Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Le emergenze e il popolo della Rete

Posted by fidest press agency su martedì, 4 Maggio 2010

Terremoti, alluvioni, conflitti. Sono tanti gli accadimenti che, nel corso dell’ultimo anno, hanno mobilitato il mondo intero per mandare soccorsi, fornire assistenza medica e sanitaria o per avviare processi di ricostruzione. Tutte operazioni che hanno richiesto ingenti fondi e che hanno visto migliaia di persone intervenire e donare denaro.  Gli internauti, non solo non sono stati da meno, ma si dimostrano un vero popolo solidale. Sono tanti, tantissimi, i navigatori che hanno fatto donazioni, dimostrando di essere molto sensibili agli appelli del mondo no profit.  Sono quasi sette su dieci, infatti, i navigatori che, nonostante le ristrettezze economiche dovute alla recessione, hanno risposto con forza a specifiche richieste di aiuto e hanno effettuato almeno una donazione nel 2009. Si elargiscono soprattutto offerte in denaro o si acquistano prodotti a scopo benefico. Il tutto, però, con un occhio particolarmente attento al portafoglio. Budget più ridotti – magari erogabili anche attraverso un semplice sms – e operazioni mirate, legate a progetti particolari o a eventi eccezionali sono il leit motiv delle donazioni dell’ultimo anno. Ecco perché le organizzazioni che dispensano aiuti nelle situazioni d’emergenza sono quelle a cui gli internauti hanno preferito destinare i propri fondi. Si dona per essere solidali e aiutare chi è in difficoltà, per sostenere la ricerca, ma anche perché si condivide il pensiero e i valori di una determinata organizzazione.
Questi i risultati principali emersi dal Monitor delle Donazioni realizzato da tomorrowSWG (business unit della società SWG) in collaborazione con VITA Consulting. L’indagine, giunta ormai alla sesta edizione, ha coinvolto oltre 3000 internauti che, partecipando, hanno a loro volta generato beneficenza. La sensibilità  verso i meno fortunati continua a rimanere elevata. Il richiamo dei più bisognosi trova risposte concrete da parte del popolo di Internet che non esita a dimostrarsi solidale, anche se preferisce intervenire laddove emerga una particolare necessità e si verifichino condizioni di estrema difficoltà. E’ quasi raddoppiata, infatti, rispetto al 2008 la quota di coloro che hanno donato in occasione di eventi eccezionali, passando dal 37 al 71%. Tra questi il 28% si è mobilitato esclusivamente per sostenere le vittime delle calamità naturali del 2009 (nel 2008 erano il 15%).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: