Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 17 marzo 2010

Goya e il mondo moderno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Milano 17 marzo – 27 giugno 2010, Palazzo Reale  “Goya e il mondo moderno”, una emozionante rassegna che attraverso più di 180 opere, tra dipinti, incisioni e disegni, ricostruisce la relazione tra Goya e altri celebri artisti che hanno segnato il percorso dell’arte degli ultimi due secoli: da Delacroix a Klee, da David a Kokoschka, da Victor Hugo a Mirò, da Klinger a Picasso, da Nolde a Bacon,  da Kirchner a Pollock, da Guttuso a de Kooning. Nel primo giorno di apertura affluenza record: oltre quattromila visitatori “Con questa grande mostra,  dedicata a Goya e alla sua concezione di modernità, abbiamo la possibilità, di più la necessità, di sentirci fieramente europei e di riconoscere nell’arte la base e l’altezza della nostra irrequieta identità – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Massimiliano Finazzer Flory -. Infatti al centro di questo imponente progetto espositivo di portata internazionale albergano l’amicizia e la cooperazione fra le istituzioni e gli uomini. Del resto, i “numeri” messi in gioco sono già di per sé decisamente esplicativi: 184 preziose opere, 45 altri celebri artisti oltre a Goya, 62 enti prestatori e 15 Paesi differenti coinvolti nell’iniziativa per raccontare “il mondo moderno” nella sua evoluzione, estetica, sensibilità, nei suoi valori e contraddizioni lungo due secoli cruciali per la storia del nostro Occidente”.   La mostra è organizzata in cinque sezioni:  Il lavoro del tempo. I ritratti, dove ritratti e autoritratti danno conto della rinnovata analisi della soggettività, come portato della società moderna (Goya qui si confronta con David, Delacroix, Soutine);  La vita di tutti i giorni, con opere che mostrano le conseguenze e le derivazioni di questa nuova società nella vita di tutti i giorni (qui le opere di Goya dialogano con quelle di Daumier, Grosz, Kirchner, Victor Hugo); Comico e grottesco, che intende illustrare il mondo moderno mostrandone gli aspetti più assurdi, seguendo una delle chiavi di lettura preferite dal grande pittore spagnolo (le incisioni di Goya qui anticipano le opere di Miró, Picasso, Klee); La violenza, in cui le rappresentazioni della guerra e delle sue drammatiche conseguenze intendono esplorare l’aspetto più nero e terribile della trasformazione della società (le crude immagini di Goya qui si accompagnano a Music, Dalì, Guttuso, Picasso); Il grido, chiude il cerchio, restituendo i volti di quella soggettività ammirata nella prima sezione della mostra, ormai deformati dal terrore, ridotti a una lontana parvenza di quel che furono (Pollock, Kiefer, Bacon, Saura qui mostrano di aver raccolto l’eredità del pittore spagnolo). Oltre a quelle di Goya, saranno esposte opere di altri 45 artisti per un totale di 184 pezzi. La mostra offrirà al pubblico una grande varietà di capolavori: l’Autoritratto di Goya dal Museo del Prado e quello di Delacroix dagli Uffizi, lo splendido ritratto di Asensio Julià dal Museo Thyssen-Bornemisza, le raffigurazione del Re Carlo IV e quello della Regina Maria Luisa di Parma dall’Archivio Generale delle Indie di Siviglia, realizzati da Goya grazie al suo incarico di ritrattista di corte in dialogo con la splendida Donna con mantella di Pablo Picasso dal Museu Picasso di Barcellona.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Protagonisti a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Roma 18 marzo ore 17.00  Real academia de españa  Piazza San Pietro in Montorio la professoressa e critica d’arte Gabriella Dalesio terrà le seconde “interviste parlate” con due importanti protagonisti della scena artistica romana: il gallerista Giuliano Matricardi e l’artista Maurizio Mochetti.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hospites. Niente paura: è gente che resta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Milano fino al 21/3/2010 via Andrea Solari, 35 Fondazione Arnaldo Pomodoro Un progetto fotografico e una mostra per testimoniare la realtà degli stranieri a Milano e nel nostro Paese.  Fotogrammi di vita che tendiamo a non immaginare, brani di storie che compongono un’umanità ben piu’ ricca di quella esibita dagli stereotipi della cronaca nera, rosa o politica che sia. Volti che sorridono e che cercano il nostro sguardo, corpi concentrati sul lavoro, persone che coltivano gli affetti e la speranza di vivere con dignità.  E’ il risultato dell’incontro tra la fotografa Alessandra D’Urso, l’associazione Comunità Nuova onlus e 17 migranti che hanno accettato di essere guardati nell’interezza di un incontro non accidentale ma cercato, lasciando che la loro fluente quotidianità venisse fissata in alcune immagini per far sorgere dai volti le storie personali che diventano storia dell’umanità. L’accostamento con i racconti biblici, greci e latini, ci ricordano che le nostre radici hanno origine nel fertile terreno di questo racconto: il nostro rapporto con coloro che varcano i confini, la soglia, e si presentano con il mistero di una storia che sarà svelata solo se saremo capaci di fare domande e di ascoltare le risposte.  http://www.comunitanuova.it
Alessandro D’Urso. Alessandra, nata a Milano nel 1978, ha studiato fotografia all’ICP di New York e cinema alla New York Film Accademy.. http://www.alessandradurso.com
Ghazi Makhoul ha studiato liuto con Iskandar Baramili e canto con Wahab Ezzo. In Libano, nel 1979, ha formato il gruppo Ferkat al Arz con musicisti famosi come Maroun Farah e Bassam el Hajj. Ha tenuto molti concerti sia nei paesi arabia sia in Europa. (hospites)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politiche di sviluppo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Milano 19 marzo 2010 ore 15,00 Corso Monforte, 35 Provincia di Milano – Palazzo Isimbardi Sala Consiglio  L’Ufficio a Milano del Parlamento europeo promuove la decima  Infopoverty World Conference 2010 con una sessione speciale “Convergenze operative tra Europa e America nelle politiche di sviluppo”, in collegamento con il Palazzo di Vetro delle Nazione Unite, New York”. In occasione del decennale si approfondiranno le grandi tematiche collegate alla rivoluzione digitale analizzando i fenomeni che hanno profondamente cambiato la vita nell’ultimo decennio e individuando le opzioni aperte, che possiamo trasformare in reali opportunità per lo sviluppo sostenibile e il raggiungimento dei Millennium Development Goals e degli obiettivi di Lisbona.  Interverranno le Onorevoli Cristiana Muscardini e Patrizia Toia, e gli onorevoli Pier Antonio Panzeri, Vittorio Prodi, Oreste Rossi.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prestazioni laboratorio: annullato tariffario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso proposto dall’Avvocatura Generale dello Stato, confermando l’annullamento del Decreto del Ministero della Salute (D.M. 12.09.2006), concernente la “Ricognizione e primo aggiornamento delle tariffe massime per la remunerazione delle prestazioni sanitarie” “Il Provvedimento di annullamento del Decreto Ministeriale – ha detto Vincenzo D’Anna, presidente di FederLab Italia – a causa della mancanza di un’adeguata istruttoria sulla corretta rilevazione dei costi di produzione delle prestazioni di laboratorio, rende inapplicabile la norma riguardante lo sconto sulle prestazioni stesse. E’ una sentenza, che abbiamo accolto con grande soddisfazione e che apre la strada all’adozione di un nuovo tariffario – l’ultimo risale al Ministro Bindi – che sarà stilato secondo il criterio dei costi standard, conseguentemente al programma di riorganizzazione della rete dei laboratori, attraverso cui saranno definiti i requisiti e la soglia di efficienza minima delle strutture stesse”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ritorno delle Agenzie di Rating

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Che siano ancora le agenzie internazionali di rating a “dettare” le sorti dei governi è assolutamente inaccettabile. Le “tre sorelle” del rating, Standards & Poors, Moody’s e Ficht Ratings, non solo non hanno saputo analizzare gli andamenti fallimentari di banche come Bear Stearns , Lehman Brothers e in generale dell’intero sistema finanziario decotto, ma hanno anche promosso per anni con rating altissimi AAA prodotti finanziari altamente tossici che sono stati poi distribuiti in varie forme a masse di ignari risparmiatori. Adesso sono ritornate in campo alla grande per stigmatizzare i problemi di bilancio e del debito pubblico della Grecia e di altri paesi europei. Ciò in sintonia con l’inizio dell’ondata speculativa contro l’euro.   Non occorre essere maghi e tanto meno agenzie di rating per rilevare che paesi come la Grecia, con un deficit di bilancio del 13%, un debito pubblico del 125% del Pil e nel mezzo della crisi finanziaria ed economica più grave della storia, siano in gravi difficoltà.  Si considerino i tempi. A ottobre del 2009, quando si “scoprì” che il deficit delle Grecia avrebbe potuto rivelarsi superiore a quello previsto, le agenzie di rating subito entrarono in azione.Infatti a fine ottobre Moody’s suggerì un abbassamento del rating sul debito pubblico greco. Il 7 dicembre successivo la S&P dichiarò la stessa cosa, subito seguita dalla Ficht che abbassò il suo rating da A- a BBB+. Nel 2011 dovrebbe ritornare in vigore il limite minimo di A- perché i paesi dell’UE possano utilizzare i loro titoli di stato per operazioni di finanziamento presso la Banca Centrale Europea.  I paesi retrocessi nella zona B rischieranno l’isolamento e il collasso.  I mercati finanziari, in primis quelli dei derivati e dei credit default sawps, hanno preso la palla al balzo e iniziato la corsa all’aumento dei costi dei cds e dei tassi di interesse per i titoli di debito della Grecia. Intanto è partito l’attacco speculativo all’euro, mentre il dollaro e l’economia americana che stranamente godono di un super rating di AAA, sono in condizioni molto più precarie e fallimentari di quelle dell’Europa!  Nel contempo certa stampa economica internazionale e i mercati sono ritornati a citare le agenzie di rating come le fonti più qualificate e competenti per giustificare cambiamenti e decisioni finanziarie vitali per i paesi sottoposti ai loro esami e alle loro pagelle.   Si ricordi che tutti i G8 e i G20 hanno prodotto dichiarazioni e documenti dove si stigmatizza il comportamento delle agenzie di rating e si chiede una loro profonda riforma. Il G20 di Londra nell’aprile dell’anno scorso sottoscrisse l’accordo per “un controllo e una registrazione delle agenzie di rating per garantire che esse rispettino il codice internazionale di buon comportamento al fine particolare di evitare inaccettabili conflitti di interessi”.  Ma le agenzie di rating, entità economico-finanziare private, sono rimaste sempre le stesse!  Già nel 2006, quando, a seguito di un abbassamento del rating dell’Italia, il nostro paese avrebbe dovuto pagare da un giorno all’altro alcuni miliardi di euro in più per il conseguente aumento degli interessi sui titoli del debito pubblico, noi denunciammo gli effetti devastanti delle loro valutazioni. Documentammo tra l’altro l’incredibile conflitto di interessi in quanto le “tre sorelle” avevano direttori esecutivi e partecipazioni azionarie importanti provenienti dalle più grandi banche americane e anche dalle grandi corporations internazionali. In particolare sottolineammo il pesante coinvolgimento della JP Morgan e della City Group, proprio quelle banche che vantavano, e vantano tuttora, le quote più elevate di derivati OTC, rispettivamente per 80.000 e 35.000 miliardi di dollari.  I governi europei, mentre si sta per decidere  se affidare alla BCE il compito di valutare i debiti sovrani, dovrebbero subito diffidare le agenzie in questione dall’astenersi da qualsiasi valutazione di rating sugli stati nazionali. Anzi sarebbe opportuna una specifica indagine sulle loro passate attività e “collusioni” con il sistema finanziario.  (Di  Mario Lettieri Sottosegretario all’Economia nel governo Prodi e Paolo Raimondi Economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cassazione: dire gay a qualcuno è reato

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Dire ‘gay’ a qualcuno e’ reato: lo ha stabilito la Corte di Cassazione che ha confermato la multa di 400 euro per ingiuria inflitta a un vigile che aveva scritto a un collega, con il quale vi era rivalita’ per diventare comandante dei vigili urbani, denunciando il suo essere gay. La Cassazione ha stabilito che l’espressione e’ da censurare perche’ ha un intento denigratorio ed esprime riprovazione per le tendenze omosessuali. Un reato d’opinione che e’ stato sancito tale grazie all’esistenza nei nostri codici di leggi che i giudici applicano. E’ questo uno dei grandi scogli del nostro sistema politico, sociale e civico. Fintanto che non si capirà che la libera espressione di un’opinione non può essere sancita con la legge, il nostro non potrà dirsi un Paese libero. Anche per le affermazioni più imbarazzanti, come potrebbe essere con questa sentenza: la libertà o è tale o non è..
La Costituzione recita al primo comma dell’articolo 21: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”. Questo principio e’ pero’ disatteso con procedimenti penali come quello di cui parliamo. Se questo accade nelle aule di giustizia, non ci si puo’ lamentare se poi accade in tanti altri luoghi, come il web. L’oscuramento di forum e blog, o di interi siti per la presenza anche di un solo commento ritenuto offensivo, e’ abituale. Con la sentenza  si e’ scatenata la reazione delle organizzazione per i diritti dei gay che, con l’eccezione del presidente dell’Arcigay, si sono schierate nell’esaltazione della pronuncia della Cassazione. Ci domandiamo se il ‘political correct’ debba essere liberticida. Secondo noi questa voglia di reprimere e punire il ‘diverso’ (cioe’ colui che la pensa in modo opposto al proprio) non e’ molto diversa da quella di chi usa la parola ‘gay’ come un’offesa.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro con Pamela Villoresi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Roma 17 marzo 2010, ore 17.30 Caffè Letterario, Via Ostiense 95, (ingresso libero) Teatro, Poesia e Politica della cultura: tre passioni congiunte. Interventi: Carlo Jovine, Massimo Nardi. Modererà l’incontro la scrittrice Deborah D’Agostino. Pamela Villoresi, una delle attrici più note del teatro italiano, si racconta a tutto campo. Dall’incontro, nemmeno ventenne, con il suo padre artistico e maestro Giorgio Strehler, ai grandi colleghi con cui ha lavorato: Tino Carraro, Nino Manfredi, Vittorio Gassman, ai grandi registi che l’hanno diretta: Marco Bellocchio, i fratelli Taviani, Ettore Scola.  Una carriera costellata di successi (cento spettacoli teatrali, undici film, dodici produzioni televisive), che l’ha vista spesso impegnata anche in veste di regista. Meno noti al grande pubblico, ma ugualmente importanti, sono altri due aspetti della sua personalità creativa: appassionata di poesia, ha realizzato venti recital che rappresenta in Italia e nel mondo, ed ha prestato sovente la sua opera per il mondo del lavoro e per le battaglie sui diritti civili.  Proprio questa sensibilità sociale è alla base del suo attuale impegno nella politica attiva, ancora una volta orientato al campo della cultura, nell’intento di mettere a disposizione della collettività una competenza maturata anche a livello internazionale: ha collaborato, tra l’altro, con Jack Lang, il celebre ministro della cultura francese, all’Unione dei Teatri Europei. Una riflessione e un dibattito su come rilanciare la creatività artistica e letteraria in Italia, anche con la promozione dei nuovi talenti. Attraverso l’impegno di una donna che ha messo in scena quindici testi di autori italiani contemporanei ed ha fondato il Festival “Divinamente Roma”, già esportato all’estero con la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e il patrocinio dell’Unesco. Nel corso della manifestazione, Pamela Villoresi interpretarà alcuni brani poetici con l’accompagnamento musicale del Maestro Luciano Vavolo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nato: Preventing pirate attack

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

London. A British flagged, Norwegian owned car carrier, MV Tortugas, successfully repelled a pirate attack yesterday afternoon by two pirate skiffs in the Somali Basin approximately 630 nautical miles south-west of the Seychelles. MV Tortugas was able to prevent the pirates hijacking the vessel because it adopted the recommended best management practices. The vessel used fire hoses and a speed of 20 knots to out run and out manoeuvre the pirates.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da Ortogiardino un no agli ogm

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Dallo stand della Cia di Pordenone, presente a Ortogiardino, arriva un no agli ogm. «Nella settimana di presenza a una delle più importanti fiere pordenonesi, è stato effettuato una sorta di sondaggio relativo alla coltivazione delle colture gm – spiega il direttore Davide Vignandel -. Abbiamo così constatato, direttamente, che otto persone su dieci non sono d’accordo sul loro utilizzo. Al contrario – prosegue Vignandel – hanno manifestato molte perplessità sulla coltivazione libera e hanno ribadito il fatto che preferiscono mangiare con qualità, continuando ad acquistare prodotti non transgenici e direttamente nelle aziende agricole». A Ortogiardino, la Cia di Pordenone ha voluto presentare il mondo agricolo a una manifestazione espositiva visitata da circa 70.000 persone. Nello stand dell’organizzazione professionale faceva bella mostra di sé un vecchio trattore Landini a testa calda che trainava un aratro monovomere: un occhio rivolto alla storia e alle tradizioni agricole fortemente radicate nel territorio pordenonese. A fianco, lo sguardo era rivolto al futuro e alla necessaria sensibilità ambientale, con l’esposizione della nuova auto elettrica che verrà utilizzata dai funzionari della Cia per gli spostamenti cittadini. La settimana di presenza a Ortogiardino si è conclusa con una serie di degustazioni di prodotti locali e un porchetta offerta a tutti i visitatori che si spostavano tra gli stand. Un momento piacevole e condiviso per mettere in relazione il forte legame tra l’organizzazione, i propri associati e i consumatori dell’intero territorio provinciale. (orto giardino)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto tra ipotiroidismo, diabete e mortalità Cv

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

L’ipotiroidismo subclinico (Is) è stato associato a una maggiore prevalenza di malattia cardiovascolare ed è di riscontro comune in pazienti con diabete di tipo 2 (Dm). Per indagare la veridicità di questi dati clinici, è stata condotta un’ampia analisi retrospettiva su 6.540 soggetti, di cui 472 affetti da Dm e con un aumentato livello di Tsh, paragonati con 472 soggetti di pari età con Dm e normali valori di Tsh. La relazione tra Is e mortalità cardiovascolare è stata effettuata mediante regressione logistica. Si sono registrati 222 nuovi eventi cardiovascolari nei pazienti con Is rispetto a 246 eventi in pazienti senza. E si sono avuti 96 morti da tutte le cause nei pazienti con Is rispetto a 155 in quelli senza. Non si è avuta alcuna relazione tra il valore di Tsh iniziale e la mortalità cardiovascolare. Nel complesso, i pazienti con Is e Dm non avevano una mortalità cardiovascolare accresciuta rispetto ai pazienti con Dm senza Is. Inaspettatamente, si è avuta una riduzione significativa della mortalità da ogni causa nei pazienti con Is e Dm. Questi dati sono in accordo con studi che mostrano che individui anziani con più alti livelli di Tsh hanno dimostrato una vita prolungata. In conclusione, l’Is può avere un effetto protettivo sulla mortalità non-cardiovascolare nel Dm. Diabetes care, 2010;33(3):e37 (fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mettere Ko le malattie cardiovascolari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Lo si può fare attraverso la prevenzione. Una prevenzione basata su un messaggio veloce ed efficace che colpisca rapidamente e coinvolga cittadini, sanitari ed Istituzioni, grazie anche alle novità tecnologiche in materia di comunicazione. Questo è il tema centrale su cui ruoterà l’ottavo congresso nazionale della Siprec (Società italiana per la prevenzione cardiovascolare), in programma da giovedì a sabato a Roma. Al Congresso di Roma parteciperanno specialisti di vari settori: cardiologi, pediatri, diabetologi, neurologi, internisti, lipidologi, ipertensivologi, nefrologi medici di medicina generale, dietologi, endocrinologi, nutrizionisti, epidemiologi, medici dello sport, medici militari, infermieri, ma anche rappresentanti del mondo politico, delle Istituzioni. «Tutti chiamati – si legge in una nota della Siprec – ad affrontare le patologie cardiovascolari, per le quali, nei prossimi 10-15 anni, si prevede un’impennata di decessi». Per la Siprec è quindi necessario, attraverso una capillare campagna di prevenzione, educare la popolazione ad un corretto stile di vita fin dall’infanzia e dall’adolescenza. «La stretta relazione tra obesità (anche infantile) e malattie cardiovascolari, tra diabete mellito e queste patologie – riferisce la Siprec – è ancora non sufficientemente chiara al grande pubblico. Il diktat è quello di affrontare, educare e sradicare fin dalla tenera età pericolose quanto errate abitudini, così da evitare l’insorgere di patologie mortali. Da qui la necessità improrogabile di passare da campagne di prevenzione decennali e con programmi a lungo termine, a messaggi rapidi ed efficaci, in grado di educare alla prevenzione e a corretti stili di vita e di farlo rapidamente quanto capillarmente».(fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia elettrica e gas: novità 2010

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

E’ stata pubblicata una nuova scheda pratica: “Energia elettrica e gas: novità 2010”. A cura di Rita Sabelli, responsabile Aduc per l’aggiornamento normativo, e’ uno strumento per capire cosa sta succedendo proprio in questi giorni nelle bollette che arrivano a casa e che -sempre- hanno importi più alti del nostro trend medio. Una nuova definizione del nostro rapporto economico con gestori che non è detto l’affrontino con competenza e professionalità. Sono numerose le segnalazioni di disservizi che giungono a “Cara Aduc”, servizio di consulenza online; alcune delle quali sono anche servite per denunciare pratiche commerciali scorrette all’Antitrust. A seguire un indice ragionato della scheda pratica:  GAS – Contatori malfunzionanti: nuove regole per la sostituzione e il ricalcolo dei consumi Dal 1/4/2010 entrano in vigore alcune novita’ inerenti le regole sulle verifiche ai contatori del gas. –  Prima bolletta 2010: applicazione retroattiva delle nuove tariffe gas 2009/2012 e del nuovo coefficiente C Entrata in vigore -retroattiva dal 1/7/2009- di alcune delibere che modificano le tariffe per il periodo 2009/2012, con applicazione di un nuovo coefficiente di conversione dei consumi, il coefficiente C. Energia Elettrica – Tariffa bioraria per tutti dal 1/7/2010
Verranno gradualmente introdotte le tariffe biorarie per tutti gli utenti non passati al mercato libero Energie Elettrica e gas. Nuove bollette uniche per utenze gas ed elettriche. Tutti i gestori e venditori dovranno adottare questo nuovo modello di fattura entro il 2010, per essere tassativamente in regola dal 1/1/2011 (scadenza). (fonte aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavorare nelle Istituzioni europee

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Dal 2010 l’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) ha introdotto una nuova procedura di selezione del personale permanente delle istituzioni europee. Le nuove regole saranno applicate nei bandi di prossima pubblicazione, previsti per il mese di marzo, mentre i concorsi già avviati nel 2008-09 continueranno a svolgersi secondo la procedura precedente.Tre le novità più importanti: maggiore rapidità della procedura concorsuale, che comporterà meno fasi; concorsi a cadenza annuale per i profili professionali più comuni; valutazione delle competenze, oltre che delle conoscenze e capacità professionali. I candidati che desiderano partecipare ad una procedura di selezione devono compilare un atto di candidatura on-line e inviarlo all’EPSO prima della scadenza prevista per l’iscrizione. Successivamente, e con scadenze diverse a seconda del concorso, dovranno anche stampare e inviare l’atto insieme ai documenti giustificativi, relativi ai requisiti richiesti. La nuova procedura di selezione comporterà due fasi: una preselezione mediante prove al computer che si svolgerà nei paesi membri e una valutazione mediante prove pratiche che avrà luogo a Bruxelles. Informazioni particolareggiate su ciascun concorso saranno pubblicate sul sito dell’EPSO e nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Requisiti generali sono la cittadinanza in uno stato membro dell’Unione Europea, essere in regola con il servizio militare e avere una buona conoscenza di almeno due lingue comunitarie.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La moda in Italia e in Europa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Un sondaggio internazionale condotto da Ciao, la shopping community numero uno in Europa, ha voluto scoprire come viene percepita la moda tra i paesi del vecchio continente. Il risultato è eloquente: per Il 50% degli intervistati sono gli italiani il popolo che ha il miglior gusto e senso per la moda. In secondo luogo ci sono i francesi, seguita da spagnoli e tedeschi. Un primato per gli inglesi: nessuno li batte nel cattivo gusto per scegliere i vestiti. Un dato curioso è quello che riguarda il valore economico che ogni popolo mette a disposizione per il proprio guardaroba. Oltre al gusto, malgrado siano bassi nella graduatoria su come vestirsi, le Germania è il paese che più spende in vestiti, gioielli e accessori di moda: il 95% dei tedeschi dichiara di spendere fino a 250 Euro al mese, mentre in tutti gli altri paesi il 70% non supera i 100 Euro. Eccezione fatta per l’olanda, dove un olandese su dieci dice di spendere in vestiti e accessori di moda più di 500 Euro al mese, collocandoli al primo posto tra i loro vicini in termini di reale valore monetario. Il sondaggio di Ciao ha rivelato pure che:  Il Presidente degli Stati Uniti e la First Lady sono considerati dei trend setter che dettano moda in Europa. Per il 50% dei tedeschi e dei francesi e del resto per un europeo su tre i primi cittadini americani come icone di stile. Secondo i dati della ricerca, la coppia della Casa Bianca ha tolto il trono ad un’altra coppia hollywoodiana da sogno: Brangelina (Brad Pitt e Angelina Jolie) che è passata al secondo posto ma continua ad essere vista come la più stylish da un europeo su quattro e da un italiano su tre. Nel ranking delle celebrities, la coppia Siena Miller e Jude Law hanno un posizione bassa e, dato sorprendente, Heidi Klum e Seal con il 14% condividono l’ultimo posto con Victoria e David Beckham.  Seguendo le orme della sexy scrittrice Carrie Bradshaw, gli europei hanno la mania delle scarpe. In tutti i paesi dove è stato realizzato il sondaggio, il 60% degli intervistati ha dichiarato che la scarpa è l’accessorio di moda più importante. Per gli altri accessori di moda, la loro importanza varia a seconda del paese: il 25% degli italiani considera le borse l’accessorio indispensabile. La stessa percentuale di svedesi pensa di essere nudo se non porta un gioiello, un tedesco su sei ritiene di vitale importanza le sciarpe e, dato divertente, un terzo degli inglesi non può fare a meno degli occhiali da sole ma si degli ombrelli.  Lo shopping online va anche per la moda: In media, più del 25% degli europei sostiene di aver acquistato via Internet circa il 25% dei vestiti e accessori di moda che possiede. Inglesi e francesi i più Internauti, dal momento in cui il 10% dei primi e i 7% dei secondi dichiara di acquistare sulla rete più del 75% del loro armadio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editori protestano per assenza programmi scolastici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

“La questione del continuo rinnovo dei libri di testo scolastici è una cosa gravissima, un ulteriore tassello che si aggiunge al degrado del sistema scuola: questi ripetuti cambi dei volumi rappresentano un peso troppo oneroso per le famiglie”. Queste le prime parole della responsabile per la Scuola e l’Istruzione dell’Italia dei Diritti Annalisa Martino all’allarme lanciato dagli editori del settore che lamentano di non essere ancora stati informati sui nuovi programmi che conseguiranno al nuovo assetto stabilito dalla riforma degli istituti superiori. In assenza di indicazioni si stampano libri alla cieca, probabilmente non aderenti al nuovo e ancora sconosciuto riordino della scuola e delle relative materie. La protesta degli editori potrebbe creare crisi nel settore perché i testi vanno stampati ora ma saranno obsoleti o incompleti e forse andranno al macero e di conseguenza i soldi investiti non saranno recuperati. Gli imprenditori chiosano che in Polonia, in seguito a una simile riforma, è stato dato un preavviso di ben diciotto mesi. Spiega l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “Vorrei ricordare che per i docenti delle superiori sarebbe in vigore l’obbligo di adottare lo stesso testo per sei anni consecutivi per venire incontro anche alle famiglie con più figli. Di fatto tale vincolo non viene rispettato. Un esempio? La storia:  prima si era stabilito che in terza media si studiasse solo il Novecento, poi un’ulteriore riforma ha decretato che invece andavano studiati Ottocento e Novecento, infine si è nuovamente deciso che il nuovo programma comprendesse solo il Novecento. Tutto ciò è gravissimo soprattutto per le famiglie che in tal modo sono costrette ad acquistare sempre libri nuovi. Le ripetute riforme scolastiche – chiarisce la Martino – impediscono di fatto di adottare un libro per sei anni consecutivi. Per quanto riguarda la scuola superiore si aggrava la situazione di caos: si fanno solo ora le iscrizioni alle prime classi perché non si sa ancora quali scuole ci saranno. Come al solito – conclude amaramente la Martino – ci si dovrà arrangiare col fai da te degli insegnanti per far quadrare i bilanci scolastici e non gravare troppo sui budget dei genitori. I politici se ne infischiano dei problemi economici delle famiglie. Di fronte a questo stravolgimento, ci si ritroverà a procedere per tentativi ed errori. A peggiorare la già critica situazione degli editori, c’è anche il fatto che fino alla fine dell’anno le scuole non pubblicano l’elenco dei testi e poi ci si ritrova a settembre a fare file estenuanti per cercare libri che non si trovano e a fare i conti con i troppi ritardi perché giustamente le stampe sono limitate alle richieste: se queste potessero essere fatte in anticipo si avrebbe tutto il tempo per avere i manuali necessari senza penalizzare ancora una volta gli alunni che spesso, a ottobre inoltrato, non dispongono ancora degli strumenti necessari alla loro formazione”.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto a noleggio e risparmi aziendali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Nel 2009 GE Capital, uno dei maggiori istituti finanziari in Europa, ha individuato per i suoi clienti in tutta Europa possibili risparmi sui costi totali di gestione del parco auto aziendale a noleggio pari a 76 milioni di euro. Le opportunità di saving, che in Italia ammontano a circa 1,5 milioni di euro e che sono un mix di elementi che vanno dal prolungamento dei contratti di noleggio al calcolo delle emissioni di CO2, sono state identificate grazie al team Key Solutions di GE Capital, un servizio di consulenza che, grazie al supporto di esperti, mette il fleet manager nelle condizioni di ottimizzare le spese complessive legate al parco auto (dalla car policy, alle assicurazioni, ai pneumatici). GE ha stimato che l’applicazione di Key Solutions determina per le aziende un risparmio dei costi di gestione superiori al 15%, contestualmente riducendo i consumi energetici e le connesse emissioni inquinanti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Predappio, Forlì e la Romagna sono anti-fasciste

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Marco Di Maio Segretario Unione Territoriale Pd forlivese dichiara: Predappio è una città profondamente anti-fascista e il suo sindaco, Giorgio Frassineti, rappresenta al meglio questi valori. Su questo non ci sono e non ci devono essere dubbi. Ed ha ancora più forza dirlo qui, nella nostra provincia che il 24 aprile del 2009 è stata insignita della Medaglia d’Oro al Valore Civile per lo straordinario apporto dato dalla popolazione civile alla lotta di Liberazione. A distanza di oltre 70 anni bisogna avere il coraggio di guardare al passato senza paura, di affrontarlo con gli occhi della modernità e con la voglia di guardare al futuro senza tenere la testa voltata indietro. Non è pensabile accomunare un evento come quello che si è svolto a Casa Artusi con il tentativo di riabilitare il dittatore fascista. Tanto più se ad organizzare l’incontro è un’istituzione presieduta da un uomo come Giordano Conti, già sindaco di Cesena e di cui sono note le indubbie posizioni anti-fasciste. Lo stesso vale per uno dei relatori della serata, quel Giorgio Frassineti la cui storia personale e le azioni politiche parlano da sole, e che sorprende vedere come affiancate ad un tentativo di riabilitare il regime fascista. Il passato va letto, approfondito e capito, anche per costruire un futuro che continui a fare dell’antifascismo un valore imprescindibile e che non è scontato. Parlare oggi di Benito Mussolini, della sua ascesa da Predappio fino al terrazzo di Palazzo Venezia a Roma, significa partire da un personaggio che ha segnato in maniera indelebile la storia del ‘900 per tentare di comprendere quello che oggi sta vivendo il nostro paese, evitando derive presidenzialiste o peggio ancora autoritarie. Manifestare in modo scomposto, accusando indebitamente figure istituzionali importanti di voler riabilitare il fascismo, prendendo a pretesto una serata dedicata ad un approfondimento storico, è qualcosa di assolutamente incomprensibile (e che non vogliamo neppure immaginare possa essere collegato ad un necessità di visibilità in viste delle elezioni regionali). Non si possono riversare su un sindaco e su una città di 6500 abitanti, che già deve fare i conti con un passato pesante, le colpe delle azioni scellerate compiute da un sanguinario dittatore per il solo fatto che quell’uomo è nato lì, a Predappio. Predappio, il suo sindaco e il Partito Democratico non hanno paura di guardare al passato, di studiarlo, di approfondirlo. La conoscenza ci aiuta a capire dove stiamo andando e ci aiuta a costruire un futuro che sia diverso da quello attuale, al quale non ci vogliamo rassegnare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Par condicio: a Sanremo Costanzo fece un blitz

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

“Quello di Maurizio Costanzo al Festival di Sanremo, fu un vero e proprio blitz”. Lo ammette la stessa RAI rispondendo ad una interrogazione scritta che il parlamentare del PDL Giancarlo Mazzuca, membro della commissione di vigilanza Rai, aveva presentato subito dopo la trasmissione della serata conclusiva del festival dove Costanzo aveva interpellato il segretario del PD Bersani e il Ministro Scajola sulla vicenda dello stabilimento Fiat di Termini Imerese. Scrive la Rai “la sollecitazione di Maurizio Costanzo non era prevedibile ne’ evitabile ove appena si consideri che e’ stata posta in essere ‘in diretta’  in condizioni cioe’ tali da non consentire interventi ne’ previsti ne’ concomitanti ne’ successivi intesi ad evitare che i soggetti politici presenti soltanto in platea con modalita’ assolutamente discrete assumessero presenza anche nel programma”. “Questa risposta – afferma Mazzuca – sottintende ad un vero e proprio blitz orchestrato da Maurizio Costanzo all’insaputa della Rai e in violazione alle precise diposizioni che erano state impartite per assicurare che i politici presenti in sala non venissero neppure inquadrati. Il blitz di Costanzo – dice Mazzuca – è dunque la conferma che le norme possono essere aggirate. Alla luce anche di questo episodio diventa quindi fondamentale varare in tempi strettissimi una nuova legge sulla par condicio”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Qualcuno dal basso boicotta alla grande

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Lettera al direttore. Il segretario di Stato Vaticano, cardinale Tarcisio Bertone, poiché Emma Marcegaglia ha rilevato un’evidente calo di fiducia nelle istituzioni che riguarda anche la Chiesa, ha detto: “La Chiesa ha ancora una grande fiducia da parte dei fedeli, solo che qualcuno cerca di minare questa fiducia ma la Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto”. Può darsi che, nonostante il comportamento poco evangelico (o diabolico?) di molti preti, nonostante i misteri e i segreti vaticani (il segreto appartiene alle tenebre), la Chiesa continui a godere di un aiuto speciale dall’alto. Però il cardinale deve necessariamente dedurne che deve esserci qualcuno giù nel basso, nei gironi infernali, che boicotta alla grande. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »