Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 26 febbraio 2010

Afghanistan: Nuove vittime

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

“A nome di tutto  il Pdm esprimo il più profondo cordoglio per le vittime civili (sono 18 tra le quali un consigliere diplomatico dell’ambasciata italiana, uno dei responsabili della rete di intelligence italiana Aise, un francese e dieci indiani) del grave attentato di questa mattina a Kabul” Lo dichiara Luca Marco Comellini segretario del Partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia – “Altroché missioni di pace, in Afghanistan – prosegue Comellini – si combatte una guerra che si sta evolvendo nella più totale indifferenza dell’opinione pubblica, fuorviata dalla propaganda di governo. Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, venga in parlamento a riferire  sull’accaduto e sul reale coinvolgimento dei militari italiani e dei servizi segreti anzichè pensare a fare inutile propaganda sulle motivazioni umanitarie di una missione che è in realtà una guerra non dichiarata a cui l’Italia sta pagando un elevato tributo di vite umane.” L’attacco è stato sferrato dai talebani nel centro commerciale dell’hotel Safi Landmark di Kabul. L’assalto è iniziato alle ore 6,30 (ora locale). Hanno fatto esplodere un’autobomba vicina al centro commerciale e a ridosso del Park Residence Hotel e alla guesthouse Safi Landmark. Ne è seguita una sparatoria da parte di un commando di talebani in appoggio ai due kamikaze alla guida dell’auto bomba. La sparatoria è durata circa due ore. Subito informati  i vicepresidenti del gruppo Pd alla Camera dei deputati, Michele Ventura, Rosa Villecco Calipari e Alessandro Maran hanno chiesto alla presidenza di Montecitorio che il governo svolga al più presto un’informativa in aula su quanto accaduto.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Expo: Silvio Consadori

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Milano fno al 21/3/2010 via Brera, 2 Galleria Ponte Rosso via Brera, 2 Brescia 1909 – Burano 1994 Flaminio Gualdoni presenterà la nuova monografia dedicata all’artista.  Nell’ambito delle manifestazioni per il centenario della nascita dell’artista, Anna Maria Consadori e la Galleria Ponte Rosso presentano, in contemporanea, una importante rassegna di opere scelte, per la maggior parte inedite. Sono oltre cinquanta fra dipinti, disegni e acquerelli, realizzati da Silvio Consadori dagli anni quaranta agli anni novanta. Silvio Consadori e’ nato a Brescia il 17 dicembre 1909. Studia all’Istituto -Moretto- della sua città e all’Accademia di Belle Arti di Roma. La sua formazione pratica, nell’esercizio dell’affresco, avviene con i maestri concittadini Giuseppe e Vittorino Trainini e con Eliodoro Coccoli. La -borsa di studio- Brozzoni ottenuta nel 1928 gli permette di recarsi a Parigi dove rimane alcuni anni. Nel 1936 avviene il decisivo incontro e innamoramento con Burano. A Milano nello stesso anno vince il -Premio Milyus-, e nel -41 il -Canonica-. Fra le grandi rassegne nazionali alle quali ha partecipato su invito vanno ricordate: Quadriennali di Roma, Biennali Veneziane, Biennali della Permanente di Milano, Mostre d’Arte Sacra all’Angelicum. Grande e’ stato il suo impegno nell’arte religiosa con l’esecuzione di affreschi, pale d’altare, mosaici, nelle chiese e santuari di Cascia, Oropa, Milano, Roma, in Vaticano. E’ stato tra gli artisti prediletti da Paolo VI. Ha insegnato all’Accademia di Brera fra il 1940 ed il 1973. Silvio Consadori e’ morto nella sua casa-studio a Burano, dove e’ sepolto, il 1° agosto 1994. (consadori)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto di Mario Brunello

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Bologna 1 marzo, alle ore 20.30 presso la Chiesa di Santa Cristina della Fondazza  (Piazzetta Morandi)  Johann Sebastian Bach: Suite n. 5 in do minore BWV 1011 eseguita e raccontata da  Mario Brunello  Bach nella lettura di Brunello: la quinta delle sei serate di Bach Suite, lunedì 1 marzo (alle 20.30) presso la Chiesa di Santa Cristina, accosterà appunto l’esecuzione della quinta Suite in do minore BWV 2011 alla personale riflessione di Mario Brunello sulla propria interpretazione dei capolavori bachiani. Nel pomeriggio dello stesso lunedì 1 marzo, Brunello tornerà a suonare, come già in passato, per i detenuti del carcere della Dozza, mettendo a disposizione la propria arte per condividere un intenso momento musicale e di dialogo; un atto di generosità e di condivisione che i detenuti hanno saputo apprezzare già in occasione del primo incontro, avvenuto tre anni fa. Nella sovrana simmetria e proporzione della suite, Bach inserisce sempre qualcosa di nuovo e unico: dall’invenzione musicale alla tecnica esecutiva, alla stessa accordatura dello strumento. Nella quinta Suite il violoncello è infatti “scordato”, ossia la sua quarta corda (la più acuta) suona un tono sotto la normale accordatura (un sol anziché un la), influendo in tal modo anche sul timbro dello strumento. Mario Brunello partirà dall’esecuzione della Suite n. 5 per raccontare la propria interpretazione bachiana, “scovando” quegli elementi fondamentali fra le note, quelle voci nascoste che ne costituiscono il mistero, e lo spazio speciale riservato alla magia dell’esecuzione. ingresso gratuito
Primo italiano, nel 1986, a vincere il Concorso “Cajkovskij” di Mosca, Mario Brunello è oggi uno dei nomi più significativi del panorama internazionale. Ospite di compagini quali la Philharmonia di Londra, l’Orchestre National de France, la Filarmonica della Scala, la London Philharmonic, è stato diretto da Gergiev, Mehta, Muti, Chailly, Ozawa, Gatti, Chung, Sinopoli. Nel 1994 Brunello fonda l’Orchestra d’Archi Italiana, con la quale anima un’intensa attività in Italia e all’estero. Bach Suite si svolge in contemporanea con la sua nuova incisione dell’integrale bachiana per Egea Records. L’ingresso al concerto, che non prevede intervallo, è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.   (mario brunello)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crux Dolorosa

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Milano fino al 5/4/2010 Corso di Porta Ticinese, 95 Museo Diocesano Un crocifisso del Trecento lucchese Un capolavoro dell’arte gotica italiana arricchirà, per tutto il periodo quaresimale, l’offerta culturale del Museo Diocesano di Milano con l’evento CRUX DOLOROSA. Un crocifisso del Trecento lucchese.  Allo splendido manufatto gotico e’ dedicato un volume monografico edito da Allemandi & C. con i saggi critici di Luca Mor e Guido Tigler, nel quale vengono riportati anche i resoconti dell’intervento di restauro. Il libro, completato da un ricco apparato iconografico di repertorio sui crocifissi di area lucchese tra 1250 e 1350, verrà presentato al Museo Diocesano di Milano, giovedi’ 25 febbraio alle ore 17.00, da Paolo Biscottini, Carlo Bertelli, Mons. Franco Giulio Brambilla insieme con gli autori del volume, in occasione di una tavola rotonda aperta al pubblico. Il Crocifisso di autore anonimo costituisce un ritrovamento critico di primo piano nel panorama della plastica monumentale in legno di età gotica della Toscana occidentale, in particolare di quello che fu l’antico territorio della Lucchesia storica, come pure piu’ a Sud verso l’Appennino umbro. Annoverabile al piu’ tardi entro il secondo quarto del Trecento, questo simulacro evidenzia la tipologia stilistica, la cui variante piu’ prossima si ritrova soltanto nel cosiddetto Maestro del Crocefisso di Camaiore.  Catalogo: Edizioni Allemandi & C. (crux)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cima da Conegliano: Poeta del paesaggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Conegliano Veneto (TV) fino al 2/6/2010 via XX settembre, 132, Palazzo Sarcinelli a cura di Giovanni C.F. Villa  A quasi cinquant’anni dall’esposizione curata da Luigi Menegazzi e allestita da Carlo Scarpa nel Palazzo dei Trecento di Treviso e a oltre un quarto di secolo dalla fondamentale monografia di Peter Humfrey, l’amatissima città natale propone una mostra su Giovanni Battista Cima (Conegliano, 1459/1460 – 1517/1518) maestro che, nel pur breve arco di carriera, per un ventennio e’ stato ai vertici della pittura sacra in laguna. Le prime due sale del percorso espositivo consentiranno di irrompere nel paesaggio veneto del Quattrocento, una delle chiavi di lettura privilegiate dell’opera del coneglianese. Si scoprirà cosi’ come Cima sia stato il primo artista che ha lasciato l’utopia del paesaggio ideale per restituire invece, in scenari incantati, una resa topografica e concreta dei colli trevigiani, di Conegliano e delle sue terre. Da qui, il percorso seguirà cronologicamente la storia artistica di Cima. Ogni sala sarà cosi’ caratterizzata da una focale centrale, un altare che presenterà la pala di riferimento di ogni stagione della sua pittura. Di grande importanza saranno i cassoni ricostruiti grazie a recuperi eccezionali, come il Teseo alla corte di Minosse finalmente rintracciato in una collezione svizzera che verrà posto accanto al Teseo e il Minotauro della Pinacoteca di Brera, mentre il Bacco e Arianna del Museo Poldi Pezzoli di Milano si ricongiungerà con il Sileno e Satiro del Museum of Art di Philadelphia. Catalogo Marsilio editori. http://www.cimaconegliano.it (Conegliano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Confessioni a Rebibbia”

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Roma 3 marzo alle 16,30 alla Casa Circondariale Rebibbia Nuovo Complesso, col patrocinio del Municipio V e dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma Borghetto Prenestino all’inferno: senza ritorno  Evento organizzato  dalla Casa Circondariale Rebibbia Nuovo Complesso  per la regia di Marcello Cotugno Lo spettacolo, che ha già riscosso grande successo al Teatro Belli di Roma, con repliche tutte esaurite, sarà rappresentato in un evento unico il Il carcere è il luogo da cui parte la storia, ispirata a una vicenda reale, che vede protagonista un giovane outsider della criminalità romana. Egli rifiuta la società dei colletti bianchi, della “quieta disperazione” borghese e allo stesso tempo non riesce a far parte dei nomi importanti della mala: è un criminale di seconda fascia che vede scorrere davanti ai suoi occhi anni irrequieti, pieni di malessere e di sangue, in contesti che genericamente vengono definiti pasoliniani. L’idea della messinscena nasce dalla tradizione del “cunto” siciliano calibrando musiche e parole, con una narrazione in prima persona. La performance di Alfredo Angelici si struttura attorno al momento musicale realizzato dallo stesso Danilo Pennone, sulla scena sia nei panni del personaggio Cric sia come musicista (chitarra e mandolino) nonché autore delle musiche insieme al cantautore romano Marco Turriziani (voce e chitarra anche lui interprete nel ruolo del Molisano) e a Salvatore Zambataro (quest’ultimo, nella veste di Capellino, al clarinetto e alla fisarmonica). Uno spettacolo che racconta l’esperienza del carcere, da dove ha inizio la storia, per tornare come coronamento nel luogo da cui essa ha avuto origine. “Il fine delle pene non è di tormentare e di affliggere” scrive Cesare Beccaria nel suo Dei Delitti e Delle Pene, e l’intento è proprio quello di sottolineare che la detenzione per quest’uomo ha significato un vero percorso riabilitativo più che una dolorosa punizione. Una storia che non lascia indifferenti e che si risolve in un punto interrogativo che scuote la coscienza di ognuno di noi: tra i giovani delle nostre periferie quanti Natalino stanno preparando il loro sterile viaggio nell’imbuto del male? Questo spettacolo aiuta a capire, forse, perché alcuni si perdono e altri si salvano. (spettacolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Federico Morgante: Omaggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Roma fino al 13/3/2010 via Margutta, 103 Galleria Vittoria A cura di Tiziana Todi Federico Morgante nasce con il culto del -mestiere- e della sperimentazione, il viscerale legame con la città, il mito dell’antico, dominato da un tonalismo caldo.  Rimane legato per amicizia e relazioni umane agli altri artisti che tra le due guerre maturano un nuovo linguaggio realista, andando anch’egli alla ricerca nell’arte alla funzionalità istituzionale. Il ritorno dell’idea italiana, rappresenta l’individuazione di un nucleo della poetica che concorre ad abbellire con ritmo e colori.  Egli si cimenta nel nuovo tema d’intervento pittorico a dimensione murale realizzando affreschi e decorazioni, cogliendo gli aspetti piu’ immediati ed emotivamente carichi della realtà senza alcuna pretesa di elaborare concetti estetici rigorosi. Una figurazione dai modi espressionistici di acceso cromatismo, che realizza con una pittura tonale basata sul contrasto di luce e colore. (morgante)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ursula Mayer

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Roma fino al 31/3/2010 via Sforza Cesarini, 43a-44 (Palazzo Sforza Cesarini) Last Hours of Ancient Sunlight A distanza di tre anni dalla sua prima apparizione in Italia negli spazi di Monitor nel 2007, la galleria e’ ora lieta di presentare la seconda personale di Ursula Mayer.  La piu’ recente ricerca filmica della Mayer decostruisce letteralmente gli elementi della narrazione cinematografica: i numerosi flashback che interrompono i suoi film rivelano la natura a-narrativa dei lavori, mettendo in discussione la convenzione cinematografica di una linearità temporale. Nella sua ultima doppia installazione 16mm dall’ affascinante titolo Last Hours of Ancient Sunlight un bassorilievo di età classica raffigurante il mito di Medea rappresenta per un gruppo di attori il punto di partenza di una performance che traspone l’immobilità archetipa del fregio nel gioco di un antico rituale con richiami che vanno dall’avanguardia alla danza contemporanea.  La mostra di Ursula Mayer e’ accompagnata da un testo di Mike Sperlinger. (ursula)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Mam-bop” e orchestra Jazz siciliana

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Palermo 27 Febbraio, alle 21.30 Complesso Monumentale S. Maria dello Spasimo alla Kalsa, Via dello Spasimo, 15  Ultimi due appuntamenti con il “Mam-bop” unico e irripetibile dell’ Orchestra Jazz Siciliana, che ha visto, per tutto il mese di febbraio, il sold out al Ridotto dello Spasimo. Il Mambo e le incursioni Bebop concluderanno dunque questo ricco mese e già si prospettano per i mesi di marzo e aprile calendari fitti di importanti nomi della musica jazz siciliana. Direttore del concerto sarà il maestro Antonino Pedone. Il grande ensemble sarà il seguente: alle trombe Domenico Riina, Silvestro Barbara, Faro Riina, Pietro Pedone e Vito Giordano. Ai tromboni Salvatore Pizzurro, Salvatore Pizzo, Salvatore Nania e Valerio Barrale. Ai sassofoni Orazio Maugeri, Gaetano Agrò, Francesco Marchese, Gaspare Palazzolo e Ninfa Collura. Per la sezione ritmica Sergio Cammalleri, Sergio Munafò, Riccardo Randisi, Giuseppe Costa e Giampaolo Terranova.
Fondata da Ignazio Garsia nei primi anni ‘70 con il nome di Brass Group Big Band, l’Orchestra Jazz Siciliana ha svolto una intensa e continuativa attività concertistica sotto la guida di alcuni dei più prestigiosi direttori d’orchestra dei mondo. Nel 1990 l’O.J.S. è stata il cardine della «Rassegna Internazionale della Soul Music» di Palermo e nel 1991 ha eseguito, in prima europea, «Epitaph» di Charles Mingus, sotto la direzione di Gunther Schuller. Mentre, per l’esecuzione di pagine del repertorio contemporaneo, l’O.J.S ha partecipato nel ‘94 alla rassegna Suoni del Novecento promossa dall’E. A. Teatro Massimo di Palermo e nello stesso anno, diretto da Clark Terry, l’ensemble ha inaugurato la Stagione Concertistica Estiva con un concerto dedicato a Duke Ellington nel ventennale della scomparsa. Nel febbraio 1996, su invito della Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana, l’OJS ha inaugurato la rassegna “La Musica Colta Afroamericana”, con la prima esecuzione mondiale dal vivo della trascrizione della suite «Porgy And Bess» di George Gershwin/Gil Evans, diretta da Gunther Schuller, solista Paolo Fresu. Giuseppe Costa, Vito Giordano, Antonino Pedone, Pietro Pedone, Fabio Riina, Domenico Riina, Salvatore Pizzo e Salvatore Pizzurro da oltre 20 anni garantiscono un sound orchestrale caratterizzato da una propria e riconoscibile cifra sonora. Antonino Pedone, clarinettista, sassofonista, compositore e arrangiatore, consegue il diploma di clarinetto 10/10 nel 1982, presso il Conservatorio di Palermo. E’ primo sax baritono e socio fondatore dell’ “Orchestra Jazz Siciliana” di Palermo, del gruppo “I Solisti dell’ O.J.S.” e del “ Le Nouvel Ensemble Latin Group”. http://www.thebrassgroup.ithttp://www.myspace.com/thebrassgroup (orchestra jazz siciliana)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un cervo tra le case di Beaulard

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Nonostante non si siano verificate le fortissime precipitazioni che avevano caratterizzato l’inverno 2008-2009, anche nella stagione 2009-2010 il consistente manto nevoso sta spingendo gli animali selvatici che vivono in montagna a ricercare cibo nei pressi dei centri abitati. All’inizio della settimana gli agenti del Servizio Tutela Fauna e Flora della Provincia di Torino sono intervenuti a Beaulard, frazione del Comune di Oulx, in Alta Valsusa, a seguito della segnalazione della presenza di un Cervo maschio adulto, che si aggirava tra le case del borgo ed entrava nei cortili. Il Cervo è stato recuperato, in collaborazione con il Servizio Vigilanza del Comparto Alpino CAto2. L’esemplare, dall’età apparente di circa 6 anni, si presentava in mediocri condizioni fisiche. È  stato catturato e visitato dai veterinari dell’Università di Torino. Successivamente gli agenti faunistico-venatori lo hanno trasportato in luogo idoneo, lontano da centri abitati, dove è stato liberato. (cervo)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Debra Hampton: Twenty Paces

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

New York until 3/4/2010 547 West 27th Street (2 floor) Priska C. Juschka Fine Art Priska C. Juschka Fine Art is pleased to present Twenty Paces, Debra Hampton’s third solo exhibition at the gallery. With reference to the practice of pistol dueling, and the distance at which craftsmen once tested the impregnability of bodily armor, Twenty Paces reflects on identity formation-the protective guard and the multiple layers of gender-based persona, shaped by social perception amid a disparaging world of distress, desire and consumption.  Hampton guides us into a universe, inhabited by seemingly fragmentized, luxurious creatures, using magazine cut-outs to collage complexly woven female figures created equally by mechanical and organic elements such as car parts, weapons, jewelry and human anatomy over an initially automatic abstract ink drawing, an amalgam of drips and splashes, to develop intricate compositions, miraculously assembling in front of the viewer. Introducing life-size, hollow suits of armor, constructed of post-consumer waste, recycled plastic, Hampton, explores further the discourse between a charged sexualized identity and its mechanism of defense.  Hampton’s striking heroines, part goddess, part warrior, adorned with corsets and armor, hover conceptually between the historic and the utopian, captured in an ambiguous moment of creation and obliteration, ultimately portraying the fragile equilibrium of a world threatened by ecological catastrophe and economical excess at the brink of disaster.
Debra Hampton was born in Fullerton, CA and currently lives and works in New York, NY. Her work has been the subject of several solo and group exhibitions in the U.S. and abroad, including shows at the National Academy Museum & School of Fine Arts in New York, NY; and the Queens Museum of Art in Queens, NY. Her work belongs to several collections including the Permanent Drawing Collection at the Museum of Modern Art in New York, NY; and the Frederick R. Weisman (debra)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Restauro del ciclo di affreschi giotteschi

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Milano 5 marzo 2010, ore 16.00 Abbazia di Chiaravalle, via S. Arialdo 102, presentazione alla stampa del Restauro del ciclo di affreschi giotteschi nel tiburio dell’Abbazia di Chiaravalle Dopo anni di lavori, è stato portato a compimento il restauro del ciclo di affreschi che  decorano il tiburio dell’Abbazia cistercense di Chiaravalle, grazie ad Intesa Sanpaolo che ha  inserito questo intervento nell’alveo del progetto denominato Restituzioni, collaudato  programma di restauri di opere appartenenti al patrimonio artistico del Paese, promosso e  curato dalla Banca in collaborazione con le Soprintendenze archeologiche e storico-artistiche.  L’incontro sarà anche l’occasione per tracciare un bilancio dei vent’anni del progetto   Interveranno:  Sandrina Bandera, Soprintendente per i Beni Storico Artistici e  Etnoantropologici di Milano Giorgio Bonsanti, Università di Firenze Giovanni Bazoli, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Garantire il latte fresco laziale

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

“La Centrale del Latte di Roma (CLR) è una società partecipata: 75% Parmalat, 16% Finlatte, 7,1% Comune di Roma, 1,8%  Regione Lazio e 0,1% detenuto da altre 2 cooperative di produttori. Poiché lo statuto della CLR prevede la possibilità di azioni straordinarie ed alcune ordinarie solo se viene coinvolto l’85% del capitale azionario, appare determinante il pacchetto detenuto da Finlatte del 16%”. E’ quanto dichiara Erder Mazzocchi Consigliere Regionale del Lazio del Pdl. “A fine ottobre scorso Parmalat ha comunicato la sua offerta vincolante per l’acquisto totale della partecipazione di Finlatte o in alternativa del 51% della società. Richiesta che è stata subissata sia dagli allevatori della Cooperativa Lattepiù sia dagli azionisti di Finlatte”.Prosegue Mazzocchi: “Viene spontaneo chiedersi quali siano le reali motivazioni che hanno indotto Parmalat a presentare tale proposta. Perché Parmalat vuole liberarsi di tutti gli altri soci? Vuole forse vendere l’azienda a qualcun altro? Vuole forse localizzarla in altro luogo, magari molto lontano da Roma e sostituire il prodotto latte fresco con altri prodotti a lunga conservazione? Oppure vuole acquistare latte che non sia né romano, né laziale e nemmeno italiano, lasciando libera un’area di quasi 20 ettari all’interno del raccordo anulare con possibilità di speculazioni edilizie?” Conclude Mazzocchi: “La Regione Lazio non può assolutamente permettersi di perdere un’azienda così importante come la Centrale del Latte di Roma. Ritengo pertanto lodevole la scelta di Finlatte di rifiutare l’offerta di oltre 23 milioni di euro, per di più in un momento economico così difficile, per volere continuare a garantire ai consumatori della nostra Regione il miglior latte fresco del Lazio”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Modulo Jean Monnet”

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Camerino, Inizierà il prossimo lunedì 1 marzo la terza edizione del Modulo Jean Monnet dal titolo “Diritto dell’informatica nell’Unione Europea dopo Lisbona – Globalisation and the community approach for an information society. Current general legal framework” (Globalizzazione e approccio comunitario alla Società dell’informazione. Il quadro normativo vigente), che vanta anche il Patrocinio della Commissione Europea – Education, Audiovisual & Culture Executive Agency – Lifelong Learning Programme.  Il corso, che sarà tenuto dell’Avv. Sandro Di Minco, tenderà a sviluppare il filone di studio e di formazione già avviato nel corso della precedente esperienza.  Dal 2001 al 2007, infatti, l’Università di Camerino è stata sede del primo Modulo J. Monnet in Diritto Comunitario dell’informatica e delle nuove tecnologie, distintosi per la sua originalità sin dalla sua istituzione e risultando, inoltre, uno dei soli due “Moduli Jean Monnet” in tutta Europa dedicati al tema della normativa comunitaria in materia di ICT.   Analogamente a quanto avvenuto nei precedenti anni accademici, il modulo proporrà nel corso dell’anno ulteriori seminari di approfondimento, che avranno ad oggetto tematiche specifiche con l’intervento di studiosi ed esperti di livello nazionale e internazionale per i quali saranno assegnati specifici crediti formativi universitari coerentemente con la normativa d’Ateneo vigente.  Le lezioni si terranno presso il Polo informatico di Camerino ogni lunedì dalle 15 alle 18 e sarà garantita la videoconferenza con la sede di Ascoli.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Follia Santità Potere Povertà

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Milano 5 marzo ore 17.30  Terrazza Martini  Piazza Diaz, 7 – 15° piano Liliana Cavani incontra il pubblico in occasione di una retrospettiva dedicata alla sua opera, intitolata  “Follia Santità Potere Povertà”, che si terrà presso il Cinema Gnomo dal 3 al 7 marzo 2010. Raccontando della sua esperienza di cineasta spesso scomoda, ma sempre attenta alle mutazioni della società contemporanea, la Cavani fa emergere il cuore della sua cinematografia, che parte da un’esigenza intima e che diventa di volta in volta, storia, narrazione, impegno etico, riflessione politica e religiosa, soprattutto nel momento in cui lascia le sue conclusioni aperte a dubbi e interrogativi. Presenta l’evento l’Assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory accompagnato da Fabio Francione, curatore della rassegna cinematografica.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lotta alla camorra

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Teverola 27 febbraio alle ore 10.30 nell’aula consiliare del comune:“I traguardi della magistratura e l’impegno della società civile”. Il tema dell’incontro pubblico, sarà affrontato alla presenza dei magistrati Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema corte di cassazione, e Raffaello Magi, l’estensore della sentenza Spartacus (il più grande processo che si sia mai svolto contro il clan dei Casalesi). All’evento, organizzato dalla Pro Loco Teverola città e dal Comitato Provinciale  Unicef  di Caserta, in collaborazione con Libera Caserta e Comitato Don Peppe Diana, in vista della giornata nazionale della memoria e dell’impegno che si svolgerà a Milano il prossimo 20 marzo, prenderà parte anche don Luigi Merola, prete impegnato da anni sul fronte anticamorra. L’evento sarà anche l’occasione per presentare il bando di selezione pubblica indetto per la costituzione della cooperativa sociale “Terre di Don Diana” che nascerà sui beni confiscati alla criminalità organizzata nei comuni di Teano, Carinola, Pignataro Maggiore, Castel  Volturno, Cancello e Arnone. Le modalità di partecipazione al progetto di economia sociale che intende trasformare “Gomorra” in terre di amore e solidarietà, saranno illustrate da Valerio Taglione coordinatore di Libera Caserta

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un folletto in cucina

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Roma 27 febbraio ore 17.00 La Feltrinelli viale Libia, 186  Ricette per ogni occasione e per ridare sapore alle giornate che verranno spiegate da Marilina Ricciardi, illustratrice de “Un folletto in cucina” (Paoline). È lui, infatti, lo chef d’eccezione, sempre alle prese con nuove ricette e sapori. In quest’ultimo libro di Fulvia Degl’Innocenti ci sono tutti gli ingredienti per una favola dal sapore deciso e appassionante pensata per i bambini dai 4 ai 7 anni, ma anche per genitori, insegnanti ed educatori. Infatti il protagonista della storia, un folletto, mette a punto una ricetta anche per aiutare i genitori quando i figli sono un po’ musoni, con lo sguardo basso, le braccia strette al petto e la bocca corrucciata: i sorrisini assortiti, una specie di caramelle, che una volta sciolte in bocca, fanno sorridere. La nostra storia incomincia quando il folletto trovatosi a corto di idee, va per una settimana nella cucina della mamma del piccolo Valentino a sbirciare, copiare, curiosare. Lì incontra i problemi delle famiglie, delle relazioni tra fratelli, della quotidianità e, così, prima di andar via lascia un piccolo tesoro: un vasetto d’affetto. Come ha spiegato la stessa autrice Fulvia Degl’Innocenti: «Gli ingredienti di questo vasetto sono il bene che viene dal cuore e che si soffia; i bacini, tanti, che si schioccano; e poi, una pioggia di brillantini. Ma attenzione a non confondere gli affetti! Per questo ogni vasetto deve avere la sua etichetta». Una storia semplice che vuole far riflettere sul valore degli affetti «perché a dar sapore alle relazioni è l’intensità, la capacità di esprimere i sentimenti, i riti e i nomignoli che ci inventiamo per le persone care. E, non ultimo, la fantasia e la creatività nel ridirci ogni giorno: ti voglio bene, a qualsiasi età. Forse, oggi, manca proprio questo». Il libro, come tutti quelli di questa serie destinata ai più piccoli, prevede un’illustrazione per ogni pagina.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tagli editoria

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Approvato alla Camera il Dl Milleproroghe, con cui vengono tagliati del 60% i fondi per l’editoria destinati ai giornali dei consumatori. Per Adoc e Adiconsum una vergogna bipartisan: il Parlamento ha voltato le spalle ai consumatori, per metterli a tacere. “Il taglio ai contributi per l’editoria destinati ai giornali dei consumatori è una vergogna bipartisan – dichiarano i Presidenti di Adoc e Adiconsum – il Parlamento ha nuovamente voltato le spalle ai consumatori. Dopo aver eliminato i fondi derivanti dalle multe inflitte dall’Antitrust, che la legge destinava alle Associazioni dei consumatori, impedendoci così di attuare azioni di denuncia e monitoraggio delle imprese, necessarie per l’equilibrio del mercato, con l’approvazione di oggi del Dl Milleproroghe assistiamo ad un ulteriore taglio dei contributi. Il taglio dei fondi del 60% per l’editoria dei consumatori impedirà di proseguire nell’azione di informazione e di denuncia, azione importante, che evidentemente ai partiti non piaceva, ma che certamente piaceva ai consumatori, sempre più soli ed emarginati dallo stesso Parlamento”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chi porta i pantaloni in vacanza?

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Una ricerca di Hotels.com svela chi decide in vacanza. I partner italiani, insieme a quelli dei Paesi nordici, sono tra i più collaborativi d’Europa. E il conto?  In tutti i Paesi si divide equamente. L’unica eccezione sono le coppie svedesi,  in cui sono sempre gli uomini a pagare guadagnandosi il soprannome di “cavalieri” d’Europa Ecco perché quando la coppia è in crisi un bel viaggio potrebbe rinsaldare il rapporto e rinvigorire l’amore: quando si tratta di vacanze, moglie e marito, non litigano mai e quasi tutte le decisioni si prendono di comune accordo…anche se le eccezioni non mancano.  Questo è quanto emerge da una ricerca di Hotels.com, sito leader nella prenotazione di hotel online, sulle dinamiche delle coppie europee quando si tratta di vacanze.  Per quanto riguarda la scelta della meta, in Europa sono molte le coppie che decidono insieme (solo le donne francesi non lasciano scampo ai loro compagni), e la scelta non è quasi mai motivo di litigi o screzi tra i partner, solo qualche piccola eccezione per Italia e Danimarca.  Le donne europee sono invece generalmente più combattive, soprattutto le irlandesi, nella scelta dei ristoranti in cui cenare o dei locali dove passare la serata. Solo le italiane e le norvegesi concedono con più facilità ai propri partner di intervenire nella scelta. E quando si tratta di pagare spese e conto al ristorante? Quasi tutti gli intervistati sono d’accordo: si divide equamente! L’unica eccezione sono gli svedesi, che non permettono quasi mai alle compagne di pagare i pasti, guadagnandosi il soprannome di “cavalieri d’Europa”. Per quanto riguarda le spese generali del viaggio, invece, nelle coppie tedesche e italiane, nei casi in cui non si divida equamente con le compagne, l’oneroso compito tocca spesso agli uomini.
Hotels.com è una società del Gruppo Expedia attiva con uno staff dedicato nei principali mercati mondiali. Azienda leader nella sistemazione in hotel in tutto il mondo, Hotels.com offre ai suoi clienti una delle più vaste scelte disponibili on-line, consentendo di prenotare hotel indipendenti, catene alberghiere e sistemazioni in appartamento in più di 110.000 strutture in tutto il mondo. Hotels.com LP è una società del gruppo Expedia, Inc. (NASDAQ: EXPE). CST: 2059975-40.  La sede di Hotels.com LP si trova al 10440 North Central Expressway, Suite 400, Dallas, Texas 75231.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Analgesia epidurale in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

La moderna analgesia epidurale, che consente un parto senza dolore, mantenendo allo stesso tempo la sensibilità e la capacità di muoversi della donna durante il travaglio, secondo alcune stime, è offerta solo dal 16% delle strutture ospedaliere pubbliche e convenzionate italiane. Eppure nelle strutture che offrono questo servizio, in modo gratuito e continuativo, in media il 90% delle partorienti ne fa richiesta. Un parto senza dolore è un diritto, sancito nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), ma di fatto la sua attuazione varia da regione a regione. Tra le più virtuose ci sono la Lombardia, il Veneto e l’Emilia Romagna. La Lombardia, per esempio, stanzia 5 milioni di euro all’anno distribuiti a tutti i punti nascita mediante integrazione del DRG del parto vaginale al fine di promuovere l’analgesia in travaglio, aumentandone di fatto le richieste dall’8% del 2005 al 16% del 2007. Il Veneto, con un meccanismo distributivo analogo, solo nello scorso anno, ha stanziato fondi per 1 milione di euro. L’Emilia Romagna ha invece emesso delle linee guida per avere un punto nascita che offra l’analgesia epidurale in ogni Provincia. A fare il punto sul fronte legislativo è stato il professor Guido Fanelli, Coordinatore della Commissione Ministeriale sulla terapia del dolore e cure palliative: “Esiste un Decreto del Consiglio dei Ministri che, inserendolo nei LEA, sancisce il diritto delle donne al parto in analgesia epidurale. Tale decreto – aggiunge Fanelli – da un lato va nella direzione di riallineare l’Italia agli altri Paesi europei nella gestione del dolore delle donne partorienti; dall’altro lato si propone di riportare il nostro Paese all’interno del corretto standard di ricorso al parto con taglio cesareo.”
La tecnica PIEB (Programmed Intermittent Epidural Boluses – Somministrazione a boli intermittenti programmati) prevede la somministrazione a intervalli regolari di piccole dosi di analgesico, così da produrre un livello di anestesia stabile e continuo, prevenendo l’insorgenza di dolore. A questa tecnica viene associata oggi la PCEA (Analgesia Epidurale Controllata dalla Partoriente) che permette alla donna stessa di calibrare il livello di analgesico necessario, in base alle sue esigenze, ovviamente in tutta sicurezza.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »