Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 3 Mag 2010

Va in scena al Minimax: Dissipatio

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Cagliari 4/8 maggio 2010 alle ore 21 via De Magistris Ridotto del Teatro Massimo Dissipatio H.G. di Guido Morselli, adattato e interpretato da Guido De Monticelli, va in scena al Minimax. L’ultima replica, fissata per sabato 8 maggio sempre alle ore 21, inaugura la tredicesima edizione della rassegna Forma e Poesia nel Jazz organizzata da Shannara e ospite del Teatro Massimo. Per l’occasione, le musiche in scena di Carlo Galante saranno eseguite un ensemble di musicisti isolani: Attilio Motzo al violino, Giada Vettori al violoncello e Simone Floris al clarinetto basso. Un uomo decide di scomparire dal mondo nella stessa notte in cui, inspiegabilmente, tutta l’umanità scompare dalla terra. Un monologo irridente, con sprazzi di furioso umorismo ma anche di tenerezza che Guido De Monticelli ha tratto dal romanzo, scritto nel ’73, da Guido Morselli prima di suicidarsi. Uno dei nostri più grandi scrittori diventato, con la sua scomparsa, il “caso Morselli”. Sono passati esattamente trentacinque anni da quando Guido Morselli, nel luglio del 1973, pose fine alla sua vita dopo aver concluso il suo ultimo romanzo, “Dissipatio H. G”. Da quel momento esplose il “caso Morselli”. La società intellettuale e letteraria dell’epoca ebbe un sussulto, come la scossa di un rimorso: a questo grande scrittore, che aveva al suo attivo una cospicua e rilevante produzione letteraria, non era stato dato di veder pubblicato in vita uno solo dei suoi romanzi. Fu poi Adelphi a pubblicare tutti i suoi libri, tra cui “Roma senza papa”, “Contro passato-prossimo”, “Il comunista”, “Un dramma borghese” e, appunto, “Dissipatio H.G.”. Ad apertura di libro è già tutto avvenuto. L’“inspiegabile” si è compiuto nella notte tra il 1º e il 2 giugno. L’umanità è svanita nel nulla, si è “dissipata” senza lasciare traccia. Ora, a due settimane dall’”evento”, il protagonista di “Dissipatio H. G.” (H. G. sta per Humani Generis), unico sopravvissuto a questa moderna apocalisse, ripercorre i fatti accaduti nell’arco di quei quindici giorni. Chiuso nel suo piccolo borgo di montagna, in cui da tempo si è rifugiato, respingendo l’odiata città d’oro sede della Borsa e dei mercanti (nella quale è adombrata Zurigo), il solipsista feroce e ipocondriaco si ritrova a girovagare in un mondo deserto, abbandonato da tutti i suoi abitanti. Ma tutto è rimasto intatto nelle case e nelle strade. Gli uomini sono svaniti senza portarsi via niente.(de monticelli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dianne Reeves in concerto

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Parma 5 maggio si esibisce al Parma Jazz Festival Dianne Reeves, tra le più prestigiose cantanti al mondo e una delle più grandi stelle del jazz.  Prima vocalist in assoluto ha firmare per la Blue Note Records, Dianne Reeves può vantare una carriera di grande prestigio, che l’ha portata a collaborare con  importanti interpreti del jazz e del pop (tra gli altri Sergio Mendes, Harry Belafonte, Quincy Jones), culminata con l’assegnazione di ben quattro Grammy Awards: è l’unica cantante ad averne vinti tre consecutivamente, l’ultimo dei quali per la pluripremiata colonna sonora del film Good Night, and Good Luck di George Clooney del 2005).  Il suo concerto è il principale evento in apertura della prima edizione del Parma Jazz Festival, una speciale occasione per apprezzarne la straordinaria versatilità interpretativa, che le permette di confrontarsi con repertori diversi e di riprendere in chiave personale la tradizione del canto jazz, così come di cimentarsi con il rhythm’n’blues e il pop più sofisticato, facendo di ogni sua esecuzione un capolavoro. Il cartellone del Parma Jazz Festival prevede altri grandi nomi del jazz internazionale, come Antonio Ciacca (direttore artistico del Festival e Director of Programming al Lincoln Center di New York), Joe Locke, Ken Peplowski, Bucky Pizzarelli, Marcus Roberts, Spike Wilner, Wess Anderson, Woody Herman Orchestra diretta da Frank Tiberi, Kurt Rosenwinkel, Eric Revis, The Four Brothers band, e i concerti quotidiani della Ohio Youth Jazz Orchestra e del quintetto di Lucio Ferrara.  In programma anche due masterclass esclusive dedicate allo Stride Piano (diretta da Spike Wilner) e all‘eredità di John Coltrane (diretta da Frank Tiberi) e l’anteprima europea di “Chops”, film-documentario sull’insegnamento del Jazz in America. (dianne)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forlanini: Maratona al gattile

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Roma 8 maggio alle ore 16,00 si terrà presso il gattile dell’ospedale Forlanini di Roma, la Maratona al gattile, l’aperitivo evento in favore dell’iniziativa “lascia la tua impronta sulla via dell’aMICIzia”, che ha come scopo quello di aiutare i tanti  amici ospiti della struttura. Il gattile, situato All’interno dell’ospedale Forlanini (Ingresso Piazza Carlo Forlanini 1), da febbraio si fregia infatti di un muro molto speciale, un muro con i baffi! Infatti chiunque volesse sostenere il gattile, può semplicemente aderire con un piccolissimo contributo, acquistando un mattone del muro, sul quale è possibile lasciare il proprio nome o scrivere un messaggio personale. Va ricordato che il Gattile Forlanini è uno dei pochissimi in Italia ad avere un reparto specifico dedicato ai gatti leucemici, che necessitano di cure particolari. La finalità principale di questo evento è quello di farsi conoscere sul territorio e di avvicinare i cittadini romani e non solo ad una delle realtà animaliste più belle e coinvolgenti del nostro territorio. Media Partner dell’evento è la trasmissione “Te lo faccio vedere chi sono io” ideata da Gianni Elsner, in onda dal lunedì al sabato dalle 10,00 alle 14,00 su Radio Sei. Saranno presenti, in qualità di testimonial dell’evento nomi e volti noti dello spettacolo, quali Cesare Bocci, Luca De Bei, Marco Falaguasta; e ancora Claudia Alfonso, Azzurra Antonacci, Fosca Banchelli, Monica Belardinelli, Federica Bern, Lydia Biondi, Riccardo Bocci, Sandra Conti, Lorenza Zoe Damiani, Caterina Gramaglia, Gianluca Esposito, Riccardo Floris, Riccardo Francia, Manrico Gammarota, Giselle Martino, Pietro Masotti, Laura Milani, Valerio Morigi, Cristina Nicolini, Cristina Pedetta, Stefano Quatrosi, e molti altri artisti che in queste ore stanno confermando la loro partecipazione e aderendo all’iniziativa.  Anche Leo Gullotta, Federica Cifola, Sabrina Paravicini, e il regista Angelo Longoni pur non potendo presenziare per impegni lavorativi, hanno voluto sostenere l’iniziativa. Inoltre, ci sarà modo anche di ascoltare un po’ di buona musica con Maria Luisa De Prisco e i Violapolvere.
Ma perché chiamarla Maratona al gattile? Perché fino al tramonto verranno lette poesie, racconti, brani tutti rigorosamente a tema felino. Dalla celebre poesia di Baudelaire (Vieni, gatto mio bello, sul mio cuore innamorato…”) a quelle di Apollinaire, Paul Verlaine, Rainer Maria Rilke, Yeats. Dalla tenerissima “La Gatta” di Giovanni Pascoli, al gatto socialista di Trilussa, all’ode al gatto di Pablo Neruda, alla gatta innamorata di Umberto Saba alla bellissima poesia su un gatto di Jorge Luis Borges e ancora quelle di Heinrich Heine, Gianni Rodari, Cesare Pavese, Dario Bellezza, Sergio Corazzino, Stefano Benni, Bukowski, persino Torquato Tasso. Insomma, pare che nessun grande poeta sia sfuggito alla tentazione di dedicare un’ode al più misterioso animale “da compagnia” di noi umani. Ma saranno letti e recitati anche aforismi, brani tratti da saggi, curiosità sui gatti,  cronaca, pagine di letteratura. Insomma, una vera scorpacciata a tema gattesco.
Il “gattile Forlanini” nasce nel 1996 grazie alla concessione da parte della Direzione dell’Ospedale di uno spazio quale “struttura attrezzata per esigenze della comunità felina”. Nel 2004  Daniela Froldi fonda AZALEA e diventa Presidente e responsabile della gestione del gattile e della colonia felina. Detta struttura  è stata ritenuta necessaria a causa del crescente numero dei gatti randagi vaganti nei giardini dell’ospedale, aumento dovuto al malcostume dell’abbandono e della mancata sterilizzazione da parte di privati cittadini che, visto l’enorme costo di tale intervento richiesto dai medici veterinari, scelgono di abbandonare gatte incinte o con cucciolata al seguito nei giardini dell’Ospedale. (gatti, minaccioni, marco, cesare)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“People Places & Things”

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Padova 3 maggio 2010 ore 21.00 Cinema Teatro Torresino è di scena il quartetto “People Places & Things”, capitanato dal batterista e compositore Mike Reed, con Tim Haldeman e Greg Ward ai sassofoni e Jason Roebke al contrabbasso. Mike Reed è una recente scoperta della sempre brillante scena jazzistica di Chicago. Trentacinquenne nato in Germania ma americano dell’Illinois, cresciuto in una cittadina vicino Chicago, rappresenta con chiarezza l’attuale “new wave” della Windy City; una cerchia di musicisti ben radicati nella tradizione della musica nera, ma con una evidente attitudine alla sua rielaborazione critica, per dar forma a nuovi linguaggi. I due sassofonisti Haldeman e Ward sono tra le voci più fresche di questa nuova generazione di musicisti, il bassista Roebke partecipa a molte avventure dei gruppi più all’avanguardia a Chicago.  L’obiettivo principale di “People Places & Things” è quello di studiare e reinventare parte di un repertorio poco conosciuto dal pubblico del jazz, quello cioè della scena di Chicago della seconda metà degli anni ’50. Dopo l’album di esordio che esplicitava con brillantezza i riferimenti al passato, è uscito lo scorso anno “About Us” che contiene invece materiale originale, scritto dai componenti del gruppo. Un disco in cui, accanto al lavoro egregio dei componenti stabili, brillano le collaborazioni di Jeff Parker, Jeb Bishop, David Boykin. “People Places & Things” si candida a diventare una formazione cardine del jazz del futuro.  Biglietti:  Interi 12 euro; Ridotti 10 euro; Studenti dell’Università di Padova 8 euro. http://www.centrodarte.it (people place)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Cervia le più belle macchine d’epoca

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Cervia 8 maggio, dalle ore 21 alle 23 in Viale Roma presentazione di auto e equipaggi della Transappenninica 2010. L’appuntamento con l’arrivo sarà invece il 18 maggio in Piazza Garibaldi alle 17.00. L’elegante e fascinosa iniziativa giunta alla 25^ edizione si svolgerà l’8 maggio quando 40 gioielli d’epoca, tra cui numerosi e sfavillanti pezzi unici, sfileranno nelle strade della città di mare per iniziare un viaggio fuori dal tempo. Gli equipaggi, provenienti da tutto il mondo, partendo dalla Romagna percorreranno il Belpaese lungo un tracciato di 1800 km fino alla Puglia, visiteranno tra gli altri alcuni siti Patrimonio dell’Umanità come Castel del monte, Matera e Alberobello per poi ricondurre le auto il 18 maggio nuovamente nella bella località di mare, Cervia, dove le preziose vetture potranno fare bella mostra di sé nella piazza centrale della città.  La Transappenninica è uno dei raduni più esclusivi del continente ed è  inserita nel calendario internazionale FIVA gruppo A (a cui appartengono 26 manifestazioni nel mondo). Nel 2009 la raffinata manifestazione ha nuovamente ricevuto, per la settima volta, dalla Federazione Italiana ASI il riconoscimento più importante, ossia “La Manovella d’Oro Internazionale” che premia il meglio della produzione automobilistica mondiale antecedente gli anni ’40. Ormai ritenuto un appuntamento irrinunciabile per collezionisti e appassionati la Transappenninica in questi anni è cresciuta moltissimo. Diverse le case automobilistiche presenti, fra cui Mercedes, Cadillac, BMW, Alfa Romeo, Bentley, Lagonda, Packard, Bugatti, Lancia, Rolls Royce ed ancora Jaguar, Alvis, Fiat, Chenard Walcker,  Buick. (auto)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

5 maggio: giornata dell’ostetrica

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Mercoledì 5 maggio è la giornata internazionale della professione ostetrica. Nata negli anni ’80 su idea dell’International Confederation of Midwives per sottolineare il ruolo di accompagnamento e sostegno alla donna svolto dall’ostetrica e l’importanza di questa professione, la ricorrenza, nelle province di Udine e Pordenone, verrà celebrata da 250 operatori. Questo è, infatti, attualmente il numero degli iscritti (249 donne e un “ostetrico”) al collegio interprovinciale con sede nel capoluogo friulano. Un numero in costante aumento e rinnovamento (sono 9 le iscrizioni effettuate dall’inizio dell’anno e 15 quelle registrate nel 2009) grazie ai nuovi inserimenti dei laureati in ostetricia. Il percorso accademico triennale a numero chiuso (15 posti disponibili nell’ateneo friulano di cui 5 riservati agli studenti della provincia di Trento) è obbligatorio dal 1997 per accedere alla professione ed è previsto nell’offerta didattica dei due atenei regionali. Sulla figura e sulle competenze dell’ostetrica, si sofferma la giornata celebrativa del 5 maggio. «Un occasione – aggiunge la presidente – per ricordare a tutte le donne anche alle più giovani, gli ambiti in cui agisce l’ostetrica che assiste e consiglia la donna nel periodo della gravidanza, parto e puerperio ma non solo. L’ostetrica – sottolinea Toninato – è la figura di riferimento nelle attività di counselling svolta sia nei consultori familiari e nei distretti, per sensibilizzare l’utenza in merito alla contraccezione, alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili anche attraverso interventi di educazione all’affettività ed alla sessualità negli istituti scolastici sia nel contesto ospedaliero; l’ostetrica, inoltre, promuove la salute anche attraverso lo screening pap-test e le consulenze in menopausa».
Organizzazione professionale di categoria istituzionalmente riconosciuta, il Collegio delle Ostetriche di Udine e Pordenone è attivo dal 1935 e, tra gli obiettivi perseguiti, particolare attenzione viene riservata all’organizzazione di incontri di aggiornamento professionale e di approfondimenti sulle tematiche eticamente rilevanti. Nel 2009 sono state organizzate tre edizioni del corso sulla gestione in autonomia della gravidanza fisiologica secondo linee guida internazionali e per il mese di settembre 2010 intende proporre un approfondimento su normativa e offerta assistenziale alle donne immigrate nella Regione Friuli Venezia Giulia.  Oltre alla presidente, del consiglio direttivo del Collegio fanno parte: Francesca Croatto (vicepresidente); Cristina Piazzi (segretaria); Patrizia Milia (tesoriere); Jessica Fasan, Maria Luisa Del Frari, Daniela Zavarise (consiglieri); Luigina Drigo, Raffaella Gobbo, Francesco Sfiligoi (revisori; Consuelo Galluzzo, membro supplente).  (ostetrica)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una politica al di sopra delle polemiche

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

«L’appello di Papa Benedetto XVI a una politica concreta e collaborante per affrontare le grandi emergenze del nostro tempo è un segno della grande attenzione che il Santo Padre rivolge sempre al nostro Paese. Solo chi è staccato dalla realtà e chiuso nei propri steccati ideologici può non rendersi conto della necessità di una politica protesa verso il bene comune, al di sopra delle polemiche degli schieramenti. Mi auguro che l’appello del Santo Padre non cada nel vuoto e che ogni esponente politico a livello nazionale e a livello locale ne tragga stimolo per rinnovare e alimentare di speranza la sua azione politica». E’ quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Post-infarto: meglio la rivascolarizzazione multipla

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Nei pazienti infartuati con sovraslivellamento del tratto St e coronaropatia multivascolare, l’angioplastica limitata alle arterie correlate al danno ischemico si associa, a lungo termine, a un tasso di eventi avversi cardiaci maggiori (Mace) molto più elevato rispetto al trattamento multivascolare. Lo dimostrano gli esiti degli interventi effettuati su 214 pazienti all’Istituto di Cardiologia dell’Ospedale Policlinico Universitario di Modena, nell’ambito di un trial randomizzato in cui i partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi, corrispondenti a diverse strategie: angioplastica del solo vaso “colpevole” (gruppo Cor); intervento analogo seguito da rivascolarizzazione in più sedute delle altre lesioni (gruppo Sr); trattamento simultaneo dei vasi sia correlati sia non correlati all’area infartuata (gruppo Cr). A un follow-up medio di 2,5 anni, si sono manifestati Mace (al minimo uno) in 42 soggetti (50,0%) del gruppo Cor, 13 (20,0%) di quello Sr e 15 (23,1%) del gruppo Cr (P<0,001). Più frequenti nel gruppo Cor anche i decessi intraospedalieri, le rivascolarizzazioni ripetute e le riospedalizzazioni (p<0,05 in tutti e tre i casi) mentre non si sono avute differenze significative di casi di reinfarto tra i tre gruppi. «I nostri risultati» – concludono gli autori «suggeriscono che la strategia multivascolare, nella forma completa precoce o parziale in più stadi, sia sicura e  meno dispendiosa dell’approccio incompleto in quanto riduce la probabilità di ulteriori procedure non pianificate e non influisce sulla durata del ricovero, oltre a diminuire i rischi e i fastidi per il paziente in caso di reinterventi». Heart, 2010;96(9):662-7 (fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Risultati finanziari di Extreme Networks

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Extreme Networks Inc. (Nasdaq: EXTR) ha annunciato i risultati finanziari relativi al terzo trimestre dell’esercizio 2010 terminato il 28 marzo 2010. Nel periodo in esame il fatturato è stato pari a 78,2 milioni di dollari, in linea con le previsioni della Società con un leggero calo rispetto al trimestre precedente che aveva registrato 79,4 milioni di dollari, e in aumento rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2009 durante il quale aveva totalizzato 77,2 milioni di dollari. Nel terzo trimestre dell’esercizio 2010 l’utile operativo non-GAAP si è assestato a 4,7 milioni di dollari, pari al 6,0 % del fatturato netto, in crescita rispetto ai 4,3 milioni di dollari (equivalenti al 5,4% del fatturato netto) registrati nel trimestre precedente, e ai 500.000 dollari, o 0,6% del fatturato netto, totalizzati durante lo stesso trimestre dell’esercizio 2009. Inoltre, nel periodo in esame, l’utile netto non-GAAP è stato pari a 5,5 milioni di dollari ovvero 0,06 dollari per azione diluita rispetto ai 4,8 milioni (0,05 dollari per azione diluita) del secondo trimestre 2010, e ai 1,2 milioni di dollari (0,01 dollari per azione diluita) dello stesso periodo dello scorso anno. I risultati finanziari non-GAAP escludono l’impatto dei compensi di natura azionaria e dei costi di ristrutturazione. Una riconciliazione tra i risultati GAAP e non-GAAP è proposta nelle tabelle finanziarie allegate.  L’utile operativo su base GAAP è stato pari a 2,9 milioni di dollari, rispetto a una perdita operativa di 1,9 milioni di dollari del trimestre precedente e di 2,9 milioni di dollari durante lo stesso trimestre dell’esercizio 2009. L’utile netto relativo al terzo trimestre 2010 ha raggiunto i 3,7 milioni di dollari, o 0,04 dollari per azione diluita, incluse spese di ristrutturazione pari a 0,4 milioni di dollari e un costo di circa 1,4 milioni di dollari inerenti i compensi di natura azionaria. Un dato raffrontato a una perdita netta pari a 1,4 milioni di dollari, 0,02 dollari per azione diluita, nel trimestre precedente, e a 2,2 milioni di dollari, o 0,02 dollari per azione diluita durante il terzo trimestre dell’esercizio 2009. Nel terzo trimestre il fatturato netto è stato di 32,6 milioni di dollari relativamente al mercato nordamericano (contro i 27,5 milioni del trimestre precedente), 31,0 milioni per l’area EMEA (37,8 milioni nella seconda frazione) e 14,6 milioni nel mercato APAC (14,1 milioni nel secondo trimestre).  Per il quarto trimestre che si concluderà il prossimo 27 giugno 2010, Extreme Networks prevede un fatturato netto compreso fra 82 e 85 milioni di dollari; il margine lordo è previsto assestarsi sul 57-59%; l’utile operativo non-GAAP dovrebbe raggiungere i 5-7 milioni di dollari e quello non-GAAP è atteso fra i 0,05 e i 0,07 dollari per azione diluita.
Extreme Networks produce infrastrutture di rete Ethernet convergenti che supportano il traffico voce, dati e video di aziende e service provider. Le soluzioni per la commutazione di rete si distinguono per eccezionali livelli di performance, disponibilità e scalabilità che consentono alle aziende di superare le sfide più difficili e cogliere le opportunità più interessanti nel mondo delle comunicazioni. Presente in oltre 50 Paesi, Extreme Networks fornisce soluzioni per reti LAN protette wireless e cablate, infrastrutture per data center e trasporto Ethernet per service provider, integrate da servizi di assistenza e supporto globale su base 24×7. Per maggiori informazioni è possibile visitare l’indirizzo http://www.extremenetworks.com.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Superare polemiche su test Psa

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Guardare oltre i dubbi e le controversie e tornare a considerare il test del Psa come uno strumento prezioso contro il cancro della prostata. L’invito, rivolto a tutti gli uomini dopo i quarant’anni e ai loro medici, è frutto del lavoro di un panel di esperti riunitosi a Washington per conto dell’americana Prostate cancer foundation (Pcf). L’esame del Psa – convengono gli specialisti – resta uno dei migliori strumenti per la diagnosi precoce di un tumore che colpisce, in America, un uomo su sei: sono state 192mila le nuove diagnosi nel 2009 e si sono contati 27mila decessi. Il panel rileva che grandi studi clinici hanno prodotto informazioni tra loro in conflitto sull’efficacia dello screening del Psa, al punto che si è diffusa l’idea che l’esame non sia necessario. Ma è una posizione errata. Secondo la Pcf «gli uomini ad alto rischio – per appartenenza etnica, storia familiare e stato di salute – dovrebbero discutere con i loro medici sull’eventualità di effettuare uno screening di base a 40 anni». Gli esperti americani si dicono convinti che in un futuro prossimo si renderanno disponibili test delle urine e del sangue che agevoleranno la diagnosi precoce e aiuteranno a distinguere tra le forme tumorali a lenta crescita e quelle aggressive. Grandi attese sono riposte in particolare sul Department of defense congressionally directed medical research program (Cdmrp), sponsorizzato dal governo federale. Prostate cancer foundation, online 22 aprile 2010 (fonte doctor news)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giornata di studi per ricordare Alessandro Fersen

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Genova venerdì 7 maggio Largo E. Lanfranco 1  Palazzo Doria Spinola – Sala del Consiglio Provinciale in un convegno promosso ed organizzato dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Genova, in collaborazione con il Museo Biblioteca dell’Attore, il Teatro Stabile e la Fondazione Alessandro Fersen. Tra i relatori saranno presenti: Ariela Fajrajzen  figlia di Fersen e presidente della Fondazione a lui intitolata, Pasquale Pesce direttore della Fondazione, Paola Bertolone, Eugenio Buonaccorsi e Stefano Verdino docenti universitari, Gian Domenico Ricaldone archivista del Museo Biblioteca dell’Attore che è depositario del Fondo Fersen, lo storico Paolo Battifora ed il critico cinematografico Claudio Bertieri.  La giornata verrà presieduta dall’Assessore alla Cultura della Provincia di Genova Giorgio Devoto e sarà integrato da alcune iniziative culturali tra le quali la proiezione di spezzoni del film vincitore del Premio Oscar Le mura di Malapaga di René Clément (1949), il workshop teatrale sul metodo Fersen a cura di Anna Laura Messeri con la proiezione del video originale Alle origini del teatro, l’attore, e la presentazione dei due volumi pubblicati di recente su Alessandro Fersen, rispettivamente di Paola Bertolone, Ora Fluente. Del teatro e del non teatro: l’opera di Alessandro Fersen, Titivillus Editore, 2009 e di Roberto Cuppone, Alessandro Fersen e la Commedia dell’Arte, Aracne editrice, 2009. Nell’ambito del convegno di Genova la Fondazione Fersen annuncerà il programma di Roma 2011 relativo alle celebrazioni per il centenario della nascita del Maestro Fersen.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No alla discriminazione razziale nelle adozioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

“Questa posizione della Cassazione pone una seria riflessione etica e sociale sulla quale tutti siamo chiamati a un assunzione di responsabilità. Le adozioni hanno lo scopo precipuo di dare una famiglia, una casa e un futuro di benessere a bambini che hanno il diritto di crescere in condizioni migliori. Per questo rimango perplesso quando, invece, alcuni adulti intelligenti e maturi che ambiscono al ruolo di genitori pretendono di scegliere il figlio da adottare, nella vana e immorale ricerca di una sorta di razza ariana”.  Il vicepresidente dell’Italia dei Diritti, Roberto Soldà, si pronuncia favorevolmente sul parere espresso di recente dalla Procura Generale presso la Corte di Cassazione, sollecitata da un esposto dell’associazione Amici dei bambini, in cui si dichiara contraria alla discriminazione razziale nelle adozioni internazionali dei minori, richieste da coppie italiane, a seguito del decreto con il quale il tribunale dei minorenni di Catania nel 2009 aveva concesso un’adozione a una coppia di coniugi che non voleva bambini neri o di etnia non europea.Riferendosi alla decisione sul merito che, a breve, dovrà essere presa dalle Sezioni Unite Civili della Suprema Corte al fine di stabilire un orientamento giurisprudenziale, Soldà dichiara: “Spero che si faccia immediatamente chiarezza sgombrando il campo da qualsiasi equivoco, considerata la delicatezza del tema in questione”. Poi, il numero due dell’organizzazione che fa riferimento ad Antonello De Pierro ammonisce: “A quei genitori che avrebbero intenzione di adottare solo bambini dal colore della pelle e dall’etnia selezionati voglio ricordare che, come la natura può generare un figlio biologico con determinate caratteristiche fisiche, così anche le pratiche adottive possono portare in dono bambini con peculiarità somatiche casuali, ai quali va riservato comunque tutto l’amore di cui necessitano senza alcuna discriminazione razziale”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La gestione dei rifiuti meno funziona e più la si paga

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

In Campania (301€) la spesa media annua più elevata, a Siracusa (407€) e Caserta (393€) le tariffe più care d’Italia. Nell’ultimo anno aumenti record in 5 città: Salerno (+67,4%), Caltanissetta (+40%), Lecco (+29%), Chieti (+25%) e Benevento (+21,5%) Rifiuti a peso d’oro: a Siracusa, la spesa annua per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani ammonta a 407€, il quadruplo rispetto alla città meno cara d’Italia, Reggio Calabria (95€). Roma la quinta città più cara d’Italia con 337€, preceduta solo da Salerno (356,5€), Catania (365€), Caserta (393€) e Siracusa. Tra i 10 capoluoghi con le tariffe più alte, solo uno, Trieste, è del Nord (309€).  In generale, la media annua più alta si registra in Campania (301€), la più bassa in Molise (126€), a dimostrazione di una marcata differenza tra aree geografiche del Paese che trova conferma anche all’interno di una stessa Regione: In Sicilia, per esempio, a Trapani (182€) e Ragusa (198€) la Tarsu arriva a costare meno della metà di Siracusa. Lo stesso dicasi in Lombardia, dove la Tarsu pagata a Milano (262€) supera di 130€ la Tarsu pagata a Cremona (132€), o in Toscana, dove la Tia pagata a Livorno (308€) supera di ben 141€ la Tia pagata a Firenze (167€). Nello studio realizzato dall’Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva, l’analisi a carattere nazionale del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani in termini di costo sopportato da una famiglia-tipo di tre persone con reddito lordo complessivo di 44.200€ ed una casa di 100 metri quadri. L’indagine, condotta con il contributo dei rilevatori civici di Cittadinanzattiva, ha riguardato tutti i capoluoghi di provincia nel 2008.  On line su http://www.cittadinanzattiva.it l’indagine completa con il prospetto per ciascun capoluogo e la composizione delle voci di costo. In media, in un anno la nostra famiglia-tipo ha sostenuto nel 2008 una spesa di 223 euro per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, con un aumento del 2,8% rispetto all’anno precedente. Cinque le città che nell’ultimo anno hanno fatto registrare incrementi record, superiori al 20%: Salerno (+67,4%), Caltanissetta (+40%), Lecco (+29%), Chieti (+25%) e Benevento (+21,5%).  Inoltre, da gennaio 2000 a marzo 2010, secondo dati Istat, l’incremento registrato a livello di tariffe rifiuti è stato del 55%. In negativo, da segnalare anche il ritardo con il quale i capoluoghi di provincia hanno adottato la Tariffa d’igiene ambientale (Tia), introdotta dal Decreto Ronchi nell’ormai lontano 1997: sono solo il 45%, mentre la maggioranza dei capoluoghi (55%) è rimasta fedele alla Tarsu (Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La banca dell’Alto Milanese e del Varesotto

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Dopo l’unione delle aree, Alto Milanese e Varesotto, raggiunta nel 2007 con l’apertura della filiale di Somma Lombardo (Va), la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate vuole rafforzare le proprie radici, i soci. Ampliare la base sociale per arrivare a quasi 4mila iscritti è infatti l’obiettivo che la Bcc si è data per il prossimo triennio. Il Piano strategico 2010-2012, che è stato presentato ieri pomeriggio durante la seconda convention dei dipendenti della Bcc, traccia la strada per una continua crescita della banca dell’Alto Milanese e del Varesotto. «La nostra mission individua nell’ampliamento della base sociale uno degli strumenti per poter sempre più entrare in contatto con il maggior numero di attori e operatori impegnati allo sviluppo delle comunità di appartenenza», ha spiegato il direttore generale della Bcc, Luca Barni, ai 160 dipendenti della banca riuniti a Villa Buttafava a Cassano Magnago (Va). Con le sue 19 filiali (l’ultima, quella di Gallarate, è stata inaugurata appena lo scorso dicembre), la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha fatto segnare alla fine del 2009, più di 2.700 soci.  La linea indicata dal Consiglio di amministrazione punta a rafforzare l’identità di una banca di famiglia, «la banca dei padri che passa ai figli», ha proseguito Barni, per assicurare un ricambio generazionale all’interno della stessa composizione sociale. Ma anche quello della banca di comunità. «Siamo una banca dinamica che si rivolge alle famiglie come ai liberi professionisti e alle piccole e medie imprese -ha sottolineato il direttore generale- I valori del Credito Cooperativo ci spingono ad essere una realtà “not for profit”, dove non è il profitto in sé l’obiettivo finale, ma il creare le basi per far crescer il territorio di riferimento, sostenendo le famiglie e aiutando le imprese. Quindi creare un volano per sostenere l’economia reale e il territorio».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sviluppo locale e cooperazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

“Lo sviluppo locale e del territorio dipende anche dalla crescita e dalla promozione delle imprese cooperative, realtà imprenditoriale che mostra dinamismo, vitalità produttiva e occupazionale. In poche parole, le cooperative tengono nonostante la crisi. La conferma giunge dalla ultima rilevazione Unioncamere, che attraverso Movimprese, ha registrato natalità e mortalità delle imprese italiane presso le Camere di Commercio nel primo trimestre del 2010.” Il Presidente Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane – Paolo Galligioni, che, con queste parole, commenta i dati rilevati e diffusi dal Rapporto Unioncamere, tiene a sottolineare (citando quando riportato nella stessa rilevazione) “il progresso registrato dalle cooperative attive tra la fine di dicembre 2009 e marzo 2010 ha fatto registrare un saldo di 408 unità in più, pari allo 0,51% su base trimestrale, dove, in termini assoluti, la Lombardia in primis con 100 cooperative in più in tre mesi, rappresenta il 24,5% del saldo nazionale, il Lazio a seguire con 61 cooperative, e poi Calabria, Sicilia e Puglia”.  “Non sono dati dei quali meravigliarsi – aggiunge Galligioni – ma, anzi, rappresentano un’ulteriore conferma a quanto, da sempre, sostenuto dall’UNCI, ovvero che nei momenti di crisi e stagnazione economica le imprese mutualistiche, al contrario delle altre tipologie di imprese, agendo in maniera anticiclica, riescono ad attenuare gli effetti delle fasi congiunturali negative, elaborando risposte efficaci in termini di produttività, occupazione e coesione sociale. La cooperazione, d’altronde, non è solo un sistema di imprese ma anche un sistema di valori che svolge sia un importante funzione economica che sociale. I soci lavoratori di cooperativa, infatti, partecipano direttamente alla gestione d’impresa e nell’offrire beni e servizi si rivolgono non solo a loro stessi ma soprattutto alla collettività. Le cooperative, grazie al forte radicamento locale, riescono ad intercettare meglio i bisogni delle persone e a trasformarli in opportunità occupazionali, in servizi e prestazioni. Come nel caso della cooperazione sociale”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Igor Muroni Noiser

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Milano 7 maggio – 10 giugno, 2010 via  Stradella, 4 Room Galleria presenta Igor Muroni Noiser opening giovedì 6 maggio ore 19.00. Con una installazione sonora inedita, Muroni trasforma lo spazio espositivo in una “noise room”, dove il “noise”, emancipandosi dall’accezione di genere musicale, assume quella più culturalmente diffusa di stato fisico nauseabondo generato da una “pop-bulimia”. In uno spazio di un nero assoluto, un potente impianto audio emette una traccia sonora composta da frequenze molto basse che si riverberano sulle superfici definendo una percezione fisica e quasi tattile del suono stesso. Questo vuoto esclusivo origina un corpo non-corpo, una trama acustica che si addensa ripetutamente dando vita a un imponente monolite sonoro, invisibile e al tempo stesso onnipresente come il mitico minotauro nel labirinto. Il buio sarà allo stesso tempo disagevole e allettante, come in una vera e propria dark room, dove il corpo tende a prendere altre direzioni rispetto alla mente.  Visualizzando nella dimensione sonora l’invisibile e l’impercettibile, Muroni struttura e sviluppa nel suo lavoro quel mondo di allucinazioni e di silenzi uditi illustrati dalle teorie di Julian Jaynes. Ne Il crollo della mente bicamerale e la nascita della coscienza, lo psicologo statunitense ci avvicina a quel “teatro segreto fatto di monologhi senza parole” dimora invisibile di tutti gli umori, le meditazioni e i misteri che va sotto il nome di “coscienza”. La mente bicamerale è di fatto quella degli uomini arcaici che, secondo l’autore, vissero in uno stato presciente sino al periodo omerico. L’area del loro emisfero destro, con una struttura direttiva, aveva una funzione allucinatoria legata all’esperienza di “voci” percepibili in parte anche dall’emisfero sinistro, che aveva invece il ruolo di rendere possibile l’attuazione degli ordini pronunciati da queste voci. Dalla definizione delle prospettive della mente, al cinema di Gus Van Sant, Alan Clarke, Johan Van Der Keuken e Cameron Jamie, passando per il leggendario Hollywood Babilonia di Kenneth Anger e la mitologia greca, “Noiser” indaga proprio la regione inconsistente della coscienza, eremo occulto solitario e recluso, e cerca nella sostanza di questo introcosmo la spiegazione di tutte le cose che si fanno e si disfano. La mostra è accompagnata da un dossier, pubblicato da Kaleidoscope Press, a cura dell’artista e di Michele D’Aurizio, con il progetto grafico di Tommaso Garner e testi di Muroni, D’Aurizio e Emanuele Quinz. Il dossier sarà presentato l’8 giugno alle ore 18.30, presso il project space di Kaleidoscope, in via Masera di fronte al civico 10.
Igor Muroni (1976, Genova) vive e lavora  Milano. Nel 2009 ha esposto alla Cité Internationale Des Arts di Parigi. Tra le mostre collettive si ricordano: “Titolo grosso”, Spazio Cripta 747, Torino, 2010; “Run°1”, Room Galleria, Milano, 2009; “L’Angelo sigillato”, Museo Bigazzi, Peccioli (PI), 2008; Festival International d’Art Contemporain de Casablanca (MA), 2007. È stato artista in residenza alla Cité Internationale Des Arts di Parigi, con l’Associazione Culturale Incontri Internazionali d’Arte di Roma, e ha collaborato con Le Fresnoy – Centre de formation aux langages audiovisuels di Tourcoing (FR), con La Pommerie – Centre d’Arts Visuels et Sonores, Plateau De Millevaches (FR), e con il Centre International d’Art et du Paysage di l’Ile de Vassivière (FR). Dal 2006 è docente della cattedra di Analisi e progettazione degli spazi sonori, presso la Scuola di Arti Visive della NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contesti urbani e giovani migranti

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Bergamo giovedi, 6 maggio 2010 – h 10,00-13,00 Aula Conferenze, sede universitaria di Sant’Agostino. Presiede e modera Elena Bougleux, Facoltà di Scienze della Formazione Discussant Stefano Tomelleri, Facoltà di Scienze della Formazione  Enrico Giannetto, Direttore della Scuola di Dottorato in Antropologia ed Epistemologia  della Complessità  La città – Le città: un’introduzione Mauro Ceruti, Facoltà di Scienze della Formazione Marginalità sociale e processi educativi Ivo Lizzola, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione Città e immigrazione: quale sguardo e quali politiche  Eugenio Torrese, Direttore dell’Agenzia per l’integrazione di Bergamo Città plurali: scuola, associazionismo, servizi. A colloquio con gli Autori Matilde Callari Galli, Giovanna Guerzoni, Bruno Riccio, Federica Tarabusi Dipartimento di Scienze dell’Educazione, Università di Bologna Durante la mattinata saranno presentati materiali visivi relativi alla ricerca svolta a Bologna Contesti urbani, processi migratori e giovani migranti è il titolo comprensivo di una ricerca multilivello svolta  dagli antropologi del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna nella propria città. I tre  volumi della ricerca (Stranieri a casa, di Matilde Callari Galli e Giuseppe Scandurra, Giovani in cerca di  cittadinanza, di Giovanna Guerzoni e Bruno Riccio, Un doppio sguardo – Etnografia delle interazioni tra servizi  e adolescenti di origine straniera, di Ivo Giuseppe Pazzagli e Federica Tarabusi, editi da Guaraldi, 2009)  indagano con una molteplicità di sguardi i diversi ambiti che i giovani migranti attraversano nelle loro traiettorie  di vita: contesti scolastici, periferie urbane, associazionismo e servizi della città al centro dell’indagine.  L’iniziativa è accreditata ai fini del conteggio ore tirocinio per gli studenti di Scienze dell’Educazione

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Età dell’eleganza

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Como  dal 6 maggio al 27 giugno 2010 inaugurazione 5 maggio 2010 ore 18.30 anteprima stampa 5 maggio 2010 ore 12.00  Villa del Grumello – Via per Cernobbio 11, Il Museo Studio del Tessuto – MuST della Fondazione Antonio Ratti, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Como e nell’ambito del Progetto “Archivi della Moda del ‘900”, inaugurerà il 5 maggio 2010 presso Villa del Grumello la mostra L’età dell’eleganza. Le Filande e Tessiture Costa nella Como degli anni Cinquanta. L’esposizione, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 27 giugno.  Abiti di Dior, Givenchy, Fath, Sully Dumas, Balenciaga e Galitzine, confezionati con i tessuti Costa, saranno in mostra nelle sale di una delle residenze più affascinanti del Lario. Per la prima volta verrà esposto al pubblico anche un abito della Sartoria Tirelli di Roma, ritrovato dalle curatrici durante le loro ricerche. Fa parte della collezione Primavera/Estate 1953 di Hubert de Givenchy di cui si conoscono solo altri due modelli, uno conservato al Costume Institute del Metropolitan Museum di New York e uno al Musée Galliera di Parigi. Il percorso espositivo si svilupperà attraverso i temi delle più importanti ed estrose collezioni create dai Costa nel corso del decennio. Un affascinante viaggio tra pellicce, ortaggi, gioielli, boiseries, trionfi culinari e soggetti floreali – da sempre i più amati – accompagnerà il visitatore nel mondo sfavillante e fantasioso dei disegnatori tessili dell’ Italia della ripresa economica.   Grazie alla ricchezza degli archivi cartacei, custoditi quasi integralmente presso l’Archivio di Stato di Como, e a prestiti nazionali e internazionali di grande prestigio tra cui quelli del Musée Galliera di Parigi e della Fundación Cristóbal Balenciaga di Getaria, è stato possibile ricostruire il percorso storico-creativo di una delle aziende che hanno contribuito alla diffusione dell’eccellenza comasca in Europa. L’esposizione ripercorre l’intero ciclo produttivo: l’idea iniziale, la composizione del disegno, le prove di stampa su carta, per arrivare al tessuto finito. In evidenza ci saranno anche le collaborazioni con Andrée Brossin de Méré (designer di origine svizzera) e Manlio Rho (noto pittore comasco) che consentirono all’azienda di vedere i propri tessuti stampati citati dalle riviste dell’epoca come i più straordinari apparsi sulle passerelle parigine. Insieme alle retrospettive degli anni scorsi su Carla Badiali e Guido Ravasi, questa esposizione è parte della ricerca sulla produzione serica comasca d’eccellenza del Novecento, condotta dal MuST a partire dal 2000. Catalogo edito da NODOlibri con testi di Francina Chiara, Anna Maria Galli, Enrica Morini, Magda Noseda, Lucia Ronchetti e Margherita Rosina.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dottorandi Unicam

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Camerino. Un gruppo di dottorandi della School of Advanced Studies dell’Università di Camerino, coordinati dalle Professoresse Federica Ottone e Annette Habluetzel, si è aggiudicato il secondo premio nell’ambito dell’ottavo Concorso Internazionale di progettazione promosso dall’Associazione Internazionale Humane Habitat. L’Associazione, un’organizzazione volontaria e non governativa di professionisti e cittadini impegnati con sede a Mumbai (India), ha stabilito una rete di contatti con architetti, istituzioni e università in tutto il mondo al fine di sviluppare l’habitat umano. Il gruppo di ricerca internazionale è costituito da dottorandi di varie discipline: Sara Cipolletti, Deema Mahmud, Angela Leuzzi, Kouami Sylvie Laure, Roselyn Tepongning Nzangue, Emilie Oumarou, Rakiswendé Serge Yerbanga. La ricerca è stata, inoltre, supportata dal valido aiuto degli architetti Roberta Camillucci, Chiara Ciccolini, Giovanni Pistoni e Giancarlo Regnicoli.  La presenza di dottorandi africani, in particolari camerunensi, nel gruppo di ricerca ha influenzato la scelta del Cameroon e della città di Douala come area di studio e progetto. La partecipazione al concorso è stata fortemente motivata dal desiderio di dare un contributo al miglioramento delle condizione di vita della popolazione di Douala.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmaci oppioidi per il dolore

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Mag 2010

Come reagiscono i medici italiani ai cambiamenti legislativi introdotti nell’ultimo anno sui temi del trattamento del dolore? Doloredoc, il portale di riferimento per la terapia del dolore, lo ha chiesto agli interessati con un’indagine appena conclusa. Rispetto alla semplificazione prescrittiva, introdotta nel giugno 2009, il 67,4% dei medici ritiene che tale norma aiuterà la riduzione dell’oppiofobia, cioè dei timori che ancora oggi esistono nei confronti dei farmaci oppioidi, derivati dalla morfina, spesso vissuti come dei veri e propri stupefacenti. Ciononostante, ben il 65,9% ritiene che ancora persistono importanti barriere alla prescrizione, prevalentemente riconducibili a motivazioni culturali ma anche ad una scarsa formazione che colloca gli oppioidi legati solamente al dolore oncologico.  L’indagine rileva anche un notevole bisogno di formazione da parte della classe medica. Infatti  pur ritenendo di essere sufficientemente informato, il 66,3% dei medici pensa comunque di avere bisogno di un aggiornamento delle proprie conoscenze, il 18,3% ne ha una forte esigenza e solo il 15,5% ritiene le proprie conoscenze adeguate.  Questo quadro improntato alla fiducia, ma senza indulgere in facili entusiasmi, è stato delineato in occasione della presentazione di  “Change Pain”, il progetto informativo, formativo e di ricerca promosso a livello internazionale da EFIC®, l’associazione scientifica europea contro il dolore, con il sostegno di Grünenthal, azienda farmaceutica tedesca fortemente impegnata nella lotta al dolore, in partnership con SIMG, FederDolore e AISD, Associazione Italiana per lo Studio del Dolore. “Il progetto – afferma Giustino Varrassi, Presidente EFIC® – si prefigge di modificare l’atteggiamento culturale e assistenziale in quelle nazioni in cui, come in Italia, una nuova cultura di cura o prevenzione delle sofferenze stenta a decollare. Questo sarà fatto cercando di incidere sui due fattori cruciali: informazione e formazione ma anche stimolando la ricerca, sempre decisiva nell’influenzare i processi evolutivi che portano al miglioramento della cura di ogni patologia”.“Quando si parla di dolore si pensa ai malati terminali o al dolore oncologico, ma il dolore è un’esperienza molto più quotidiana di quello che si pensi”, sottolinea William Raffaeli – Presidente FederDolore. “Dolore è mal di schiena, mal di testa o dolore articolare; penso che dargli una dimensione “quotidiana” aiuterebbe a eliminare tanti tabù che ancora sopravvivono quando si parla di dolore”.
In ambito dolore, Grünenthal  Italia, da anni impegnata nella ricerca di soluzioni innovative per la lotta al dolore, propone un’ampia gamma di specialità medicinali offrendo al medico ed al paziente quella che può essere considerata la più completa proposta terapeutica per un efficace trattamento di ogni tipo di dolore, da moderato a severo, da acuto a cronico, oncologico e non oncologico.   http://www.grunenthal.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »