Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 289

Usura bancaria

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Si è tenuto a Roma, presso Palazzo Marini, nella sala della Mercede, l’incontro promosso dall’On.le Domenico Scilipoti, sulle problematiche del fenomeno dell’usura bancaria. Tra le varie Associazioni erano presenti la SOS Utenti (dott. Gennaro Baccile e Dott.ssa Angiuni), lo SNARP (Prof. Francesco Petrino), Associazione Attila (Luigi Di Stefano), Studiovinx di Savona (Dott. Giorgio Vincis). Erano presenti, tra gli altri, il Dott. Roberto Marcelli, l’Avv. Roberto Di Napoli, l’Avv. Prof. Paolo Grassi, l’Avv. Giovanni Giuffrida (dalla Sicilia); l’Avv. Giuseppe Baldassarre (dalla Puglia); Alfredo Belluco (dal Veneto); Raffaele Di Costanzo (da Napoli); Antonio La Rocca (dalla Liguria); Savino Frigiola (imprenditore, scrittore); Claudio Tedeschi (Direttore de “Il Borghese”); l’Avv. Daniele Cozza (dall’Abruzzo); l’Avv. Alessandro Peca (dalle Marche); la Dott.ssa Giuliana Veltri (dalla Calabria) ed Emidio Orsini (da Ascoli Piceno), imprenditore e vittima di usura bancaria. Gli interventi, dei tanti convenuti, hanno stigmatizzato il comportamento arrogante e coercitivo delle Banche, derivante dalla propria posizione dominante. Sono stati dibattuti i problemi che quotidianamente le famiglie e i piccoli imprenditori si trovano ad affrontare nel rapporto con le Banche, senza conoscere, spesso, le vie di uscita. Tali problemi vanno ricercati nella errata segnalazione alle Centrali dei Rischi, nei Decreti Ingiuntivi per somme non vere, resi esecutivi sulla base di semplici attestazioni dei Funzionari di Banca, nei tempi lunghi della Giustizia, nella irregolare Cartolarizzazione dei crediti, nella difficoltà di individuare i responsabili dei reati bancari, e nei comportamenti, molte volte compiacenti, della Banca d’Italia. Sintetizzando le problematiche emerse dagli interventi, l’On.le Scilipoti ha ricondotto tutti i mali del credito alla perdita dei valori dell’attuale società, proiettata esclusivamente al massimo profitto; società che ha dimenticato la qualità della vita, il senso della coesione, del sostegno, dell’umana solidarietà. Tutto s’infrange verso l’egoismo sfrenato e l’arrivismo ad ogni costo, anche calpestando la dignità umana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: