Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Archive for 14 marzo 2010

Stazione Tiburtina: ordigno bellico disinnescato

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Roma 14/3/2010 «Esprimo grande soddisfazione per il lavoro svolto dal VI Reggimento Genio Pionieri che ha disinnescato questa mattina e senza problemi, l’ordigno bellico ritrovato nei pressi della nuova stazione Tiburtina. La mia gratitudine va anche agli agenti della Polizia Municipale, presenti fin dalle prime ore del giorno sul territorio, e ai 200 volontari della Protezione civile che hanno garantito ai cittadini sfollati per l’emergenza la loro totale assistenza, organizzando un vero e proprio villaggio all’interno del parco della caserma Gandin. Un sincero ringraziamento va ai 4000 romani che, dovendo affrontare il disagio di dover lasciare le proprie abitazioni, hanno dato prova di grande responsabilità e maturità». È quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Che c’è di nuovo?

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Lugano fino al 30/5/2010 via Canova, 10 Museo Cantonale d’Arte Uno sguardo sulla scena artistica emergente in Ticino Giunta alla terza edizione, la rassegna triennale “Che c’e’ di nuovo?” è diventata ormai un appuntamento imprescindibile per tutti coloro che vogliono conoscere quanto viene prodotto nell’ambito della scena artistica emergente ticinese.  L’esposizione, che presenta le opere di 15 artisti con meno di 40 anni, oltre ad offrire al pubblico ticinese una variegata panoramica della produzione artistica delle generazioni piu’ giovani, si propone anche di favorire una miglior integrazione della realtà artistica locale nel contesto nazionale.  Curata da Elio Schenini, la mostra propone ai visitatori uno sguardo stimolante sulla produzione artistica piu’ recente e su una varietà di linguaggi e tecniche che comprendono pittura, fotografia, scultura, video, installazioni. realizzare i propri progetti, sarà una giuria composta da esperti provenienti dal resto della Svizzera e dall’Italia.  Gli artisti presenti in mostra sono:  Sibilla Altepost , Oppy De Bernardo , Umberto De Martino , Daniela Droz,  Andreas Gysin, e Sidi Vanetti , Aglaia Haritz,  Martina Jacoma,  Daniel Kemeny , Piritta Martikainen,  Eleonora Meier,  Gianluca Monnier e Andre’e Julikà Tavares , Valentina Pini,  Samoa Re’my,  Pascal Schwaighofer,  Una Szeemann e Bohdan Stehlik (Immagine: Sibilla Altepost)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra Diego Perrone

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Catania fino al 30/4/2010 via Gramignani, 93 Fondazione Brodbeck Una mucca senza faccia rotola nel cuore. Progetto Fortino 1 a cura di Giovanni Iovane e Helmut Friedel  In circa dieci anni di carriera, Diego Perrone (1970) e’ stato protagonista di esposizioni di grande rilievo internazionale. “L’artista sovrappone le immagini di persone, luoghi, animali e cose per trarne (per far apparire) relazioni ed aspetti sorprendenti ed originali. Questo processo di estrazione, apparentemente surrealista, e’ invece il risultato di un rigoroso e costante processo di alterazione che possiede caratteri concettuali e, insieme, sentimentali”.  (Foto: Diego Perrone, large image D.P., 2006, courtesy Onestar Press, Paris )

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Masbedo: Schegge d’incanto

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Verbania (Pallanza) fino al 23/5/2010 Corso Zanitello 8,  CRAA – Centro Ricerca Arte Attuale, Villa Giulia a cura di Andrea Busto. “La mostra personale, propone una serie di lavori fotografici, scultorei, installativi e video scelti in modo tale da offrire una panoramica completa e inedita del ventaglio di tematiche espressive che caratterizzano la poetica dei Masbedo, in una sorta di primo resoconto storico della loro attività svolta finora.  Il titolo dell’evento, direttamente desunto dall’opera Schegge d’incanto in fondo al dubbio (2009), video-installazione che ha riscosso il parere favorevole della critica all’interno del Padiglione Italia alla 53ª Biennale di Venezia, intende essere onnicomprensivo delle tematiche riguardanti le opere presentate.  I Masbedo con un linguaggio a volte espressionista, a volte piu’ delicato e intimista, inquadrano rappresentazioni e sentimenti fondanti dell’esperienza umana come l’amore, la sofferenza, le tensioni contraddittorie delle proprie aspirazioni, in una commistione di video-installazione, letteratura, recitazione e vita reale: gli stati mentali che caratterizzano i personaggi delle complesse opere si esprimono nei termini della solitudine, della mancanza di comunicazione, del crollo delle percezioni sensoriali, dell’indebolimento dei desideri, della dissoluzione dell’essere e del cinismo come scudo contro la realtà”. (masbedo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiera di Forlì

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Forlì. Tanta curiosità e tanta ammirazione hanno destato sin dalla prima mattina i veicoli storici esposti in Fiera a Forlì ad Old Time Show, la mostra nazionale di auto e moto d’epoca che da sette anni richiama pubblico fa tutta Italia per ammirare pezzi rinomati, veicoli che hanno fatto la storia del nostro paese. La manifestazione si è aperta alla presenza del Ministro dei Trasporti onorevole Altero Matteoli, e dei dirigenti della Fiera di Forlì, in primis il Presidente Giorgio Lombardi, i vertici dell’ASI (guidati dal Presidente Roberto Loi), e da Stefano Agazzi, Museo Storico Alfa Romeo). A Forlì  si può ammirare l’Alfetta, ossia l’Alfa 159 di Fangio; al suo fianco la mitica Alfa 33 con cui Arturo Merzario nel 1975 conquistò il campionato mondiale Marche. Debuttante con un’Alfa Giulietta agli inizi degli Anni Sessanta, il pilota comasco a lungo collaborò con la casa di Arese, ma i suoi migliori risultati in Formula Uno (dove debuttò nel 1972) sono legati a motori Ferrari e Ford-Williams.  Nei padiglioni della Fiera, per oltre ventimila metri quadri coperti, si alternano tanti modelli della casa, concesse dai privati collezionisti e dal Registro Italiano Alfa Romeo e dal Museo Storico.  A ricordare le origini della casa del biscione, a Forlì c’è una Darracq del 1904, la casa francese che nel suo stabilimento alla periferia di Milano, assemblava modelli in produzione in Francia. In un momento in cui la casa francese non godeva di particolare fortuna, fu un gruppo di imprenditori milanesi a rilevare la proprietà dell’azienda del Portello (questo il suo nome, dal quartiere in cui aveva sede lo stabilimento): era il giugno del 1910 e nacque la Anonima Lombarda Fabbrica Automobili, che divenne poi Alfa Romeo, grazie all’ingresso, nella proprietà dell’ingegner Nicola Romeo. Nel corso degli anni la produzione fu caratterizzata da diversi stili e linee, come la RL, di cui a Forlì è esposta una Super Sport Castagna, dei primi Anni Venti: un motore RL Super Sport, con lubrificazione a carter secco, che monta una carrozzeria Castagna. Opera di Giuseppe Merosi, ingegnere capo dell’Alfa, la RL fu una prestigiosa famiglia di vetture da competizione, declinata in seguito in sette varianti ognuna più rapida e potente delle precedenti; del modello SS ne furono realizzati solo 300 esemplari.(gio)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggiatori sedentari

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Brescia 17 aprile 2010 alle ore 17:30 Viale Bornata- Borgo Pietro Wuhrer, 43 presso il nuovo spazio Entroterra si inaugura la collettiva dal titolo “Viaggiatori sedentari”. La mostra nasce dall’idea di alcune conversazioni e riflessioni fatte da Giuliana Mazzola con gli artisti, sul concetto di viaggio artistico, inteso come metafora del viaggio interiore, che porta poi l’artista a materializzare e realizzare  un’opera.  Un viaggio quindi che tenta di unire gli artisti di Entroterra in un unico filone poetico, in cui la differenza di itinerario, la scelta di mezzi di trasporto, le partenze e gli arrivi portano tutti ad un unico approdo: la contemporaneità figurativa e le sue mille sfaccettature. Così il viaggiatore diventa “sedentario”, un ossimoro, ma che ben identifica il compito dell’artista, quello di osservare il mondo attorno  a sé, di coglierne l’essenza e le sue peculiarità, per poi isolarsi nel suo mondo e realizzare col suo medium una interpretazione e una sintesi del vivere quotidiano. Da una parte il viaggio diventa un movimento interiormente, in cui il l’artista si mette in cammino su rotte meno  battute e comode, con la libertà di programmi e di percorsi per scoprire e capire la civiltà in cui ci troviamo. Dall’altra parte il viaggio è sedentario, la riflessione prende forma, e il l’artista – viandante si sofferma per riplasmare la realtà attraverso la sua immaginazione, attraverso la composizione o riplasmandola per noi spettatori che ci prendiamo il tempo di soffermarci a guardare una mostra e a confrontarci con i quadri e le sculture a noi contemporanei. La mostra prevede la presenza sia di pittori (la coloratissima tempera di Manzella, l’interpretazione mistica e vitale di Santoddì, il ritorno all’ordine di De Gregorio contrapposto all’acrilico in continuo movimento di Sambiasi, le sovrapposizioni iconiche di Gnocchi, la natura riposante di Achilli e le potenti figure di Calli) che scultori (terrecotte ironiche quelle di Tirelli, più umanamente dolorose quelle di Biondani, mani forti e contratte per la Mutinelli) ed anche una bravissima disegnatrice (la Iotti, vincitrice del premio Faber Castel per l’uso straordinario delle matite colorate): tutti all’insegna della nuova figurazione contemporanea. (cristina, marco, andrea)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paul Sandby RA

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

London until 13/6/2010 Burlington House Piccadilly, Royal Academy of Arts Picturing Britain, A Bicentenary Exhibition This exhibition features over 80 works by the artist regarded as the -father of English watercolour’, Paul Sandby RA (1731-1809). It marks the bicentenary of the artist’s death and celebrates one of the Royal Academy of Arts’ Foundation Members.  Paul Sandby was celebrated in his day. The innovations and subject-matter that he introduced into the practice of watercolour painting in Britain had a profound influence on artists of successive generations, including Thomas Girtin and J.M.W. Turner RA. However, from the mid-nineteenth century, Sandby’s work slipped into obscurity. This exhibition aims to redress Sandby’s position in the history of British art.  It highlights the range and variety of Sandby’s techniques and subject matter: from his exquisite watercolour depictions of the British countryside from Surrey to Scotland by way of Wales, to his print series of street vendors which capture everyday life in eighteenth-century London with Hogarthian wit. Sandby portrayed scenes throughout Britain, helping to give visual form to the idea of the United Kingdom as a nation state.  Through his extensive tours, initially as a military draughtsman and later as a professional artist, Sandby pioneered landscape painting. He sought new sites and portrayed familiar ones with a fresh eye. His art is unrivalled among that of his contemporaries for its remarkable range of rural, urban, modern and historical subject matter. His work captures the diverse nature of the landscape of his day and provides an important record of a country experiencing rapid social, economic and political change.  This exhibition was organised by Nottingham City Museums and Galleries in association with Royal Academy of Arts, London  (Image: Paul Sandby, Roche Abbey, Yorkshire, c.1770s)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lignano capitale internazionale della danza

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Lignano   (Udine – Friuli Venezia Giulia) Accelerare l’attivazione dei licei musicali e coreutici in Italia per trasformare una passione come la danza in una vera e propria materia di studio, a portata di tutti. E’ questa la richiesta degli oltre quattromila atleti partecipanti alla 28.a edizione del Trofeo internazionale di danza sportiva che si concluderà domani a Lignano (Udine). Un appello lanciato dai ballerini italiani presenti a Lignano (Udine), per la maggior parte giovani under 20 al ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Mariastella Gelmini, che ha previsto, nella riforma dell’Istruzione in Italia, così come accade da tempo in molti altri Paesi europei, l’attivazione dei licei musicali e coreutici, istituti scolastici che offrono agli studenti la possibilità di inserire, all’interno del programma scolastico, materie artistiche, come la musica e la danza. Si tratta di scuole secondarie di secondo grado nate con la riforma Gelmini, che entrerà a pieno regime nell’anno scolastico 2013.Gli oltre 4.000 atleti presenti a Lignano Sabbiadoro in questi giorni, in particolare i circa duemila italiani provenienti dalle 11 Regioni hanno lanciato un appello al ministro Gelmini: “Bisogna dare immediato impulso ai licei musicali e coreutici, per noi la danza non è solo uno sport o un divertimento, è la nostra passione e vogliamo che diventi il nostro futuro”. L’obiettivo è chiaro: dare la possibilità a tutti i ragazzi di inserire materie prettamente artistiche nel proprio percorso scolastico. Passioni e sport come la danza non devono rimanere prerogativa di pochi, che possono dedicare tempo e risorse allo studio di questa disciplina nel tempo libero. http://www.tradinvest.tv/sunshine.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La dolce vita minuto per minuto”

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Roma 16 marzo alle ore 18, a Roma nell’Hotel Excelsior di Via Veneto sarà presentato il volume “La dolce vita minuto per minuto”Tutta la verità su un fenomeno falsato di Victor Ciuffa edito da Ciuffa Editore con la presentazione di Ferruccio De Bortoli. Redatto in forma di cronaca e di reportage quotidiano attraverso la descrizione minuto per minuto, notte per notte, di una serie di avvenimenti cui l’Autore ha partecipato e personaggi che ha conosciuto, questo racconto ha l’intento di spiegare i profondi motivi della nascita di un fenomeno, di una mentalità, di un costume. Sono moltissimi gli episodi e soprattutto i nomi che esso contiene, destinati a suscitare nostalgie negli anziani e curiosità nei giovani, misti a riferimenti e a dati essenziali di carattere economico, politico, sociale e sindacale, che servono per inquadrare il fenomeno di un’epoca. Quell’epoca esercita tuttora ed eserciterà sempre una forte attrazione sul pubblico europeo, americano, mondiale. La dolce vita ha rappresentato per l’Italia degli anni 50-60 quello che prima la Bella Èpoque, poi gli Anni Ruggenti rappresentarono per l’Europa di fine ‘800 e inizio ‘900: un fenomeno essenzialmente di costume, che poteva fiorire solo in un certo contesto. Quello. Insieme all’Autore, interverranno alla presentazione, tra gli altri: Angelo Rizzoli, fondatore della Rizzoli Editore e produttore cinematografico Arrigo Levi, giornalista, conduttore televisivo, consigliere della Presidenza della Repubblica Luigi Frati, rettore dell’Università La Sapienza di Roma Maurizio De Tilla, presidente dell’O.U.A.(Organismo Unitario dell’Avvocatura) Fred Bongusto, artista Sarà inoltre presente Francesca Fellini. Luca Giurato modererà l’incontro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro molisano con Renata Polverini

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

17 marzo alle ore 19 presso il ristorante “Gustosando”, in largo Caravillani 3, zona Boccea appuntamento con Renata Polverini. Sarà l’avvocato Donato Iannone, originario di Sant’Elena Sannita, vicepresidente dell’associazione “Forche Caudine”, a guidare la delegazione dei molisani a Roma per l’incontro con Renata Polverini, candidata del centrodestra per la Regione Lazio. “Come antica consuetudine, già precedentemente ai più recenti dettami normativi, la nostra associazione ha sempre promosso eventi nell’assoluto rispetto della par condicio, offrendo ai molisani di Roma delle privilegiate occasioni di incontro diretto con i protagonisti della politica – sottolinea l’avvocato Donato Iannone. “Le note vicende collegate alla presentazione delle liste elettorali nel Lazio non hanno fatto venir meno questo nostro impegno trasversale, che si concretizza con manifestazioni, nella stessa settimana, che coinvolgono sia candidati di centrodestra sia di centrosinistra”. http://www.forchecaudine.com/it/news.php?c=18&s=86&a=1801

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Divieto di selezione degli embrioni

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

“La Corte Costituzionale, con l’ordinanza n°97/2010 depositata il 12 marzo, non modifica l’art.13 della Legge 40, e pertanto permane in vigore il divieto di selezione degli embrioni”, dichiara l’Associazione Scienza & Vita. “Ogni interpretazione estensiva è forzata, in quanto l’ordinanza – prosegue Lucio Romano copresidente di Scienza & Vita – dichiara inammissibili le questioni di legittimità sollevate dal Tribunale di Milano in merito sia all’art. 6 (revoca del consenso dopo la fecondazione dell’ovocita) sia all’art. 14 (divieto di crioconservazione e soppressione degli embrioni) e rimanda alla sentenza n.151/2009 che prevedeva la produzione di oltre 3 embrioni e la crioconservazione in caso di pregiudizio della salute della donna”. “Si rilevano comunque tentativi ripetuti di svuotare la Legge 40 – conclude Lucio Romano – così da introdurre derive assistenzialistiche, antropologiche ed etiche non più in grado di assicurare i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il concepito”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Porte aperte alla chiesa di Scientology

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Roma. Un’altra domenica di porte aperte alla Chiesa di Scientology di Roma in via della Maglianella 375. Come ogni fine settimana dalla sua inaugurazione, avvenuta lo scorso 24 ottobre, la nuova sede capitolina della religione di Scientology darà il benvenuto a chiunque voglia una risposta personale e autentica alla domanda, “cos’è Scientology?”. Grazie ad oltre 95 video e 60 pannelli informativi si può avere una panoramica multimediale di questa nuova religione nel corso di domenica 14 marzo, a partire dalle ore 10.30 e fino alle ore 20. Sviluppata dal filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, di cui la confessione religiosa celebra l’anniversario della nascita sabato 13 marzo, a coronamento di 50 anni di indagine sugli aspetti spirituali dell’esistenza, Scientology vuol dire “sapere come conoscere le risposte”. Fondata su principi non dogmatici, ma sperimentabili da coloro che ne intraprendono il cammino spirituale, Scientology è un percorso di salvezza che si sviluppa tramite una sempre maggiore e accresciuta conoscenza e consapevolezza di sè stessi e della propria natura spirituale.  Nel corso della giornata si terrà un momento religioso importante per la comunità di Scientology romana. Alle ore 13.30 si svolgerà infatti il Servizio Domenicale, con la lettura del Credo della Chiesa di Scientology, seguito da un sermone, estratto dalle scritture, per concludersi con la “Preghiera per la Libertà Totale”. La cerimonia è aperta a chiunque desideri parteciparvi.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Puglia è una regione magnifica

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Dalle testimonianze di antiche civiltà, da quelle delle diverse dominazioni, dai suoi riferimenti storici e culturali, dalla plurale tipicità, persino estroversa, della sua architettura, alla sua collocazione geografica, crocevia di culture e tradizioni diverse. Anche i popoli,nelle “Puglie”, com’era chiamato una volta il tacco d’Italia, hanno origini, etnie e tradizioni diverse, ma si intersecano in un’integrazione fantastica fatta di popolare umiltà e di tradizioni rurali. Il clima, il suo mare, le sue coste, i suoi odori, la sua gente semplice e laboriosa fanno della Puglia una terra straordinaria.
La gastronomia, i prodotti tipici, l’abilità delle nostre massaie nel saper cogliere tutti sapori che il mix tra clima, sole e terra distribuisce con magica sapienza. La genuinità dei cibi pugliesi, una volta fondamentali nel nutrimento quotidiano della gente più umile, fanno dei nostri piatti tipici il simbolo di un’arte culinaria povera, ma densa di gradevolezza, tanto da porre quella pugliese, per la sua genuinità, ed i sapori, come un riferimento costante in Italia per i menù tipici della cucina mediterranea. Chi ha mai visto una distesa di alberi di ulivi secolari? Cinquecento, mille anni, e forse più, che si notano tutti nei tronchi maestosi e nelle forme che la natura nel tempo ha scolpito, come fossero maestose sculture. Quale scultore sarebbe capace di tanto? Chi ha visto le nostre aurore sul mare ed i nostri tramonti, quando il sole, rosso, sembra prima uscire dall’acqua, per poi, a fine giornata, ripiegare? Chi ha mai visto le tante masserie diffuse nelle nostre campagne, dove il tempo sembra essersi fermato, e dove si fanno le stesse cose di centinaia di anni addietro, come la produzione di latticini, dell’olio d’oliva, del vino, dei salumi, del pane? Chi conosce la primavera pugliese con i campi sparsi di margherite gialle e di papaveri rossi? Chi conosce i centri storici dei nostri paesi, molti costruiti in pietra, molti dipinti di bianco. Le strade, lastricate con la  pietra antica, ancora segnate dai solchi dei carretti di una volta, trainati dai muli e dagli asini, su cui i contadini trainavano, alla fine di una lunga e faticosa giornata, i frutti del loro quotidiano lavoro. E che dire del mare? La Puglia è la regione peninsulare con più Km. di coste. Il mare anch’esso fonte di vita, di sogni, di amori, di notti passate sulle spiagge fino all’alba, di sguardi verso l’orizzonte dove si sperdono ancora i sogni e le immagini di terre straniere.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il dolore sessuale femminile

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

E’, nel gergo tecnico, dispareunia.  E’ un “segreto” molto diffuso: ne soffre il 15% delle donne in età fertile e la percentuale sale fin quasi alla metà  in quelle in menopausa (44%). Con gravi ripercussioni sulla loro qualità di vita e sulla coppia. Tra i fattori scatenanti, quelli biologici (infezioni recidive da candida o pelviche, endometriosi, iperattività del muscolo che circonda la vagina, stipsi fin dall’infanzia), psicosessuali (paure, inibizioni educative o disturbi d’ansia), ma possono essere fonte di dolore alla penetrazione anche i preliminari frettolosi, i conflitti col partner e la scarsa compatibilità anatomica. Per far luce su questo intimo disturbo la Fondazione Graziottin e l’Associazione Italiana Vulvodinia, organizzano  a Milano il primo corso nazionale di formazione. “Si tratta di problemi frequenti – afferma la prof.ssa Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia del San Raffaele Resnati di Milano, che al dolore della donna ha dedicato la Fondazione che porta il suo nome  – ma che sono tabù per i medici: non esiste una cultura specifica per affrontare il dolore sessuale in modo rigoroso e mirato e vi è una scarsa attenzione a tutti quei disturbi “di genere” direttamente o indirettamente correlati alla sessualità femminile e che spesso le donne faticano a confessare. Trascorrono in media 6/7 anni prima di giungere a una diagnosi”. “È  necessario sviluppare tra i professionisti una nuova sensibilità – afferma il prof. Giorgio Vittori, presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) – per cogliere i “campanelli d’allarme” dall’infanzia (come la stipsi ostruttiva o i disturbi minzionali) e dall’adolescenza per intervenire precocemente. La nostra Società è fortemente impegnata nella lotta a questa sofferenza”. Ma quali sono i segnali da non sottovalutare? “La difficoltà ad inserire il tampone interno, spesso dovuta non alla scarsa dimestichezza ma ad un ipertono muscolare o a un imene troppo stretto o rigido – spiega la Graziottin -. E se la “prima volta” circa i due terzi delle ragazze sente male, nelle occasioni successive il dolore durante la penetrazione non deve più verificarsi. Anche alcuni consigli pratici possono essere d’aiuto. Come indossare biancheria intima di cotone bianco, preferire le gonne, usare protezione intima in fibre naturali, detergenti a pH 5, non profumati. In caso di vulvodinìa (la sensazione dolorosa cronica che interessa la regione vulvare), evitare esercizi fisici che comportino un eccessivo sfregamento e frizione, come la bicicletta”.  “Scopo condiviso della Fondazione e della nostra Associazione è mettere al centro della diagnosi di dolore la donna e le patologie che posso concorrere al quadro clinico – aggiunge l’altro presidente del corso, il dr. Filippo Murina Primo Referente Servizio di Patologia Vulvare dell’ Ospedale V. Buzzi e Direttore Scientifico dell’Associazione Italiana Vulvodinia -. L’impegno è molto pragmatico: fornire ai colleghi linee guida e indirizzi clinici concreti, basati su un rigoroso razionale fisiopatologico, così da aumentare il numero di medici che possano curare  questi problemi in modo definitivo, con piena soddisfazione della paziente e del professionista”. Maggiori informazioni sulle attività promosse dalla Fondazione sono reperibili nel sito http://www.fondazionegraziottin.org, dove è stato attivato anche un sondaggio sul dolore al femminile che per la prima volta in Italia raccoglierà dati certi su questo tema. (fonte Intermedia)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Guest Editor” di Eurosport

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Milano 16 marzo, a una settimana esatta dall’inizio dei Campionati Mondiali di Pattinaggio di Figura al Palavela di Torino, l’amatissima coppia di danza su ghiaccio composta da Barbara Fusar Poli e Maurizio Margaglio sarà ospite presso la redazione di Eurosport in qualità di “Guest Editor”. Barbara e Maurizio saranno responsabili della linea editoriale dell’homepage del sito Yahoo! Eurosport, presiederanno la riunione di redazione, proponendo i temi della giornata, scegliendo le notizie sportive alle quali dare maggior rilievo e firmeranno un editoriale. La pluri-premiata coppia racconterà le emozioni vissute per più di un decennio ai vertici del pattinaggio internazionale, che li ha visti aggiudicarsi l’oro ai Mondiali di Vancouver 2001, il bronzo ai Giochi di Salt Lake City 2002 e guadagnarsi il titolo di campioni d’Italia per 8 anni consecutivi dal 1995 al 2002. Barbara e Maurizio non mancheranno inoltre di ricordare la loro esperienza a Vancouver, raccontando come hanno vissuto i Giochi Olimpici per la prima volta da commentatori ai microfoni di SKY, anzichè da atleti, intervistando molti dei loro compagni ed ex rivali sul ghiaccio. Senza dimenticare, infine, di presentare le imminenti sfide al Palavela di Torino che vedranno impegnati tutti i grandi, e le speranze per gli atleti italiani in cerca di riscatto dopo Vancouver. L’appuntamento clou della giornata sarà la live chat delle 15:00, quando Barbara e Maurizio apriranno il dialogo online con tutti gli appassionati.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Funzione renale ridotta mette il cuore in pericolo

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Una ridotta funzione renale si associa a un rischio maggiore di patologie cardiovascolari. Dai dati disponibili in letteratura, comunque, non è chiaro se sia possibile utilizzare i valori di un declino dinamico del tasso stimato di filtrazione glomerulare (eGFR) per predire eventi vascolari, venendo a costituirsi così un utile biomarker di malattia aterotrombotica. Per testare l’ipotesi che una riduzione di tale parametro sia indicativo di rischio cardiovascolare in una popolazione ad alto rischio di pazienti con coronarie caratterizzate angiograficamente, è stato condotto uno studio da quattro centri, due austriaci, uno del Liechtenstein e uno di Philadelphia (Usa). È stato calcolato l’eGFR mediante l’equazione Mayo clinica quadratica all’inizio dello studio e dopo due anni in una popolazione ad alto rischio di 400 uomini sottoposti consecutivamente a coronarografia, dei quali 355 erano coronaropatici. Gli eventi vascolari sono stati registrati per 6 anni. Al termine del trial è emerso che una riduzione seriale della funzione renale dall’inizio dello studio alla visita di controllo a due anni di distanza prediceva in modo significativo gli eventi vascolari nei 4 anni successivi in modo indipendente dal valore di base dell’eGFR. Questo risultato si è mantenuto affidabile anche dopo aggiustamento per età, indice di massa corporea, ipertensione, diabete, colesterolemia-Ldl, colesterolemia-Hdl, fumo e proteina C reattiva ad alta sensibilità. Il potere predittivo della diminuzione dell’eGFR è stato confermato anche dopo ulteriore aggiustamento per la presenza di coronaropatia all’inizio del trial. Nel modello finale, una diminuzione di 10 ml/min/1,73 m2 di eGFR ha conferito in modo indipendente un aumento del 31% di rischio di eventi cardiovascolari. (doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Preti e laici, omosessualità ed eterosessualità

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Da anni siamo costretti a ribadire un concetto che è ovvio ai più ma che si cerca di renderlo ambiguo e a suscitare sentimenti di ripulsa. Ci riferiamo alla omosessualità allorché si associa alla pederastia. Questa, resta, semmai, una devianza comune sia all’omosessuale sia all’eterosessuale. Se poi trasferiamo il discorso ai preti cattolici per i quali è imposto il celibato significa che si prospetta per essi la rinuncia alla loro identità erotica in una sorta di cilicio teso ad umiliare le loro naturali passioni considerate non compatibili con la missione religiosa. Preti quindi non diversi dagli altri ma che hanno l’aggravante di considerare il sesso come atto peccaminoso. Tale imposizione è discutibile perché è contro natura, perché impone un sacrificio incomprensibile se comparato alla missione sacerdotale. Lo dimostra il fatto, ammesso che ce ne fosse bisogno, che il protestantesimo consente ai propri pastori di sposarsi. Ora dobbiamo, semmai, chiederci quanto di questa rinuncia influisce sulla sessualità e se tale lo è fino a trasformarsi, per i più deboli, ad una devianza che li porta alla pederastia. Esistono in letteratura numerosi studi sulle particolari tendenze sessuali e persino l’omosessualità non è considerata unicamente una risposta genetica ma a volte imposta da particolari situazioni come può esserlo per i detenuti, i collegiali o, più in generale, in una comunità costituita di soli uomini o donne. Nella fattispecie i seminari potrebbero identificarsi in questa casistica. Potremmo, quindi, avere, preti di tendenza omosessuale o eterosessuale, ma non pederasti. E ancora dei preti eterosessuali che spingono il loro erotismo verso l’omosessualità per ragioni contingenti. Il discorso, quindi, va ricondotto su una diversa considerazione e chiederci se è proprio necessario che i preti siano “casti” al punto da considerare l’erotismo una “provocazione demoniaca” e considerare, di conseguenza, l’attrazione che si può esercitare per il proprio simile come il frutto personificato del grande tentatore. Ma sia chiaro. Dire che il prete è libero di sposarsi non implica necessariamente che si possa avere una risposta meno imbarazzante sulla sessualità dei preti. Dovremmo, semmai, liberarci per intero degli stereotipi di genere permettendo, a prescindere dal sesso, l’accesso al sacerdozio delle donne. Perché dovremmo tanto scandalizzarci se il nostro vescovo è donna?  E se lo è il Papa? Noi dovremmo liberarci del tutto dal pregiudizio, dai condizionamenti ideologici instillatici nei secoli passati e dai vari passaggi generazionali e comprendere che la Fede è amore e che l’amore non può avere limiti nella sua concezione universalistica. (R.A.)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giornali che parlano male del Papa

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

E’ chiaro l’obiettivo dei “giornaloni” italiani, controllati da lobbies anti-etiche e di potere che nulla hanno a che spartire con il Cristianesimo in genere, è evidente no? Società che stanno alla base gestite da miliardi pubblici (di noi cittadini italiani) per sentire riverberare contro Papa Benedetto e contro la Chiesa tutta fango e solo fango. Oggi è la giornata dei titoloni nei quali ‘i servitori delle tenebre’ fanno passare la notizia che c’è stato un caso di abuso sessuale (sul quale per altro e grazie a Dio è già stata fatta chiarezza da tempo) da far ricondurre al periodo in cui la diocesi era retta dall’allora Vescovo Ratzinger. La settimana scorsa il fratello del Santo Padre, oggi il Papa. Invece di mettere in evidenza la grande operazione di pulizia e ripristino della legalità che Papa Benedetto XVI sta riportando nella Chiesa dopo che di giorno in giorno stanno scoperchiandosi abusi e gravissimi reati, che fanno i ‘giornaloni’ tanto per cambiare? Attaccano dritto il cuore della Chiesa, ferendo anche, ciascuno di noi! Questo è servizio alla verità? E’ modo giusto e buono di fare giornalismo? No! Questo è solo servizio alla lobby di turno che paga il giornalista per scrivere questo. E’ una grande vergogna. Ed un grande schifo. Grande quanto quello che alcuni religiosi hanno fatto a dei giovani e giovanissimi. Sia gli uni che gli altri, sarebbero da sbattere in galera! (Redazione Papaboys http://www.papaboys.it )

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Epatite C associata a insulino-resistenza

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

L’epatite C risulterebbe associata a insulino-resistenza soprattutto a livello periferico piuttosto che epatico. Si tratta dei risultati di uno studio apparso su Gastroenterology che hanno permesso di stabilire che, in pazienti con epatite C cronica, la resistenza insulinica, presente in maniera predominante nei muscoli, è strettamente correlata ad adiposità sottocutanea e non viscerale ed è indipendente dai livelli epatici di grasso. Kerry Lee Milner e Donald J. Chisholm del Sydney’s Garvan Institute of Medical Research hanno valutato la sensibilità all’insulina e il metabolismo lipidico nel fegato e nei tessuti periferici prendendo in esame 29 individui non obesi normoglicemici affetti da epatite C e 15 individui controllo della stessa età con adipe in eccesso. In breve, la secrezione insulinica, misurata dopo infusione intravena di glucosio, non è risultata alterata nei soggetti con epatite. L’insulino-resistenza periferica, più elevata del 35% nei controlli rispetto ai pazienti, è apparsa inversamente associata alla carica virale e al contenuto di grasso sottocutaneo. La produzione di glucosio epatico e l’eliminazione di acidi grassi non esterificati sono risultate paragonabili tra i due gruppi suggerendo la presenza di resistenza insulinica a livello principalmente muscolare. (doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Storage IBM: crescita dei ricavi a livello mondiale

Posted by fidest press agency su domenica, 14 marzo 2010

Secondo IDC, nel quarto trimestre 2009, IBM a livello mondiale è al primo posto per fatturato nell’area dei sistemi storage su disco esterno, registrando una crescita dei ricavi del  9 per cento su base annua mentre il mercato globale ha avuto un calo dello 0,7 per cento. Secondo IDC, EMC non ha registrato variazioni di rilievo, mentre i ricavi di HP sono diminuiti del 7,3 per cento nel corso del trimestre. Sempre secondo IDC, IBM detiene il 14,2 per cento della quota di ricavi di tutto il 2009 relativi al mercato dei sistemi di storage su disco esterno rispetto all’11,7 per cento di HP. Nel 2009 IBM è cresciuta nei segmenti OS Windows e Linux; in particolare si è registrato un aumento del 24 per cento nello storage Linux che ha subito una flessione pari al 4 per cento.
In base alle ultime analisi IDC relative al mercato italiano dei sistemi storage, nell’arco di tutto il 2009, la IBM ha avuto risultati eccellenti affermandosi al primo posto  in tutte le principali aree di prodotto.  Si è infatti conquistata il primo posto nell’area dell’external disk storage (unità esterne connesse ai server) con il 25,9% di quota di mercato e nel segmento high end disk storage (sistemi di valore superiore ai 250K$) con il 44,8% di quota. Nel segmento high end, un ruolo significativo è stato svolto dai nuovi sistemi di classe enterprise IBM DS8700, disponibili dal mese di ottobre 2009, che offrono nuovi livelli di prestazione e di affidabilità per le applicazioni “mission critical”. Un dato interessante è quello relativo all’area mid-range di fascia alta dove IBM cresce a fine anno molto più velocemente del mercato posizionandosi al primo posto nel 4Q09 con uno share del 37,2%, un risultato legato alla qualità dei sistemi DS4000, DS5000 ed N series.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »