Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 229

Archive for 13 aprile 2010

Le ultime sette parole di Caravaggio

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Roma 14-25 aprile 2010  (ore 20.30) Teatro India Via Luigi Pierantoni, 6 Le ultime sette parole  di Caravaggio  lo spettacolo scritto e diretto da Ruggero Cappuccio con Claudio Di Palma e Lello Arena.  Protagonisti de Le Ultime Sette Parole di Caravaggio, il pittore (Claudio Di Palma) e il suo servo (Lello Arena) s’incontrano, si raccontano e poi si misurano con sette insidiose e spietate “femminote” interpretate da Federica Bognetti, Stella Egitto, Ilenia Maccarrone, Giusy Mellace, Alessandra Roca, Marina Sorrenti e Ada Totaro.   scritto e diretto da Ruggero Cappuccio con Claudio Di Palma e Lello Arena  e con  Federica Bognetti – Stella Egitto – Ilenia Maccarrone Giusy Mellace – Alessandra Roca  Marina Sorrenti – Ada Totaro  musiche Paolo Vivaldiscene Nicola Rubertelli costumi Salvatore Salzano luci Franco Polichetti  Nella sua ultima play, Ruggero Cappuccio ritrae l’artista umano, il genio immortale. La sua vita raccontata manca della sicurezza delle ultime ore, della certezza d’una febbre infettiva che l’avrebbe reso prima agonizzante e poi cadavere sulla spiaggia di Porto Ercole il 18 luglio del 1610. Michelangelo Merisi è artista bifronte della spada e del pennello, delle luci e delle ombre, eterosessuale e omosessuale, amico dei cardinali e dei ladri, idolo dei principi e degli assassini che proclama l’impossibilità dell’esistenza di un mondo alto e poetico senza la conoscenza, la mortificazione e il naufragio in un mondo basso, corporeo.  Ne Le Ultime Sette Parole di Caravaggio si accende il delirio del grande artista in un dialogo disperato con sé stesso. Merisi è braccato da sette donne soprannominate “femminote”, una falange zingaresca di femmine siculo-calabre esperte di una vita criminale abbracciata per altrettanta disperazione. Incaricate dai poteri politici e religiosi di eliminare Caravaggio, le “femminote” si danno a interpretare la parte dei suoi giuda, in cambio di un silenzioso oblio sui loro reati pregressi.(caravaggio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Ponte Milvio in moda

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Roma 14 aprile ore 20,30. Sarà l’evento d’apertura della stagione estiva della Capitale. Organizzato dall’Olimpus Events con la collaborazione della Caracciolo Management & Production, Ponte Milvio in Moda 2010 sta per approdare nell’immenso mondo del pret-à-porter, attraverso una strada che nessuno aveva mai avuto il coraggio di intraprendere, la via dei giovani stilisti appena usciti dalle Accademie di Moda che non hanno mai avuto l’opportunità di esibirsi come solo i grandi colossi di questo mondo possono fare. Ora è il loro momento, l’atmosfera magica di Ponte Milvio infatti farà da cornice ad uno spettacolo suggestivo; la Torretta Valadier sarà illuminata ad hoc per l’occasione. Lamberto Mancini, Vittoria Formuso, Van Morris, Biblique, Natalia Rinaldi e i gioielli di Massimo Carrara e Vivibijoux saranno il cuore della sfilata, mentre la chiusura è affidata alla presenza straordinaria degli abiti di Antonio Martino Couture.   Il villaggio ospitalità, che accoglierà 300 ospiti, esclusivamente su invito, verranno intrattenuti prima e dopo la sfilata dalle degustazioni di vini offerti da Casale del Giglio o da un cocktail preparato dalla Red Bull che allestirà parte del villaggio, il tutto assaggiando le prelibatezze del catering The Art of Cooking e della catena di ristoranti Sosushi.  Parteciperanno molti personaggi dello spettacolo tra i quali Jonis Bascir, Floriana Secondi, Elena Bonelli, Anna Pettinelli, Silvana Giacobini, Gabriella Carlucci, Maria Monsè, Denny Quenn, Janet De Nardis e Barbara Chiappini, sarà presente anche il mondo politico, tra cui il Presidente della Regione Lazio Renata Polverini, l’on. Guidi, l’on. Prestagiovanni, il Sen. Augello, l’on. Simonelli e l’on. Vannini Scatoli. Saranno rappresentate anche le più alte cariche delle Istituzioni romane oltre a imprenditori e dirigenti. Anche l’intrattenimento musicale sarà all’insegna dei talenti emergenti con Flavio Gismondi direttamente dal mondo dei musical.  Prima dell’inizio della sfilata tutte le attenzioni saranno rivolte a fotografie, riprese video e arrivo degli ospiti in limousine sul piazzale di Ponte Milvio, per accompagnare il Make Up Artist Raffaele Squillace in compagnia della top model Manon Umbertelli.  Abbinato alla manifestazione anche il progetto “ModAmica”, che ha coinvolto gli studenti delle scuole superiori romane nello studio dei Disturbi della Condotta Alimentare. Accusati purtroppo da un numero sempre crescente di giovani, verrà trasmesso un video durante l’evento.  Al termine della sfilata, il pubblico potrà assistere ad un meraviglioso gioco pirotecnico con fuochi e giochi di luci che chiuderanno la serata. Al termine gli ospiti potranno ritornare all’interno del Villaggio Ospitalità per continuare la serata e le pubbliche relazioni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attrito tra potere legislativo e giudiziario

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Camerino 13 aprile. “La tripartizione dei poteri fondamentali dello Stato, l’interpretazione della legge e l’informatica. Come l’informatica potrebbe risolvere l’attrito tra potere legislativo e giudiziario” è il titolo della conferenza promossa dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Relatore dell’incontro sarà uno dei più illustri e massimi esperti del settore: il Prof Renato Borruso, Presidente Aggiunto Onorario della Corte di Cassazione e docente di Informatica giuridica presso la Facoltà di Giurisprudenza della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (LUISS-Guido Carli) di Roma. Nell’ambito dell’iniziativa sarà anche presentato il volume di Renato Borruso, Carlo Tiberi e Stefano Russo L’informatica per il giurista. Dal bit a Internet, un’opera che costituisce un importante punto di riferimento nel panorama nazionale degli studi dedicati ai rapporti tra informatica e diritto. Il volume propone un’informatica “vicina” ai cittadini e l’elaborazione di un linguaggio giuridico aderente alla realtà in grado di tradursi in strumenti di classificazione dei concetti giuridici utilizzabili per giungere alla soluzione delle controversie in modo rapido e soprattutto efficiente.  Il Prof. Borruso, già  Direttore del Centro Elettronico della Cassazione, è docente del Master in “Diritto, economia e tecnologie informatiche” dell’Università di Camerino, uno dei pochi atenei italiani ad aver introdotto negli studi giuridici la conoscenza dell’informatica e laboratori informatici. Si tratta di una tradizione risalente e fortemente innovativa: basti ricordare che presso la Scuola di Specializzazione in Diritto Civile è stato attivato per la prima volta in Italia l’insegnamento di Informatica giuridica e che già a partire dal 1985 la Facoltà di Giurisprudenza ha incardinato il primo professore associato italiano di Informatica giuridica, materia oggi studiata in tutti gli indirizzi del corso di laurea in Giurisprudenza e attivata anche nel corso di laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Va in scena Picazio

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Roma Via Margutta, 55 Palazzo Margutta vernissage è fissato per sabato 17 aprile 2010 dalle 18.30 alle 22.00.  L’esposizione è ospitata fino al 26 aprile prossimo a Palazzo Margutta nella sua prestigiosa sede. L’ingresso è libero. La mostra è dedicata a Pasquale Picazio. L’artista è capace di fondere abilmente tecniche pittoriche e traguardi emotivi, Picazio è caratterizzato da una perfezione che non frena mai la spontaneità dell’arte, qualità questa che, come sottolinea il critico Giuseppe Selvaggi, “distingue un artista e, in lui, diventa un vero e proprio Segno”.  Nell’esposizione fanno bella mostra di sé oltre 40 pezzi, lavori di dimensioni varie realizzati con tecniche diverse e spesso miste, compresi oli su tela e bassorilievi, anche di grandi dimensioni.
Casertano di nascita, Pasquale Picazio trascorre i primi anni della sua vita con i nonni, in una casina vanvitelliana nel Giardino Inglese della Reggia. (mg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La fotografia di cinema

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Padova fino al 30/5/2010 Piazza Cavour, Galleria Cavour a cura di Enrico Gusella e Alessandra De Lucia  Si rinnova anche quest’anno il grande appuntamento con la fotografia d’autore che vede protagonista la città di Padova. Da aprile a maggio torna, infatti, la rassegna internazionale che ha come tema, per questa sesta edizione, -La fotografia di cinema-.  La rassegna fotografica – organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Centro Nazionale di Fotografia del Comune di Padova, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo – e’ oggi riconosciuta come una tra le piu’ interessanti a livello nazionale: -Padova – come sottolinea Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune – proprio grazie al Centro Nazionale di Fotografia si e’ connotata, nel corso di un decennio, sul piano culturale promuovendo l’arte fotografica attraverso una costante e innovativa ricerca che costituisce, oggi piu’ che mai, un unicum nel panorama nazionale. La rassegna, curata da Enrico Gusella e Alessandra De Lucia, presenta due mostre che ripercorrono alcuni momenti salienti della creazione cinematografica di due grandi cineasti: -Carlo Mazzacurati nelle immagini di Lucia Baldini e Giovanni Umicini- e -Ricordando Krzysztof Kieslowski. Fotografie di Piotr Jaxa-. Il rapporto tra fotografia e cinema sarà in questa occasione indagato sotto luci e profili diversi, considerate le differenti produzioni e i differenti sguardi dei fotografi che ne hanno osservato le forme, scandagliando le riprese stesse dei set cinematografici. (Immagine: Lucia Baldini, La giusta distanza, Ponte di barche)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giuseppe Longhi e Raffaello Morghen

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Monza fino al 16/5/2010 via Arosio, Saletta Reale della Stazione L’incisione neoclassica di traduzione 1790-1840 a cura di Alberto Crespi  Nel contesto del ciclo di eventi dal titolo -Humanitas -, progetto in attuazione tra 2009 e 2011, l’Associazione Amici dei Musei di Monza e Brianza onlus in collaborazione con il Comune di Monza – Assessorato alla Cultura, promuove e organizza una mostra di 100 stampe del periodo neoclassico dal titolo: Giuseppe Longhi e Raffaello Morghen. L’incisione neoclassica di traduzione 1790-1840.  L’esposizione, con il patrocinio della Regione Lombardia – Culture, Identità e Autonomie della Lombardia e della Provincia di Monza e Brianza – Settore Cultura, sarà ospitata dall’11 aprile al 16 maggio 2010 nel Palazzo dell’Arengario e nella Saletta Reale della Stazione di Monza. (Immagine: Raffaello Morghen, Angelica e Medoro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Francesco Leone: Figurazione oggi

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Trieste fino al 29/4/2010 piazza Piccola, 3 (ex Albo pretorio) Sala Arturo Fittke A cura di Marianna Accerboni  Il chiaroscuro e’ il sommo dell’arte ed e’ dato a pochissimi scriveva Ugo Foscolo ai primi del XIX secolo, in epoca neoclassica. E forse – sottolinea Accerboni – proprio per il fatto che e’ dato a pochi, oggi non molti ne fanno uso, preferendo saltare a pie’ pari la copia dal vero e il periglioso figurativo, per passare subito alla piu’ rassicurante astrazione o a installazioni le più permissive. A differenza di quanto fece Picasso, che a soli 16 anni dipingeva in modo eccellente con taglio squisitamente figurativo e del quale proprio per questo e’ lecito pensare che, quando iniziò a scomporre i volumi, lo fece perche’ sinceramente interessato dalla sperimentazione.
Formatosi nell’atelier del noto acquerellista triestino Lido Dambrosi e alla Scuola di Figura tenuta al Museo Revoltella da Nino Perizi, Leone, che ha iniziato a esporre nel 1981 presentato dal critico Giulio Montenero, ha affinato con tali frequentazioni il naturale talento a esprimere e rielaborare armonicamente le forme della realtà, cimentandosi con sicurezza assoluta nella difficile arte del nudo e del ritratto, delle quali ci consegna prove sincere ed eleganti, realizzate a matita, carbone, pastello, sanguigna, olio, acrilico e china. (leone)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Josè Miguel Ferreira

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Biella fino al 15/5/2010 Corso del Piazzo, 18 Galleria Sant’Angelo La rotta del vino di Porto La Galleria Sant’Angelo ospita la prima esposizione dedicata in Italia all’artista portoghese Jose’ Miguel Ferreira. La mostra e’ composta da 40 immagini fotografiche stampate con il procedimento al platino / palladio. Le immagini sono state realizzate nella regione del Douro, zona di coltivazione dell’uva e di produzione del Vino di Porto, ed evocano con fascino le fragranze e la poesia che avvolgono la produzione di questo grande vino.  A partire dal 2002, Jose’ Miguel Ferreira ha realizzato numerosi lavori in cui vengono affrontati da un nuovo punto di vista i paesaggi naturali ed urbani di diversi Paesi europei (Svizzera, Francia, Portogallo) privati quasi completamente della presenza umana. Le sue opere sono un invito a scoprire lo straordinario là dove siamo abituati solo a vedere l’ordinario. Per fare cio’, egli si concentra sulle creazioni dell’uomo, i suoi movimenti e i piccoli dettagli che lo circondano. Questi elementi del reale, catturati dal suo obiettivo, svelano la loro poesia semplice e colpiscono per la loro qualità e per la padronanza del procedimento fotografico della platinotipia. Grazie a questa antica tecnica, le sue fotografie acquisiscono una dimensione atemporale. Esse divengono le immagini venute da qui e da altrove, le testimonianze del passato e del presente.
Jose’ Miguel Ferreira, nato nel 1972, ha realizzato numerosi portfolio, esposizioni e pubblicazioni; ha anche partecipato a incontri pubblici, programmi radiofonici e dimostrazioni tecniche in occasione di manifestazioni fotografiche. (josè)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luigi Di Sarro: Confini e oltre

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Gazoldo degli Ippoliti (MN) fino al 2/5/2010 Via Marconi 126, Museo d’arte moderna e contemporanea Personale nell’ambito della Biennale Fotografica Postumia a cura di Antonella GandiniLuigi Di Sarro nasce nel 1941 a Lamezia Terme. Nel -42 la famiglia si trasferisce a Roma dove Luigi e’ vissuto ed ha lavorato. Una precoce spiccata inclinazione artistica lo porta a frequentare dal ’56 lo studio di Carlo Alberto Petrucci e la Calcografia. Dopo gli studi classici coltiva sia gli interessi artistici che quelli scientifici. Si laurea in Medicina all’Università di Roma nel ’67. Muore improvvisamente a Roma il 24 febbraio 1979, ucciso per un fatale equivoco nel clima teso degli anni di piombo e dell’entrata in vigore della Legge Reale.  Le opere di Luigi Di Sarro sono presenti nelle collezioni di: Centre Pompidou, Parigi; Istituto Italiano di Cultura, Tokyo; Muse’e 2000, Lussemburgo; Calcografia Nazionale, Roma; Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma; Galleria Comunale, Roma; MIFAV, Roma; Museo Palazzo Braschi, Roma; Buttafavarte, Cassano Magnago-VA; Centro L. Pecci, Prato; Civica Raccolta del Disegno, Salo’; Galleria Civica, Montedoro; Galleria Civica, Termoli; MAGa, Gallarate; MAGI -900, Pieve di Cento-BO; MAON, Rende-CS; Pinacoteca, Macerata; Pinacoteca, Trapani; collezioni private. Presentazione in catalogo di Renzo Margonari. (di sarro)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Due Mostre

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Modena fino al 30/5/2010 Largo Porta Sant’Agostino 228, Ex Ospedale Sant’Agostino  Salvatore Andreola e il pittorialismo  a cura di Chiara Dall’Olio e Cristina Stefani Orari  Il pittorialismo nasce alla fine del XIX secolo con l’intento di elevare il mezzo fotografico ad arte, al pari della pittura. La fotografia era spesso considerata con disprezzo nell’ambito artistico, a causa del procedimento meccanico e automatico richiesto per la produzione delleimmagini. Lo scopo dei pittorialisti era quello di rendere l’immagine fotografica il più simile possibile alla pittura grazie ad un’attenta ricerca di soggetti (ritratti, paesaggi) ripresi con luci morbide e sfocature, e ad un accuratissimo lavoro di stampa in camera oscura con tecniche come il bromolio e la gomma bicromata che davano una resa pittorica alla foto. Fra i principali esponenti di questo movimento artistico, diffuso in tutto il mondo, ricordiamo: Robert Demachy e Camille Puyo (Francia), Alfred Stieglitz e Edward Steichen (USA), Yasuzo Noijma (Giappone). In Italia i principali fotografi che hanno aderito alla corrente artistica del pittorialismo troviamo Guido Rey e Domenico Riccardo Peretti Griva. Anche Modena ebbe un fotografo esponente rilevante di questa corrente: Salvatore Andreola ed è da quest’autore che si intende iniziare lo studio, e la divulgazione, del pittorialismo.
Salvatore Andreola (1890 – 1970) originario di Chieti, apre uno studio fotografico a Modena nel 1920. La sua specialità fu il ritratto in studio, con una particolare attenzione all’utilizzo della luce naturale e alla ricerca di interpretazione psicologica del soggetto ripreso. (salvatore)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cul de Sac

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Bologna fino al 7/5/2010 via Zanardi, 2 neon>campo base Alexandros Papathanasiou, Emanuele Becheri, Giovanni Oberti, Ruth Scott a cura di Alessandro Sarri. Cul de sac, impedimento, strada senza sfondo o senza via d’uscita, divieto, pericolo, vulnus interdizione, rimozione, risacca, oscenità. Cul de sac indaga ciò che resta dell’opera che, una volta -realizzata’, tende inevitabilmente a celare e a dimenticare il suo impensabile processo di costruzione che si cancella proprio nell’istante in cui s’instaura esaurendosi nel segreto della propria iscrizione nella quale appunto la singolarità annienta l’universale. Cul de sac inteso come quella cosa che il processo stesso dimentica e rimuove in fieri proprio per rinascere escatologicamente.
artists:  Emanuele Becheri, Giovanni Oberti, Alexandros Papathanasiou, Ruth Scott  curated by Alessandro Sarri Cul de sac, hinderance, dead end, forbiddance, danger, vulnus, interdiction, removal, undertow, obscenity. Cul de sac tries to figure out what remains of something that, due to a finalization, tends to hide and forget its unthinkable process of construction that keeps on erasing just in the moment it comes about, exausting right in the secret of its own inscription in which singularity annihilates universality. Cul de sac intended here as the thing that even the process itself forgets and removes right away, in order to re-born as escatology. Cul de sac as something new stuck in the reiteration of a reproposition intended here as identical act, simultaneously what has arrived and what’s still here, present in what has already been ruined by its presence ce’libataire. (cul de sac)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andrew Moore

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Amsterdam until 7/6/2010 Galerie Alex Daniels – Reflex Making History. Photographs 1980 – 2010 “We hope for better things; it will arise from the ashes,” was the motto adopted by the city of Detroit, after it was ravaged by the great fire of 1805. American photographer Andrew Moore distils the spirit of this message in his haunting large-scale images of decay and renewal. From Cuba to Russia to Detroit, Moore seeks out disused, wrecked buildings and captures the moment that nature stakes her claim on their ravaged grandeur.The images on display are wide-ranging in their subject matter, but unified by clarity of detail as well as narrative complexity: The abandoned “Palace Theatre” Gary Indiana, once ringing with gaiety and glamour, is now a darkened wasteland of torn-up seats, peeling paint and collapsing infrastructure. It is a devastating image, yet the natural light that seeps in through the ceiling and side door gently illuminates the dusty sea of velvet, providing a glimmer of hope.  A new book with a foreword by Joel Smith, Curator of Photography Princeton University Art Museum, and a special limited edition of 2 original colour prints will be presented at the show. (Andrew)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fabio Torre: Frames from a lost friend

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Brescia fino al 15/5/2010 Via Alessandro Monti 13 fabioparisartgallery Alla sua quarta personale presso la galleria Fabio Paris, l’artista bolognese Fabio Torre propone un gruppo di lavori che vanno a comporre un’unica narrazione, pressoche’ site specific. Abituato a impiegare la pittura come crocevia dei linguaggi fotografico e cinematografico, Torre propone questa volta la rilettura di un mezzo assai diffuso negli anni ’60 e ’70, il super-8, disponendo una serie di frames dal forte sapore nostalgico. Il tema e’ la ricerca di se stessi, metaforizzata in un viaggio-film-sogno.
I Frames from a Lost Friend di Fabio Torre prendono avvio proprio da immagini del protagonista che si dirige verso il largo su una bicicletta, lenta sequenza dalla conclusione metaforica: il protagonista sparisce, il mare restituisce sulla spiaggia la bicicletta. Sulla parete accanto scorre in video l’instancabile, quasi ipnotico movimento del mare: un mare apparentemente vuoto, sempre diverso e sempre uguale, che col suo orizzonte piatto crea un istintivo sentimento di attesa e speranza di ritorno.
For his 4th solo show at Fabio Paris Art Gallery, Bologna-based artist Fabio Torre presents a group of new works organized as a single narration, nearly site specific. Using painting as a crossroads of photographic and cinematographic languages, Torre is re-proposing today a popular media in 60’s and 70’s, the super-8, arranging a series of frames characterized by a strong nostalgic flavour. The subject is to be in search of ourselves, treated metaphorically by the use of a journey-film-dream.  To search of ourselves-to leave-getting lost: the present installation is pivoting around the term lost. Torre borrows the happenings of the Dutch-born artist Bas Jan Ader, working in California in the early 70’s, who set sail in a tiny boat across the Atlantic to realize his project In search of the Miraculous, an extreme challenge bridging art and life.  Fabio Torre’s Frames from a Lost Friend start with the hero putting out to sea on his bike, a slow sequence ending in metaphor: the hero disappears, the sea returns the bike on a beach. In a video on the next wall, the tireless, nearly hypnotic movement of the sea runs: a seemingly empty sea, always the same and always different, moving the viewer to a spontaneous feeling of waiting and hope of return. (Fabio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cocif sbarca in Cina

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Longiano (FC) Cocif, azienda leader in Italia nella produzione di porte e serramenti in legno, comunica di aver concluso un accordo di partnership con un primario importatore per la commercializzazione dei propri prodotti nel mercato cinese.  L’intesa siglata prevede anche l’apertura di 7 showroom nelle città più importanti della Cina, Beijing, Shanghai, Nanjing, Qingdao, Dalian, Chongqing e XI’an, dove sarà possibile acquistare le ultime linee di porte e serramenti in legno Cocif.   Gli showroom Cocif saranno posizionati nel cuore delle città selezionate o nei centri più strategici per lo shopping, così da garantire il maggior numero di contatti con la clientela e nello stesso tempo assicurare un’ampia visibilità al brand.   Con questo importante investimento, l’azienda di Longiano punta a conquistare anche il mercato cinese, attualmente quello più in crescita nel panorama mondiale e con un ampio bacino di appassionati di prodotti “Italian Style”, di cui Cocif è tra i massimi rappresentanti.
Cocif è azienda leader in Italia nella produzione di porte e serramenti in legno. Cocif nasce nel 1945 da un gruppo di lavoratori che decidono di unirsi e fondare la “Cooperativa costruzioni in falegnameria”, per lavori di falegnameria artigianale. Dopo essersi specializzata nella produzione di infissi e porte, e aver conquistato la leadership in Italia, l’impegno di Cocif va avanti promuovendo i propri prodotti anche verso mercati internazionali come Nord America, Russia, Giappone, sud est asiatico e Medio Oriente e ponendo attenzione all’innovazione e allo sviluppo tecnologico con nuovi investimenti strutturali e nuove linee di produzione.(foto cocif)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stefano Arienti: Personale

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Brescia fino al 22/5/2010 via Apollonio, 68 Galleria Massimo Minini Punto di partenza dell’artista sono immagini preesistenti, poster fotografici stampati in offset acquistati in un colorificio come tappezzerie, che vengono manipolati e assemblati grazie a cuciture fatte a macchina. In alternativa Arienti utilizza anche sue fotografie che diventano la traccia da percorrere per l’utensile meccanico che andrà ad incidere, segnare, disegnare la pietra.  Nel primo caso l’azione sulla carta ne cambia la consistenza conferendo un inatteso aspetto materico, segnato dalle imperfezioni causate dalla macchina da cucire, che traccia fili colorati della stessa tinta presente nell’immagine oppure cuce senza filo una semplice traforatura.  Nel secondo caso l’immagine fotografica digitale si essenzializza per gradi: da principio nel computer, dove avviene la correzione con il fotoritocco, successivamente dal marmista, dove diventa un tracciato digitale che guida l’utensile per incidere la pietra. Quest’ultimo passaggio e’ un processo altrettanto delicato dove di nuovo le imperfezioni della macchina restituiscono sensibilità al soggetto rappresentato. (Immagine: Papaveri, 2010, cuciture su poster tagliato, cm 96 x 132)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stati Uniti: fra cittadinanza legale ed umanità

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Non si deve togliere la sanità e l’opportunità ai bambini di andare a scuola “per i peccati dei loro padri”. Parla Meg Whitman, candidata repubblicana a governatore della California, lo stato-nazione della costa del Pacifico. I padri sono ovviamente i clandestini residenti in America con figli nati negli Stati Uniti i quali sono cittadini americani.La cittadinanza legale di questi ragazzi sta divenendo soggetto di discussione come rivela un recente articolo dell’opinionista conservatore George Will del Washington Post. Secondo Will, l’idea di riformare il concetto di cittadinanza, togliendola ai figli dei clandestini, consiste di una semplice riforma. Non esattamente. Negli Stati Uniti la legge sulla cittadinanza  fu stabilita dal XIV emendamento che riconosce cittadini tutti coloro che sono nati in America senza riguardo alla nazionalità dei genitori. L’eccezione sono i figli dei diplomatici i quali ricevono la cittadinanza del Paese dei loro genitori. Il XIV emendamento fu passato circa 150 anni fa poco dopo la fine della Guerra Civile americana. Diede la cittadinanza a tutti quelli nati in America incluso gli afro-americani i quali fino a poco tempo prima erano in gran parte proprietà di bianchi. L’emendamento garantisce la stessa protezione legale a tutte le persone sottoposte alla giurisdizione degli Stati Uniti. Ciò include anche i figli dei clandestini.
In effetti, la legge sulla cittadinanza americana riconosce ciò che si chiama il diritto ius soli (diritto di suolo), cioè nascendo negli Stati Uniti si ottiene automaticamente la cittadinanza.
Molti altri Paesi usano il ius sanguinis (diritto di sangue) per determinare la cittadinanza. Secondo questo sistema solo i figli con almeno un genitore cittadino saranno automaticamente cittadini.
In linee generali i Paesi del Nord e Sud America usano il diritto di suolo per determinare la cittadinanza. Si tratta di nazioni con forti tradizioni di immigrazione che hanno sempre incoraggiato l’integrazione di nuovi arrivati ed i loro figli. Il diritto di sangue invece è usato da molti altri Paesi europei con poca tradizione di immigrazione. L’unica eccezione è la Francia che usa il diritto di suolo dal 1515. Ciononostante parecchi Paesi europei in tempi recenti hanno modificato le loro leggi per determinare la cittadinanza cercando di assorbire i nuovi arrivati ed i loro figli nati nel Paese di adozione. In Germania ed in Italia i figli di padri stranieri possono ottenere la cittadinanza  in alcune situazioni. I bambini nati nella nostra Penisola possono divenire cittadini se i loro padri sono ignoti. I bambini nati in Germania possono diventare cittadini naturalizzati come avviene anche in Svizzera. In sintesi, anche i Paesi con poca tradizione di immigrazione hanno dovuto fare delle modifiche per affrontare in modo umano la nuova realtà che deve considerare gli spostamenti di persone da un Paese all’altro. Negli Stati Uniti, Paese di immigrati per eccellenza, la cittadinanza per diritto di suolo è stata mantenuta parecchie volte dalla Corte Suprema.  L’ultima volta è avvenuto nel 1982 con la riconferma dei diritti dei figli dei clandestini di frequentare le scuole pubbliche americane. La cittadinanza comporta però anche doveri verso la nazione. I figli di clandestini, cittadini americani per legge, spesso si arruolano nelle forze armate e muoiono per la loro Patria. Ci sono più di tre milioni di questi individui i cui genitori non hanno diritto legale di essere negli Stati Uniti. Cambiare la legge per togliere la cittadinanza a questi individui sarebbe un atto di crudeltà che non riflette la generosità degli americani. Ciononostante la paura di pochi gruppi di destra e il desiderio di risolvere la questione dei clandestini in America spinge a soluzioni non pratiche oltre che inumane. I clandestini non vengono negli Stati Uniti per avere dei figli che poi li faranno diventare residenti permanenti. La ragione principale è il desiderio di lavorare, spesso accettando gli impieghi più umili che gli americani rifiutano. Togliere loro i pochi benefici che ricevono non ridurrebbe il loro numero né risolverebbe la tragica situazione dei dodici milioni di immigrati senza autorizzazione legale di trovarsi nel Paese.Il presidente Obama è riuscito dopo molte battaglie a riformare il sistema sanitario. La prossima lotta sarà con la riforma sull’immigrazione. Non sarà facile ma una volta completata, la riforma aiuterà i padri dei clandestini ad  integrarsi. Col passare delle generazioni si vedranno questi clandestini come eroi in modo non tanto diverso dall’eroismo che noi riserviamo agli altri immigrati del passato. (Domenico Maceri San Luis Obispo, CA, USA)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Seminario sull’educazione continua in medicina

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Roma venerdì 14 maggio, presso il Ripa Hotel – First classcollection Worldhotels (via Orti di Trastevere, 3) con inizio alle ore 10.30. seminario Federcongressi su Nuovo sistema ECM: indicazioni, dosaggio ed effetti collaterali. L’evento inaugura il nuovo format Roadmap Sanità, con cui l’associazione affronterà ogni anno i temi principali del rapporto tra mondo sanitario e meeting industry. Per l’edizione 2010 si è scelto appunto l’ECM (Educazione Continua in Medicina), il cui sistema è stato recentemente riformato e dunque abbisogna di adeguata illustrazione delle nuove regole. Sono stati invitati i più importanti referenti di tutte le parti in causa: Paolo Messina e Felice Ribaldone, componenti della Commissione Nazionale Formazione Continua; Maria Linetti, responsabile del supporto amministrativo-gestionale della Commissione Nazionale Formazione Continua; Franco Vimercati, presidente della Federazione Italiana Società Medico-scientifiche; l’Avv. Marco Cavallo, responsabile del sistema ECM della Regione Lombardia; Guido Rasi, direttore generale dell’Azienda Italiana del Farmaco. Farmindustria ha dal canto suo assicurato che sarà presente con un proprio delegato. L’evento sarà moderato da Mario Buscema, responsabile dell’attività ECM ed eventi medico-scientifici di Federcongressi.
Federcongressi, organizzazione senza fine di lucro nata nel 2004 come federazione delle associazioni della meeting & incentive industry operanti in Italia, è l’associazione nazionale delle imprese pubbliche e private e dei professionisti che svolgono attività connesse con il settore dei congressi, convegni, seminari ed eventi aggregativi, di incentivazione e di comunicazione. A seconda dell’attività principale svolta, gli associati sono inclusi nelle seguenti categorie funzionali: Destination marketing, Meeting management, Incentive and Motivation programs management, Venues, Transport, Meeting support. (foto Buscema)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforme istituzionali. A chi servono?

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Il nostro Paese ha bisogno di riforme, si dice e si scrive. Quali? Quelle istituzionali! Quelle, cioe’, che riguardano il sistema di elezione delle varie cariche dello Stato e dei parlamentari. Per garantire governabilita’, si dice. Gia’, qualcuno dimentica che nelle legislature 2001-2006 e 2008 fino ai giorni nostri, i governi Berlusconi avevano, nel primo caso, 148 parlamentari in piu’ rispetto alla opposizione e oggi ne hanno un centinaio. C’erano, e ci sono, tutte le condizioni per governare il Paese ma le riforme non si sono fatte. E per riforme intendiamo, almeno noi, quelle che interessano i cittadini. Ad iniziare dalle tasse, visto che l’aliquota marginale sul reddito e’ del 33% mentre quella europea e’ al 23,5%, la pressione fiscale media sui profitti e’ del 22,9% contro il 12% europea. Per i contribuenti italiani l’aliquota massima e’ del 43%  mentre per quelli comunitari e’ del 35,7%. La riforma fiscale, dunque, che ha come presupposto quello di far pagare le tasse a tutti, il che significa un maggior introito di 103 miliardi di euro l’anno. Ricordiamo, ancora una volta, che nel 2001 il candidato alla presidenza, Silvio Berlusconi, si impegno’ per iscritto a limitare la tassazione al 23% per i redditi sotto i 100mila euro e al 33% per quelli superiori. Come mai, in 5 anni di governo continuativo, cosa unica nella storia della Repubblica Italiana, con una strabordante maggioranza parlamentare, il presidente Silvio Berlusconi, non e’ riuscito a mantenere la promessa? C’erano, e ci sono, anche altre riforme per i cittadini che dovrebbero essere fatte. Torneremo sull’argomento. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi scenari in farmacia

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

La farmacia è cambiata: da azienda che aiuta a curare ad azienda che aiuta a stare meglio. Se un tempo il farmacista era, assieme al medico, un consulente per la salute, oggi è un consulente per il benessere. Questo è il messaggio forte emerso nell’incontro dal titolo “Crescere insieme”, organizzato a Milano lo scorso 30 marzo dal Drug information service di Elsevier tra software house e farmacisti territoriali.  Per l’azienda farmacia, si sono aperti nuovi scenari, in qualità di centro di riferimento per l’automedicazione, la dermocosmesi e gli articoli sanitari e come erogatore di servizi che vanno dalla prenotazione di esami, al counselling per la salute. In questa nuova veste, il farmacista ha necessità di potersi avvalere di strumenti adeguati per reperire le informazioni necessarie, che devono essere aggiornate, complete e fruibili. In questo ambito, il supporto fornito dalle banche dati specializzate diventa fondamentale, non solo dal punto di vista normativo, ma anche formativo e strategico. E ciò assume una rilevanza particolare per quanto riguarda tutto ciò che non è farmaco. Se, infatti le banche dati oggi attive sul territorio italiano possono ritenersi equivalenti per quanto riguarda l’etico, altrettanto non si può dire per integratori alimentari, cosmetici e rimedi naturali. L’iter formativo del farmacista, inoltre, non prevede la formazione necessaria per creare un consulente consapevole del parafarmaco e l’informazione è affidata quasi completamente alle stesse aziende produttrici. Ecco allora che una banca dati che possa affiancare informazione a supporti formativi diventa un prezioso strumento. (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riforme istituzionali

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Padova 26 aprile 2010 – ore 18.00 – Palazzo Moroni Sala Paladin – Via Municipio n. 1  Ne discutono insieme: Luciano VIOLANTE, già Presidente della Camera dei Deputati, FLAVIO ZANONATO, sindaco di Padova, Enrico CISNETTO, Editorialista – Presidente Società Aperta, Mario BERTOLISSI, Docente Diritto Costituzionale Università di Padova. Introduce i lavori: Anil CELIO, Presidente del Circolo Culturale “Le Sorgenti”. Modera: Renato Maria CESCA, Presidente Circolo Società Aperta Padova

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »