Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Solidarietà del Coisp al Cocer della Guardia di Finanza

Posted by fidest press agency su domenica, 21 febbraio 2010

Il Coisp, sindacato di polizia ha emesso il seguente comunicato: “Quando andiamo dicendo in ogni dove che pretendiamo prima di tutto rispetto in virtù del ruolo che ricopriamo, spesso le controparti tentano di farci passare per paranoici, isterici ed egocentrici. Ma chi si assume l’onere di rappresentare e difendere i colleghi sa bene quale sia il primo problema con cui ci si scontra: è la grettezza di chi non vuole riconoscere il valore del traguardo straordinario che abbiamo raggiunto affermando la necessità delle rappresentanze sindacali; l’arroganza di chi pensa di poter ignorare le legittime istanze di coloro i quali quotidianamente operano al servizio dello Stato; la superbia di chi crede possibile tenere tutto celato sotto una coltre di prepotenza e di finta superiorità, che qualche volta si traduce nel far finta che l’interlocutore sindacale non esista, nel ridicolizzarlo, nel mentirgli spudoratamente, e qualche altra si manifesta con la volontà di imporgli il silenzio o di sottometterlo. Conosciamo bene ciò che descriviamo, ed è per questo che a pieno titolo possiamo e vogliamo manifestare tutta la solidarietà e la vicinanza ai membri del Cocer della Guardia di Finanza, che si sono trovati nella gradevolissima situazione nella quale tutti noi, di volta in volta, incappiamo”. “Il COCER – prosegue il comunciato del Coisp – ha fortemente stigmatizzato “l’approccio ed il tono con il quale il Presidente della Commissione Difesa ha inteso gestire l’audizione su una materia così delicata”, descrivendo “un clima surreale, tipico di una caserma degli anni trenta, connotato da una inusuale rigidità che ha privato, peraltro, i singoli commissari della facoltà di porre domande su tematiche di rilevante importanza…, che da anni rimangono colpevolmente irrisolte”. “Il Presidente della Commissione Difesa – è spiegato ancora nella nota – ha più volte tolto la parola ad alcuni delegati Cocer pretendendo la rettifica di talune dichiarazioni e senza il diritto di replica instaurando, di fatto, un clima conflittuale che lo ha portato persino a porre un veto sulla futura presenza in Commissione di un delegato Cocer che, amareggiato per le modalità dell’incontro, aveva lasciato l’aula”. “I fatti denunciati sono veramente molto gravi, e rispecchiano una realtà distante anni luce da quella che dovrebbe connotare un Paese democratico, consapevole del valore della propria storia, delle proprie tradizioni e della propria cultura. Sì – incalza il leader del Coisp – perché gli atteggiamenti di certa politica sono certamente più consoni ad un Paese schiacciato sotto il peso di qualche nostalgico capetto che tutto governa, tutto controlla, di tutto dispone”.  “E no – conclude la nota del Coisp -, è bene chiarire che non basteranno gli insulti, non basteranno le prepotenze, né la dissimulata indifferenza. E’ bene che la politica sappia che per ogni rappresentante sindacale che si tenta di far tacere, altri cento ne riprenderanno ed amplificheranno la voce. E’ bene chiarire che non sopporteremo più gli affronti e le angherie, ai quali da oggi risponderemo con azioni sempre più determinate e, se saremo costretti, usando i medesimi linguaggi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: