Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 27 aprile 2010

Pletnev e l’Osi a Lugano festival

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Lugano 30 aprile alle ore 20.30 al Palazzo dei Congressi, Piazza Indipendenza 4.  Primo appuntamento con l’Orchestra della Svizzera Italiana. Sul podio, il talento musicale di Mikhail Pletnev. Il musicista russo, con le sue personali letture del grande repertorio romantico, non mancherà di sorprendere e di incantare il pubblico di Lugano Festival. Solista nel Concerto n. 2 di Chopin – per un doveroso omaggio al compositore polacco, nel bicentenario della nascita – sarà Alexander Gavrylyuk, giovane pianista ucraino dalle immense doti, scelto personalmente dallo stesso maestro Pletnev.  Il 2010 è un anno magico per il mondo della musica, visto che ricorre il bicentenario della nascita di due fra i più grandi geni di tutti i tempi: il polacco Chopin ed il tedesco Schumann. Autentici protagonisti della stagione romantica europea, sono pertanto a buon diritto protagonisti anche del cartellone di Lugano Festival, che offre al suo pubblico l’occasione per riascoltare, in letture sempre differenti, capolavori più o meno noti.  Dopo la Sinfonia Renana, affidata nel concerto precedente all’interpretazione di Sakari Oramo, a Mikhail Pletnev spetta il compito di applicare il proprio genio di direttore all’altro pilastro del sinfonismo schumanniano, la Quarta, in cui l’autore forza deliberatamente i limiti della forma ereditata dal Classicismo, per immettervi il suo personalissimo mondo fantastico.  Lirico, eroico, intenso come solo Chopin sa essere, il Concerto per pianoforte n.2, affidato al solista ucraino Alexander Gavrylyuk. Classe 1984, il pianista, che oggi risiede a Mosca, si è rivelato al mondo musicale con le vittorie nei due grandi concorsi internazionali intitolati ai suoi illustri colleghi Horowitz e Rubinstein. Completa il trittico romantico l’ouverture di Alfonso und Estrella di Schubert, vero pioniere del Romanticismo, che con quest’opera dal soggetto vagamente shakespeariano cercò di farsi strada, senza riuscirvi, nell’arena del teatro musicale. L’ouverture ci restituisce la vera anima di Schubert, delicato viandante dell’armonia, artefice di melodie dalla bellezza perfetta, sommo sinfonista.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nucleare e informazione

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Elisabetta Zamparutti, deputata radicale in Commissione Ambiente, sull’annunciata campagna televisiva di sensibilizzazione sul nucleare, annunciata da Berlusconi e ribadita durante la conferenza stampa con Vladimir Putin, ha dichiarato: “Berlusconi annuncia campagne di sensibilizzazione lunghe un anno, ma con quali garanzie di pluralità ed imparzialità? Se consideriamo che nell’ultima settimana di campagna elettorale per le regionali ha occupato, contando solo i suoi interventi in voce, oltre il 20% dei TG Rai e oltre il 50% di quelli Mediaset , senza contare i blitz da 12 minuti a Uno Mattina, la campagna di informazione sul nucleare si profila di stampo putiniano. E’ invece necessario che i cittadini conoscano i costi esorbitanti di questa scelta energetica, le alternative  legate all’efficienza energetica e alle rinnovabili che rischiamo di perdere inseguendo il nucleare e i gravi problemi di sicurezza del reattore francese EPR che Berlusconi e i suoi ministri vorrebbero nei loro giardini nonostante sia all’indice delle Autorità di sicurezza nucleare francese, finlandese e inglese.” (n.r. come dire: sei democratico se la pensi come me. Se dissenti sei un nemico della società)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Grisù, Giuseppe e Maria

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma Dal 4 al 16 maggio 2010 Via delle Fornaci 37  Teatro Ghione  Nicola Pistoia – Paolo Triestino – Crescenza Guarnieri In   Grisu’, Giuseppe e Maria di Gianni Clementi regia Nicola Pistoia con  Diego Gueci e Franca Abategiovani  scene Francesco Montanaro costumi Isabella Rizza disegno luci Marco Laudando  Una sagrestia di Pozzuoli, nell’Italia povera e appassionata degli anni cinquanta. Un sacerdote ed il suo strampalato sagrestano, due sorelle nei guai insieme al fascinoso farmacista del paese ci prendono per mano e ci fanno ridere, sorridere, emozionare e ci riportano ad un’Italia dove i sogni erano spesso affidati a chilometri e valige di cartone, ad una canzone, ad una miniera lontana, ad un pallone.Gianni Clemente, autore di eleganti testi contemporanei tra i quali ricordiamo“La vecchia Singer” e “Cappello di carta”, ci presenta stavolta uno straordinario ed appassionante affresco dell’Italia degli anni Cinquanta. Una commedia che fa sorridere e ci riporta indietro nel tempo, in quegli anni dove le difficoltà della vita erano tante ma c’era la voglia cambiare. Nicola Pistoia e Paolo Triestino (gli affiatatissimi interpreti di Muratori), Crescenza Guarnieri (la toccante interprete di Niente più niente al mondo) sono i protagonisti di questo straordinario affresco di Clementi che ci racconta, divertendoci, di un’Italia che non c’è più.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Paul Jenkins a Prato

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Prato dall’otto maggio 2010 (inaugurazione ore 18) e fino al 30 giugno Palazzo Pacchiani, palazzo del XVIII secolo nel centro di Prato, cortesemente messo a disposizione dal  Comune di Prato e la  Galleria Open Art  dall’otto maggio al 24 luglio aprono una mostra su Paul Jenkins Nato a Kansas City, Missouri, nel 1923. Jenkins si è formato presso l’Art Student League di New York, in particolare con il pittore Yasuo Kuniyoshi. Accostatosi al fervore dell’espressionismo astratto americano, assiduo amico di Jackson Pollock e attento all’opera di Mark Rothko, Jenkins maturò il suo stile, unico e riconoscibile, in più di mezzo secolo di attività, dopo l’esperienza europea. La prima mostra a Parigi fu nel 1954, allo studio Facchetti e quella a New York, nel 1956, alla Galleria Martha Jackson. Ispirato dalla forza primordiale del colore e al suo stendersi sulla tela bianca, l’artista accosta la naturalezza del gesto espressionista alla misura europea della storia e della tradizione, cercando una risoluzione all’interno di una feconda e iniziale contraddizione di opposti. Mediata dalla conoscenza e dalla continua frequentazione della cultura orientale, la pittura di Jenkins si pone come unica e assoluta meditazione in equilibrio tra natura e storia, presente e passato, istinto e ragione.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Leonardo da Vinci: “Tavola di Acerenza”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Chieti (CH) Venerdì 7 maggio 2010, ore 10:30 Museo universitario “G. d’Annunzio” Piazza Trento e Trieste, 1 – conferenza stampa.  All’incontro parteciperanno: Prof. Luigi Capasso – Direttore del Centro Universitario Museale dell’Ateneo “G. d’Annunzio”; Dott. Nicola Barbatelli – Direttore del Museo delle Antiche Genti di Lucania – Vaglio Basilicata; Colonnello Gianfranco De Fulvio – Comandante del Reparto Dattiloscopia Preventiva del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche – Roma; Avv. Giuseppe Pio Musacchio – Sindaco di Vaglio Basilicata; Dott. Luciano Di Tizio – Giornalista, coordinatore del convegno “Leonardo da Vinci: Presunto autoritratto Lucano, gli studi” che si svolgerà sabato 8 maggio 2010 (ore 10:00) presso l’Auditorium del Museo universitario; Dott.ssa Simona Petaccia – Giornalista, Responsabile Ufficio Stampa dell’evento.  L’evento sarà incentrato sull’esposizione da venerdì 7 a martedì 11 maggio 2010, presso il Museo universitario dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti – Pescara del “Presunto autoritratto lucano” di Leonardo da Vinci, anche noto come “Tavola di Acerenza”: dipinto ad olio su tavola (mezza pialla) di cm 60×44, riscoperto nel 2009 da Nicola Barbatelli. Il quadro, abitualmente custodito all’interno di una teca blindata (sorvegliata a vista) nel Museo delle Antiche Genti di Lucania a Vaglio Basilicata, è stato presentato in più occasioni al grande pubblico e, nello scorso febbraio, esposto anche nel Kadriorg Art Museum di Tallinn (Estonia) grazie a un’iniziativa coordinata tra il Ministero degli Affari Esteri e l’Ambasciata Italiana di quel Paese.  In occasione della mostra a Chieti, saranno illustrati i risultati delle indagini tecnico-scientifiche volte a chiarire se ci fu sull’opera la presenza della mano del Genio fiorentino.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Distinti salumi

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Tornano dal 30 aprile al 2 maggio 2010 a Cagli (Marche) gli appuntamenti con il giornalista “gastronomade” Vittorio Castellani a Distinti Salumi, la Rassegna Nazionale del Salume giunta alla sua VI edizione che presenterà quest’anno nelle sue Officine alcune chicche e curiosità dall’Europa, dall’Italia e dal mondo…  Si spazierà dai salamini vietnamiti di nervetti di maiale nem chua, farciti, a sorpresa, con foglie aromatiche, aglio e chili fresco verde (ot) una specialità del distretto di Lai Vung, nella provincia di Dong Thap (delta del Mekong) ai mititei o mici rumeni, salsicciotti freschi senza pelle di carni misto maiale e agnello, insaporite con aglio, da gustare rigorosamente alla griglia e nappate nella senape.  Parteciperanno a Distinti Salumi anche alcuni tra i migliori produttori di insaccati artigianali incontrati nelle frequenti incursioni de il Gastronomade nella Vecchia Europa e a casa nosta: dalla premiata famiglia del maestro austriaco Scherr Petra und Werner della Stiria (Graz) presente con le sue salsicce  Selchwürste zum roh essen, e Lendbratl affumicati al Re della nduja Luigi Caccamo di Spilinga (VV), pluridecorato al Festival del Peperoncino di Diamante.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Siena I solisti dell’Ort

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Siena 1 maggio alle ore 21.15 nel Duomo di Siena si terrà il concerto – a ingresso libero – de I solisti dell’Orchestra della Toscana con Andrea Tacchi primo violino concertatore. Il programma prevede l’esecuzione de Le ultime sette parole del nostro Redentore sulla croce di Haydn. Il complesso d’archi I Solisti dell’Ort si è costituito nel 1982 e da allora ha maturato un vasto repertorio che spazia dalla musica barocca al periodo classico – romantico e alla musica del Novecento. Caratteristica del gruppo è la versatilità del suo organico che, oltre a prevedere l’inserimento di altri strumenti, consente l’alternarsi di tutti i componenti in ruoli solistici. Il gruppo, il primo nato all’interno dell’Orchestra, è oggi un solido ensemble con una forte coesione e una sua personalità interpretativa, qualità che gli permettono di affrontare i repertori più inusuali come la straordinaria esibizione insieme a Richard Galliano nei prestigiosi festival italiani di musica jazz e in tournée in Francia. Il concerto, registrato per la Dreyfus di Parigi, è sul mercato dal 1998. Insieme alle altre formazioni da camera dell’Ort, I Solisti sono protagonisti di importanti rassegne musicali organizzate a Firenze e in altri teatri e festival della Toscana. Inoltre si sono esibiti al Conservatorio “G. Verdi” di Milano per le Serate Musicali e al Teatro Caio Melisso di Spoleto. Il complesso è guidato da Andrea Tacchi, primo violino dell’Ort con all’attivo numerose esperienze in importanti formazioni cameristiche. Tacchi è, secondo l’uso barocco, concertatore del gruppo e con esso si esibisce frequentemente anche in veste di solista.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infermieri di Udine: crescono gli iscritti

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Numero di iscritti in crescita, rafforzato impegno nella formazione e nella comunicazione, un bilancio in ordine. Questi i punti salienti presentati all’assemblea provinciale degli iscritti all’Ipasvi (Collegio degli infermieri professionali, assistenti sanitari e vigilatrici d’infanzia) di Udine. Alla fine del 2009, gli iscritti erano 3.949 (42 in più rispetto all’anno precedente), di cui 152 liberi professionisti e 196 comunitari-extracomunitari. «Il 2009 è stato dedicato con impegno – sottolinea la presidente, Sabrina Spangaro – alla riorganizzazione amministrativa e al rafforzamento del rapporto con gli infermieri iscritti. Si pensi solo che, a esempio, la gestione del protocollo ha visto praticamente raddoppiare i propri numeri in entrata e in uscita». Oltre all’avvio di una importante collaborazione con l’Università di Udine, nel 2009 l’Ipasvi ha rinnovato il proprio sito internet e il periodico informativo che ha assunto una cadenza d’uscita bimestrale con una tiratura pari a 4.000 copie. «Nei prossimi giorni dedicheremo particolare attenzione nell’organizzazione di un rilevante evento che avrà luogo a San Vito al Tagliamento con la partecipazione degli assessori Kosic e Rosolen – aggiunge Spangaro –. Il 12 maggio, infatti, si celebra la giornata mondiale dell’infermiere. I Collegi di Udine e Pordenone, per l’occasione, organizzeranno un seminario sul tema: “L’infermiere e le risorse, un approccio etico e deontologico”. Entro l’anno, inoltre, abbiamo in programma l’organizzazione di altri tre corsi di formazione presso la nostra sede di Udine». Un’ulteriore novità per il 2010 è legata all’istituzione del premio “Mariella Peciccia” (con una dotazione di 5 mila euro), aperto a tutti gli iscritti dei collegi infermieristici del Friuli Vg, per progetti di ricerca applicata alla professione infermieristica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il veicolo preferito per il “giorno del Sì”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Maggio, il “mese delle spose è alle porte e tra le mille cose a cui deve pensare chi sta per sposarsi c’è anche la scelta del mezzo di trasporto per recarsi in chiesa o in comune. “Trovare l’auto dei propri sogni in modo semplice, veloce e sicuro” è infatti uno dei principali vantaggi offerti da http://www.automobile.it, la nuova piattaforma di annunci online dedicata alla compravendita di veicoli. Il primo dato che emerge è che il sogno degli Italiani non ancora sposati è quello di arrivare al “giorno del Sì” a bordo o di un’auto d’epoca (ben il 63.2% di chi si sposerà a breve ha indicato questo tipo di auto) o di un’auto sportiva decappottabile (21%) ma c’è anche chi opta per le due ruote, scooter e moto, (5,3%).  Chi si è già sposato invece, ha scelto nella maggior parte dei casi la sobrietà senza tempo della berlina, con cui si è sposato ben il 60% degli intervistati sposati. Il restante 40% ha preferito l’auto d’epoca (13% dei casi) o la comodità di una station wagon (circa il 10%). Insomma, gli Italiani sognano l’auto d’epoca, la sportiva decappottabile oppure un matrimonio su due ruote, ma, a conti fatti, sono tradizionalisti e si sposano con l’intramontabile berlina!  E per quanto riguarda il colore dell’auto? La scelta dei futuri sposi cade principalmente sul grigio argento, nel 50% dei casi circa, subito seguito da un inaspettato bianco (47,5%); al terzo posto si posiziona il nero (35,5%) e quindi il blu (27% circa). Gli intervistati sposati, invece, hanno scelto prevalentemente auto color grigio argento, grigio scuro, blu e nero e solo in rari casi colori differenti.  Ma a chi tocca la scelta dell’auto per il giorno del matrimonio? Alla moglie, ovviamente. Nel 73% dei casi, infatti, è la donna a decidere l’auto perfetta per il grande giorno e solo nel 27% dei casi la scelta viene lasciata al marito. Alcune volte, poche, intervengono genitori o amici, che magari hanno l’auto giusta da prestare…  Sposati e non, infine, hanno risposto praticamente all’unanimità sull’addobbo preferito per l’auto: tutti prediligono fiori e nastri rispetto a scelte più eccentriche “da film” come palloncini, barattoli e cartelli “Just Married”.
http://www.automobile.it è il nuovo sito di riferimento nel settore motori. Da oggi, trovare l’auto dei propri sogni è semplice, veloce e sicuro ed è ideale per vendere e acquistare qualsiasi tipo di veicolo (auto nuove e usate, moto, camper e roulotte, camion e veicoli commerciali). automobile.it mette a disposizione degli utenti italiani un’offerta locale di circa 57.000 annunci, ma permette di esaminare facilmente anche gli oltre 1,4 milioni di annunci disponibili in nove lingue differenti e consultabili in tutta Europa grazie ai quattro mercati internazionali (Germania, Francia, Polonia e Romania) in cui la società mobile.international GmbH opera con mercati online localizzati.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A trent’anni dal martirio di mons. Romero

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma 29 Aprile 2010, alle ore 18, presso il Salone della Comunità S. Paolo in Via Ostiense, 152 B, il Cipax in collaborazione con Paoline e Adista organizza un incontro-dibattito a cui partecipano: Gianni Novelli – Direttore del Cipax Claudia Fanti – Giornalista Adista Alberto Vitali – Autore del libro Oscar Romero, pastore di agnelli e di lupi Emanuele Maspoli – Autore del libro Ignacio Ellacuría e i martiri di San Salvador Moderatore Fausto Pellegrini – Giornalista Rainews24 Il 24 marzo 1980 Oscar Arnulfo Romero, l’arcivescovo di San Salvador, fu assassinato mentre celebrava l’eucaristia. Quasi dieci anni dopo, nella notte del 16 novembre 1989 gli squadroni della morte fecero irruzione nella Università dei Gesuiti a San Salvador e trucidarono P. Ignacio Ellacuría insieme ai suoi cinque compagni, tutti professori e suoi diretti collaboratori e alle due donne – madre e giovanissima figlia – che lavoravano presso di loro.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Brasilia il BRIC rafforza cooperazione e commercio

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

La miopia, se non curata, è  una malattia grave e progressiva. Vale anche per la politica. Si vedono solo le cose a noi più vicine, che, nel nostro piccolo, diventano ossessive, ma che sono irrilevanti sugli scenari internazionali.  Ne è la prova la grande superficialità con cui vengono riportati eventi di valenza strategica come il summit dei paesi del BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) tenutosi il 15 aprile a Brasilia. Qui, i 4 capi di stato hanno consolidato il processo di cooperazione e di decisione, che sta cambiando la distribuzione del peso politico ed economico del mondo.  Al loro primo summit, a Yekaterinburg, in Russia, nel giugno 2009, furono i cinesi a scuotere i centri di potere, mettendo in discussione il ruolo dominante del dollaro, come moneta di riserva e del commercio internazionale. A Brasilia, è stato il presidente russo Dmitri Medvedev a porre alcune questioni rilevanti da definire nelle sedi internazionali.  Ricordando che i paesi del BRIC costituiscono il 26% del territorio, il 32% delle terre agricole, il 42% della popolazione e il 14,6% del Pil mondiale, Medvedev ha rivendicato il loro impegno per la riforma del sistema di Bretton Woods. Ha sostenuto, inoltre, che la cooperazione economica tra i quattro ”può migliorare attraverso la creazione di spazi di interazione finanziaria, sotto forma di accordi per l’uso delle monete nazionali nel commercio reciproco e lo scambio di informazioni su possibili attacchi speculativi alle valute, alla borsa e alla borsa merci”. L’incontro ha ribadito la volontà di giungere ad un “ordine mondiale multipolare, ad un’architettura finanziaria più stabile e ad un sistema monetario internazionale più stabile e diversificato”. Perciò, rivendicano un loro ruolo più significativo nei lavori del G20, che ritengono l’unica sede di decisione politica internazionale. L’appuntamento del summit di novembre a Seul è considerato, a questo proposito, come il termine ultimo per cambiare anche il sistema delle quote di controllo del FMI. Esso, finora, ha penalizzato pesantemente le nazioni emergenti. I paesi del BRIC riconoscono che le cause della crisi finanziaria globale non sono state ancora rimosse. Del resto, le recenti dichiarazioni del presidente Obama confermano tale preoccupazione e i rischi di future nuove crisi sistemiche. Comunque, in una coerente strategia di ripresa economica, essi accelerano i loro scambi commerciali, i grandi investimenti e le joint ventures.   Naturalmente la Cina è il partner più dinamico nei commerci tra questi paesi, utilizzando anche la sua moneta, lo yuan. Nel settore dell’energia la Cina sta costituendo delle joint ventures in Argentina per oltre 3 miliardi di dollari e in Canada per 5 miliardi. Dal Venezuela ha aumentato l’import di petrolio del 21% in un anno e in Brasile ha stipulato un contratto di 10 miliardi con Petrobras. Inoltre, ha concordato di costruire un’acciaieria a Port Acu, nello stato di Rio, investendo ben 5 miliardi di dollari. Quindi, la Cina non sta solo comprando materie prime, di cui ha enorme bisogno, ma costruisce fabbriche e investe nelle industrie in collaborazione con i governi e gli imprenditori del posto.  Ecco perché da un anno la Cina ha rimpiazzato gli USA come primo partner commerciale del Brasile. E si stima  che entro il 2015 supererà l’Unione Europea nel commercio con l’intera America Latina.   In Europa qualcuno, in un ottica suicida, pensa al protezionismo commerciale e non ad aprirsi con lungimiranza a questi paesi.  Non si può stare fermi. I paesi emergenti si muovono. Infatti, a Brasilia è stato anche costituito l’IBSA, il nuovo gruppo di cooperazione formato da India, Brasile e Sud Africa.   L’Europa e l’Italia, invece, sembrano voler continuare sulla strada della vecchia cooperazione. Eppure, Enrico Mattei, a suo tempo, aveva già intuito la necessità di fare joint ventures moderne ed innovative con i paesi in cui l’ENI investiva.  (Di Mario Lettieri Sottosegretario all’economia nel governo Prodi   e Paolo Raimondi economista)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Delitti domestici

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Dichiarazione di Daniele Nardi Capo Ufficio stampa Forum delle associazioni familiari  “Uccide più la famiglia che mafia, camorra e  ‘ndrangheta messe insieme”… Non sappiamo se e quanto questi raffronti siano correnti ed attendibili. Quello che ci sembra di assoluta  evidenza è che a far esplodere la follia e la violenza in ambiente domestico è anzitutto la prossimità. Se scarichiamo sui nostri cari, le persone che ci stanno più vicino, il nervosismo di una giornata di lavoro, perché le situazioni limite dovrebbero avere una sorte ed una vittima diversa? I casi giunti sulle pagine dei quotidiani riguardano in genere non tanto le “famiglie” ma le famiglie in difficoltà, quelle che si spaccano, quelle che portano carichi di cura e di sofferenza esasperanti. La violenza è il più delle volte legata a rapporti tempestosi conseguenti a separazioni o a fasi critiche, o a sovraccarichi di fatiche e di solitudini di fronte alle sofferenze dei propri congiunti. E’ insomma la  patologia del rapporto familiare che innesca la violenza in un mix di rancori, sentimenti traditi e – anche – interessi economici. Allo stesso modo non bisogna dimenticare la situazione dell’assistenza psichiatrica. La legge  Basaglia, grande conquista di civiltà, ha riversato sulla famiglia l’onere e la difficoltà di accogliere chi avrebbe bisogno di assistenza specifica e qualificata.  La famiglia è una vittima non solo quando si arriva a far violenza o ad uccidere una moglie o un figlio. Per questo chiediamo più serietà e rispetto, sia per le sofferenze delle famiglie in cui esplodono queste violenze, sia per il silenzioso lavoro di  cura, accoglienza e solidarietà che milioni di famiglie quotidianamente offrono ai propri membri fragili, spesso dentro un assordante silenzio della  società.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infortuni: i dati del casellario centrale

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

La maglia nera per numero di infortuni da RC Auto spetta alla Lombardia, seguita da Campania, Lazio, Sicilia e Puglia. Questo in numeri assoluti, ma in relazione al parco veicolare e al numero di residenti, sono la Puglia e le Marche ad aggiudicarsi il record negativo, mentre le più virtuose sono Valle D’Aosta, Molise e Trentino Alto Adige.  È quanto emerge dall’ultimo Rapporto Statistico del Casellario Centrale Infortuni Inail, che riporta i dati sugli infortuni accaduti nel 2008 e indennizzati  entro il mese di ottobre 2009.  I dati  mettono in risalto che i danni risarciti aumentano ma il segno più non è la diretta conseguenza di un maggior numero di incidenti, ma fondamentalmente l’effetto di una più rapida liquidazione da parte delle compagnie di assicurazione a seguito anche delle nuove procedure dell’indennizzo diretto.  Secondo le analisi del Casellario lo scarto tra gli incidenti con conseguenze fisiche segnalati dai dati ACI-ISTAT, con riferimento agli incidenti stradali avvenuti nel 2008, e quanto viene rilevato, per lo stesso periodo, nel Rapporto Statistico del Casellario è un indizio delle possibili frodi assicurative come viene spesso lamentato dalle imprese del settore.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Depressione indotta da stress

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

E’ stato pubblicato sulla rivista internazionale “Disease Models & Mechanisms” lo studio “Increased vulnerability to psychosocial stress in heterozygous serotonin transporter knockout mice”, a cui hanno partecipato Alessandro Bartolomucci, Stefano Parmigiani e Paola Palanza, del Dipartimento di Biologia Evolutiva e Funzionale dell’Ateneo, in collaborazione con Cournelius Gross dell’European Molecular Biology Laboratory (EMBL) di Monterotondo e che ha visto anche la partecipazione di Valeria Carola, Tiziana Pascucci, Stefano Puglisi-Allegra e Simona Cabib dell’Università degli Studi ”La Sapienza” di Roma, Klaus-Peter Lesch dell’Università di Wurzburg (Germania). La Depressione Maggiore rappresenta una delle malattie psichiatriche maggiormente diffuse su scala globale. La depressione è intimamente connessa e spesso scatenata da eventi stressanti. Esiste un’ elevata variabilità individuale, per cui solo alcuni individui esposti ad eventi stressanti svilupperanno poi la patologia psichiatrica. Recenti studi nell’uomo mettono in luce come il rischio relativo di sviluppare la depressione dipenda da una complessa interazione genotipo x ambiente. In particolare individui portatori di una mutazione genetica (denominata variante allelica S) nel gene del “trasportatore della serotonina” (proteina che rimuove il neurotrasmettitore serotonina durante la comunicazione fra neuroni), sembra aumentare il rischio di sviluppare la depressione in pazienti esposti a potenti stress di natura psicosociale. Il meccanismo resta però ancora, in larga parte, da chiarire.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum di Carlson Wagonlit Travel

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Milano 4 maggio presso lo Starhotels Ritz (Via Spallanzani, 40) dalle 9.15 alle 13.30. Forum “Taking Events to the Next Level: where strategy and creativity meet results” organizzato da Carlson Wagonlit Travel (CWT), leader mondiale specializzato nel business travel management e nella gestione di eventi.  L’obiettivo del Forum è quello di offrire una panoramica sugli scenari di mercato a livello nazionale e internazionale e sulle tendenze più innovative, mettendo in luce stimolanti legami tra professionalità, arte e scienza nell’organizzazione degli eventi, ma anche puntando i riflettori sul ritorno degli investimenti.  Al Forum interverranno relatori di altissimo profilo: dal “guru” della Meeting Architecture, Maarten Vanneste, al consulente interculturale Mike van der Vijver; da Maja de’ Simoni, direttore generale del Sicilia Convention Bureau, CMP ed event ROI specialist, all’executive creative director di Leo Burnett, Sergio Rodriguez; al vice president Emea di CWT Meetings & Events, Hervè Joseph-Antoine. E non solo. Moderatore sarà Olimpia Ponno, esperta consulente in ambito hospitality & events e membro comitato formazione MPI Italia Chapter.
Carlson Wagonlit Travel (CWT) è leader mondiale specializzato nel business travel management e annovera tra i suoi clienti importanti gruppi multinazionali, istituzioni pubbliche e aziende di varie dimensioni. Grazie alla competenza dei propri collaboratori, unita alla disponibilità di tecnologie all’avanguardia, CWT aiuta i propri clienti in tutto il mondo a ottenere il massimo valore dalla gestione dei propri viaggi d’affari in termini di risparmi, servizi, sicurezza e sostenibilità. La società offre inoltre servizi e assistenza di eccellenza ai viaggiatori. Le innovative soluzioni di CWT sono raggruppate in quattro aree d’intervento: Traveler & Transaction Services, Program Optimization, Safety & Security e Meetings & Events. Presente in oltre 150 paesi, CWT ha registrato nel 2009 un giro d’affari complessivo, tra strutture di proprietà e joint venture, di 21,4 miliardi di dollari.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un teatro da ascoltare

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Padova, 8 Maggio – 6 Giugno 2010 Centro Culturale  Altinate/San Gaetano,  Vernice  per la Stampa Venerdi  7 Maggio 2010.  ore  12 mostra   curata da Riccardo  Caldura, insieme a Pierangela Allegro e Michele Sambin è organizzata dal Comune di Padova – Assessorato alla Cultura, in collaborazione con  la Regione Veneto.    Partner della manifestazione :  Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Corso di Laurea Dams  Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo Università di Padova  Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Arteven Circuito Teatrale  Regionale, Progetto Giovani del Comune di Padova. L’intenzione dei curatori, non è di allestire  una mostra storica, quanto piuttosto rimettere in scena e ridar vita ad alcuni  tra i lavori più significativi di un vasto repertorio, una sorta di viaggio  tra oggetti, partiture e disegni, foto di scena, video, e speciali postazioni  multimediali.  In calendario  tre giornate di incontri con gli autori, che affronteranno il tema  della ricerca nel mondo delle arti: i critici teatrali Fernando Marchiori e  Andrea Porcheddu, gli studiosi Antonio Attisani (Università di Torino),  Cristina Grazioli (Università di Padova), Lorenzo Mango (Università di Napoli)  e poi ancora Veniero Rizzardi (Centro d’Arte dell’Università di Padova) e  Riccardo Caldura (Accademia di Belle Arti di Venezia) e tre serate in cui  artisti di diversa generazione animeranno le sale espositive con azioni  teatrali in stretto collegamento con le opere esposte.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Camerun e lo sviluppo del paese

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma 14 maggio 2010 ore 17 Sala  Conferenze la Fondazione Basso Via della Dogana Vecchia, 5 organizza la conferenza Il Camerun. Tre progetti di rientro per lo sviluppo del paese.  nell’ambito del ciclo di incontri Nuove forme di cooperazione allo sviluppo nel continente africano  Modera e introduce l’incontro, , Pia Foglia – Coordinatrice del progetto Bando Africa.  Intervengono: Martin Nkafu Nkemnkia- Docente presso le Pontificie Università Gregoriana e Lateranense, Mariantonietta Romano- dell’Associazione Sol Mansi e membro del gruppo di lavoro del “Bando Africa” e Serge Noubondieu –  Ingegnere dell’Associazione Ingegneri Africani e membro del gruppo di lavoro del “Bando Africa”.  Parteciperanno al dibattito rappresentanti delle comunità e associazioni camerunesi in Italia. L’iniziativa, attraverso la presentazione dei tre progetti avviati e realizzati in Camerun, si pone l’obiettivo di discutere una strategia alternativa alle forme tradizionali di aiuto che relegano, spesso, gli africani alla funzione di meri fruitori dei programmi di sviluppo.  I progetti avviati in Camerun rappresentano l’esempio concreto di quella coniugazione possibile fra migrazione e sviluppo per la crescita del continente africano. I tre promotori dei progetti sono cittadini di origine camerunese emigrati in Italia che avevano maturato il desiderio di rientrare in patria, con una loro idea progettuale, sia per il completamento del  proprio percorso migratorio sia per mettere a disposizione del loro paese di origine le competenze acquisite durante l’esperienza migratoria in Italia. I migranti, in questa nuova ottica, riconoscendo la loro responsabilità sociale nei confronti del proprio paese, diventano ideatori e  protagonisti diretti del processo di sviluppo africano.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banca mondiale: no a progetti “sporchi”

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Washington.  La CRBM si aggiunge al coro delle numerose Ong che si oppongono alla richiesta del presidente della Banca mondiale di aumentare di almeno 58 miliardi di dollari il capitale dell’istituzione. Le tante realtà della società civile internazionale temono che quei fondi possano essere impiegati per continuare a finanziare progetti per l’estrazione di combustibili fossili. Non a caso a inizio aprile i direttori esecutivi della Banca hanno approvato un finanziamento di 3,75 miliardi di dollari alla Eskom per la costruzione di una mega centrale a carbone a Medupi, in Sudafrica. Un’opera alla cui realizzazione si oppongono le popolazioni locali e almeno 200 gruppi sparsi per il Pianeta e che ha creato dei malumori anche all’interno della stesso board, visto che Italia, Stati Uniti, Regno Unito, Olanda e Norvegia si sono astenute al momento della votazione.  Ciò nonostante la World Bank continua a sbandierare l’importanza del suo ruolo nella gestione della cosiddetta finanza climatica e il suo impegno contro il surriscaldamento globale. Eppure tra il 2007 e il 2009 circa la metà del portafoglio energetico dell’istituzione è andato a progetti per l’estrazione dei combustibili fossili e oltre sei miliardi per impianti a carbone, la risorsa più inquinante attualmente a disposizione. Soli il 16 per cento dei fondi a disposizione sono andati alle fonti rinnovabili e il 20 a opere per l’efficienza energetica. L’approccio della Banca è poi basato sulla produzione ad ampia scala e sull’esportazione dell’energia prodotta, a discapito degli interessi delle popolazioni locali, che spesso subiscono solo le conseguenze negative dal punto di vista socio-ambientale dei progetti finanziati dai banchieri di Washington. http://www.crbm.org/modules.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Con risk-sharing accesso veloce a innovativi

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Ci vogliono in media 2-3 anni prima che un paziente italiano possa avere accesso a un farmaco oncologico innovativo, a partire dal momento in cui il prodotto viene analizzato dall’Agenzia europea del farmaco (Ema). Ma se il medicinale viene introdotto in regime di risk-sharing, con l’azienda produttrice che si assume e rimborsa al Servizio sanitario nazionale il rischio di mancato successo della terapia, il prodotto arriva al malato più velocemente. E’ quanto dimostra, con dati statisticamente rilevanti, uno studio condotto dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e dal Ceis-Sanità dell’università Tor Vergata di Roma, illustrato a Roma da Francesco Saverio Mennini, fra gli autori dell’indagine e professore incaricato di Politica economica dell’ateneo capitolino, in occasione del convegno “Market Access, un anno dopo: un bilancio sulle figure professionali, il prodotto e gli interlocutori” organizzato da Business International. “L’obiettivo principale dello studio – ha detto Mennini – era identificare e analizzare tutte le fasi attraverso cui un farmaco oncologico deve passare, dalla valutazione in sede europea fino all’accesso ai pazienti di ogni Regione italiana. E’ stato preso in considerazione un panel di medicinali approvati dall’Ema nel periodo 2006-2008 e sono state esplorate tutte le fasi di passaggio: quella attraverso l’Ema, poi l’Aifa e infine le singole Regioni. Dai risultati emerge che il tempo medio necessario affinché un paziente possa avere accesso a un farmaco innovativo oncologico è di 2-3 anni, con l’Ema che assorbe il 32% del tempo e l’Aifa il 28%. Mentre a livello regionale sono state riscontrate le maggiori variabilità. Ma quello che evidenzia l’indagine – ha concluso l’esperto – è anche che un farmaco oncologico autorizzato in regime di risk-sharing gode di un accesso più veloce, mentre il prezzo elevato è fra gli elementi che rallentano maggiormente l’iter”. (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

8 maggio: Giornata della Talassemia

Posted by fidest press agency su martedì, 27 aprile 2010

Roma 7 maggio alle ore 11.00 nella Sala Pietro da Cortona,si terrà in Campidoglio conferenza stampa, durante il quale alcuni dei maggiori esperti di talassemia discuteranno delle novità della diagnosi e della cura, della ricerca, dell’importanza della donazione del sangue e delle prospettive di guarigione aperte dalla terapia genica. La malattia ereditaria a carattere cronico in Italia colpisce circa 7.000 persone. Nonostante i numerosi progressi nella cura e nel trattamento la malattia resta ancora un problema non risolto in termini di guarigione definitiva.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »