Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 25 febbraio 2010

“Metti il diavolo a ballare”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Roma 8 marzo Ore 21.00 – ingresso 15.00 Auditorium parco della musica “teatro studio”. In concomitanza con la pubblicazione del suo primo romanzo, Teresa De Sio propone una lettura tratta dal libro edito per Einaudi “Metti il diavolo a ballare”. Dopo il grande successo di Bologna (Teatri di Vita), Brescia (Teatro Odeon) e Torino (La Suoneria), questa volta lo spettacolo arriva a Roma. Il corpo del reading è la lettura accompagnata, commentata, sostenuta e completamente intrecciata con la musica e le canzoni che sono strettamente legate al mondo narrativo del libro, in versione acustica. In “Reading – Metti il Diavolo a Ballare”, Teresa attingerà al grande patrimonio della musica popolare napoletana, pugliese e del Sud d’Italia. Il Salento è una terra aspra, misteriosa, magica. Ed è in questa “Terra del rimorso” che Teresa De Sio ambienta la storia di Archina Solimène, di sua sorella Filomena e del loro terribile padre Nunzio. La vicenda cupa e nerissima di Archina, fatta di violenza e solitudine, si lega alla storia di tutta una comunità: il paese di Mangiamuso, nel cuore del Salento, che accoglie la famiglia Solimène quando si trasferisce da Procida. Nell’arco di tempo che va dalla fine della Seconda guerra mondiale ai primi anni Settanta, durante i lunghi e difficoltosi anni del passaggio da una cultura arcaica e rurale ad una “modernità” che fatica ad arrivare… (reading)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Correre su un filo di perle”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Roma 27 e domenica 28 febbraio ore 19.00 Largo dei fiorentini 3 sala-bar del Teatro Morgana ciclo di letture di classici della letteratura a cura di  Angela Antonini. Lo Straniero di A. Camus  E’ l’insolita capacità di Camus, il suo profondo dialogo con il mondo a dipingere e ritrarre Meursault, il protagonista delle bellissime pagine de Lo straniero. La scrittura del poeta algerino è essenziale, acuta nella continua ricerca di un’espressività che sfiora le corde più vibranti dell’essere umano e, come la luce diagonale del Caravaggio, tende con tutta se stessa verso l’autenticità della bellezza.
Sabato 6 e domenica 7 marzo ore 19.00  Le Notti bianche di F. Dostoevskij  L’azione si svolge nel silenzio notturno di una Pietroburgo maliconica e astratta. L’eroe di Dostoevskij ricorda infatti la figura triste di un Pierrot incantato. Dostoevskij riflette sulla figura del sognatore, essere puro e distante dalle logiche della meschinita’, che si rifugia nello spazio immaginario della sua fantasia fino alla notte in cui incontra, sul ponte, una donna.
Sabato 13  e domenica 14 marzo ore 19.00 La scomparsa di Majorana e Diari Americani di Leonardo Sciascia e Albert Camus L’indagine sulla scomparsa del fisico più geniale della generazione di Fermi visitata dalla scrittura acuta e poetica di Leonardo Sciascia. Ettore Majorana ha le capacità per collaborare in maniera determinante con la ricerca nucleare e scompare. Majorana era imbattibile nei complicatissimi calcoli durante le sfide tra matematici in via Panisperna e scompare. Nel marzo del 1938 Ettore Majorana si imbarca sul battello Napoli-Palermo e scompare. Il caso è stato definito burocraticamente “in oggetto” una “scomparsa”. Le ricerche da parte della polizia furono, in quel tempo, ambigue, inconsistenti, distratte. I Diari Americani di Camus sono un’idea per restituire la voce ai pensieri di Majorana, immaginato dall’attrice in fuga verso il Sud America,tra le onde,in un lungo viaggio in cerca della sua salvezza. Un capriccio della fantasia.
Sabato 20 e domenica 21 marzo ore 19.00 Madame Bovary di G. Flaubert  Il reading e’ uno studio sulle vibrazioni e i timbri della voce, lascio scivolare le parole del testo dentro la musica delle canzoni che amo di piu’ come Guns of Brixton dei Clash, Souzanne di Leonard Coehn o By By Baby di Marylin Monroe. Il pensiero di Emma e’ come una linea melodica dove le parole a tratti sconfinano nel canto e viceversa. La sua droga e’ una certa idea di romanticismo artificioso e poco autentico in cui l’eroina” si rifugia, esattamente come fanno i sognatori di Dostoevskij che vivono immersi nei notturni bianchi delle loro citta’ senza mai rischiare l’incontro con una storia d’amore che li riporti alla vita come sorgente di luce. Così Emma Bovary. (angela)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torna nelle Fiandre il Breviario Grimani

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Bruges (Belgio) 25 febbraio, alle ore 17.00 presso la Concert Hall di Bruges una delegazione della Regione Veneto composta da Amalia Sartori (Deputato al Parlamento Europeo, in veste di delegata dal Presidente Galan), Gianlorenzo Martini (Direttore Direz. Sede di Bruxelles della Regione del Veneto) e Angelo Tabaro (Segretario Regionale alla Cultura della Regione Veneto); per l’occasione sarà presente anche Maurizio Armaroli, Direttore Generale della Franco Cosimo Panini Editore, che illustrerà le caratteristiche dell’opera e della Franco Cosimo Panini Editore donerà un esemplare del facsimile del Breviario Grimani al Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy.  Il codice noto come Breviario Grimani è indiscutibilmente uno dei massimi capolavori della miniatura fiamminga del Rinascimento. Un capolavoro, oggi custodito in Italia presso la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, che farà idealmente ritorno nelle Fiandre grazie alla edizione in facsimile realizzata dalla Salerno Editrice, con il Patrocinio della Regione Veneto. La consegna del facsimile del Breviario Grimani al Consiglio Europeo rientra in un progetto di promozione culturale all’estero che prevede la presentazione e la donazione dell’opera ad alcune delle più prestigiose biblioteche del mondo, tra cui la British Library di Londra, la Library of Congress di Washington e la Bibliothèque Nationale de France di Parigi. Realizzato tra la fine del Quattrocento e i primi anni del Cinquecento, il Breviario Grimani è uno dei più famosi codici fiamminghi del Rinascimento europeo, tanto che possiamo parlare di un vero e proprio unicum nella produzione libraria di lusso del tempo. Numerose le ragioni di questo primato: la qualità straordinaria delle 120 miniature a piena pagina, la scelta dei temi varia e suggestiva, la raffinatezza delle decorazioni e dei fregi che arricchiscono ogni parte del volume, la monumentalità e la preziosità dell’insieme. Acquistato dal cardinale Domenico Grimani intorno al 1520, il Breviario Grimani fu lasciato poi in eredità alla Repubblica di Venezia, che per secoli lo ha custodito nel “Tesoro di San Marco”, prima che fosse trasferito alla Biblioteca Marciana, agli inizi dell’Ottocento.
L’edizione in facsimile – realizzata da Salerno Editrice in soli 750 esemplari numerati – è distribuita in esclusiva per il mercato italiano e straniero da Franco Cosimo Panini Editore, l’azienda leader nel settore dell’editoria facsimilare e di pregio (breviario)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tributo a Ella

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Cagliari 26 febbraio alle ore 21.00, Galleria Comunale d’Arte  ultima tappa della rassegna Vox Feminae. Le voci femminili nella musica e nell’arte con Tributo a Ella. Francesca Corrias Quartet. L’iniziativa del museo, patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e dalla Provincia di Cagliari, organizzata con la collaborazione dell’associazione culturale Artecrazia, ha come obiettivo quello di creare una sinergia tra l’arte e la musica. Filo conduttore delle tre serate, la “donna nell’arte”: un incontro tra la voce della cantante e le immagini, proiettate in dissolvenza, delle figure femminili rappresentate nelle opere pittoriche e scultoree delle collezioni permanenti della Galleria Comunale. Ella Fitzgerald Tribute nasce nel 2001 da un’idea di Francesca Corrias. Non si tratta di un semplice e filologico omaggio all’immensa cantante afroamericana; pur essendo saldamente ancorato alla tradizione jazzistica il progetto presenta, con tutta l’umiltà del caso, un’interpretazione originale e moderna (in particolar modo per quel che riguarda le parti ritmiche) di alcuni dei brani più rappresentativi del repertorio di Ella, riarrangiati tenendo conto di tutto ciò che accade oggi musicalmente sulla scena jazzistica newyorkese. Lo spettacolo si terrà all’interno della suggestiva sala Depero, già teatro in questi anni di concerti di grande prestigio, rivolti ad un pubblico di amanti dell’arte in tutte le sue forme. Al termine dello spettacolo verrà offerta una degustazione di vini. http://www.galleriacomunalecagliari.it/ (ella)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La bioetica di fronte alle biotecnologie

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Roma 2 marzo 2010, a, alle 17.10, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190), nell’ambito del Master in Scienza e Fede, si terrà la conferenza con ingresso libero “La bioetica di fronte alle biotecnologie”. Parlerà Padre Gonzalo Miranda, L.C., docente della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.  Padre Gonzalo Miranda, L.C. è nato a Gerona, in Spagna. Nel 2001 ha fondato la Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, della quale è stato Decano fino al 2006. E’ autore di numerose pubblicazioni su temi di bioetica e di morale, argomenti ai quali dedica la sua intensa attività didattica e di conferenze in Italia e all’estero. L’incontro con Padre Gonzalo Miranda, L.C. fa parte della serie di conferenze “Biotecnologie e questioni bioetiche”. La conferenza sarà trasmessa anche in videoconferenza a Bologna, presso l’Istituto Veritatis Splendor (Via Riva di Reno, 57). Il rapporto tra Scienza e Fede è un tema con cui ci si confronta sempre più spesso. Da una parte gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano nuove ed urgenti questioni etiche ed antropologiche. Dall’altra ci troviamo di fronte al pluralismo culturale e religioso, che suscita il bisogno di proporre punti di incontro verso il dialogo e la comune ricerca della verità. L’obiettivo del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum è sviluppare competenze teorico-culturali sul rapporto tra Scienza e Fede in generale, fornendo un’ampia e profonda formazione su ciò che tale rapporto significa nell’attualità.  Il Master rientra nel quadro del Progetto STOQ (Science, Theology and the Ontological Quest), portato avanti dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum insieme ad altre cinque università pontificie: Lateranense, Gregoriana, Santa Croce, Salesiana e San Tommaso d’Aquino, sotto gli auspici del Pontificio Consiglio della Cultura e con il supporto della John Templeton Foundation. (gonzalo)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mercato immobiliare nel mondo

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Le principali location d’affari del mondo hanno registrato una caduta della domanda di spazi ad uso uffici senza precedenti, che ha contribuito per la prima volta alla caduta dei canoni di locazione aggregata a livello globale dal  2003. Cushman & Wakefield, società di consulenza immobiliare globale, nella nuova edizione del rapporto Office  Space Across the World afferma che nel 2009 si è registrata un’improvvisa e generale caduta della domanda di spazi  ad uso uffici a livello mondiale con una conseguente caduta del canoni di locazione prime per la prima volta.  Tuttavia le previsioni per il 2010 sono più positive. Con la ripresa delle principali economie la domanda di spazi  ad uso uffici da parte di multinazionali e corporate dovrebbe riprendere con una conseguente diminuzione della  disponibilità di spazi. In alcune città, come Londra e Parigi, si è già registrato un timido un aumento dei canoni di  locazione; ma in alcune location i livelli più bassi dei canoni si avrà a metà anno. La seconda metà del 2010  dovrebbe quindi essere un semestre di ripresa e di cauto ottimismo sia per i proprietari sia per i conduttori.  La caduta più significativa dei canoni ha colpito tutte le città chiave del continente asiatico con Singapore, Hong  Kong e Tokyo che hanno rispettivamente registrato una diminuzione del -45%, -35% e -21%. Ho Chi Minh, in  Vietnam ha subito la diminuzione più significativa con un -53% Kyev, in Ucraina e Dublino in Irlanda sono state le città europee che hanno maggiormente subito la crisi dei  canoni registrando una diminuzione rispettivamente di oltre il -50% e –38%, che alla fine dell’anno ha portato  alla cancellazione del valore dei canoni prime degli spazi ad uso uffici. Anche i mercati che in passato si erano  dimostrati più flessibili e reattivi hanno subito la crisi, tra questi Londra West End con un -25% e il distretto  degli affari di Varsavia con un -24%.  Nelle Americhe nel corso del 2009 i canoni a livello globale sono diminuiti mediamente del -7%. Negli Stati Uniti  Boston, San Francisco, Seattle e New York hanno registrato la contrazione più forte con rispettivamente -26%, -24%, -23% e -23%. Il Sud America ha dimostrato una maggior capacità di recupero con Santiago, in Cile, che ha avuto un incremento dei canoni del 28% anche se si tratta di un mercato piccolo e caratterizzato da una limitata  disponibilità di uffici di Grado A. Buenos Aires, in Argentina, ha avuto la caduta più grave in Sud America con  un -14% mentre la nazione con l’economia più florida, il Brasile, ha contenuto la diminuzione a -8%.  I canoni di locazione prime degli spazi ad uso uffici sono un parametro chiave per misurare la forza del mercato  degli spazi ad uso uffici e dell’attività dello sviluppo a livello mondiale. La crisi economica globale, il collasso a la contrazione delle istituzioni finanziarie e la conseguente incertezza nel mondo degli affari sono il motivo del  forte calo della domanda di nuovi spazi ad uso uffici. Se gli sviluppatori sono stati generalmente pronti a reagire  alla crisi e hanno posticipato lo sviluppo di nuovi edifici, la disponibilità di spazi in locazione è aumentata perché  le aziende, per ridurre i costi, hanno rilasciato e sub-affittato gli spazi in eccesso.  Nella classifica delle location ad uso uffici più costose al mondo le prime tre posizioni sono occupate dalle stesse città con Tokyo che sale dal secondo al 1° posto con un costo di occupazione – comprensivo di canone di locazione, tasse e servizi – pari a € 1.441 m²/anno. Londra West End sale dal terzo al 2° posto con un costo di occupazione di € 1.220 m²/anno ed Hong Kong che scende al 3° posto con un costo di occupazione di € 1.207 m²/anno. I maggiori scalatori della classifica sono stati Rio de Janeiro, in Brasile che dal ventitreesimo posto è salita al 13° con una lieve diminuzione dei canoni e l’apprezzamento del Real Brasiliano rispetto all’Euro, Seul nella Corea del Sud e Sydney in Australia che sono salite rispettivamente dalla ventisettesima alla 14° e dalla ventottesima alla 15° con una crescita dei canoni prime. Non tutti i mercati sono stati ugualmente colpiti allo stesso modo dalla crisi globale; Santiago, in Cile, haregistrato un incremento dei canoni per spazi ad uso uffici pari al 28% grazie alla scarsa disponibilità di spazio di qualità ed una buon livello di domanda. Incrementi minori si sono avuti anche città ubicate in regioni diverse come Giacarta in Indonesia, Miami negli USA, Cape Town in Sud Africa; quest’ultima città ospiterà il Campionato Mondiale di Calcio 2010, evento che ha determinato la crescita della domanda a breve periodo di spazi ad uso ufficio e il conseguente aumento dei canoni di locazione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Disastro ecologico del Lambro

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

“Ci costituiremo parte civile contro i responsabili del disastro ambientale del fiume Lambro”. Lo dichiara la LIPU-BirdLife Italia, il giorno dopo lo sversamento nel fiume lombardo di migliaia di litri di gasolio e olio combustibile, insieme all’annuncio della costituzione di una task force per il soccorso agli uccelli colpiti dal petrolio. La LIPU lancia intanto l’allarme uccelli: la massa oleosa, che ha raggiunto il fiume Po a Piacenza e sta scivolando a valle, minaccia gli uccelli che popolano le rive del grande fiume: specie come gli aironi, i gabbiani e i cormorani, rischiano di finire imbrattati e uccisi dal petrolio.  Da testimonianze dirette riportate nel pomeriggio di oggi, il Po presenta almeno 10 grandi macchie molto dense all’interno delle quali si trovano pesci e uccelli morti. Per fronteggiare l’emergenza uccelli, la LIPU ha costituito una task force formata dai centri di recupero dislocati sia a Milano (Centro Recupero Fauna selvatica La Fagiana) che lungo il Po (centro di Reggio Emilia e quello di Ferrara), coadiuvati dai volontari, e coordinati dal Centro Recupero Uccelli Marini e Acquatici LIPU di Livorno (CRUMA), il centro di riferimento in Italia in caso di disastri ambientali causati dal petrolio, e già operativo nel soccorso agli uccelli impetroliati nelle emergenze della petroliera Prestige in Galizia (2002) e della Haven in Liguria (1991). Possibile anche da parte della LIPU l’attivazione di una struttura mobile messa a disposizione dal partner di BirdLife International in Francia, la LPO (Ligue Pour la Protection des Oiseaux, in pratica la LIPU francese) per il ricovero simultaneo fino a 500 uccelli impetroliati.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federazione e titolari di parafarmacia

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Il Comitato Centrale della Federazione degli Ordini dei Farmacisti, guidato dal Presidente Andrea Mandelli, ha ricevuto una delegazione dei farmacisti titolari di parafarmacia rappresentati da ANPI, AssoPaCal, Essere Farmacisti e dei titolari di parafarmacia del Triveneto; alla riunione non hanno potuto essere presenti i rappresentanti di Omniasalus, che hanno però fatto pervenire un documento illustrativo della loro posizione. La discussione ha affrontato tutte le posizioni espresse dalle diverse Associazioni convenute in un clima costruttivo, e si è chiusa con il consenso sulla proposta federale che le Associazioni dei titolari di parafarmacia presentino un documento unitario che permetta di proseguire il confronto avviato, allargandolo a tutte le componenti della professione interessate, per giungere a una soluzione condivisa.  “La Federazione degli Ordini rappresenta tutti i colleghi, nessuno escluso” ha detto Andrea Mandelli al termine della riunione “il che significa valutare con attenzione la situazione delle parafarmacie, ma anche le legittime aspettative, per esempio, dei colleghi che operano come collaboratore o come farmacista rurale e che attendono da tempo di accedere alla titolarità di una farmacia”.  Resta ferma, dunque, la contrarietà della Federazione all’ipotesi di una sanatoria che trasformi le parafarmacie in farmacie o a quella dell’istituzione di farmacie non convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, così come all’allargamento alle parafarmacie della dispensazione dei farmaci soggetti a prescrizione di Fascia C. “E’ evidente che l’apertura delle parafarmacie è sembrata una via praticabile, in particolare nel Mezzogiorno, dove una situazione occupazionale critica si salda all’inadempienza pubblica in fatto di concorsi per le sedi farmaceutiche vacanti. Ma il punto è che siamo tutti laureati in farmacia, non in parafarmacia: la Federazione, dunque, intende seguire da vicino l’evolversi della situazione e continuare nella sua azione perché i concorsi si tengano rapidamente e con tempi certi” aggiunge  il Segretario Maurizio Pace. Il concorso resta la via maestra per l’accesso alla titolarità, conferma il Presidente della Federazione “e nostro compito è far sì che si possa intraprendere questa via rapidamente e con la massima efficienza”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Regionali: intenzioni di voto

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

A trenta giorni dal voto, sono soltanto sette le regioni italiane nelle quali si registra un deciso vantaggio di una delle due coalizioni: Lombardia, Veneto, Campania andrebbero all’asse PDL-Lega; Emilia-Romagna, Toscana, Marche e Basilicata al Centro-Sinistra. La partita per l’elezione dei governatori appare aperta nelle altre sei regioni. Sfida all’ultimo voto in Puglia e in Liguria. Lieve prevalenza dei candidati del Centro-Destra nel Lazio e in Calabria e dell’alleanza di Centro-Sinistra in Umbria e in Piemonte. È quanto emerge dalla fotografia sulle intenzioni di voto per le Regionali scattata dall’Istituto Nazionale di Ricerche Demopolis a poco più di un mese dalla scadenza elettorale di fine marzo. Se ci si recasse alle urne oggi, il Centro-Sinistra si aggiudicherebbe 6 regioni contro le 5 del Centro-Destra; fotofinish in Puglia e in Liguria, con un distacco odierno inferiore al punto percentuale a favore dei governatori uscenti.
“Sono ancora numerosi – afferma il direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento – gli elettori incerti ed indecisi, in un frangente nel quale bisogna comprendere le conseguenze che, accanto al perdurare della crisi economica ed occupazionale, potrebbero avere sul voto lo scandalo che ha investito la Protezione Civile ed i recenti casi di corruzione al vaglio della magistratura “. L’elettorato appare meno stabile del passato e il gioco per la conquista delle Regioni è, sotto molti aspetti, piuttosto aperto. In crescita, rispetto alle Politiche, appaiono Lega e Partito Democratico. Il voto disgiunto e personale ai candidati presidenti potrebbe pesare nel Lazio (dove appare bidirezionale nella competizione tra Emma Bonino e Renata Polverini), in Piemonte (dove oggi favorisce Mercedes Bresso) e a vantaggio di Niki Vendola in Puglia, regione nella quale sarà l’incognita Adriana Poli Bortone, candidata dell’UCD, a pesare sull’esito finale della sfida di Rocco Palese al governatore uscente. Decisamente più arduo, per la debolezza della coalizione di Centro-Sinistra, nonostante un consistente voto personale, sembra il recupero di Vincenzo De Luca in Campania. Secondo le odierne intenzioni di voto registrate dall’Istituto Demopolis, Roberto Formigoni (PDL) verrebbe riconfermato alla Presidenza della Lombardia e Luca Zaia (Lega) sarebbe il nuovo governatore del Veneto. Passerebbe al Centro-Destra la Campania, con la vittoria di Stefano Caldoro (PDL). Netta conferma alla guida dell’Emilia Romagna per Vasco Errani (PD) e per Vito De Filippo in Basilicata; elezione di Enrico Rossi (PD) in Toscana e di Gian Mario Spacca (PD) nelle Marche. Discreti margini di vantaggio – secondo l’indagine DEMOPOLIS – per Giuseppe Scopelliti (PDL) in Calabria (sull’uscente Loiero) e per Catiuscia Marini (PD) in Umbria su Fiammetta Modena. Decisamente più esiguo il vantaggio del governatore uscente del Centro-Sinistra Mercedes Bresso su Roberto Cota in Piemonte e di Renata Polverini su Emma Bonino in Lazio: peseranno gli indecisi, oggi intorno al 20%. Restano apertissime, secondo i ricercatori dell’Istituto Demòpolis, le sfide in Puglia tra Niki Vendola e Rocco Palese ed in Liguria tra l’uscente Claudio Burlando e Sandro Biasotti. “Il Mezzogiorno, dopo l’enorme astensione delle Europee, appare anche in queste elezioni diviso, instabile, con un elettorato sempre più liquido. Mentre la Sicilia, con Lombardo, sperimenta da due mesi un’inedita alleanza tra MpA, PD e pezzi del PDL, e la Lucania si accinge a confermare il governo uscente di Centro-Sinistra, Campania e Calabria si apprestano a tornare a Destra, con Caldoro e Scopelliti. Unica vera incognita – conclude il direttore di Demopolis – rimane la Puglia, in bilico tra Rocco Palese e Niki Vendola, che potrebbe restare l’ultimo comunista al governo in una regione italiana”.
I dati dell’analisi sono tratti dal Barometro Politico continuativo sulle intenzioni di voto degli italiani, realizzato dall’Istituto Nazionale di Ricerche DEMOPOLIS, diretto da Pietro Vento con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Documentazione completa su http://www.demopolis.it e su http://www.sondaggipoliticolettorali.it.
L’indagine è stata condotta dall’Istituto Demòpolis dall’1 al 23 febbraio 2010, con metodologie CATI-CAWI, su un campione di cittadini maggiorenni – stratificato per sesso, fascia di età, titolo di studi ed area territoriale – rappresentativo dell’universo degli elettori residenti nelle 13 regioni italiane interessate al voto del 28-29 marzo. Coordinamento di Pietro Vento; analisi dei dati a cura di Giusy Montalbano e Sabrina Titone; supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. I dati del Barometro Politico sono stati rielaborati tenendo sotto controllo i caratteri socio-demografici ed i precedenti comportamenti elettorali dei rispondenti.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terapia del dolore

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Il Breakthrough cancer pain (BTcP, dolore episodico intenso) è una esacerbazione transitoria del dolore persistente adeguatamente controllato che colpisce tra il 40% e l’80% dei pazienti oncologici. Insorge molto rapidamente, può avere un’intensità da moderata a severa, una durata mediana di trenta minuti e può verificarsi più volte nella giornata con un impatto estremamente negativo per la qualità della vita dei pazienti.  Questo tipo di dolore necessita di farmaci ad azione rapida: infatti non risponde alla terapia con oppiacei quali ad esempio la morfina orale che impiega anche 30 minuti prima di avere l’effetto analgesico e raggiunge il picco solo dopo un’ora.  In alternativa si può  usare il fentanyl, un oppioide sintetico molto potente che per le sue caratteristiche si assorbe attraverso la cute e le mucose.  Da oggi è disponibile una nuova formulazione del fentanyl citrato orosolubile che permette un maggiore e più rapido assorbimento del principio attivo attraverso la mucosa orale e ha una  durata di azione adeguata che risponde quindi appieno alle caratteristiche del BTcP.  Il farmaco è specificamente indicato per il trattamento delle esacerbazioni transitorie di dolore negli adulti già in terapia di mantenimento con un oppioide per il dolore cronico da cancro. Consiste in compresse orosolubili che si sciolgono in bocca con una reazione effervescente e che devono essere collocate immediatamente in bocca. Le compresse si sciolgono nell’arco di alcuni minuti, rilasciando il principio attivo che viene direttamente assorbito dal sangue.   “Il BTcP è un tipo di dolore che deve essere trattato immediatamente, evitando inutili sofferenze al paziente e un farmaco dal lento inizio d’azione diventa efficace troppo tardi e non riesce a coprire il picco di dolore, spesso elevatissimo” ha spiegato il professor Consalvo Mattia, Direttore UOC Anestesia, Rianimazione, Medicina del Dolore ICOT – Polo Pontino, Dipartimento Scienze Anestesiologiche – Università La Sapienza, Roma “Farmaci ideali per il trattamento del BTcP sono quindi i cosiddetti Rapid Onset Opioids che, attraverso una modalità di somministrazione maneggevole che non crea problemi al paziente, producono un’analgesia rapida e di breve durata che meglio si sovrappone alle caratteristiche temporali del BTcP.”    È proprio il fattore “tempo” a contraddistinguere l’efficacia di una terapia contro il BTcP che, se non trattato e gestito adeguatamente, ha un impatto pesantissimo sul paziente con tumore che già subisce il dolore di base o cronico.  “L’efficacia della nuova formulazione di fentanyl è stata dimostrata dallo studio di Slatkin et. al. da cui risulta una riduzione significativa dell’intensità del dolore e un conseguente sollievo già dopo 10 minuti dalla somministrazione” ha aggiunto il professor Giustino Varrassi, ordinario di Anestesia e Rianimazione, Università degli Studi dell’Aquila, Presidente EFIC (Federazione europea delle più importanti società scientifiche che studiano il dolore).  Dopo l’evoluzione avvenuta nella diagnosi e trattamento del dolore di base oncologico, la corretta diagnosi e l’adeguata impostazione della terapia del BTcP costituisce l’impegno principale per i prossimi anni. “Pur essendo un’entità clinica importante, il BTcP risulta essere misconosciuto alla maggioranza dei medici” ha spiegato il professor Furio Zucco, Direttore del Dipartimento Gestionale di Anestesia Rianimazione Terapia del Dolore e Cure Palliative – Azienda Ospedaliera G.Salvini Garbagnate Milanese “allo stato attuale, la consapevolezza delle due tipologie base di dolore è ancora insufficiente”.  Proprio allo scopo di fornire ai medici di varie discipline gli strumenti per una maggiore conoscenza del dolore episodico intenso e delle possibilità di trattamento più avanzate, in un recentemente simposio si sono riuniti oltre 400 specialisti oncologi, palliativisti e terapisti del dolore per mettere a fuoco il problema, definire il trattamento ottimale per il malato di tumore e approntare le strategie per  implementare le conoscenze sul BTcP, ancora poco studiato.  “Iniziativa meritoria in quanto è fondamentale che tutti gli specialisti che hanno in carico pazienti oncologici concordino su una valutazione e classificazione di questo tipo di dolore e condividano la sua corretta gestione e trattamento” ha concluso il professor Sebastiano Mercadante, Direttore dell’Unità di terapia del dolore e cure palliative, Dipartimento Oncologico La Maddalena di Palermo.
Cephalon è una società biofarmaceutica multinazionale che si dedica alla scoperta, allo sviluppo e all’immissione in commercio di farmaci per disfunzioni rare e difficili da curare.  Fin dal suo inizio nel 1987, Cephalon ha offerto farmaci capostipite e i farmaci migliori nella loro categoria ai pazienti di tutto il mondo in vari settori terapeutici. Cephalon ha il merito di essere una delle società biofarmaceutiche con la crescita più veloce, ed è ora una delle Fortune 1000 e membro dell’indice S&P 500, con circa 3.000 dipendenti in tutto il mondo.
La presenza di Cephalon è in crescita in Europa, Medio Oriente e Africa. La sede europea e centro di sviluppo preclinico di Cephalon è dislocata a Maisons-Alfort, in Francia, appena fuori Parigi. Controllate operative si trovano in Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia, Spagna, Paesi Bassi (che copre l’intera regione del Benelux) e Polonia (che copre l’Europa Centrale e dell’Est e la Scandinavia). Cephalon Europe commercializza più di 30 prodotti in 50 Paesi in quattro settori terapeutici: sistema nervoso centrale, dolore, medicina di base e oncologia.
I prodotti proprietari della società negli Stati Uniti includono: armodafinil compresse [C-IV], bendamustina cloridrato per preparazione iniettabile, ciclobenzaprina cloridrato capsule a rilascio prolungato, fentanyl compresse orosolubili [C-II], arsenico triossido per preparazione iniettabile, tiagabina cloridrato, modafinil compresse [C-IV] e citrato di fentanil transmucoso orale [C-II]. La società commercializza inoltre molti prodotti a livello internazionale. Complete indicazioni terapeutiche per i prodotti USA sono disponibili sul sito http://www.cephalon.com o chiamando il 1-800-896-5855.
Cephalon ha lanciato le sue attività in Italia sotto il proprio marchio nel 2006, dopo l’acquisizione della Zeneus Pharma, azienda paneuropea specializzata nel settore oncologico. La azienda affiliata, Cephalon Italia, impiega 85 persone ed è attiva nei mercati che si occupano di malattie potenzialmente mortali, con un portafoglio di prodotti per l’assistenza ospedaliera principalmente indirizzato al trattamento del carcinoma mammario metastatico e al settore ematologico.  Gli sviluppi clinici di elevata qualità dell’attuale portafoglio coinvolgono oltre 190 centri per diversi studi che sono stati inseriti nel Bollettino dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).  Tutti questi studi stanno consentendo alla società di sviluppare relazioni strette con le più importanti società  italiane di medici specialisti nei settori oncologico ed ematologico.  Stimolando il dibattito tra i professionisti e prestando ascolto a quanto hanno da dire i pazienti, Cephalon Italia si mette nelle condizioni di raggiungere il principale obiettivo della azienda: migliorare l’esito della malattia e consentire ai pazienti di condurre una vita migliore.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gene therapy of rare diseases

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Généthon, the not-for-profit biotherapy laboratory operated by the French Muscular Dystrophy Association (AFM) with funding from the country’s annual Telethon, has just obtained approval from the French and British health authorities for a Phase I/II clinical trial of gene therapy for a rare immunodeficiency, Wiskott-Aldrich syndrome (WAS). The Généthon-sponsored trial will be performed both in France (led by Professors Alain Fischer and Marina Cavazzana-Calvo  at Necker Children’s Hospital, Paris) and in the UK (led by Professor Adrian Thrasher at London’s Great Ormond Street Hospital). With just a few days to go to Rare Disease Day 2010* (February 28th, with a focus on “Bridging Patients and Researchers”), initiation of this trial marks a new step towards curing rare diseases with innovative biotherapies. Wiskott Aldrich syndrome (WAS) is a severe, X-linked immunodeficiency which results in hemorrhage, recurrent infection and eczema. It is almost always fatal in affected children. Although a bone marrow transplant can reestablish the patient’s immune system, this operation requires a compatible donor and carries a non-negligible risk of failure. Gene therapy (which has already enabled the treatment of other hereditary immune deficits) therefore represents a major source of hope for patients waiting for therapy. The forthcoming clinical trial is the end result of research initiated in 2002 by Anne Galy’sgroup (UMR951) in the Généthon laboratory. The lab’s researchers have developed an ex vivo approach that uses an HIV-derived lentiviral vector to transfer genes into autologous CD34+ hematopoietic stem cells from the patient. Généthon has developed, produced and quality-controlled the trial’s batches of gene-based medicines under GMP conditions. The trial also demonstrates the extent of the AFM lab’s know-how, ranging from preclinical research and the GMP production of gene-based drugs through to trial logistics and regulatory approval.
Généthon is a not-for-profit research centre that was created by the French Muscular Dystrophy Association (AFM) and is now funded almost exclusively by donations from France’s annual Telethon. Its goal is to deliver gene therapies to patients with rare diseases in general and neuromuscular diseases in particular. With over 200 scientists, physicians, engineers and regulatory affairs specialists, Généthon is one of the world’s leading centers for preclinical and clinical research and development in the field of gene therapy. Généthon also has a biomanufacturing platform for clinical-grade vectors and is involved in building the world’s largest facility for pre-industrial pilot production. A 5000 m2 facility will open in Evry in early 2011. http://www.genethon.fr
The French Muscular Dystrophy Association (AFM) federates patients with neuromuscular diseases (genetic diseases that kill muscle after muscle) and their parents. Thanks in great part to donations from France’s annual Telethon (€90 million in 2009), the AFM has become a major player in biomedical research into rare diseases in France and worldwide. It is currently funding 34 clinical trials on 30 different genetic diseases affecting the eyes, the blood, the brain, the immune system, the muscle… Thanks to its Généthon research lab, the AFM stands out through its unique ability to produce and trial its own gene-based medicines.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rights and duties of Catholic minorities

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Mgr Anton Cosa, Bishop of Chisinau, stated that “although we know that as ‘a minority’ our Churches are able and already do contribute to the common good of the societies in which we live, through our even limited pastoral institutions, above all in terms of hospitality, education, and support to families in need. Following the ad limina visit, which I made with the bishops of Romania, the Holy Father gave us another task when he encouraged us to make “a determined commitment to foster the presence of Christian values in society, developing centres of formation where young people can learn authentic values embellished by the cultural genius of your countries, to be able to witness to them in the environments where they live” (Address of Pope Benedict XVI, 12.02.2010). The Church wants to make its specific contribution to the building of a reconciled and stable society, capable of tackling the on-going process of secularisation”. Nine Bishops’ Conferences will be represented: Albania, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Cyprus, Greece, the International Bishops’ Conference of SS Cyril and Methodius, Moldova, Romania, and Turkey. In the course of the meeting there will also be an intervention from the CCEE President, Cardinal Péter Erdo, Archbishop of Esztergom-Budapest; the Apostolic Nuncio in Romania and the Republc of Moldova, Mgr Francisco-Javier Lozano; and the Holy See’s Permanent Observer at the Council of Europe, Mgr Aldo Giordano.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il lavoro che verrà

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Roma, 10 marzo 2010 – ore 9.00 Ambasciatori Palace Hotel Via Veneto, 62. Un incontro che vuole porsi ad arena di dibattito sulla condizione del Lavoro nel 2010 e sui relativi trend evolutivi.  Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi, il Ministro delle Politiche Comunitarie Andrea Ronchi e la candidata alla Presidenza della Regione Lazio Renata Polverini interverranno sulle prospettive di sviluppo del Mercato del Lavoro in Italia tra scenari locali e globali. Seguirà un confronto con Imprenditori e Manager: Francesco Casoli, Presidente di ELICA, David Bevilacqua, Amministratore Delegato di CISCO SYSTEMS, Umberto Musetti, Direttore Risorse Umane di ENAV, Emmanuel Peretti, Direttore Generale di GI GROUP e Nicola Rossi, Country Manager Italia di MONSTER. I lavori saranno introdotti da Giordano Fatali, Presidente di HRCommunity; modererà l’incontro il Vice Direttore del TG1 Susanna Petruni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Cineforum, immagini e parole”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Cagliari 26 e sabato 27 febbraio si terrà il Cineforum, Immagini e Parole presso il Sottopiano del Palazzo Civico – SEARCH – di largo Carlo Felice n.4. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Culturale Caravella e patrocinata dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Cagliari, chiude il progetto di studi – portato avanti sino ad oggi con un ciclo di conferenze ed una pubblicazione – relativo alla “questione orientale”: la storia del confine orientale italiano, in particolare la questione delle foibe e degli infoibati nella Venezia Giulia, e le ondate di violenza che portarono all’esodo dei fiumani e giuliano-dalmati.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ruolo e la società contemporanea

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Venezia 25 febbraio 2010, alle ore 17.00, nell’Antisala della Libreria Sansoviniana (Venezia, Piazzetta San Marco 13/a) si terrà il dibattito “Il nuoto e la società contemporanea”, nell’ambito della mostra fotografica “Piscine” di Stefano Nicolini. Introduce Maria Letizia Sebastiani (direttore della Biblioteca Nazionale Marciana). Intervengono l’autore e Cinzia Tani che discuteranno sulle relazioni umane nella società contemporanea, con particolare riguardo all’ ambiente, allo stress, alla rabbia, alla solitudine e alle funzioni  terapeutiche dello sport e del nuoto. Un’analisi che trova riscontri condivisi nel recente volume di Cinzia Tani e Rosario Sorrentino Rabbia. L’emozione che non sappiamo controllare e nel concept di “Piscine”.
Cinzia Tani, giornalista e scrittrice, autrice e conduttrice di programmi radiotelevisivi, da Mondadori ha pubblicato: Assassine (1998), Coppie assassine (1999), Nero di Londra (2001), Amori crudeli (2003), L’insonne (2005), Sole e ombra (2007, finalista al Premio Campiello 2008), Panico, scritto con Rosario Sorrentino (2008), Lo stupore del mondo (2009), Rabbia. L’emozione che non sappiamo controllare (2009). A maggio 2008 è uscito il romanzo criminale La brava moglie edito da Piemme. Insegna scrittura creativa in corsi privati e un corso di “Storia sociale del delitto” presso la facoltà di Sociologia all’Università la Sapienza di Roma, per l’anno accademico in corso.
Stefano Nicolini, nato nel 1960 a Roma. Dal 1979 collabora con fotografie e testi con le più autorevoli testate italiane per le quali ha pubblicato centinaia di servizi riguardanti le tematiche a lui più care: natura, viaggi, cultura. I suoi lavori sono stai presentati in libri e pubblicazioni di numerosissimi paesi europei ed extraeuropei. Nel 1989 raggiunge l’ Argentina, in cui soggiorna a più riprese nel 1992, nel 1994 e dal 1997 al 2008. Dal 1997 al 2008 decide di sospendere le esposizioni dei propri lavori in personali e collettive per dedicarsi interamente a fotografare e all’ attività fotogiornalistica. Attualmente risiede a Roma.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: raccolta firme contro piano parcheggi

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

“La questione parcheggi a Roma sta diventando imbarazzante: a pochi giorni dalla manifestazione di piazza Sabazio ecco altre proteste di cittadini esasperati da progetti pericolosi, inutili e calati dall’alto” è la denuncia del Presidente della Commissione Ambiente e Cooperazione tra i Popoli alla Regione Lazio, Claudio Bucci, dopo aver sentito le accese ragioni di chi dice no alla costruzione dei parcheggi in via di Santa Costanza. “I cittadini si sentono offesi e preso in giro da un’amministrazione ambigua, che promette il falso, che non si cura della loro sicurezza ma che ha approvato un Piano Parcheggi inadeguato, che produrrà un proliferare inutile di cantieri, nel solo interesse dei costruttori. A proposito proprio del parcheggio in via Santa Costanza, i cittadini si sono già mobilitati con una raccolta di firme, già 300 spontanee: il clima di esasperazione è dunque forte” continua Bucci. “E’ un dovere dunque fermare questo nuovo ‘sacco di Roma’. Per questo lancio la proposta di una raccolta firme, una petizione da presentare al Sindaco Alemanno, contro questo PUP: se la Giunta di Roma è sorda o ascolta solo gli interessi di pochi occorre mobilitarsi in modo incisivo e definitivo, usando tutti gli strumenti di cui disponiamo” conclude il Presidente della Commissione Ambiente.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Viaggio nei Musei”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Napoli 6 marzo 2010 ore 18,00 – 20,00Castel Nuovo (Maschio Angioino) – Sala Caro V Fin dalla fine degli anni Sessanta Vincenzo Starnone (Napoli, 1953) conduce una ricerca fotografica dal carattere profondamente socio-antropologico. La personale Viaggio nei musei, tenendosi ad otto anni di distanza da Viaggio nel lavoro (2002), alla quale, come si evince dal titolo, intende riallacciarsi, si iscrive, malgrado dalle strade e dalle piazze si passi prettamente al chiuso artificiale del museo, pienamente all’interno di tale tracciato, non retrocedendo minimamente la tensione verso l’elemento squisitamente umano che guida le scelte del fotografo. La successione di frammenti spazio-temporali particolarmente significanti rispetto all’interrelarsi tra uomo-spettatore ed oggetto-opera, si risolve in una briosa narrazione visiva, condotta attraverso una successione di circa quaranta fotografie a colori ed in bianco e nero, della vita quotidiana all’interno dei luoghi della fruizione dell’arte (musei soprattutto, ma talvolta, in conformità con lo specifico della situazione artistica napoletana, anche interni di chiese o spazi pubblici all’aperto). Ambienti tutt’altro che riducibili a meri contenitori o sfondi, bensì provvisti di un arredo in grado di innescare l’azione degli spettatori. La peculiarità dello sguardo di Starnone è individuabile proprio nel suo fondamentale interesse a cogliere quella proteiforme dialettica che si instaura tra l’opera ed il fruitore, nel ventaglio di possibilità conoscitive che tale incontro dispiega. Esso è in grado di evidenziare le implicazioni altrimenti meno immediatamente percettibili della prima, così come di parlarci del retroterra sociale e psicologico del secondo, inteso ovviamente non tanto in quanto singolo ma in quanto prototipo di un gruppo. Un sodalizio che appare, in ultima istanza, approdare spesso e volentieri alla fusione-integrazione.  La mostra è patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Il catalogo è edito da Effeerre Edizioni.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capitale corrotta, Nazione infetta?

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Il titolo di una nota inchiesta del settimanale L’Espresso sulla speculazione edilizia nella capitale, riecheggia in questi giorni di inchieste sulla corruzione: Capitale corrotta, Nazione infetta. Si’, ci sono politici e imprenditori corrotti ma, alla fine, è il popolo italiano ad essere corrotto. La società civile al pari di quella politica è marcia, si dice. Un’abile operazione che tende a farci accettare quanto sta accadendo a politicanti e simili imprenditori. Il sistema italiano è ingessato, si afferma, e il tutto provoca la corruzione dilagante in atto. Insomma la colpa sarebbe della burocrazia che impedirebbe al cittadino italiano, imprenditore o meno, di “fare”.  Vero e’ che la Heritage Foundation e il Wall Street Journal nella classifica compilata sulla liberta’ economica nel mondo pongono l’Italia al 76 posto, addirittura dietro il Kazakhistan, ma la burocrazia non è un ente astratto ma sono persone e norme che interferiscono con la nostra esistenza. Come si fa a uscirne fuori? Iniziamo dalle norme. Chi deve modificarle? Chi governa, a tutti i livelli, cioe’ i cosiddetti politici. Abbiamo un ministero apposito, quello della Pubblica amministrazione e Innovazione, il cui ministro, Renato Brunetta, dopo appena due anni ha pensato bene di candidarsi alla carica di Sindaco di Venezia, cioe’ di mollare l’incarico ministeriale, abbandona la postazione, insomma. C’e’ un altro ministero quello della Semplificazione Normativa, che a rigor di logica dovrebbe confluire nel precedente ministero, ma un posto di ministro non si nega a nessuno. Non ci sembra che ci sia la volonta’ di risolvere alcunchè e, allora, la responsabilita’ diamola a chi ce l’ha: l’attuale governo (anche i precedenti). A livello locale ci sono assessorati e commissioni per la semplificazione amministrativa: non se ne fa nulla. Il personale burocratico in questa situazione si adegua e lucra. L’Italia continua a scendere nelle graduatorie internazionali per efficienza: l’anno scorso eravamo al 64 posto quest’anno al 76. Non se ne esce. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terminali Tntsat

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Lussemburgo SES ASTRA, una società di SES (Euronext di Parigi e Luxembourg Stock Exchange: SESG), annuncia che l’offerta per il DTT francese su satellite TNTSAT, trasmesso attraverso ASTRA, ha registrato una forte crescita con 1,85 milioni di ricevitori venduti nel 2009. Lanciato nel Marzo 2007, TNTSAT aveva già ha registrato un’importante crescita nel 2008 con la vendita di 750.000 ricevitori. Questo trend ha subito un’accelerazione nel 2009 arrivando a quota 850.000 terminali venduti. Tale crescita dimostra che le famiglie francesi che non ricevono i segnali televisivi terrestri hanno adottato TNTSAT come soluzione in grado di garantire loro un facile ed efficace passaggio alla televisione digitale. E questo positivo risultato è destinato a crescere tra il 2010 e il 2011. Con TNTSAT, gli utenti sono in grado di ricevere tutti i programmi dell’offerta digitale terrestre francese: 18 programmi free-to-air, France O, i 24 canali regionali di France 3 ed anche quattro canali free-to-air in Alta Definizione. Per ricevere questi programmi, gli utenti hanno bisogno solo di una parabola puntata verso un satellite ASTRA nella posizione orbitale a 19.2° Est e un ricevitore TNTSAT. La ricezione è ottimale su tutto il territorio francese e non necessita di costi di abbonamento o di affitto del decoder per ricevere il servizio.
SES ASTRA è il sistema satellitare Direct-to-Home (DTH) leader in Europa. La flotta di satelliti attualmente comprende 13 satelliti ASTRA e due satelliti SIRIUS. Il sistema di satelliti nella sua globalità offre servizi a più di 122 milioni di case via DTH e via cavo, e trasmette più di 2.500 canali televisivi e radiofonici analogici e digitali. Inoltre, SES ASTRA offre servizi multimedia via satellite, connessione Internet e servizi di telecomunicazione a grandi aziende ed enti governativi. Con più di 100 canali in alta definizione (HD) oggi disponibili via satellite, ASTRA  e SIRIUS rappresentano la più importante piattaforma di broadcasting HDTV in Europa. Le posizioni orbitali di ASTRA e SIRIUS sono 19.2° Est, 28.2° Est, 23.5° Est, 5° Est e 31.5° Est. http://www.ses-astra.com
SES ASTRA è un’azienda di SES (Euronext di Parigi e Luxembourg Stock Exchange: SESG). SES è proprietaria al 100% di SES ASTRA e SES WORLD SKIES, al 90% di SES SIRIUS in Europa, ed ha anche partecipazioni in Ciel in Canada e QuetzSat in Messico. SES offre soluzioni innovative per la comunicazione satellitare attraverso una flotta di 41 satelliti in 26 posizioni orbitali in tutto il globo. Ulteriori informazioni sono disponibili al sito: http://www.ses.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Un fallimento delle politiche del governo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

Dichiarazione dei Deputati On. Stefano Esposito, On. Antonio Boccuzzi ed On. Mimmo Portas: “Erano parecchi anni che non si assisteva a un così massiccio ricorso alla cassa integrazione da parte della Fiat. E’ evidente che non siamo semplicemente di fronte a una conseguenza della diminuzione congiunturale degli ordini, bensì al fallimento delle politiche fin qui attuate dal Governo che ha pensato di poter condizionare le scelte della Fiat attraverso il ricorso agli incentivi, che si sono rivelati alla fine solo un pannicello caldo. Non perché non abbiano una loro utilità se ben dosati, ma perché intorno ad essi non è stata costruita da parte del Governo una seria e concreta politica industriale sull’auto né su altri settori importanti per il Paese.  A nessuno sfugge il fatto che la Fiat non è più un’azienda italiana ma un player mondiale e Sergio Marchionne sta dimostrando di saper fare bene il suo mestiere sullo scenario internazionale, investendo pesantemente sul mercato statunitense.  Mentre negli Usa Marchionne ha trovato un interlocutore diretto nel Presidente Obama, in Italia il nostro Governo sta a guardare e permette al Lingotto di rispondere alla fine degli incentivi secondo la solita logica che scarica gli effetti della crisi sui lavoratori, mentre la famiglia e gli azionisti si intascano i dividendi.  Né bastano a rassicurarci le parole di Marchionne sul fatto che lo stabilimento di Mirafiori non è destinato alla chiusura, perché le parole sono scatole vuote senza conseguenti fatti concreti. Non vorremmo che qualcuno fosse portato a pensare che tutto il problema stia nel destino delle fabbriche di Termini Imerese o di Pratola Serra e non riguardi anche Torino: sarebbe un’illusione irresponsabile e pericolosa.  Siamo estremamente preoccupati e abbiamo l’impressione che si stia ritornando alla situazione vissuta tra il 2002 ed il 2004, quando l’unico vero intervento di politica industriale fu quello fatto dagli enti locali (Regione, Provincia e Comune).  Se i lavoratori della FIAT non troveranno nel Governo un ‘alleato’, allora spetterà nuovamente agli enti locali chiedere garanzie e ragionare con i vertici del Lingotto sulle prospettive future”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »