Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Manconi: sul Ddl Alfano le bizzarre parole di Maroni

Posted by fidest press agency su domenica, 9 Mag 2010

Luigi Manconi, presidente di A Buon Diritto: “In una intervista, il ministro dell’Interno Roberto Maroni dice, in materia di immigrazione e di carcere, cose bizzarre e molto, ma molto approssimative. Afferma, ad esempio, di aver votato in Consiglio dei Ministri in favore del Ddl Alfano, un po’ perché  distratto e, poi, perché “sul principio della riabilitazione del condannato siamo tutti d’accordo”.  Riabilitazione che, palesemente, col Ddl Alfano, nulla ha a che fare. Afferma, quindi, che con le misure previste da quel Ddl alle attuali 3500 persone in detenzione domiciliare se ne aggiungerebbero 10500 per un totale di 14000. Un Ministro di polizia dovrebbe pur sapere che nel non lontanissimo 2005, durante il Governo Berlusconi i condannati che scontavano la pena in misure alternative al carcere erano poco meno di 50mila. E dovrebbe anche sapere che la detenzione domiciliare è né più né meno che detenzione: una modalità di esecuzione della pena estremamente efficace sotto il profilo della sicurezza collettiva. Un solo dato: nel corso dell’anno 2009 la recidiva a opera di quanti si trovavano in misure alternative è stata dello 0,35%. Ovvero meno di quattro persone su mille hanno commesso nuovi reati.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: