Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Il violino di Gidon Kremer

Posted by fidest press agency su martedì, 2 febbraio 2010

Parma 3 febbraio 2010, ore 20.30 Teatro Regio  con il violino del grande Gidon Kremer impegnato, con i musicisti della Kremerata Baltica e con la giovane Khatia Buniatishvili al pianoforte, in un programma che spazia da Mozart e Haydn ai compositori contemporanei, offrendo un appassionante viaggio nella storia della musica. Con gli archi della sua Kremerata Baltica, il violinista Gidon Kremer si presenta al Teatro Regio di Parma in programma aperto dalla suggestiva Midsummer Song, pagina per orchestra d’archi e percussioni composta nel 1975 dalla musicista lituana Raminta Šerkšnyte. Un tuffo nel classicismo sarà offerto poi dal Concerto in re maggiore per violino e orchestra n.2 K211 di Wolfgang Amadeus Mozart con il giovanissimo talento della pianista georgiana Khatia Buniatishvili, impegnata anche nell’esecuzione di due pagine di Franz Joseph Haydn: il Doppio concerto in fa maggiore per pianoforte, violino e archi Hob.XVIII:6 – assieme a Kremer – e il Concerto in re maggiore per pianoforte e orchestra Hob.XVIII:11. Completa la serata un’altra pagina novecentesca Flowering Jasmin, per violino, vibrafono e archi del compositore russo George Pelecis L’originalità del programma presentato al Teatro Regio di Parma è il riflesso della personalità e dell’indole di Gidon Kremer, pronto ad aprire la profondità delle interpretazioni del repertorio classico e romantico verso la scoperta della musica del Novecento e del nuovo millennio.
Nato a Riga, in Lituania, Gidon Kremer ha esordito sulla scena internazionale giovanissimo imponendosi come uno dei più originali e ambiziosi artisti della sua generazione. Ha ben presto collaborato con svariati compositori tra cui Alfred Schnittke, Arvo Pärt, Giya Kancheli, Sofia Gubaidulina, Valentin Silvestrov, Luigi Nono, Aribert Reimann, Peteris Vasks, John Adams e Astor Piazzolla, portando la loro musica al pubblico, nel rispetto della tradizione ma rimanendo contemporaneo. Oltre a cento album registrati nel corso della sua carriera, l’attività di Kremer vanta la nascita di un’orchestra, la Kremerata Baltica, fondata nel 1997 e subito balzata all’attenzione come uno degli ensemble europei più ricercati sulla scena internazionale.
La Stagione Concertistica 2010 del Teatro Regio di Parma è realizzata in collaborazione con Società dei Concerti Solares Fondazione delle Arti con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Club delle Imprese per il Teatro Regio (Chiesi farmaceutici, Gruppo Cedacri, Morris, Parmacotto).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: