Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Alemanno e le “borgate” romane

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 marzo 2010

«Non posso non respingere nella maniera più netta l’accusa che Italia Nostra mi rivolge di “essere in continuità con Veltroni e Rutelli per quanto riguarda la politica delle periferie e l’attenzione alle ‘archistar’”».  Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Ci sono, infatti – aggiunge Alemanno –  delle differenze fondamentali che un’associazione qualificata come Italia Nostra non può non cogliere: la prima è che, insieme alle cosiddette “archistar” internazionali, sono chiamati a partecipare al convegno, con la stessa dignità o anche con ruoli superiori di coordinamento, gli italianissimi esponenti degli ordini professionali e delle facoltà di architettura e di ingegneria della città di Roma. Quindi, il nostro workshop, pur avendo una proiezione internazionale di altissimo profilo, non trascura affatto i talenti di casa nostra». «Ma la differenza ancora più importante è che qui siamo di fronte a un workshop, cioè a un confronto culturale, e non alla remuneratissima concessione di incarichi professionali, magari a chiamata diretta, come è successo per la Teca dell’Ara Pacis affidata a Richard Meier. Questa – prosegue Alemanno – è la differenza decisiva. Le proposte che raccoglieremo nel workshop dell’8 e 9 aprile ci serviranno per lanciare dei concorsi di idee e dei bandi progettuali aperti a tutti, in cui ogni studio potrà liberamente partecipare e sarà giudicato per il valore del suo lavoro e non per la notorietà delle sue firme. Credo che, come ha fatto il presidente Sarkozy per Parigi, anche Roma meriti un dibattito di respiro internazionale per affrontare i problemi urbanistici della Città storica e delle periferie, problemi che si trascinano da ormai mezzo secolo. Inoltre, in occasione di questo convegno, ci sarà una mia visita con l’architetto Meier all’Ara Pacis per definire, possibilmente in maniera concordata, la correzione della Teca e una sua profonda ricontestualizzazione urbanistica in quella parte di centro storico. Ugualmente – conclude il sindaco Alemanno – insieme all’architetto Calatrava, visiteremo i cantieri di Tor Vergata per studiarne la migliore finalizzazione in vista della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: