Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Carceri: lo stato si “rieduchi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 gennaio 2010

Roma 12 gennaio, dalle 10 alle 13 sit in a Piazza Montecitorio in occasione della discussione e votazione della mozione radicale sulle carceri 65.774 detenuti ammassati in celle che possono contenerne 43.220 6.261 agenti in meno di quelli previsti in pianta organica; 402 educatori in meno rispetto alla pianta organica 1 solo psicologo, per poche ore lavorative a settimana, ogni 187 detenuti Il 50% dei detenuti è in attesa di giudizio; il 30% di loro sarà riconosciuto “innocente” la metà degli imputati che fa ingresso in carcere, vi rimane per non più di 10 giorni; il 35% esce dopo 48 ore  il 27% dei detenuti è tossicodipendente il 38% dei detenuti è in condizioni di salute “mediocri”, il 37% “scadenti”, il 4% “gravi” il 15% dei detenuti soffre di depressione e altri disturbi psichiatrici solo 1 detenuto su 4 ha la possibilità di lavorare e solo 1 su 10 può partecipare a corsi professionali: tutti gli altri sono costretti a passare  nell’ozio, in celle sovraffollate, dalle 18 alle 22 ore al giorno; moltissimi detenuti sono costretti a scontare la pena a centinaia di Km di distanza dagli affetti familiari; figli, genitori, coniugi – quasi sempre per motivi economici – riducono a poche visite annuali i rapporti con il loro congiunto recluso; 70 bambini sotto i tre anni sono carcerati con le loro madri; ecc. ecc. E ora la parola alla costituzione italiana: art. 27 della Costituzione “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato” art. 13 della Costituzione “E` punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà” art. 3 della Convenzione Europea per i diritti dell’uomo  “Nessuno può essere sottoposto a tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: