MusicNet, il primo expo-evento musicale in Ticino: http://www.luganonetwork.ch/musicnet/. Il MEI e AudioCoop saranno presenti con un proprio spazio dedicato alle produzioni indipendenti italiane, al fianco di artisti, negozi musicali, scuole di musica, rivenditori, associazioni, etichette, emittenti radiofoniche, produttori, studi di registrazione e tanti altri operatori provenienti da tutta Europa. Il MEI continuerà a promuovere l’attività della scena indipendente italiana anche al Midem di Cannes in programmazione dal 24 al 27 gennaio, ritenuto uno tra gli eventi internazionali più importanti dell’industria musicale. E’ in onda lo Speciale Mei 2009 su Tele 1 Faenza, una produzione di grande qualità che ha accompagnato le feste natalizie degli utenti tv di Tele 1 di Germano Zama con la musica indipendente proposta dall’ultima edizione di successo del Mei. Dopo lo speciale andato in onda il 4 gennaio alle h 9,35, i prossimi speciali riguardanti il Meeting andranno in onda Mercoledì 6 gennaio alle ore 18,00 e alle ore 20,30. Inoltre, lo speciale Mei 2009 è disponibile anche sul web di Tele 1 al link  http://www.tele1.tv/speciali/mei.htm

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solutions for Brightpoint Europe

Posted by fidest press agency su martedì, 5 gennaio 2010

Indianapolis, Brightpoint, Inc. announced the appointment of Jochem Amkreutz as Senior Vice President, Business Development and Supply Chain Solutions for Brightpoint Europe, Middle East and Africa (EMEA) effective January 1, 2010. Mr. Amkreutz will be based at the Brightpoint EMEA regional headquarters in Barcelona, Spain. Consistent with our previous communications, we continue to make good progress on building a world class team in the EMEA region.  Mr. Amkreutz joins Brightpoint from his most recent position as Senior Director of Business Development with Flextronics Global Services. Prior to Flextronics, he held several ascending positions at Hays Logistics. He has lived and worked around the world, including the Netherlands, France, United Kingdom, Germany and United States. He is fluent in several languages and holds a Masters Degree from University of Technology in Aachen, Germany. Brightpoint, Inc. is a global leader in the distribution of wireless devices and in providing customized logistic services to the wireless industry. In 2008, Brightpoint handled approximately 84 million wireless devices globally. Brightpoint’s innovative services include distribution, channel development, fulfillment, product customization, e-Business solutions, and other outsourced services that integrate seamlessly with its customers. Brightpoint’s effective and efficient platform allows its customers to benefit from quickly deployed, flexible, and cost effective solutions. The company has approximately 2,700 employees in more than 25 countries. In 2008 Brightpoint generated revenue of $4.6 billion. Brightpoint provides distribution and customized services to more than 25,000 B2B customers worldwide. Additional information about Brightpoint can be found on its website at http://www.brightpoint.com, or by calling its toll-free

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »