Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Progetto Nirva: Rimpatrio Volontario Assistito

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Ambasciate e Consolati di molti Paesi, tra cui: Bangladesh, Macedonia, Bosnia Erzegovina, Marocco, Turchia, Cina, Sri Lanka, Pakistan e Serbia, hanno partecipato alla sede dell’AICCRE, agli incontri informativi del Progetto Nirva – Networking Italiano per il Rimpatrio Volontario Assistito. Nirva è co-finanziato dal Fondo Europeo per i Rimpatri della Commissione europea e del Ministero dell’Interno, e promosso dall’AICCRE, CIR e OIM. L’intervento è finalizzato a formare e informare sul tema del Rimpatrio volontario assistito rafforzando e organizzando in un’unica rete tutte le organizzazioni pubbliche e del privato sociale che lavorano con i migranti e le migranti. Le Ambasciate e i Consolati intervenuti sono quelli dei Paesi da cui sono pervenute le maggiori richieste di RVA Ambasciate e Consolati hanno assicurato ai promotori del progetto Nirva sia una maggiore collaborazione nella segnalazione di migranti che vivono particolari casi di vulnerabilità; sia un ruolo di cooperazione per il rilascio dei documenti di viaggio per quei migranti che scelgono il rimpatrio assistito e volontario. L’AICCRE, insieme a CIR e OIM, ha garantito che le Ambasciate e i Consolati nel nostro Paese saranno prontamente informati in tutte le loro sedi territoriali sull’opzione del Rimpatrio Volontario Assistito. Per l’Occasione l’OIM ha anche presentato la modalità di attuazione dell’RVA e il progetto “Partir” che consiste nel fornire consulenza e assistenza al migrante o alla migrante che intende accedere al Rimpatrio Volontario assistito assicurando anche la sua integrazione nel Paese di origine. Grande soddisfazione per gli incontri con le Ambasciate e i Consolati è stata espressa da Carla Olivieri (Responsabile dell’Area Sociale dell’Associazione) e da Piero Fabretti (Responsabile della Segretaria Politica) che hanno sottolineato che “l’imprescindibile premessa dello strumento del ‘Rimpatrio Volontario Assistito’ è la scelta del migrante o della migrante di ritornare nel proprio Paese d’origine come possibile opzione del processo migratorio”. Olivieri e Fabretti hanno sostenuto che l’obiettivo generale dell’AICCRE, impegnata anche in questo progetto, è quello di “rafforzare la sensibilità e l’impegno democratico ed istituzionale degli enti italiani ed europei alla costruzione di politiche sociali per un’Europa unita politicamente e attenta alla promozione dei diritti umani”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: