Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Nomine coordinatori regionali Movimento Sud diritti

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 gennaio 2010

Il Movimento Sud dei diritti di cui è segretario nazionale Girolamo Foti detto Mirco sta mettendo a punto il suo organigramma nazionale con le nomine dei responsabili regionali, provinciali e locali. Non si tratta di un partito, nel senso letterale della parola, ma di un movimento d’opinione che cerca di fare chiarezza sui diversi aspetti della vita sociale, culturale e politica italiana. Diciamo che tenta di ricomporre le lacerazioni che la società civile ha prodotto e in alcuni casi continua nel rendere più profondo il solco tra l’area del benessere e quella del disagio. Ma cerca anche di risvegliare l’idea di una Italia unita e solidale che cura le passioni non per alzare steccati partigiani e campanilismi, ma per ritrovare il comune interesse che è quello di vivere in pace, di rispettare le leggi e di assicurare un lavoro a tutti. Ma ciò non si crea dal nulla. Proviene dagli insegnamenti dei nostri padri, ritrova il seme nella conoscenza tra i banchi della scuola e nell’ascolto di chi ha vissuto e ha raccolto grandi esperienze. Questa continuità non si sottrae al nuovo e al diverso che si profila ma non sarà mai nuovo e diverso se perdiamo al tempo stesso i valori che si maturano al proprio interno e che sono immutabili. E’ uno sforzo ambizioso che può rendere scettici chi vive nell’amarezza, si scontra con le passioni quotidiane, le contraddizioni del sistema, la corruzione imperante, i cattivi esempi di taluni maestri, delle stesse guide spirituali e politiche. Ma è come se ci trovassimo davanti ad un campo coltivato a grano. Dentro vi alberga anche la gramigna. Essa cerca di soffocare la buona spiga, di avvizzirla e talvolta vi riesce. Ma alla fine il buon agricoltore avrà il suo campo di grano e sul suo desco troverà il frutto del suo lavoro. Oggi tutto ciò è reso ancora più arduo che in passato perché la pianta parassita riesce a camuffarsi e occorre un occhio più attento ed esercitato per individuarla. E se usciamo dalla metafora dobbiamo parlare di disinformazione. A volte capita anche a noi di prendere lucciole per lanterne. Ciò cosa significa? Vuol dire una sola cosa: tenere gli occhi ben aperti e mettere le nostre capacità al servizio di una causa che sappia rafforzare la nostra vista e offrirci la possibilità di vedere ciò che gli altri vorrebbero che non vedessimo. Se è questo, come credo, l’impegno del Movimento Sud dei diritti, io lo sottoscrivo. (Riccardo Alfonso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: