Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 7 febbraio 2010

Tonno Rosso: proposta italiana di moratoria

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

“Su proposta del Sottosegretario al Mipaf con delega alla pesca, Antonio Buonfiglio, la Commissione Consultiva Centrale, nell’ultima riunione, ha approvato la moratoria italiana per la stagione di pesca 2010 del tonno rosso, che rimarrà pertanto bloccata nel nostro Paese per un anno. Una decisione che per l’Unci Pesca cerca in qualche modo di arginare le difficoltà, che da tempo affronta questo tipo di pesca. Infatti, l’Associazione si trova d’accordo con quanto precisato dal Sottosegretario Buonfiglio che la moratoria è una sorta di riserva che si è voluta costruire in attesa dell’evoluzione della situazione, in linea con la doppia “ECO” di economicamente ed ecologicamente sostenibile. La decisione verrà comunicata a  Bruxelles e il Sottosegretario si  auspica che il modello italiano possa essere adottato anche da altri Paesi dell’Ue.
Sulla base della decisione di moratoria ci sarà il congelamento di poco più del 70% delle quote di cattura di tonno rosso destinate all’Italia per il 2010, pari a quasi 1.500 tonnellate. Il congelamento di questa massiccia fetta di cattura inciderà in prevalenza sulle quote assegnate al sistema di pesca a circuizione, considerato quello a più alto impatto ambientale. Una decisione, questa, condivisa sia dai pescatori del settore, ai quali non conveniva uscire in mare per una quota di pescato poco remunerativa e insufficiente per affrontare la campagna 2010 che durava appena un mese, che dagli ambientalisti, perchè con la moratoria si lascia, per circa due anni, l’opportunità ai tonni di riprodursi.Con la moratoria italiana, dunque, sembra si sia trovato un accordo. Sono previste anche garanzie economiche per la sopravvivenza del comparto che, rappresentando migliaia di posti di lavoro tra indotto e operatori diretti, cerca le migliori risposte a sostegno della sua sopravvivenza.”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Flora Fraser: Paolina Bonaparte

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Roma 9 febbraio 2010, ore 18.30 Piazzale Scipione Borghese, 5 Galleria Borghese – Salone di Mariano Rossi Intervengono Alessandra Borghese, Antonio Paolucci, Giuseppe Scaraffia Coordina  Anna Coliva.  Flora Fraser, in questo libro avvincente, denso e ben documentato getta nuova luce sull’epoca napoleonica. L’autore Flora Fraser, figlia di lady Antonia Fraser, ha studiato a Londra, Firenze e Oxford, dedicandosi in particolare alla storia del diciottesimo e diciannovesimo secolo. Autrice di opere di narrativa storica, da Mondadori ha pubblicato La regina ribelle (1998) e Lady Emma (2001). Celebre per la sua bellezza e per le sue molte passioni, Paolina Bonaparte Borghese è un personaggio dotato di grande fascino. Nell’Ottocento scandalizzò il continente per la sfrontatezza delle sue relazioni amorose, l’opulenza del suo guardaroba e dei suoi gioielli ma, soprattutto, per la decisione di posare pressoché nuda per la famosa scultura del Canova.  Ma la vita privata di Paolina risulta straordinaria anche per la sua fedeltà all’imperatore (se non ai mariti). Era presente per le vittorie di Napoleone in Italia e soggiornava spesso alla Malmaison con il fratello e l’imperatrice Giuseppina; quando lui fu esiliato all’isola d’Elba,  fu l’unica a raggiungerlo, e dopo la sconfitta definitiva a Waterloo implorò che le fosse consentito di seguirlo a Sant’Elena. Nessun biografo ha finora analizzato le fonti in modo tanto approfondito ed esaminato con tanta accuratezza un personaggio così eclettico e interessante, sorella previdente dell’uomo che con le sue conquiste aveva forgiato l’Europa moderna.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Fns dice “no” alle centrali nucleari in Sicilia

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu respingono al mittente la ipotesi di allocare a Palma Montechiaro in provincia di Agrigento – o in qualsiasi altra parte della Sicilia – una centrale nucleare. In questi giorni alcuni organi di informazione hanno dato infatti per scontato che una centrale nucleare verrebbe realizzata anche in Sicilia. Il tutto senza tenere in alcuna considerazione la volonta’ , le esigenze ed i diritti costituzionali del popolo siciliano; senza alcun rispetto per le vocazioni del territorio; senza tenere conto del fatto che proprio la  sicilia – l’intero arcipelago siciliano cioè – ( terra  del  sole, per antonomasia) , in quanto a fonti energetiche rinnovabili, ha potenzialità immense e variegate che soltanto la inadeguatezza della classe politica pseudo-dirigente degli ultimi sessant’anni ha impedito di valorizzare e di utilizzare come, queste fonti, avrebbero meritato. E senza tenere conto delle notizie secondo le quali, ancora oggi, la Sicilia esporterebbe energia elettrica. Un’ultima puntualizzazione. Nell’esprimere  apprezzamento per le proteste espresse  e per gli ordini del giorno approvati dal COMUNE Di PALMA Montechiaro (al quale indirizziamo i nostri sentimenti di forte  solidarietà) e dall’ARS e dal Governo Regionale, l’ FNS ritiene che si debba e  si possa esercitare ,con assoluta priorità, il diritto-dovere di impugnare  presso la corte costituzionale- (in attesa che venga ripristinata l’alta corte per la regione siciliana, prevista dallo statuto- ogni provvedimento legislativo o amministrativo dello Stato, mirante alla costruzione, in Sicilia ,di centrali nucleari.  E, ferma restando la opportunità  di mettere in atto da parte dei Siciliani tutti, in prima persona,  e delle istituzioni rappresentative siciliane,- contemporaneamente,- altre forme di protesta e di azioni legali e politiche.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ruolo dell’Italia nella governance mondiale

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Roma, 9 febbraio 2009 h. 18.00 – 20.00 Caffè Fandango – Piazza della Pietra 32/33 Da Pittsburgh a Copenhagen: il bilancio dei risultati dei recenti vertici internazionali. Quale ruolo può e deve giocare l’Italia in vista degli appuntamenti del 2010? Non più promesse ma urgenti e concreti impegni è la richiesta unanime della società civile italiana. Ne discutono esponenti governativi, parlamentari, rappresentanti di organizzazioni internazionali e della società civile italiana, in occasione della presentazione del 14° rapporto della rete internazionale Social Watch: “L’unica via d’uscita dalle crisi: People First”.  Il rapporto analizza le conseguenze sociali e ambientali delle recenti crisi internazionali e come ogni anno propone, attraverso degli indici alternativi, un’analisi del livello di povertà e uguaglianza tra uomo e donna nel mondo. In accordo con l’approccio adottato dal Social Watch, gli indici sono basati sui diritti umani invece che sul reddito. Con questo rapporto, la coalizione intende offrire un efficace strumento per monitorare il rispetto degli impegni internazionali in materia di politiche sociali e il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio. In tale prospettiva, la crisi offre un’opportunità storica: ripensare i processi decisionali in politica economica attraverso un approccio basato sui diritti umani per costruire un sistema economico e finanziario a servizio delle persone.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Registro della Danza Contemporanea

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Padova 9 febbraio alle ore 12.30  Caffè Pedrocchi  la Regione del Veneto con Arteven Circuito Teatrale Regionale e Operaestate Festival Veneto  presenterà il  Registro della Danza Contemporanea e di Ricerca del Veneto.  Il volume inaugura una nuova collana dal titolo Osservatorio, che si propone di indagare in profondità e in modo originale il settore dello spettacolo dal vivo, con particolare attenzione al monitoraggio dei diversi comparti, utile per avviare una corretta e produttiva analisi del contesto attuale e delineare conseguenti direzioni di lavoro e di intervento. interverranno  Maria Teresa De Gregorio, dirigente Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo della Regione del Veneto  Pierluca Donin, direttore di Arteven Circuito Teatrale Regionale Rosa Scapin, direttore di Operaestate Festival Veneto di Bassano del Grappa

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Talassemia

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Nel Lazio vivono circa 350 degli oltre 7.000 italiani affetti da talassemia, una patologia ereditaria a carattere cronico estremamente invalidante, caratterizzata da un trasporto difettoso dell’ossigeno da parte dei globuli rossi. La sopravvivenza dei pazienti può essere assicurata solo da continue trasfusioni di sangue che comportano però un sovraccarico di ferro che danneggia organi vitali come cuore e fegato. In passato, questo problema riduceva drammaticamente l’aspettativa di vita. Oggi sono disponibili terapie dette chelanti orali che evitano il sovraccarico di ferro negli organi e assicurano alla persona con talassemia una buona sopravvivenza e qualità di vita: la più recente terapia orale può essere assunta con una sola somministrazione nell’arco delle 24 ore.   “La Regione Lazio, e la ASL Roma C in particolare, hanno recentemente ribadito il loro impegno contro questa patologia inaugurando la nuova sede del Day Hospital Talassemici al Sant’Eugenio” – ha affermato nel corso dell’incontro Luigi Canali, Presidente della Commissione Sanità della Regione Lazio. “Si tratta di un passo in avanti significativo che testimonia al meglio l’attenzione dell’Istituzione nei confronti dei pazienti affetti da talassemia. Tuttavia si dovrà andare oltre, lavorando in accordo con medici e pazienti per garantire ai talassemici un sostegno sempre più efficace”. Il Lazio è all’avanguardia nell’assistenza di questa malattia: nella Regione operano 11 strutture pubbliche che si occupano di assistenza alle persone con talassemia, non solo laziali. Il Lazio è polo d’attrazione anche per pazienti provenienti dal centro-sud; inoltre il 10 per cento dei pazienti assistiti nella regione proviene da Paesi dell’area mediterranea e mediorientale ad alta incidenza di talassemia.  “Una volta la talassemia era considerata un handicap, una malattia cronica che non lasciava prospettive” – dichiara Paolo Cianciulli, Direttore del Centro di Riferimento Regionale per la Talassemia della Regione Lazio, Ospedale Sant’Eugenio e responsabile del Gruppo Cooperativo laziale della talassemia. Numerosi gli aspetti critici evidenziati nel dossier: dalla cronica carenza di sangue per le trasfusioni, che costringe i pazienti a lunghe attese soprattutto nei mesi estivi, alla difficoltà di individuare gli specialisti che si occupano delle malattie correlate alla talassemia; dalla difficoltà di accesso alle terapie salvavita, specie quelle più evolute, per i vincoli di budget delle ASL; alla necessità per i pazienti di dover emigrare in altre regioni per eseguire test diagnostici fondamentali, come la risonanza magnetica T2 star, per rilevare l’entità dei depositi di ferro nel cuore e nel fegato.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inopportuno fango su Contrada

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

“Esprimo il mio malumore per la bagarre scoppiata ieri alla camera – lo ha dichiarato Aldo Di Biagio, deputato del PdL – che coinvolgendo la stessa mia maggioranza,  ha rimesso in gioco, con toni denigratori, il nome dell’ex funzionario del Sisde al fine di creare scredito verso il leader dell’IdV, poiché ritengo che il rispetto verso le personalità che hanno rappresentato lo Stato e che sono state coinvolte in questioni molto complesse e discutibili, debba essere la priorità, soprattutto in una cornice altamente istituzionale come la Camera dei Deputati. Pur mantenendo ferme le mie riflessioni circa la negatività politica di Di Pietro ed i suoi sodali ed il suo poco chiaro trascorso, ritengo imbarazzante accostarne l’immagine a Contrada. Infatti a mio parere e di molti altri colleghi, Contrada è un galantuomo, ingiustamente coinvolto in tristi vicende della storia italiana”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La psicoterapia: alchimie della trasformazione

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Roma 11 febbraio 2010, dalle 16.30 alle 19.00, e Venerdì 12 febbraio 2010, dalle 9.00 alle 19.15, presso l’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà il convegno “La psicoterapia: alchimie della trasformazione”, organizzato dalla Sezione Romana dell’Associazione Medici Cattolici Italiani insieme alla stessa università, con il patrocinio della Scuola Medica Ospedaliera e dell’Agenzia Comunale per le Tossicodipendenze. Il convegno sarà aperto da un saluto del Cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina, di Padre Paolo Scarafoni, L.C., Rettore dell’Università Europea di Roma, del Prof. Benedetto Condorelli, Presidente della Scuola Medico Ospedaliera, e del Prof. Antonino Tamburello, Coordinatore dell’Ambito di Psicologia dell’Università Europea di Roma. La seconda giornata del convegno sarà aperta da un saluto del Prof. Vincenzo Saraceni, Presidente Nazionale dell’Associazione Medici Cattolici Italiani, e del Prof. Franco Splendori, Presidente della Sezione Romana dell’Associazione Medici Cattolici Italiani. Secondo questo nuovo approccio causale e comunicativo, che permette di scoprire nell’inconscio la presenza di un’autentica attività cognitiva e di istanze etiche, è possibile realizzare una psicoterapia suscettibile di verifica clinica e tesa alla scoperta di verità interiori nascoste alla coscienza. Diventa così possibile, nell’incontro con la propria interiorità e con l’Altro da sé, riconoscere l’esistenza nelle profondità dell’inconscio di specifiche regole di base della vita e di significative dimensioni spirituali”. Il convegno fa parte della Settimana delle Scienze Biomediche organizzata dall’Ufficio per la Pastorale Universitaria del Vicariato di Roma, sul tema: “Vita, salute e dignità della persona umana”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acea: comune resta socio di riferimento

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Roma “Nel  consiglio comunale tematico su Acea Spa, chiesto e ottenuto dall’opposizione, illustreremo la situazione attuale con la massima trasparenza e con assoluta attenzione per l’interesse pubblico. Il Comune di Roma intende rimanere il socio di riferimento di Acea, affrontando le varie fasi con grande attenzione al pluralismo e all’equilibrio delle partecipazioni azionarie”. Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Porto Civitavecchia: possibili soluzioni

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

«E’ stato un grande successo l’iniziativa che ci ha visto ieri fare tappa in tre significative cittadine del Litorale nord di Roma: Ladispoli, Santa Marinella e Ladispoli, per affrontare le problematiche di mobilità, viabilità e porti». E’ quanto dichiara Luigi Celori, consigliere del Pdl alla Regione Lazio che ha partecipato ieri insieme al ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, ad una serie di convegni organizzati a Ladispoli dal consigliere del Pdl Giovanni Ardita, a Santa Marinella dall’esponente locale del Pdl Pino Tosi e a Civitavecchia dal Presidente di Asso.G.I.P. Paolo Sbrozzi. «Per trovare una soluzione alla drammatica  situazione  del porto di Civitavecchia, – ha precisato Luigi Celori –  urge il Piano della Costa, il piano dei Porti ed un piano infrastrutturale.  In questi anni di centrosinistra in Regione Lazio, non ci sono state risposte ai problemi del Litorale per la disomogeneità delle 14 formazioni che sostenevano il presidente Marrazzo e per il fatto che  le competenze sulla costa sono attualmente in capo a cinque assessorati, Attività produttive, Turismo, Lavori Pubblici, Ambiente, Urbanistica. Sarà quindi una priorità  della prossima amministrazione regionale, varare uno strumento unico per decidere una volta per tutte ed in capo ad un unico assessorato cosa si può e non si può fare sulla nostre coste e permettere soluzioni rapide per lo sviluppo del Litorale».  «Per quanto riguarda le infrastrutture – ha continuato Celori –  non necessitano nuovi progetti ma occorre riprendere quelli vecchi che erano stati già approntati dalla vecchia amministrazione di centrodestra cinque anni fa». «Per affrontare i problemi del porto di Civitavecchia e per trovare soluzioni, – ha concluso il ministro Matteoli – sono pronto ad aprire un tavolo istituzione tra Ministero, Comune  e Regione. I porti  devono fare sistema, per questo sono necessari i collegamenti viari. Per essere competitivi con gli altri paesi europei e far decollare il turismo, ci vogliono le infrastrutture».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo Rinascimento senese

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Roma, 17 febbraio presso il Palazzo dell’Informazione sede di Adnkronos si terrà una conferenza stampa durante la quale, oltre ai contenuti della mostra e all’offerta turistica del territorio, il Direttore dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e il Soprintendente per il Patrimonio Storico Artistico di Siena e Grosseto, in anteprima assoluta illustreranno i restauri eseguiti per l’occasione. In anteprima verranno inoltre presentati alcuni importanti restauri Dal 26 marzo all’11 luglio 2010 Siena sarà al centro di un importante avvenimento culturale, la grande mostra Da Jacopo della Quercia a Donatello. Le arti a Siena nel primo Rinascimento un’esposizione di circa trecento opere di scultura, pittura, oreficeria, manoscritti e manufatti tessili. L’evento avrà come sede principale il Complesso Museale di Santa Maria della Scala e il Museo dell’Opera Metropolitana.  Il biglietto della mostra, che avrà 48 ore di validità, darà inoltre modo al visitatore di accedere alla Cattedrale, al Battistero e al Museo Diocesano permettendo così una permanenza più lunga e approfondita nella città. L’iniziativa, promossa dal Comune di Siena e dalla Fondazione Monte dei Paschi, coordinata da Vernice Progetti Culturali srl, è anche frutto di una riuscita collaborazione fra alcune istituzioni senesi quali l’Opera della Metropolitana, la Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e la Fondazione Musei Senesi che, con APT Siena e APT Chianciano Terme Val di Chiana, hanno reso possibile un’ottima offerta turistica abbinata alla mostra e a itinerari tematici nel territorio. Intorno a Siena infatti, da San Gimignano, a Buonconvento, da Pienza a Montalcino, da Asciano a Castiglione d’Orcia fino a Montepulciano, il visitatore potrà ammirare sette sezioni ubicate nei musei del territorio dai quali provengono una parte consistente dei capolavori presentati in mostra, così da comprendere il profondo legame fra le opere d’arte e la cultura che le ha prodotte, e scoprire le sorprendenti testimonianze del Quattrocento in viaggio nelle terre di Siena. La promozione ha preso l’avvio il 19 gennaio a Parigi presso l’Istituto Italiano di Cultura dove, davanti ad un pubblico formato da circa 250 persone fra tour operator, giornalisti ed esperti di settore, sono stati presentati tutti gli aspetti scientifici e logistici della mostra. Ci sono già le premesse di un successo anche per quella di Londra che avrà luogo il 10 febbraio prossimo. Anche l’organizzazione di questa serata è frutto della collaborazione fra il Comune di Siena, la Fondazione MPS e la Provincia di Siena -attraverso il servizio Sviluppo Rurale, l’APT di Siena e l’APT di Chianciano Terme Val di Chiana – l’Enit Londra e Vernice Progetti Culturali. Presso l’Istituto di Cultura di Belgrave Square dopo una breve conferenza di presentazione della mostra si terrà una degustazione dei prodotti del territorio organizzata dalla Provincia con la collaborazione dalle associazioni senesi di Confcommercio e Confesercenti che hanno individuato un menù tipicamente senese e affidato agli chef senesi Ettore Silvestri e Nicoletta Marighella la gestione della cena. Nell’occasione i consorzi dei vini DOCG, Olii extravergini di oliva DOP e IGP e di altri prodotti di qualità offriranno una selezione delle eccellenze del territorio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Convenzione Celio e san Giovanni Addolorata

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

“La firma della convenzione tra il Complesso ospedaliero San Giovanni – Addolorata e il Policlinico Militare del Celio – ha dichiarato Luigi D’Elia, Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata – rappresenta l’epilogo di un consolidato rapporto interistituzionale tra il Sistema Sanitario Regionale e quello militare nato fin dagli anni 1998-1999 durante la guerra dei Balcani. La possibilità del proseguimento delle cure dei pazienti ricoverati al San Giovanni – Addolorata presso il Policlinico del Celio, così come stabilito dalla convenzione, può divenire l’arma vincente – ha concludo D’Elia – nell’ambito di un Piano Sanitario Regionale con difficoltà finanziarie”.  L’accordo convenzionale tra i due grandi ospedali romani, infatti, prevede che i pazienti ricoverati presso il San Giovanni – Addolorata possano essere trasferiti al Policlinico del Celio per il proseguimento delle cure concordate tra le parti nel rispetto dei Percorsi Clinico Assistenziali.  “Accanto alla grande attività che il Policlinico Militare del Celio svolge sui teatri di guerra – ha dichiarato il Brig. Gen. Mario Alberto Germani – occorre una continua formazione. Non vi è dubbio che le eccellenze professionali che caratterizzano l’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata possano rappresentare un’utile sinergia per una maggiore qualificazione. In questo quadro –  ha concluso il Gen. Germani – la convenzione stipulata può rappresentare un modello di coesione tra istituzioni che hanno lo stesso obiettivo di curare i pazienti”.  I settori su cui convergerà l’attenzione delle due Istituzioni sono l’Emergenza e la Telemedicina. Questi sono ambiti in cui il Complesso ospedaliero ha sviluppato notevoli capacità ed esperienza anche con la sperimentazione, assieme ad altri ospedali romani, del Sistema Infarto-net e con la Telemedicina che vede il San Giovanni e il Celio quale simbolo operativo della sanità del futuro.  Nei giorni scorsi, infatti, vi era stato un collegamento tra l’Ospedale San Giovanni e Arusha in Tanzania per refertare elettrocardiogrammi di pazienti con patologie cardiologiche, questa mattina, durante i lavori, vi è stato una connessione tra il Policlinico del Celio e il Villaggio Italia in Kossovo al fine di approfondire, via satellite, il tema delle refertazioni delle immagini radiologiche.  Il Gen. CA. Rocco Panunzi nel concludere i lavori, svoltisi alla presenza dei Comandanti che si sono succeduti nel tempo alla guida dei comandi della Sanità Militare e/o Logistica, ha richiamato i valori della centralità dell’uomo che sia nel Sistema Sanitario Nazionale sia in quello militare rappresenta il vero momento centrale delle rispettive attività.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Prevenzione nel settore sanitario

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Il Parlamento voterà un accordo stipulato tra i partner sociali europei e la Commissione europea per prevenire le infezioni trasmissibili per via ematica a seguito di ferite provocate da aghi nel settore ospedaliero, uno dei rischi più gravi e preoccupanti per la salute dei lavoratori in Europa

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Risoluzioni su Haiti, Iran e Yemen

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Il Parlamento europeo, a seguito della discussione svoltasi nel corso della sessione plenaria di gennaio a Strasburgo, approverà mercoledì tre risoluzioni sulla situazione a Haiti, in Iran e in Yemen. Le comunità emarginate potrebbero usufruire dei fondi regionali UE per l’edilizia abitativa – In base al regolamento che sarà votato dall’Aula mercoledì, le comunità più povere potrebbero ottenere, in tutti gli Stati membri, i finanziamenti regionali dell’Unione europea per la ristrutturazione o la sostituzione delle loro case. Relazione annuale sull’uguaglianza di genere: l’Europa combatta la violenza domestica e assicuri il diritto al congedo di paternità – La crisi economica e sociale ha conseguenze specifiche per le donne, sia sul mercato del lavoro, sia sulla loro vita personale. Il mainstreaming di genere dovrebbe essere parte integrante di ogni politica, sostengono i deputati, in modo da migliorare la condizione femminile in tutta Europa. Il Parlamento discuterà e voterà la relazione annuale sull’uguaglianza fra donne e uomini nell’UE per il 2009.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Guantanamo

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

In seguito alla mancata chiusura della prigione di Guantanamo, prevista originariamente il 22 gennaio dall’amministrazione americana, i deputati discuteranno col Consiglio e la Commissione possibili forme di cooperazione con il governo USA sul trasferimento dei detenuti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta alla mafia o lotta alle mafie?

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Essere contrari alla mafia a Caltanissetta è diventato un diritto degli uomini onesti, a cui fa seguito il dovere di adoperarsi coerentemente. Ci sono vari elementi da valutare con estrema attenzione, perché la lotta alla mafia non deve perdersi nei meandri delle parole. Per combattere bisogna conoscere l’avversario, altrimenti diventa uno scontro con i mulini a vento, che non va oltre le buone intenzioni. Assistiamo ad una corsa a chi dimostra meglio l’attività antimafia, per fregiarsi di un vessillo ed esibirlo come un blasone, ma troppo spesso si tratta di blasoni fasulli.Bisogna innanzitutto prendere atto che la mafia non è un organismo unitario, solidale e coeso, ma frastagliato in molti rivoli, spesso in contrasto fra di loro; quindi emerge la domanda: “quale mafia combattere?”; nella struttura generale mafiosa esistono anche cosche vincenti e cosche perdenti, per cui non bisogna lasciarsi entusiasmare quando avviene un arresto eccellente di latitanti, perché troppo spesso si tratta di liberare un posto che verrà coperto dall’esponente vincente. I modo stessi di raccoglimento delle informazioni utili, ci dice con chiarezza che una fetta della mafia si serve delle istituzioni per liberarsi del concorrente diventato superfluo o pernicioso. E’ accaduto con Riina, è accaduto con Provenzano, mentre ha disorientato la cupola & C.  l’arresto dei due Lo Piccolo, fortemente voluto dalla magistratura  e dalle forze dell’ordine, in piena  (e colpevole !!!) autonomia. Un solo tratto comune coincide nelle varie cosche, cioè la “cultura mafiosa”, che nella manovalanza spicciola diventa “mentalità ,mafiosa”. E’ possibile riassumere, in maniera credibile, questa cultura mafiosa?  Credo che sia possibile identificarla  nella “cultura dei privilegi”. Il mafioso organico nella mafia ritiene di accampare diritti che gli sono dovuti grazie al suo stabile inserimento nell’organizzazione; privilegi che vanno dalla partecipazione agli utili nelle varie imprese, attività commerciali e/o professionali, attraverso l’imposizione di una tassa sulle persone fisiche  e/o giuridiche chiamato volgarmente “pizzo”, ma si tratta di una tassa che il mafioso ritiene essergli dovuta, per il “rispetto” di cui gode tra la gente; come se quel rispetto fosse una sorta di investitura democratica, anche se espressa senza voto ma con il tacito consenso. Un gradino più sotto c’è la mentalità mafiosa della manovalanza, una specie di bullismo esibizionista che fa sentire “uomini d’onore” anche i guitti scansafatiche. Con annozero a Caltanissetta si sono visti magistrati e popolazione civile, giovani e imprenditori, tutti concordi nel descrivere impietosamente le condizioni svilite in cui versa l’esercizio della giustizia.  Sono magistrati come quelli definiti “altropologicamente e mentalmente disturbati”; è la popolazione civile definita “coglioni”; sono i giovani che esprimono pareri e pertanto definiti “farabutti”; nessuno vuole nuovi eroi, ma magistrati vivi, lasciando che il solo Vittorio Mangano rimanga eroe di questa politica. E’ in questo modo che il voto popolare, che dovrebbe conferire autorevolezza, se inteso come lavacro capace di detergere reati passati, presenti e futuri, finisce con l’assimilarsi al consenso di cui il mafioso  gode e gli consente di esercitare la sua arrogante prepotenza. L’”unto” dal popolo rifiuta il giudizio della magistratura perché si ritiene superiore a chi dovrebbe giudicarlo, in quanto non gode dello stesso privilegio dell’unzione; è così che avviene lo scontro frontale tra il dovere del magistrato e il privilegio che pretende l’eletto. L’analogia prosegue, perché la contestazione del mafioso alla magistratura portò alla strategia stragista; la contestazione dell’unto alla magistratura sta portando l’intera nazione verso la destabilizzazione  delle istituzioni che vengono definite “plotone di esecuzione” se rivolta ad un collegio giudicante o “girone infernale” se rivolta ad un procedimento penalmente perseguibile. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: Dibattito sull’uso dei “body scanner”

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

I deputati discuteranno con il Consiglio e la Commissione il possibile uso dei “body scanner” negli aeroporti, a seguito del fallito attentato dello scorso dicembre sul volo diretto a Detroit. La Commissione europea pubblicherà nelle prossime settimane una relazione per la valutazione dell’impatto di tali apparecchiature.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I paesaggi di Piero Rasero

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

Pergolato sul mare -Il pergolato della casa rosaCherasco (Cuneo) 7 novembre alle ore 16 ( chiusura della mostra il 6 dicembre) evvivanoé esposizioni d’arte via vittorio emanuele 56  Il pittore figurativo paesaggista piemontese Piero Rasero torna in personale a Cherasco presentando anche la propria monografia artistica. L’esposizione inaugura sabato 7 novembre e prosegue fino a domenica 6 dicembre, con orario 16-19 dal mercoledì al sabato e 10-13; 15-19 la domenica. Ingresso libero; presente in galleria l’artista tutti i sabati e le domeniche. Sabato 21 novembre, alle ore 17 sempre nei locali della galleria cheraschese, viene inoltre presentata ufficialmente la monografia dell’artista, curata da Sara Merlino (direttrice artistica di “evvivanoé”) per Astegiano Editore. Presente il critico d’arte Donat Conenna, direttore del “Tg Arte” di Sky Tv e opinionista Mediaset, auotre dell’introduzione del volume.
Piero Rasero, di origini monferrine, è nato a Torino nel 1947; oggi vive e opera a Carmagnola (Torino), dopo aver vissuto per anni in diverse regioni d’Italia, con soggiorni nei principali paesi europei. Predilige la pittura a olio, ma lavora anche in “olio magro” (un’antica tecnica risalente all’inizio del Novecento in cui i colori a olio sono diluiti fino a ottenere un effetto simile all’acquerello), litografie e serigrafie. Sei sue opere sono state riprodotte in poster, distribuiti in tutto il mondo. Rasero è presente sulla scena pittorica nazionale da oltre quarant’anni, con la partecipazione a prestigiose Fiere ed Expo d’arte in tutta Europa e numerose personali in Italia, Francia, Monte Carlo, Germania, Finlandia, Olanda, Regno Unito, Irlanda e Stati Uniti d’America. Sue opere fanno parte di svariate collezioni private, anche al di fuori dell’Europa (dall’Australia al Canada, dal Sudafrica al Venezuela) e sono presentate al Sharjah Art Museum degli Emirati Arabi Uniti. Hanno parlato di lui centinaia di pubblicazioni tra volumi d’arte, enciclopedie, cataloghi e riviste specializzate, così come numerosi quotidiani e periodici; della sua attività artistica si sono interessati critici, giornalisti e scrittori. http://www.evvivanoe.it. (pergolato sul mare, il pergolato della casa rosa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Leave a Comment »

La teledipendenza nel biberon

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

La nascita di “Baby TV”, recentemente lanciata da Sky, rivolta particolarmente alla fascia 0/3 anni, lascia l’A.Ge. – Associazione Italiana Genitori – semplicemente senza parole, considerando l’audacia cui si giunge pur di conquistare nuove fette di mercato, soprattutto ai fini della raccolta di pubblicità. Già l’autorità francese per le Comunicazioni aveva espresso molte perplessità sulla TV per i lattanti, così come in Italia, nel 2006, il Consiglio nazionale degli Utenti aveva dichiarato che “una tv per neonati si configura solo come imbonimento e non divertimento”.  Nonostante tutto il progetto è proseguito, e l’A.Ge. ne vuole chiaramente evidenziare i rischi, perché fino a due anni un bambino non ha elaborato sufficienti attività cognitive che lo rendano capace di mediazione, di critica e di scelta.  I neonati e i bambini hanno bisogno di papà, di mamme, di fratelli e nonni con cui giocare; hanno bisogno di contatto, di manipolare, di muoversi, di sperimentare. Proprio nei primi anni si pongono le premesse per lo sviluppo del pensiero, della creatività, delle relazioni interpersonali: Baby TV non potrà che incoraggiare la passività e frenare lo sviluppo psicomotorio. A ciò si aggiungano i rischi per la salute e la predisposizione all’obesità che, secondo molti autorevoli studi scientifici, è indotta dalla prolungata esposizione alla TV. Ancora una volta l’appello è affinché i neonati e i bambini siano rispettati nel loro diritto ad essere piccoli. L’Italia deve compiere ancora molti passi in avanti: l’Istituzione del Garante dei Minori, la piena autonomia e il rafforzamento delle Autorità di Garanzia e Tutela dei minori di fronte ai media, l’aumento di risorse per realizzare vere politiche familiari, insieme a ludoteche, “spazi genitori”, aree urbane verdi accoglienti per le famiglie sono le condizioni per avere, domani, cittadini in salute psicofisica e pienamente attivi. E’ necessaria, inoltre, una incisiva azione di “media education” (educazione ai media e con i media), pressoché totalmente assente nel nostro Paese. La sudditanza alla “TV babysitter” e all’idea che il crescere dei consumi corrisponda al benessere del Paese sono solo frutto della miopia e dell’egoismo di adulti ripiegati su se stessi, che accettano l’idea di mettere al mondo creature teledipendenti, consumatori fidelizzati per i mercati di domani.

Posted in Spazio aperto/open space | Leave a Comment »

A Siena in mostra la pittura di luce e colore

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

“Federico Barocci (1535-1612). L’incanto del colore. Una lezione per due secoli” è la mostra che Siena, a partire dal prossimo 11 ottobre, dedica al genio di uno dei maestri la cui fama in Italia, Spagna, Boemia, Baviera e nelle Fiandre fu pari, nel corso del Cinquecento, a quella di Raffaello e Michelangelo, di Tiziano e Correggio. Saranno 34 le opere del maestro urbinate in esposizione, provenienti dai musei di Londra, Parigi, Vienna, Roma, Napoli, Firenze, Perugia, Urbino e da altri importanti centri come Senigallia e Assisi. Tra i capolavori che sarà possibile ammirare, spiccano alcune opere di esaltante bellezza restaurate per l’occasione, come la Deposizione del Duomo di Perugia e il Perdono di Assisi dalla chiesa di San Francesco a Urbino. La mostra, a cura di Claudio Pizzorusso e Alessandra Giannotti, aprirà i battenti a Siena il prossimo 11 ottobre presso il Complesso Museale Santa Maria della Scala di Siena e resterà aperta fino al 10 gennaio 2010. L’evento senese vuole essere un omaggio all’importanza che l’arte di Federico Barocci ha assunto nello sviluppo della civiltà artistica italiana ed europea dal Cinque al Settecento. Poche sono le aree dell’Italia pittorica che in questo periodo non hanno risentito del fascino del maestro urbinate, tramite le opere inviate a Roma, Perugia, Loreto, Arezzo, Genova, Madrid, Praga, tramite la diffusione delle stampe di sua mano o di altri importanti incisori, e tramite la circolazione collezionistica dei suoi disegni. Barocci raggiunse così una notorietà direttamente proporzionale all’isolamento esistenziale nel quale si era voluto rifugiare dopo il suo brusco e pressoché definitivo rientro in patria da Roma.
“Federico Barocci (1535-1612). L’incanto del colore. Una lezione per due secoli” – promossa da Comune di Siena – Complesso Museale Santa Maria della Scala, Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico e Etnoantropologico per le province di Siena e Grosseto, Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici delle Marche, Università per Stranieri di Siena e Fondazione Monte dei Paschi di Siena – resterà aperta presso il Complesso Museale Santa Maria della Scala dal 11 ottobre al 10 gennaio 2010,  tutti i giorni, festivi compresi, dalle ore 10,30 alle ore 19,30. Catalogo – Silvana Editoriale. http://www.santameriadellascala.com (federico barocci)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »