Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 6 aprile 2010

Una storia d’amore girata sulla Tiburtina

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Roma. Una storia d’amore vera che mostra come l’integrazione sia possibile nel caso in cui in nome dell’Amore, ciascuno sia disposto ad accettare l’altro con tutte le sue novità e limitazioni. La pellicola prodotta da Ukraina in Europa Onlus sarà proiettata presto ad Ostia all’ Affabulazione. Al Tiburtino, sono state girate le significative scene dell’atteso cortometraggio “Amore: amore cristiano, amore musulmano” tratto liberamente dalla vita dell’interprete Luigi Biondi, attore autore e consigliere municipale proprio in quel quartiere dal 1996 al 2001, noto per le sue battaglie sociali contro lo spaccio di droga, a favore dell’integrazione dei disabili e degli stranieri residenti di ogni etnia e religione, pur essendo lui un politico “di destra”, e per essere stato aggredito a sangue proprio da emissari delle cosche che gestivano il traffico degli stupefacenti nella Capitale. Disabile impegnato con coraggio sul territorio si sentì trascurato dagli amici del partito e cadde in profonda depressione. Tra gli autori del corto, anche il regista neoverista Giulio de Nicolais ed Enzo Stavolo. Tra gli interpreti del corto che racconta il calvario e la riabilitazione, vissuti dal giovane politico romano lo stesso Luigi Biondi, Jasmine (la brava Mimi Gabura) nel ruolo della ragazza araba che lo amò a tal punto da mutare il suo umore e  Dorota Czerwinska  nel ruolo di Maria, l’infermiera ucraina. Dorota Czerwinska attrice e modella polacca è nota alla stampa internazionale per aver interpretato diversi ruoli in film come “La sconosciuta” di G.Tornatore e “Morte di un confidente” di Manetti Bross. De Nicolais è considerato un esperto in problematiche sociali e politiche, è stato premiato nel 2007 dal Comune di Roma come “Giornalista della Multietnicità”. (Giulio de Nicolais )

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Il Sogno di Ipazia

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Roma dall’8 al 25 aprile Teatro Belli – piazza Sant’Apollonia, 11a – (trastevere)  dal martedì al sabato alle 21,00 – domenica alle 17,30 Diritto & Rovescio – Teatro Belli Opere Festival 2009 – Ipazia Preveggenza Tecnologica presentano Il Sogno di Ipazia di Massimo Vincenzi con Francesca Bianco voce fuori campo di Stefano Molinari musiche di Francesco Verdinelli regia di Carlo Emilio Lerici Lo spettacolo racconta l’ultimo giorno di Ipazia. Dal suo risveglio al mattino, seguito dall’uscita di casa per recarsi alla sua scuola, sino all’aggressione e alla morte.
La narrazione è intervallata dal ricordo di una delle imprese “disperate” tentate dalla protagonista: salvare la biblioteca di Alessandria. Impresa che abbiamo preso come simbolo della sua intera vita.  A questo ricordo si alterna la voce sempre più veemente, e progressivamente più violenta, dell’autorità politica e religiosa. Partendo dal primo editto di Teodosio del 380 d.c. per arrivare ai veri e propri anatemi del vescovo Cirillo. Per la parte relativa ad Ipazia la narrazione, pur fedele alla documentazione storica, è stata in gran parte liberamente reinventata. Per la parte relativa all’autorità politica i testi sono tratti dai quattro editti teodosiani. Per la parte relativa al vescovo Cirillo sono stati utilizzati frammenti dei suoi discorsi liberamente riadattati, tenendo come guida le testimonianze storiche che ci sono arrivate. (Ipazia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Daniele Barbieri: Spirito è Musica

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Bologna fino al 17/4/2010 Via San Felice 18, Galleria d’Arte 18 Spirito è Musica. “A testimoniare l’assoluta attualità del percorso intrapreso dall’artista, nella scelta dei soggetti protagonisti delle sue opere Barbieri provoca quel cortocircuito che abbatte distanze di spazio e tempo insormontabili e impone nuovi sensi e nuovi segni con procedimento che, con un ossimoro, si potrebbe definire classicamente postmoderno.  Suoi eroi sono, infatti, i nativi d’America ed i musicisti black e blues. Moderne figure mitologiche che popolano un pantheon dell’immaginario fondamentalmente pop – giacché il nostro ponte verso Navaho e Apache ha, come e’ naturale, basamenti di celluloide nel genere western: nel cinema cioè, che proprio assieme alla musica cosiddetta -leggera- è la più pervasiva e duratura manifestazione della cultura popolare contemporanea, e che ha negli Stati Uniti, Paese amato da Barbieri, il suo indiscusso polo magnetico.  Al definitivo straniamento dell’osservatore, simile allo straniamento degli stessi personaggi dei dipinti, musicisti solitari e raramente colti nell’atto di suonare, capitribù immaginati in posa come per un improbabile album di famiglia, contribuisce infine la perizia tecnica dell’artista, che diventa esibito iperrealismo.  Una eclettica e sapiente miscela dunque di cultura alta e cultura popolare, di introspezione e di mise en scene, un reverente omaggio alla tradizione della grande pittura ma con strumenti e sensibilità moderne ed attuali, che fanno di ogni opera di Barbieri una narrazione – o metanarrazione – capace di disvelare continuamente molteplici e avvincenti significati.” (dal testo critico di Gian Piero Rabuffi – Critico d’Arte) (barbieri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Ascoltando il buio

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Roma, 7 maggio – ore 21:30  Auditorium S. Chiara  (Via Caterina Troiani, 90 – Eur Torrino nord) di Daniela De Lillo e Lucia Di Cosmo  Mario Marozzi – Ètoile del Teatro dell’Opera di Roma Gaia Straccamore – Prima ballerina del Teatro dell’Opera di Roma Noemi Arcangeli, Giordano Cagnin, Andrea Costa, Michela Fontanini, Manuel Parruccini, Dalila Sapori, Andrea Stasio – ballerini del Teatro dell’Opera di Roma e con gli artisti della Compagnia L’Albero di Minerva: Fabrizio Bordignon, Ghita Casadei, Daniele Miglio, Simona Pettinari, Vittoria Rossi scene e costumi: Tiziano Fario video: Antonella Attenni e Giordano Cagnin coreografie: Riccardo Di Cosmo regia: Daniela De Lillo e Riccardo Di Cosmo organizzazione: Valeria Stanziale e Lidia Giansanti  In collaborazione con la Coop. Moiselle Le Blanc. “E’ una storia straordinaria quella dell’umanità. Una storia di grandi rivoluzioni e di grandi cambiamenti. Una storia di crescita e di speranza, ma anche di morte e di dolore. Una storia segnata dalle grandi scoperte scientifiche e tecnologiche, segnata anche da stermini di massa, schiavitù, guerre fratricide e crudeltà. In questo spettacolo vogliamo ripercorrere alcune delle tappe più dolorose della vita dell’essere umano, compiendo un viaggio spazio-temporale ai confini della follia. Lo sterminio dei pellerossa americani, la segregazione dei neri d’Africa, la vergogna dell’olocausto e dei campi di concentramento nazisti, la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki, fino agli avvenimenti più recenti. Lo spettacolo sarà  accompagnato da una mostra fotografica di Philippe Antonello, un viaggio attraverso i vari continenti per raccontare il “dietro le quinte” di tutti gli episodi del film “All the invisibile children”, sette cortometraggi diretti da Mehdi Charef, Emir Kusturica, Spike Lee, Katia Lund, Jordan Scott & Ridley Scott, Stefano Veneruso, John Woo”. http://www.municipio12.it (ascoltando il buio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Francesco De Grandi e Luo Xiaodong: Dialogue

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Palermo fino al 29/5/2010 Via Siracusa 9, Galleria dell’Arco La Galleria dell’Arco di Palermo presentare l’inizio di un nuovo cilclo di esposizioni intitolato -Dialogues-: una serie di doppie personali che si pone l’obiettivo di creare una piattaforma di dialogo tra gli artisti rappresentati dalle due sedi della galleria, Palermo e Shanghai. Una occasione concreta di interazione e di scambio tra il bagaglio e le esperienze di artisti che appartengono a due sistemi dell’arte differenti. Inaugurano il progetto Francesco De Grandi – artista tra i piu’ rappresentativi nel panorama della pittura figurativa italiana – e Luo Xiaodong – giovane e già affermato protagonista della scena contemporanea cinese, che espone per la prima volta in Italia. Le opere di Luo Xiaodong in mostra saranno realizzate durante il suo soggiorno nel capoluogo siciliano: tele di differenti formati che, pur nel rispetto della cifra stilistica che caratterizza la sua poetica, assorbono e risentono delle suggestioni dell’esperienza palermitana. Francesco De Grandi presenta i suoi lavori piu’ recenti: olii su tela – di grandi e piccole dimensioni – e disegni, in cui permane la dimensione vionaria che lo contrattistingue. In contemporanea alla mostra di Palermo, nell’ambito del ciclo di residenze d’artista organizzato dalla sede della Galleria dell’Arco di Shanghai, s’inaugura ad aprile una personale dello stesso De Grandi, che presenta per la prima volta in Asia il suo lavoro.
Francesco De Grandi  Nato a Palermo nel 1968, vive e lavora tra Palermo e Milano. Luo Xiaodong Nato nel 1979 Xianyang, provincia di Shanxi (China), attualmente vive e lavora a Shanghai. (dialogue)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tre spettacoli al Piccolo Re di Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Roma 16/17/18 aprile ore 21, Teatro Piccolo Re Di Roma – Via Trebula 5  debutta l’edizione 0 della rassegna teatrale Punti di rottura. Si inizia con un’anteprima assoluta ed un testo inedito: Il recinto scritto e diretto da Georgia Lepore, che dopo il successo di critica riscosso lo scorso anno con la regia dello spettacolo “Bruciati”, andato in scena al Teatro Sala Uno, torna ora a dirigere, come già successo in passato, un cast completamente al maschile con un suo testo originale. Tre apprezzatissimi attori del panorama teatrale italiano in scena: Davide Lepore, Marco Quaglia e Alessandro Averone, quest’ultimo fresco della vittoria del premio UBU, il più prestigioso riconoscimento del teatro italiano per lo spettacolo dell’anno è andato ad un vero avvenimento quale “I demoni” dostoevskiani per la regia di Peter Stein. Lo spettacolo era stato liquidato dallo Stabile di Torino per questioni di costi e per le dodici ore di repliche. Il regista ha poi trasferito tutto lo spettacolo presso la sua villa in toscana, dove ha riscosso un successo tale da vincere l’ambito premio, che condurrà ora la compagnia in una tournè mondiale.  Ma prima della partenza, Alessandro Averone, uno dei protagonisti dello spettacolo di Stein, sarà in scena proprio al Piccolo Re di Roma nei panni di un giornalista, nello spettacolo di Georgia Lepore.  Altro atteso appuntamento poi con lo spettacolo Neurosi delle 7 e 47 (23/24/25 Aprile) di Ennio Speranza, con un nome molto apprezzato del teatro: Gabriele Sabatini; la regia a quattro mani è di Massimo Natale e Gabriele Guidi. Un uomo aspetta un autobus. O sogna di aspettarlo. Un uomo è in preda al delirio. O sogna il suo delirio. Un uomo è in balia delle sue ossessioni.  A chiudere l’edizione zero della rassegna sarà Riccardo Bocci, attore di grande talento, reduce dal successo dello spettacolo scritto e diretto da Luca De Bei,  “Le mattine dieci alle quattro”, che torna ora in scena con un monologo dal titolo Oscillazioni per la regia di Valerio Vittorio Garafa. Biglietti: 10 euro più 2 euro di tessera  Gli spettacoli in sintesi:
16/17/18 Aprile 2010  Ore 21,00 (domenica ore 18,00) Il recinto di Georgia Lepore Con Alessandro Averone, Davide Lepore e Marco Quaglia Regia di Georgia Lepore
23/24/25 Aprile 2010 Ore 21,00Neurosi delle 7 e 47 di Ennio Speranza Con Gabriele Sabatini Regia di Massimo Natale e Gabriele Guidi
30 Aprile, 1 e 2 Maggio 2010 Ore 21,00 Oscillazion iDi Vitaliano Trevisan Con Riccardo Bocci Regia di Valerio Vittorio Garafa (sabatini, Alessandro, riccardo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tuttinbici appassionatamente

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Parma, sabato 24 aprile: Seguendo l’argine della Parma e le memorie dei Duchi; sabato 15 maggio: In bicicletta nella terra del Culatello; sabato 22 maggio: Fabulando alla scoperta degli animali che abitano la Riserva Parma Morta; domenica 6 giugno: In bicicletta con Maria Luigia D’Austria duchessa di Parma; sabato 11 settembre: Viaggiando nei luoghi che hanno ispirato Giovannino Guareschi; domenica 19 settembre: Un tour culturale nei castelli delle antiche famiglie parmensi; domenica 7 novembre: Pedalando al November Porc Tuttinbici, appassionatamente: è lo slogan semplice ed immediato che invita gli appassionati di cicloturismo – ma soprattutto le famiglie con bambini e chi non ha ancora provato l’esperienza di noleggiare una bicicletta in uno dei 10 punti Nolo Bike Parma – a salire sul sellino e compiere in compagnia 17 nuove escursioni accompagnati da guide ambientali esperte. Il calendario delle biciclettate nella Bassa Parmense, edizione 2010, è pronto ed offre davvero una ricca scelta di proposte in sicurezza e relax da aprile
a novembre. Anche quest’anno sono 10 i punti noleggio attrezzati. Offrono la possibilità
di prenotare e trovare una bicicletta pronta sul posto con cui partire alla scoperta di argini, stradine che solcano la campagna, canali attraversati da ponticelli, chiesette suggestive che spuntano dietro filari di pioppi, romantici castelli nascosti in piccoli paesi. E pedalare, si sa, fa venire l’acquolina in bocca: ogni escursione è dunque un’ ottima occasione per far tappa nelle osterie e nei ristoranti più rinomati nella patria del Culatello di Zibello, nel regno burroso dei Tortelli d’ Erbetta, nella contea della Culaccia di Fontanellato abbinata alla torta fritta calda, nella terra dove si produce la Spalla Cotta di San Secondo o la Spalla Cruda di Palasone. Le escursioni organizzate sono frutto della rete che si è creata tra le Guide Ambientali Escursionistiche di Parma, gli istruttori di MTB e alcune Associazioni amiche del cicloturismo (Fiab e Uisp), in collaborazione con il servizio Nolo Bike Parma. Consiglio numero uno: portare binocolo e macchina fotografica. Consiglio numero due: portate i bambini, si divertiranno tantissimo e vivranno una vera e propria avventura in mezzo alla natura in sella al mezzo di locomozione preferito alla loro età: la bicicletta! Dunque che dire… Pedalate!!! (foto famiglia, cicloturismo)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Usa: deficit federale

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

“Ciò che ci preoccupa più di ogni altra cosa è il deficit federale”. Parla il Senatore George LeMieux, repubblicano della Florida. LeMieux voleva spiegare in tal modo il suo voto contrario per l’estensione dei benefici agli undici milioni di americani senza lavoro. Il disegno di legge per l’estensione era già stato approvato dalla Camera ma al Senato i repubblicani sono stati capaci di bloccarlo. Il deficit dovrebbe preoccupare ma per coloro che non riceveranno l’assegno di disoccupazione, equivalente al 50-60% del loro stipendio, preme di più come trovare la via per mantenere le loro famiglie. Oltre allo stipendio il 5 aprile scadrà l’estensione del COBRA che fornisce sussidi ai disoccupati per continuare a pagare l’assicurazione medica. I democratici hanno promesso di riprendere il disegno di legge il 12 aprile quando la Camera ed il Senato ritorneranno in sessione. Si preparerà un clausola retroattiva per compensare quelli che non avranno ricevuto l’indispensabile beneficio. Il deficit ai repubblicani importa quando loro non sono al potere. In tale situazione diventa cruciale. Quando era presidente George Bush ed i repubblicani controllavano ambedue le camere si sentiva poco sul deficit dalle bocche dei politici del Gop.
Quando Bush decise di iniziare la guerra in Iraq, non necessaria considerando la mancanza di armi di distruzione massiva, i repubblicani non considerarono il deficit. Nel 2003 i repubblicani approvarono un beneficio per le medicine dei nostri anziani che ingigantì il deficit e giovò poco eccetto per le aziende farmaceutiche. Spendere e creare deficit dunque non è contrario alla filosofia repubblicana. Se il deficit reca benefici alle persone comuni invece i repubblicani gridano il contrario. Lo hanno fatto persino con la riforma sanitaria approvata di recente. Nonostante l’analisi positiva sul deficit che secondo il non-partisan Congressional Budget Office sarebbe ridotto dalla nuova legge di oltre 100 miliardi di dollari, il Gop ha votato compatto contro la riforma.
Difficile crederli dunque quando sembrano essere diventati conservatori fiscali. La realtà è diversa. I repubblicani vogliono a tutti i costi limitare le spese pubbliche, svuotando il tesoro, e poi  dire che non possiamo permetterci ciò che altri Paesi più poveri offrono ai lori cittadini.
Riducendo il ruolo del governo si risolveranno tutti i problemi, secondo il Gop. Ciò è vero anche in casi di programmi che nel corso degli anni si sono dimostrati indispensabili come il Social Security ed il Medicare. L’ala destra del Partito Repubblicano li vorrebbe eliminare. Nonostante la popolarità di questi programmi, etichettati spesso socialisti dai repubblicani, le minacce continue alla loro salvezza sono sempre in discussione. Lo si è visto qualche sera fa nel programma di Larry King della Cnn. King chiese a Dana Loesch e Wayne Allyn Root, due leader del Tea Party, se vorrebbero abrogare il Social Security. Ambedue hanno risposto di sì. Ma anche i repubblicani moderati cercano spesso di eroderli. Lo fanno in parte dicendo che sono troppo cari e aggiungeranno al deficit.  La soluzione è sempre la stessa, la privatizzazione. Lo rivela naturalmente il tentativo di George Bush, figlio, di cercare di privatizzarlo. Non vi riuscì. Ma se ci fosse riuscito, avrebbe consegnato gli americani a Wall Street dove dovrebbero investire i loro risparmi e  se ci sarebbero guadagni usarli eventualmente nella vecchiaia. Ma tutti sappiamo come va la borsa. Troppo rischiosa. Ma anche i politici moderati repubblicani in circolazione hanno ogni intenzione di eliminare questi programmi divenuti indispensabili per gli americani.  Il parlamentare repubblicano Paul Ryan, considerato un “cervello” dell’ideologia del Gop, vorrebbe convertire il Social Security e il Medicare in un sistema di voucher, buoni che ognuno potrebbe usare come vuole.  L’ideologia repubblicana del ruolo del governo l’aveva incapsulata molto bene Ronald Reagan. Nel suo discorso di inaugurazione del 1981 Reagan disse che “il governo non era la soluzione” dato che non forniva risposte ai problemi. Ciò include il il Social Security e il Medicare perché sono programmi socialisti? E se sono programmi socialisti perché il Gop non lo dice chiaramente che li vuole abolire? Se i repubblicani non vogliono abolire questi programmi “socialisti” vuol dire che anche loro sono socialisti? Sono domande logiche che gli elettori dovrebbero porre ai candidati repubblicani alle prossime elezioni.  (Domenico Maceri)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stage International de Printemps de Ju-Jitsu

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Paris  Semaine du lundi 19 au  samedi  24 Avril 2010 (du lundi 19 avril au samedi 24 avril de 10h à 12h  et   de 13h30 à 17h)13e au  Gymnase Poliveau 29 bis rue Poliveau, Paris 5eMétro:   St-Marcel, Censier Dauberton Grand Stage International de Printemps de Ju-Jitsu Organisé par le Koryu Club de France Le Stage se déroulera avec une légende  des Arts Martiaux :  Maître Stefano Surace   10e dan de Ju-Jitsu  Ns, Wbi, Ejju, Ijjf, Ajb, Fsa, Ffjjba, Cekama, Wuma, Atama, Wbfoma, Iba, Ihf, Bi, Ibs, Kbk, Esjjas, Asay, Wjjabf, Aybk, Hnl,  Président du World Butokukai Institute et Grand Maître de Ju-Jitsu Butokukai® (Surace Ju-Jitsu) Le « Must » de la self-defense « Avec maître Surace c’est le grand Ju-Jitsu » (TV Channel « Fuji », Tokyo « Le seul Ju-Jitsu authentique existant en France (Magazine « Kakutogi Tsushin», Tokyo –  Manabu Takashima) Inscription :178 € Programme: Ju-Jitsu Butokukai Self-defense féminine Défense contre armes et contre un ou plusieurs adversaires Perfectionnement dans le combat debout et au sol Utilisation des points sensibles des adversaires Ken-Jitsu, Jo, Tanbo, Tanto-Jitsu, Nunchaku, Tonfa, Yoga Passages de grades (Pour les candidats qui souhaitent se présenter à l’examen de passage de grade, le préciser dans le bulletin d’inscription au stage) Organisation du stage Différents groupes de travail seront organisés: –  Initiation et perfectionnement pour les débutants -Approfondissement pour la formation des cadres fédéraux – Section spéciale pour les professeurs et gradés d’autres disciplines-  Section spéciale self-défense féminine. Nos cours et stages ont crée 4 Champions du monde de Ju Jitsu (combats libres sans catégories de poids) : Nicourt, Grillot, Stoppa et Perier Nos célèbres techniques de self-defense sont d’une efficacité foudroyante et non violente C’est l’idéal contre le stress de la vie moderne, pour acquérir et garder une bonne forme, une bonne santé et un excellent équilibre physique et psychique… …et pour se former à faire face avec efficacité à tout type d’agression, non seulement physiques Praticables par tous, presque à tout âge

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“L’Apocalisse nei disegni sionisti”

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Palermo 16  aprile  2010 Via Villa Florio 62 – ore 18,30 Circolo “L’avamposto” “L’Apocalisse nei disegni sionisti” Relatori: don Curzio Nitoglia Giuseppe Provenzale Antonio Rino Tagliaferro Filippo Fortunato Pilato Fadi Shirak (via internet dalla Palestina)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Due domini all’asta

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Milano, presso il Marriot Hotel, il 28 Aprile dalle 16.00 alle 19.00 la società di brokeraggio domini internet GenericDomains.com, di base a Londra, metterà in vendita due importanti nomi a dominio, notizie.com e telefoni.com, che la società specializzata Latonas.com ha organizzato in occasione della conferenza e mercato di domini internet T.R.A.F.F.I.C. Nomi a dominio generici in Inglese hanno realizzato prezzi record negli ultimi anni con la vendita di loans.com per tre millioni di Dollari, casino.com per 5.5 millioni e candy.com per tre millioni alla fine dello scorso anno. Christian Phillips, a capo dei broker di GenericDomains.com, crede che ci sara’ molto interesse per notizie.com e telefoni.com, due dei piu’ pregiati domini internet in Italiano.
Le maggiori societa’ al mondo hanno in questi anni investito in nomi a dominio generici, tra cui L’Oreal con l’acquisto recente di makeup.com, Nestle che possiede meals.com, GE con  autoleasing.com, CNN ha comprato money.com, AOL controlla games.com,  mentre Honda e Xerox possiedono rispettivamente motorcycles.com e colorprinters.com. Il proprietario dei domini Internet notizie.com e telefoni.com cosi come della societa’ di brokeraggio di nomi a dominio GenericDomains.com ha iniziato ad investire e commercializzare domini Internet per proprio conto e per conto di clienti terzi fin dal 1997. L’asta di notizie.com e telefoni.com alla conferenza di settore T.R.A.F.F.I.C a Milano sara’ gestita dalla case d’aste Latonas.com, che ogni anno organizza aste di nomi a dominio a New York, Miami, Las Vegas, Vancouver, Hong Kong e Dublino. La registrazione per partecipare all’asta e’ gratuita, visitate: http://latonas.com/mainportal.prt?action=reg

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La mappa delle zone sismiche

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

In media in Italia si registrano ogni anno 6-8.000 scosse con dei picchi, come quello abruzzese. «Se il terremoto de L’Aquila fosse capitato nell’area del Parco d’Abruzzo non avrebbe provocato gli stessi danni – ha spiegato Alessandro Amato, dirigente ricercatore dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nell’intervista ad I AM – Non siamo ancora in grado di prevedere i terremoti, non ci sono ancora dei modelli che spiegano perché si modifica il gas radon». L’unica possibilità è intervenire preventivamente in alcune zone a rischio segnalandole. Il vero obiettivo, ha aggiunto il dottor Amato, è continuare a studiare i terremotio, ma «i problemi organizzativi legati alla mancanza di prospettive a lungo termine per i nostri giovani ricercatori, ha creato disagi soprattutto quando si vogliono fare programmi di lavoro più in là con il tempo». Nel numero di aprile anche il disastro del Lambro, un incidente doloso, che a causa di una modifica dell’articolo 137 del testo unico ambientale permetterà ai responsabili di cavarsela con poco. Il reato penale di contaminazione delle acque, infatti, è stato declassato a semplice multa da 3.000 a 30.000 euro. Le altre notizie: Leaf House, la casa ecologica e la comunità verde, realtà del Gruppo Loccioni ad Ancona, la superpatata Ogm con i pro e i contro, l’Italia dei graffiti tra regole e contraddizioni e infine l’approfondimento sul Salone di Ginevra, dove la case auto puntano sull’ibrido e sull’elettrico, ma sono ancora in forte ritardo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Evangelico errore di noti scrittori

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Lettera al direttore. Nonostante le mie reiterate segnalazioni anche a Voi, noti giornalisti e scrittori, continuano imperterriti a fare confusione sul versetto 18,6 del Vangelo di Matteo. Come far capire loro che esso nulla ha da spartire con la pedofilia e con i bambini? Goffredo Fofi in un articolo su L’Unità del 24 gennaio, scriveva: “Un grande profeta parlò di «macina da mulino» che dovrebbero mettersi al collo coloro che danno scandalo all’infanzia”. Feci notare l’errore a  Fofi e mi rispose che lo sapeva, ma che aveva inteso fare una “forzatura retorica”. Un paio di settimane fa Left Avvenimenti, a proposito dei casi di pedofilia nella Chiesa, riportava il versetto sulla copertina. Su “D” di Repubblica del 3 aprile il lettore Ezio Pelino scrive: “A chi scandalizza anche uno solo di questi bambini sarebbe meglio che gli fosse appesa al collo una macina…”. E Galimberti aggiunge ad errore altro errore, rispondendo: “Nei vangeli non c’è traccia di condanna della sessualità, eccezion fatta per la pedofilia nel passo che lei ha opportunamente citato”. Falso. Gli unici peccati sessuali menzionati nel Vangelo sono l’aldulterio e la fornicazione (cf Mt 15, 19), ed invece non c’è traccia della pedofilia. I “piccoli” di cui parla Gesù, non sono i bambini, ma i discepoli.  Del resto, Gesù non poteva definire “credenti in lui” i bambini. A conferma, basta confrontare i passi corrispondenti negli altri due sinottici.  Ed ecco il noto versetto nella Bibbia (LDC – ABU), tradotta in lingua corrente da studiosi cattolici e protestanti: “Ma se qualcuno farà perdere la fede a una di queste persone semplici che credono in me, sarebbe più conveniente per lui che lo buttassero in fondo al mare, con una grossa pietra legata al collo”. Basta, oppure occorre altro?P.S. Speriamo che Galimberti non risponda anche lui che lo sapeva. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quando “la prima volta” è a teatro…

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Roma dal 13 al 25 aprile 2010 Via dei Filippini 17/a Teatro dell’Orologio – Sala grande L’albero Teatro Canzone Presenta La prima volta di Michal Walczak con Valentina Martino Ghiglia e Francesco Meoni Regia di Pietro Bontempo “La prima volta“ di Michal Walczak sembra quasi voglia divertire il pubblico, partendo da un pretesto che accomuna tutti i giovani del mondo: la prima volta che si trovano a fare sesso. Ma Walczak sceglie semplicemente un registro linguistico giovanile e lo usa come filtro per varie convenzioni teatrali di cui si serve costruendo il dialogo. I due protagonisti ripetono in varie scene sempre lo stesso rito: lui va a casa di lei di notte, fuori ha piovuto a catinelle e lui è tutto bagnato, lei lo invita ad entrare in casa, lui le regala dei fiori, restano imbarazzati, prima sulla porta e poi in camera, a chiacchierare del più e del meno cercando di far montare la tensione per raggiungere l’acme tanto agognato che li porti a fare sesso: questa era la sceneggiatura che lei aveva scritto e lui sottoscritto. Eppure ogni volta qualcosa non riesce, sbagliano le battute concordate oppure si perdono in un gioco a soggetto, sperimentando le varie convenzioni di dialogo fra innamorati. Mettendo a disposizione dei suoi personaggi la possibilità di mille varianti della stessa situazione Walczak drammatizza il problema della comunicazione le cui regole linguistiche e la varietà delle convenzioni che abbiamo a disposizione impediscono spesso di trasmettere la verità dei messaggi. dal martedi al sabato alle ore 21.00 – domenica alle ore 17.30 biglietti: interi € 15 – ridotti € 10 (immagine incontro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mennato Tedesco: Sospensioni

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Saronno (VA) fino 8/5/2010 via G. Verdi, 20 Centro d’Arte Mennato Tedesco dipinge corpi in cerca di dimensione e spazio, in mostra a Saronno. Mennato tedesco nasce a Torrecuso (BN), si diploma al liceo artistico ”Frattini” di Varese, segue corsi all’accademia di belle arti ”A.Galli” di Como.  Affascinato dall’essere femminile ritrae molto spesso le donne e il loro corpo,ma la sua maggiore forza sono le ”Sospensioni”;il corpo viene rappresentato nell’attimo in cui diventa culmine ed espressione di forza,condizione precaria ma assoluta, partenza ma apice. In questi suoi lavori i corpi vengono sollevati da terra in una condizione quasi irreale, l’artista interviene poi sulla tela con l’uso di carta da parato, merletti e altri materiali che generano sempre effetti insoliti e notevoli. Con le sue opere e’ presente in numerose collezioni private in Italia e all’estero. In mostra quattordici dipinti del 2009 e gli ultimi del 2010, tutti appartenenti alla serie che da il titolo alla mostra. (mennato tedesco)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inflazione sulle materie prime

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Stupirsi per la nuova ondata di aumenti dei prezzi delle materie prime dimostra che, dal fallimento della Lehman Borthers in poi, si è sognato ad occhi aperti. Giustificare la recente impennata inflazionistica con una fantomatica “ripresa” o con la corsa e la sete del cavallo cinese vuol dire perseverare nell’irresponsabilità.   L’impennata dei prezzi delle materie prime ha solo un nome: speculazione. Come a vecchi tempi. Dovrebbe essere chiaro che se il sistema viene inondato di liquidità senza che nel frattempo si siano costruiti argini forti per incanalarla, essa prima o poi si riverserà dove può determinare alti ritorni di profitto, anche a spese dell’intera economia.  Il solo costo del salvataggio bancario in America è costato 2.500 miliardi di dollari. Il costo totale della crisi per Washington oscilla tra i 3.500 e i 5.000 miliardi di dollari. Quanto la seconda guerra mondiale in dollari attuali!. Allora quei soldi andarono nella produzione bellica, oggi questa bomba-carta di liquidità è rimasta nei mercati della finanza e nel sistema bancario. Nel contempo si sono registrati il crollo del commercio mondiale che oggi varia tra il 16 e il 20% e il crollo della produzione industriale di tre, quattro volte superiore in misura percentuale alla riduzione del Pil.
A nostro avviso la recente spinta speculativa sulle materie prime non è il risultato della “magia del mercato” ma la decisione della finanza di sfidare in anticipo il sistema politico che continua a parlare di riforme globali ma fatica a realizzarle.   La stessa amministrazione Obama ne è consapevole e denuncia le grandi banche e le finanziarie americane che stanno spendendo 1,4 milioni di dollari al giorno per operazioni di lobbying al fine di  “spegnere la volontà politica di cambiamento”.  Per deragliare il treno delle riforme si tenta di provocare  preventivamente un’ondata di inflazione che crei una situazione di emergenza e quindi la possibilità di ricatto, come nella crisi bancaria.   Giocare adesso con l’inflazione dei prezzi delle materie prime significa innescare una nuova crisi, forse peggiore di quella che abbiamo sperimentato, perché va a stravolgere il sistema produttivo e la precaria stabilità sociale.   Recentemente in Messico al Forum Internazionale dell’Energia il segretario generale dell’OPEC, Abdallah Salem el-Badri ha dichiarato:” Alla fine del 2008 i prezzi del petrolio sono sfuggiti a ogni controllo a causa della speculazione, oggi dobbiamo lavorare duramente per ridurre la volatilità dei mercati”.
Infatti il prezzo del petrolio non è sospinto in alto da un aumento di domanda di barili reali ma dalla crescita del mercato dei “barili di carta”. Petrolio virtuale viene scambiato nella forma di “futures” che, scommettendo sul rialzo del prezzo, ne determinano l’aumento vero.  Ma la speculazione sta generando volatilità anche sui prezzi dell’acciaio, del rame, del nickel, ecc.  Per l’economia italiana ciò potrebbe essere devastante. L’aumento medio dei costi di approvvigionamento di materie prime nel 2010 si calcola in un  più 17%, senza contare gli effetti perversi della speculazione.
Per fronteggiare “i nuovi rischi emergenti”, Obama, Sarkozy e i capi del  governo inglese, canadese e sud coreano, in quanto ospitanti passati e futuri dei summit del G20, hanno indirizzato una lettera a tutti i governi al fine di stabilire le nuove regole internazionali. Ma, mentre i tempi della loro entrata in vigore sono lontani, nel 2012, la situazione economica potrebbe precipitare ulteriormente.  Negli Usa la Commodity Futures Trading Commission  starebbe per imporre limiti ai volumi di petrolio e di altre materie prime che possono essere oggetto di operazioni finanziarie al fine di ridurre gli effetti speculativi. Il “cuore” del problema, come abbiamo da tempo evidenziato, sta però nel meccanismo dei derivati OTC che sono negoziati tra  banche e hedge fund fuori dai mercati regolamentati e quindi sottratti a ogni forma di controllo.   E’ tempo di agire. La lettera dell’ex presidente della Commissione Europea Jacques Delors  “Per un rinnovo del partenariato euro-americano” indica una strada che si può percorrere insieme.  (Di Mario Lettieri  Sottosegretario all’Economia nel governo Prodi  Paolo Raimondi Economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giampaolo Minuti Innocenti

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Val di Cecina (PI) fino al 30/4/2010 Strada Statale 68, Ponteginori di Montecatini Caffe’ galleria “Betti” La danza della solitudine di Uomo e Natura, al ritmo fantastico del colore A cura di Enrico Betti e Matteo Betti Uno sguardo reciproco di solitudine tra Uomo e Natura attraversa improvvisamente le certezze del contemporaneo, nello scenario metafisico che si apre sui paesaggi, sulle nature morte, sui nudi, su quei soggetti non piu’ classici, e neanche piu’ moderni, ma precipitati in contesti del tutto autonomi, fino alle punte fantasy degli ultimi lavori, oltre il simbolismo stesso e dove dai timbri fauves alle tonalità pop, sono trasfigurati da moti espressionisti inediti e da esigenze concettuali che riconsegnano uno scenario insieme inquietante e riconciliante, alla radice dei significati reconditi, custoditi nel -libro ancestrale dell’esistenza-.
Giampaolo Minuti Innocenti, pittore visionario ed artista dal talento e dall’impegno e riflessioni indipendenti, originario dell’Alta Val di Cecina, nelle suggestioni collinari e monumentali del Castello Ginori di Querceto, ed attualmente residente nell’antico borgo di Bibbona, dopo le esperienze del figurativo accademico e del cubo-futurismo con Daniel Schinasi, si muove su una ricerca propria, dialetticamente figurativo-astratta, in sincera immedesimazione filtrata in prima persona, del difficile rapporto oscillante ed in precaria stabilizzazione, tra istinti e ragione, azione umana e azione dell’ambiente, bontà e cattiverie, vizi e virtu’, che investono l’animato e l’inanimato in egual misura, nell’intuizione della circolarità del tempo e della caducità e contraddizioni insite nelle cose e -questioni- apparentemente solo terrene. (minuti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spazio: Fotografia come architettura

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Bard (AO) fino al 2/5/2010 via Vittorio Emanuele II  Forte di Bard La mostra – commenta il Presidente dell’Associazione Forte di Bard, Augusto Rollandin – nasce da una collaborazione tra l’Associazione Forte di Bard e l’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Regione Autonoma della Valle d’Aosta. L’obiettivo e’ quello di collocare il percorso fotografico tematico sugli spazi in architettura, in un contenitore che e’ esemplificazione del tema stesso, il Forte di Bard, opera il cui restauro ha seguito canoni estetici, tecnologici e funzionali dell’architettura contemporanea nel rispetto della storia e nella tutela massima del bene.  La svizzera Stefania Beretta e l’italiano Andrea Garuti si sono misurati con il tema della città, la prima facendo ricorso a una doppia lettura parallela – il sopra e il sotto – che si ritrova in dittici dal sapore metaforico e l’altro utilizzando una composizione carica di atmosfere poetiche. (Immagine: Gabriele Basilic, Paris, 2002)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I volti del Mediterraneo: Fotografie di Pino Bertelli

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Napoli fino al 18/4/2010 Palazzo Roccella – Via dei Mille, 60 PAN – Palazzo delle Arti Napoli
77 -ritratti- caratteristici di donne e uomini, accompagnati da citazioni letterarie e poetiche rappresentative delle differenti identità, raccontano le città di Napoli, Marsiglia, Barcellona, Alessandria, Tunisi, Gaza, Tel Aviv, Istanbul, Atene, Durazzo e Rijeka. Le immagini, di raffinata sensibilità, sono di uno tra i maggiori fotografi contemporanei, Pino Bertelli, toscano di nascita, cittadino del mondo, autore di opere magistrali sull’Iraq, l’Amazzonia, il Burkina Faso, Chernobyl. Obiettivo della mostra è creare occasioni di incontro, confronto e dialogo sui temi più scottanti riguardanti i paesi che si affacciano sulle due rive del Mar Mediterraneo. La mostra è statarealizzata con il contributo del Comune di Napoli.
Volti del Mediterraneo è una iniziativa culturale e sociale che, oltre alla mostra itinerante, dibattiti e conferenze, precede la pubblicazione di 5 volumi di 825 “ritratti” caratteristici, di 55 città che hanno condiviso e contribuito a dare forma alla civiltà plurimillenaria del Mediterraneo. Dal primo volume della serie, edito da arte’m nel 2009, e’ tratta la mostra. (bertelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adrian Paci: Gestures

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

New York until 15/5/2010 526 West 29th Street, Peter Blum Chelsea Peter Blum is pleased to announce the exhibition Adrian Paci: Gestures. This will be Adrian Paci’s second exhibition with the gallery. In the exhibition Gestures Adrian Paci continues his interest in symbolic and cultural rites. Paci often focuses on brief glimpses of everyday gestures that occur during ritualistic festivities. He renders these moments ambiguous, abstract, and open to universal readings. In a new departure from his previous work, Paci plays with the painterly possibility of video while also bringing a cinematographic approach to his paintings. The show comprises two video installations-_Britma_ and Last Gestures-four photographic light boxes, a large-scale painting on wood entitled Passages, a diptych painted on bricks, and several works on paper. The large-scale painting, Passages, takes the ritual of handshaking (such as at funerals or weddings) as a starting point. Paci translates the repetitiveness of this gesture by following the shape of its painterly support: a nearly seven and a half foot tall wooden cable wheel. The circular continuity of numerous shaking hands emphasizes the cinematographic effect of the work. (Image: Adrian Paci, Kiss, 2008, Digital C-Print mounted on Sintra, 30 × 40 inches, Edition of 6. Courtesy of Peter Blum (Chelsea).

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »