Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 126

Firenze: Piazza San Marco dissestata

Posted by fidest press agency su domenica, 16 maggio 2010

Sono ormai passati oltre cinque mesi dalla pedonalizzazione del Duomo, misura importante ma fatta in fretta e furia con conseguenze pesanti per la vivibilità della città. A farne le spese, fra le altre zone, è piazza San Marco, dove sono state dirottate numerose linee Ataf costrette a improbabili slalom fra spartitraffico mobili e fermate temporanee. Ebbene, dopo cinque mesi quella risistemazione temporanea sembra diventata definitiva, e il degrado di questa bella piazza è sotto gli occhi di tutti. In particolare, la presenza massiccia di mezzi pesanti ha deteriorato ulteriormente il fondo stradale, che presenta da tempo buche pericolosissime per pedoni, ciclisti e motociclisti. Ricordiamo che in campagna elettorale, il sindaco Matteo Renzi aveva solennemente detto: “Chi fa politica non può solo parlare, chiacchierare, disquisire. Occorre fare. Il coraggio di promettere cose concrete. E di realizzarle. Siamo pieni di politici che saltano da una poltrona all’altra lasciando agli atti solo le loro parole. Persone che scaldano seggiole in attesa di occupare poltrone, mai disponibili a mettersi in gioco fino in fondo. Il sogno di una Firenze più semplice, più coraggiosa, più bella passa dalla disponibilità a mettersi a rischiare. A cambiare davvero. Se sarò eletto Sindaco, mi impegno nei primi cento giorni a fare cento cose concrete. Non è il programma di governo di mandato: sono 100 cose, piccole e grandi, da fare subito. E da verificare pubblicamente con i cittadini”. Fra i cento punti “da fare subito” si legge:”Pronti? Via! Trenta dipendenti pubblici selezionati con bando si muoveranno quotidianamente nei vari quartieri per segnalare piccoli interventi (buche, scritte sui muri) e per garantire una risposta entro 48 ore da parte dell’Amministrazione”. Da allora si sono succedute promesse: ex “vigilini” trasformati in osservatori anti-degrado, vendite di immobili per coprire le buche, e così via. Ma niente di tutto ciò sembra aver giovato a Piazza San Marco, nel bel centro di Firenze, con la sede dell’omonimo museo, dell’Accademia delle Belle Arti, della segreteria dell’Universita’, accanto all’Accademia del David e all’Orto Botanico sotto gli occhi di migliaia di turisti e cittadini . Per dirla con Renzi: “Chi fa politica non può solo parlare, chiacchierare, disquisire. Occorre fare”. Qui le foto di alcune delle buche più pericolose in Piazza San Marco (comunicato aduc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: