Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Sviluppo locale e cooperazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Maggio 2010

“Lo sviluppo locale e del territorio dipende anche dalla crescita e dalla promozione delle imprese cooperative, realtà imprenditoriale che mostra dinamismo, vitalità produttiva e occupazionale. In poche parole, le cooperative tengono nonostante la crisi. La conferma giunge dalla ultima rilevazione Unioncamere, che attraverso Movimprese, ha registrato natalità e mortalità delle imprese italiane presso le Camere di Commercio nel primo trimestre del 2010.” Il Presidente Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane – Paolo Galligioni, che, con queste parole, commenta i dati rilevati e diffusi dal Rapporto Unioncamere, tiene a sottolineare (citando quando riportato nella stessa rilevazione) “il progresso registrato dalle cooperative attive tra la fine di dicembre 2009 e marzo 2010 ha fatto registrare un saldo di 408 unità in più, pari allo 0,51% su base trimestrale, dove, in termini assoluti, la Lombardia in primis con 100 cooperative in più in tre mesi, rappresenta il 24,5% del saldo nazionale, il Lazio a seguire con 61 cooperative, e poi Calabria, Sicilia e Puglia”.  “Non sono dati dei quali meravigliarsi – aggiunge Galligioni – ma, anzi, rappresentano un’ulteriore conferma a quanto, da sempre, sostenuto dall’UNCI, ovvero che nei momenti di crisi e stagnazione economica le imprese mutualistiche, al contrario delle altre tipologie di imprese, agendo in maniera anticiclica, riescono ad attenuare gli effetti delle fasi congiunturali negative, elaborando risposte efficaci in termini di produttività, occupazione e coesione sociale. La cooperazione, d’altronde, non è solo un sistema di imprese ma anche un sistema di valori che svolge sia un importante funzione economica che sociale. I soci lavoratori di cooperativa, infatti, partecipano direttamente alla gestione d’impresa e nell’offrire beni e servizi si rivolgono non solo a loro stessi ma soprattutto alla collettività. Le cooperative, grazie al forte radicamento locale, riescono ad intercettare meglio i bisogni delle persone e a trasformarli in opportunità occupazionali, in servizi e prestazioni. Come nel caso della cooperazione sociale”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: