Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Elezioni regionali: proposta Pannella

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2010

Dichiarazione di Marco Pannella: Riteniamo gli inflazionati appelli al preteso valore della “condivisione”, un errore o un riflesso proprio di un Regime partitocratico, in cui il potere, come tale e come pre-potere, è fondato. Il regime partitocratico italiano è appunto la condivisione strutturale in luogo del grande, drammatico e fecondo dialogo democratico. Ciò premesso il valore che va perseguito è quello della ragionevolezza e della serietà; qui è possibile auspicabile il condividere anziché il dividerci. L’attuale drammatica situazione istituzionale e politica può per l’attualità risolversi con un ragionevole richiamo e riallineamento a quel che accade nelle democrazie più classiche e più mature. In Inghilterra le  candidature, di forze maggioritarie o minoritarie che siano, non hanno bisogno né di firme né di cauzioni. Queste ultime vengono usate per responsabile prudenza democratica nei confronti di candidature che appaino estemporanee, prive di evidenti connotati di serietà, di radicamento storico nella vita del paese. A questo punto occorre verificare subito se un adeguamento alle tradizioni democratiche, facendola finita con le infinite metastasi del tumore di Regime, con un provvedimento di sanatoria per tutte le liste di forze di indiscusso connotato,  anche istituzionale, per tutte le esclusioni correttamente deliberate in base alle astruse norme vigenti, potrebbe essere ragionevole, libero, chiaro e democratico; a condizione che nel contempo acquisti il carattere di una riforma relativa, coerente e definitiva. Naturalmente per far questo sarebbe assolutamente indispensabile un rinvio delle elezioni che salvaguardasse cinque o sei settimane di ristabilimento di un po’ d’ordine nella pubblica opinione e poi quattro intere e vere settimane di campagna “elettorale”. Tutto questo non può invece assolutamente essere fatto con un ennesimo decreto di valore meramente sfascista e incostituzionale. Abbiamo, malgrado tutto, la speranza che le forze parlamentari di questo “basso impero” italiano possano accogliere il suggerimento naturalmente civile, nonviolento, ragionevole che loro proponiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: